Italia: Måneskin ospiti alla Finale di X Factor 2021 – Aggiornato

I Måneskin tornano in Italia e lo fanno sul palco del talent dove tutto iniziò nel 2017, a quattro anni dalla loro partecipazione al Talent Show X Factor conclusa con un secondo posto dietro a Lorenzo Licitra.

I Måneskin saranno ospiti della finalissima di X Factor 2021, che si svolgerà giovedì 9 dicembre 2021 alle 21.15 su Sky Uno e in chiaro su TV8 e in streaming su NOW, in diretta dal Forum di Assago. Oltre alla band romana, saranno ospiti della Finale anche i Coldplay.

“BOOM!  I Måneskin alla Finale di #XF2021! Hanno calcato i palchi di tutto il mondo e dominano le classifiche mondiali: la band dei record torna in Italia, sul nostro palco! Non potremmo essere più orgogliosi!”, questo il messaggio apparso sulle pagine social ufficiali di X Factor.

I Måneskin hanno ottenuto i primi successi in campo nazionale grazie alla partecipazione a X Factor nel 2017. Guidati da Manuel Agnelli, con il quale hanno duettato a Sanremo 2021 nella serata dedicata alle cover, hanno conquistato un secondo posto inaspettato.

Nella finale a quattro del 14 dicembre erano i favoriti, invece si dovettero accontentare della piazza d’onore dietro a Lorenzo Licitra e davanti a Enrico Nigiotti e Samuel Storm.

Già durante il talent, esattamente l’8 dicembre, pubblicarono l’Ep ‘Chosen’ che contiene la super hit “Beggin’”, che nel 2021 ha conquistato numerosi riconoscimenti internazionali. Un pezzo che a oggi su Spotify conta quasi 800 milioni di stream. 

Era prevedibile, ma ora arriva l’ufficialità. Sono i Måneskin l’artista italiano più ascoltato nel mondo su Spotify, nel 2021. Si aggiunge così un altro trofeo alla lista di riconoscimenti ottenuti e conquistati dalla rock band romana nel corso di quest’anno, dalla vittoria al Festival di Sanremo 2021 con “Zitti e buoni” all’MTV EMA come Best Rock, passando per il trionfo all’Eurovision Song Contest e l’apertura per i Rolling Stones.

I Måneskin si preparano a chiudere l’anno con cifre impressionanti, per le loro canzoni su Spoitify. La cover di “Beggin'”, complce anche il boom su TikTok negli Usa, ha superato i 780 milioni di streams complessivi sulla piattaforma di streaming. “I wanna be your slave” insegue con oltre 470 milioni di ascolti. “Torna a casa” supera i 250 milioni. Più modesti, al momento, i numeri dell’ultimo singolo del gruppo, “Mammamia”: 35 milioni di ascolti in due mesi, da ottobre ad oggi.

La cover di “Beggin'” occupa la posizione #66 della classifica di fine anno della rivista americana Billboard, la bibbia dell’industria musicale statunitense, relativa ai 100 brani più popolari negli Usa nel 2021: con “Beggin'” i Måneskin superano pure “Happier than ever” di Billie Eilish (che però con “Therefore I am” è anche alla posizione #25), “We’re good” di Dua Lipa, “pov” di Ariana Grande e “Anyone” di Justin Bieber.

Continua intanto ad arricchirsi il calendario del tour mondiale che nel 2022 vedrà la band esibirsi sui palchi dei principali festival musicali. Il 29 giugno i Måneskin suoneranno all’Open’er Festival, in Polonia. Il 14 luglio 2022 i Måneskin saranno allo Slottsfjell di Tønsberg, in Norvegia. L’8 settembre si esibiranno invece al Rock in Rio, a Rio De Janeiro. 

Mancano poche ore al ritorno dei Måneskin a X Factor. Dopo aver partecipato nel 2017 ed essere tornati come ospiti lo scorso anno, i quattro ragazzi vincitori di Sanremo e dell’Eurovision sono pronti per essere accolti sul palco del Forum di Assago come delle Star!

Luca Tommassini è stato direttore artistico di X Factor fino all’edizione 2018. Durante un’intervista rilasciata a La Repubblica ha parlato delle difficoltà che ha incontrato nelle prime fasi del lavoro con la band romana.

“Non volevano salire sul palco, rifiutavano la mia messa in scena. Incredibile, pensavo di essere io il divo del programma. […] Quando li vidi camminare ebbi subito la sensazione che fossero delle star. […] Mi dissero ‘Abbiamo un progetto e vogliamo portare in scena esattamente quello che siamo. Qualsiasi cosa tu abbia pensato non sarà in linea con questo’.”.

“Ho usato il palco per mostrarli, ho cercato di illuminare al meglio ciò che avevano già dentro, l’ho fatto diventare teatrale, esplosivo. XF è stata la loro palestra ma sembravano nati per quello.”

Tommassini parla anche delle discussioni avute durante il percorso.

“C’era sincerità e verità in quello che dicevano. Non cercavano di giustificare ciò che volevano fare: lo sostenevano con forza. E ogni riunione finiva con Victoria che diceva “sticazzi”.”

Damiano ha sempre avuto le idee piuttosto chiare. Un’idea trasgressiva, ma in linea con il personaggio.

“Damiano viene da me e mi dice “voglio ballare sui tacchi e con il culo di fuori”. Per sostenere la richiesta si tira giù i pantaloni e mi mostra il tatuaggio con scritto “Kiss this”. Era un rischio, fuori da ogni canone tv, ma la musica era perfetta e quell’esibizione è diventata una delle bandiere più belle di X Factor: il manifesto delle opportunità, un gruppo che urlava libertà.”

Un monito, però, ai nuovi talenti che si affacciano al mondo della musica.

“Non tutti sono come i Måneskin: erano affamati di fama e di vita. Damiano mi disse “noi vogliamo il mondo, di X Factor non ce ne frega niente”. Io avrei potuto fare muro, ma davanti al loro talento era impossibile mettere un freno.”