Svezia: Il comune di Stoccolma salva lo studio degli ABBA

Il municipio della capitale svedese dichiara le sale dove nacque artisticamente il gruppo musicale pop svedese di maggiore successo patrimonio culturale, scongiurandone la chiusura. 

I Baggpipe Studios di Stoccolma, sale di registrazione che a partire dalla loro apertura, nel 1969, hanno ospitato nomi di prima grandezza della storia del rock e del pop come Beatles, Roxette, One Direction, Lady Gaga, Swedish House Mafia, Wyclef Jean e Beyoncé, e che hanno dato artisticamente i natali agli ABBA, che nella struttura al numero 33 di Palandergatan hanno fissato su nastro le loro prime hit, sono salvi.

Nel 2019 la proprietà del terreno sul quale sorge lo stabile aveva chiesto ai titolari dell’attività un aumento dell’affitto per evitare di convertire gli studi in un condominio. I gestori dei Baggpipe, per salvarsi, avevano fatto appello al Comune di Stoccolma, che – seppure con un pò di ritardo – ha risposto all’appello: la municipalità della capitale svedese ha deciso di sospendere la vertenza tra proprietari e inquilini citando “i valori storici e culturali dell’edificio” e la sua “importanza come uno degli studi di registrazione analogici più apprezzati al mondo”.

Costruito nel 1939 come cinema e riconvertito in sala di registrazione nel 1969, lo studio ha modellato le sue sale di ripresa su quelle – leggendarie – ospitate ad Abbey Road, a Londra, entrate nella storia del rock grazie alle session di Beatles, Pink Floyd e altri artisti di altissimo profilo.

“Non potremo mostrare mai abbastanza la nostra gratitudine e soddisfazione per il fatto che il comune di Stoccolma abbia compreso il valore della nostra struttura, che offre migliaia di opportunità di lavoro in tutto il mondo. Al di là dell’aspetto meramente culturale, qui disponiamo di una tecnologia di registrazione, che fa vivere la storia tra queste mura. Adesso siamo in gradi di continuare a contribuire allo sviluppo della cultura svedese e, non ultimo, a rafforzare l’immagine internazionale della Svezia come una vera nazione musicale.”, ha commentato Mikael Gordon Solfors, a capo del cda dei Baggpipe.

Gli ABBA sono un gruppo musicale pop svedese, e, in generale, il gruppo scandinavo di maggiore successo. Hanno venduto più di 400 milioni di dischi in tutto il mondo, con una costante vendita ogni anno. Gli ABBA hanno raggiunto un successo mondiale e sono considerati tra i più celebri esponenti della musica pop internazionale.

Il nome del gruppo deriva da un acronimo formato dalle lettere iniziali dei nomi dei membri (Agnetha, Benny, Björn e Anni-Frid) e lo si trova scritto anche come Abba. La prima ‘B’ nella seconda versione del logo del nome del gruppo appare rovesciata a partire dal 1976 (ᗅᗺᗷᗅ) in tutte le copertine dei loro dischi e del materiale promozionale.

Il gruppo si costituì intorno al 1970 con la formazione che avrebbe sempre mantenuto: Björn Ulvaeus, Benny Andersson, Agnetha Fältskog e Anni-Frid Lyngstad (meglio conosciuta come “Frida”). Quattro anni dopo erano già all’apice della loro carriera musicale dopo aver vinto l’edizione dell’Eurovision Song Contest nel 1974 con “Waterloo”; da allora raggiunsero grande successo e popolarità mondiali. Al massimo della loro celebrità, entrambi i matrimoni dei componenti del gruppo (Björn con Agnetha e Benny con Frida) fallirono. Il gruppo si sciolse nel 1982 e, per più di trent’anni, nessuna riunione venne più progettata dai quattro; nel 2000 fu proposto agli ABBA di riunirsi per un tour di 100 concerti in cambio di un compenso pari a un miliardo di dollari[5], ma rifiutarono “per non deludere i fan”. Il 15 marzo 2010 sono stati inseriti nella Rock and Roll Hall of Fame.

Nel 2018 annunciano il ritorno all’attività, riprendendo ad incidere due nuovi brani, di cui uno intitolato “I Still Have Faith In You”. Il ritorno si fa attendere, anche a causa della pandemia di coronavirus, fino al 2 settembre 2021, quando finalmente vengono pubblicati due nuovi singoli (“I Still Have Faith In You” / “Don’t Shut Me Down”) come anteprima di un intero nuovo album (‘Voyage’), la cui uscita è prevista il 5 novembre 2021, e viene annunciata una serie di concerti a Londra nel maggio 2022.

Gli ABBA sono stati il primo gruppo non anglofono d’Europa a raggiungere un successo così ampio nei paesi anglofoni del mondo, come il Regno Unito, l’Irlanda, gli Stati Uniti, il Canada, l’Australia, la Nuova Zelanda e il Sudafrica. Tra i loro maggiori meriti c’è la legittimazione dell’industria musicale scandinava come fonte di successo internazionale, che ha spianato la via ad altri gruppi svedesi dei più diversi sottogeneri pop e rock come Ace of Base, Rednex, Roxette, The Cardigans, Alcazar, The Ark.