Sanremo 2022: La scenografia di Sanremo 2022

Come ogni anno, le quote assegnate dalle agenzie di scommesse ai cantanti in gara al Festival di Sanremo vengono riviste, corrette, alzate o abbassate in seguito alle pagelle dei giornalisti, che in un modo o nell’altro “influenzano” i pronostici con i giudizi dati ai brani. 

A pochi giorni dall’ascolto in anteprima delle 25 canzoni in gara al Festival di Sanremo 2022 (in programma dall’1 al 5 febbraio – tra gli ospiti anche i Maneskin, Laura Pausini e Cesare Cremonini), che si sono svolti lo scorso venerdì tra gli studi Rai di via Mecenate a Milano e il Teatro delle Vittorie di Roma, per la Snai i candidati principali alla vittoria sono Elisa e il duo composto da Mahmood e Blanco, quotati a 4,50 (prima degli ascolti erano quotati 5,50). Beneficiano dei voti alti ricevuti nelle tradizionali pagelle La Rappresentante di Lista (la loro quota passa da 15 a 10), Massimo Ranieri (la quota della possibile vittoria del cantante napoletano passa da 20 a 15), Dargen D’Amico (la sua quota passa addirittura da 25 a 15), mentre i giudizi dei giornalisti rendono meno probabile – secondo la Snai – le vittorie di Achille Lauro, Sangiovanni e Emma (due settimane fa erano tra i favoriti, ora la loro quota passa da 7,50 a 10), Noemi (la quota della possibile vittora della cantante romana passa da 10 a 15), Giovanni Truppi (da 25 a 33) e soprattutto Giusy Ferreri (passa da 20 a 33). 

Dargen D’Amico beneficia delle buone impressioni che la sua “Dove si balla” ha fatto ai giornalisti anche per GoldBet che rivede la quota legata all’eventuale vittoria del rapper milanese: passa da 26 a 19. Bene anche Elisa e il duo Mahmood e Blanco, che consolidano il loro primato (la vittoria della cantautrice è pagata 5 volte la cifra scommessa, quella di Mahmood e Blanco 4,50) e Rkomi (la sua quota passa addirittura da 26 a 11). Penalizzati dai giudizi dei giornalisti, invece, Aka 7even (la sua quota passa da 21 a 26) e Ana Mena (la sua quota passa da 16 a 21).

Per la ventesima volta la scenografia del Festival di Sanremo sarà firmata da Gaetano Castelli, affiancata da sua figlia Maria Chiara. Sono spuntate in rete le prime immagini rubate della scenografia montata al Teatro Ariston, in allestimento in vista del Festival, che avrà inizio tra poco più di 10 giorni, dall’1 al 5 febbraio 2022.

Sanremo 2022 si avvicina e spuntano prime immagini rubate della scenografia montata al Teatro Ariston. 

L’account Cinguetterai ha pubblicato su Twitter alcuni immagini dove si può vedere la presenza al centro del palco dell’iconica scala da cui, sera dopo sera, scendono i cantanti in gara (ma non solo).

Gli scatti rubati che i social ci hanno mostrato sono decisamente poco definiti ma bastano per far capire come l’edizione 2022 paia in linea con quella del 2020 (di cui in basso vediamo due immagini). Le forme sembrano particolarmente arrotondate e c’è spazio per gli archi, così come per i balconi laterali sfruttati come ledwall, cosa che avveniva anche lo scorso anno. Dopo le forme squadrate dell’ultima edizione, un ritorno alle sinuosità. Una generale morbidezza, spezzata dalla scala, maestosa e classica, che non poteva di certo mancare.

Se ne attende a breve la presentazione ufficiale della scenografia di Sanremo 2022: in genere la scenografia viene svelata nella conferenza di gennaio o comunque con nota dell’Ufficio Stampa Rai. Se la conferenza stampa non dovesse esserci, non ci stupiremmo di vedere la scenografia in anteprima al Tg1, con tanto di servizio dedicato alle tante collaborazioni dei Castelli con Sanremo. Certo, non è facile trovare qualcosa di nuovo da proporre in uno spazio che anno dopo anno sembra sempre più piccolo e inadeguato (soprattutto se luci e ottiche non aiutano a espanderlo almeno in tv) ed è anche vero che la mano di un maestro si riconosce sempre, ma è anche vero che ogni tanto farebbe bene cambiare.

A meno di due settimane dal debutto della 72esima edizione, dunque, Sanremo 2022 sta prendendo forma, anche se per alcuni versi sembra si sia ancora in alto mare. Non c’è, ad esempio, ancora notizia di una conferenza stampa di presentazione (che a questo punto potrebbe coincidere con il ‘lancio’ della vigilia della prima, il 31 gennaio), così come sono ancora in fase di definizione le procedure di sicurezza, che si attendono in linea con quelle dello scorso anno con l’aggiunta, ovviamente, delle norme legate al Green Pass (base e rafforzato). In questo senso si attendono anche le nuove regole stabilite dal Governo, così come le eventuali variazioni che potrebbero scattare dal 1° febbraio 2022, al termine del periodo fissato per il precedente DPCM.

Dopo la positività di Aka7even, il Festival di Sanremo 2022 no resta immune dalla nuova e massiccia ondata di contagi da COVID-19, ed è già spuntato un altro caso: trattasi di un orchestrale RAI, risultato positivo ieri ad un tampone veloce effettuato prima di accedere al Teatro Ariston, dove avrebbe dovuto prendere parte ad una nuova sessione di prove.

Come si legge in una nota ANSA, l’orchestrale dovrà essere sottoposto adesso ad un tampone molecolare, per accertare la malattia, e in totale sono stati sottoposti ai test quindici professori d’Orchestra. Le procedure e i controlli Rai si stanno dunque rivelando efficienti, registrando tempestivamente i casi positivi, ma ovviamente non è possibile prevenire o prevedere quello che accadrà da adesso fino al 1 febbraio 2022, giorno d’inizio della 72° edizione, né tantomeno durante le cinque serate.

Già lo scorso anno il Coronavirus aveva segnato la manifestazione: Irama, che partecipava con il brano “La Genesi del tuo Colore”, era risultato positivo prima del debutto e costretto a trascorrere la settimana sanremese in isolamento: questo non gli ha comunque impedito di partecipare alla gara, con la sola esibizione registrata durante le prove, e piazzarsi quinto nonostante tutto.

Stavolta ad aprire la danza dei contagi, che speriamo si fermi qui, è stato Luca Marzano (vero nome di Aka7even), l’ex concorrente di Amici, che all’Ariston sarà in gara con il brano “Perfetta così”, ha comunicato la notizia attraverso i social, specificando di star bene e senza sintomi ed invitando i propri followers a restare in guardia contro il COVID-19.

Inoltre, quest’anno a Sanremo si cambia sponsor. Terminata la collaborazione con TIM, il Festival avrà un nuovo investitore principale, si tratta di Eni, colosso dell’energia che già in passato ha avuto modo di sponsorizzare la kermesse. 

Sisal, uno dei principali operatori internazionali nel settore del gioco regolamentato attivo in Italia, Marocco, Spagna e Turchia, ha svelato la prima classifica di Sisal Matchpoint che ogni anno offre il pronostico del vincitore della kermesse.

Secondo gli esperti, il terzo Festival targato Amadeus avrà uno dei tre duetti inediti come protagonista… ovviamente quello tra gli hitmaker Mahmood e Blanco con la loro Brividi.

Seguono quindi Elisa, che torna in gara dopo 21 anni e, al terzo posto, La Rappresentante di Lista, duo musicale che potrebbe scoppiare con tormentone Ciao Ciao, a pari merito con Sangiovanni e Emma, di ritorno al Festival a dieci anni dalla vittoria.

Tra i meno favoriti alla vittoria il vincitore di Sanremo Giovani Yuman, Ana Mena, Giusy Ferreri e l’icona della musica italiana Iva Zanicchi.

Qui a seguire la classifica Sisal Matchpoint con le quote attuali (scommesse aperte): 

  1. Mahmooh e Blanco 3,50
  2. Elisa 4,50
  3. La Rappresentante di lista 9 – Sangiovanni 9 – Emma 9
  4. Achille Lauro 12 – Irama 12 – Massimo Ranieri 12 – Rkomi 12
  5. Dargen D’amico 16 – Fabrizio Moro 16
  6. Ditonellapiaga con Donatella Rettore 20 – Michele Bravi 20
  7. Aka 7even 25 – Noemi 25
  8. Gianni Morandi 33 – Giovanni Truppi 33 – Highsnob e Hu 33 – Le Vibrazioni 33 – Matteo Romano 33 – Tananai 33
  9. Yuman 40
  10. Ana Mena 50 – Giusy Ferreri 50
  11. Iva Zanicchi 100

Sisal ricorda sempre che il gioco è vietato ai minori e che bisogna giocare sempre con consapevolezza e moderazione.