ESC 2023 – Paesi Bassi: Mia Nicolai en Dion Cooper per i Paesi Bassi all’ESC 2023

L’emittente AVROTROS ha annunciato che saranno Mia Nicolaï & Dion Cooper a rappresentare i Paesi Bassi alla 67ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2023 che si  svolgerà presso la Liverpool Arena di Liverpool, nel Regno Unito, dopo che l’Ucraina, vincitrice dell’edizione precedente in seguito alla vittoria della Kalush Orchestra con “Stefania”, è stata dichiarata non in grado di ospitare il concorso a causa dell’invasione russa del territorio ucraino.

Mia Nicolai & Dion Cooper sono stati scoperti dal vincitore dell’Eurovision Song Contest 2019, Duncan Laurence, e dal cantautore Jordan Garfield, che li ha fatti incontrare. I quattro hanno poi scritto una canzone che ha colpito il comitato di selezione e sono stati scelti, all’unanimità, rappresentanti del Paese all’edizione 2023 dell’Eurovision Song Contest.

Eric van Stade, direttore generale dell’emittente AVROTROS, ha parlato a nome del comitato di selezione: ‘Quest’anno abbiamo ricevuto molte canzoni, soprattutto da giovani talenti, e questo è un grande sviluppo. Dion Cooper e Mia Nicolai sono giovani talenti non convenzionali e autori di canzoni con una storia da raccontare. La commissione di selezione è stata, senza eccezioni, molto positiva nei confronti della loro canzone, in cui le loro voci collaborano magnificamente. Anche se non possiamo dire molto ora sulla canzone, possiamo dire che è una canzone distintiva, schietta e significativa, e non abbiamo dubbi che si distinguerà in senso positivo tra i concorrenti dell’Eurovision.’

Secondo AVROTROS, Mia e Dion non si conoscevano quando Duncan e Jordan li hanno scelti per creare un duo, ma c’è stato un immediato feeling musicale. Le loro voci funzionavano bene insieme e anche il messaggio che volevano condividere era simile: una musica che lascia spazio alla vulnerabilità e alle emozioni.

Mia Nicolai e Dion Cooper hanno rilasciato una dichiarazione in cui esprimono la loro emozione per la partecipazione all’Eurovision Song Contest 2023: ‘L’Eurovision Song Contest è il luogo in cui le persone possono vedere ciò che hai da offrire come artista. Dopo tutti questi anni di duro lavoro, traducendo i nostri sentimenti in musica, questa è una grande opportunità per raccontare la nostra storia su una scala così ampia. È fantastico e un po’ irreale che il comitato di selezione di AVROTROS abbia scelto la nostra canzone, ma siamo pronti a condividere con l’Europa qualcosa di veramente positivo.’

La canzone con cui i due artisti difenderanno i colori dei Paesi Bassi all’Eurovision 2023, verrà resa pubblica prossimamente.

• Mia Nicolai (26 anni). La musica è stata una parte importante della vita di Mia, fin dalla più tenera età. Ha iniziato a prendere lezioni di violino e pianoforte a soli tre anni e ha avuto un’educazione molto creativa che comprendeva teatro, balletto, musica e narrazione.

La ventiseienne Mia trova ispirazione in artisti come David Bowie, ma soprattutto nella libera espressione della creatività e nella fusione di diverse forme d’arte.

Mia è una ragazza che affronta la vita in maniera autentica e intraprendente e che ha sempre avuto il coraggio di inseguire i propri sogni. Dopo Melbourne, Londra, Messico e New York, si è ora stabilita a Los Angeles.

Il suo singolo di debutto, “Set Me Free”, riflette sul viaggio e sul suo bisogno di libertà totale. Mia dimostra continuamente come i suoi grandi sogni si stiano realizzando, un passo alla volta. Nel novembre 2020, ha pubblicato il secondo singolo “Mutual Needs”, che è stato immediatamente accolto a livello internazionale con una prima in America nel famoso programma radiofonico di Zane Lowe.

• Dion Cooper (28 anni). Il sogno di diventare un musicista è iniziato per il ventottenne Dion quando aveva solo quattro anni. Suo padre era un batterista nel tempo libero e ha cresciuto Dion musicalmente con artisti del calibro dei Toto, Beatles e Jimi Hendrix. Ha preso in mano la chitarra per la prima volta a quindici anni e da allora non l’ha più lasciata.

Negli anni successivi ha iniziato a cantare e a scrivere la propria musica. La ricerca del suo io artistico è andata di pari passo con la scelta consapevole di cercare una crescita personale. Questo parallelo di sviluppo personale e professionale si riflette nel suo primo EP “Too Young Too Dumb” (2021).

Descrive il suo sound come un incontro tra Bryan Adams e Harry Styles.

I Paesi Bassi sono stati rappresentati nella scorsa edizione tenutasi a Torino dalla cantautrice e rapper olandese S10 (nome d’arte di Stien den Hollander) con il brano “De diepte”, pubblicato il 3 marzo 2022 su etichetta discografica Noah’s Ark. L’emittente pubblica olandese AVROTROS ha selezionato S10 internamente come rappresentante nazionale all’Eurovision Song Contest 2022. Il brano “De diepte”, scritto a quattro mani dall’artista con il produttore Arno Krabman, è stato svelato come suo brano eurovisivo durante un’esibizione dal vivo al Tuschinski Theater di Amsterdam ed è entrato al 2º posto nella classifica olandese, il piazzamento migliore per la cantante. Si tratta della prima canzone in lingua olandese all’Eurovision Song Contest dall’edizione del 2010. Nel maggio successivo, dopo essersi qualificata dalla Prima Semi-Finale, S10 si è esibita nella Finale eurovisiva, dove si è piazzata all’11º posto su 25 partecipanti con 171 punti totalizzati.

I Paesi Bassi ha debuttato all’Eurovision Song Contest nel 1956 ed è uno dei membri fondatori della manifestazione. Dall’ora hanno partecipato a 62 edizioni dell’Eurovision Song Contest (53 finali) vincendo cinque volte: nel 1957 con Corry Brokken e il suo brano “Net als toen”, nel 1959 con Corry Brokken e il suo brano “Een beetje”, nel 1969 conLenny Kuhr e il suo brano “De troubadour”, nel 1975 con Teach-In e il suo brano “Ding-a-dong” e nel 2019 con Duncan Laurence e il suo brano “Arcade”.

Il Paese ha ospitato la manifestazione 5 volte (nel 1958, 1970, 1976, 1980 e 2021) e si è classificata per quattro volte all’ultimo posto (nel 1958, 1962 (Nul points), 1963 (Nul points) e nel 1968). Inoltre nel 2011 si è classificata all’ultimo posto della sua Semi-finale. Nel 2020, avrebbe dovuto ospitare la manifestazione a Rotterdam ma l’evento è stato cancellato a causa della pandemia di COVID-19 in Europa. Per questa ragione ne è stata riconfermata l’organizzazione nell’edizione 2021.

I Paesi Bassi sono stati assenti della manifestazione solo quattro volte, nel 1985 e nel 1991, mentre  nel 1995 e nel 2002 furono relegati.

Con l’introduzione delle semifinali, i Paesi Bassi non hanno raggiunto la Finale per un record di otto anni consecutivi dal 2005 al 2012. Negli anni a seguire il paese ha avuto un discreto successo: nel  2013 con Anouk e il suo brano “Birds”, si sono piazzati al nono posto; nel 2014 con i The Common Linnets e il suo brano “Calm After the Storm“, ottenendo un meritatissimo 2° posto e diventando la canzone di maggior successo del Paese dal 1975; e nel 2019 con Duncan Laurence e il suo brano “Arcade” hanno vinto la manifestazione con 498 punti.