ESC 2023 – Ucraina: Annunciati i 10 partecipanti al Vidbir 2023

L’emittente pubblica ucraina UA:PBC (Суспільне Мовлення) ha reso noto i nomi dei 10 finalisti che prenderanno parte alla selezione nazionale ucraina, Vibbir 2023, per l’Eurovision Song Contest 2023 (Національного відбору на участь у Пісенному конкурсі Євробачення-2023).

Un totale di 384 candidature provenienti da 299 artisti sono state inviate a Suspilne (Суспільне Мовлення) per partecipare al Vibdir (відбір) 2023. Un mix di cantanti residenti in Ucraina e all’estero hanno presentato canzoni alla selezione. Una giuria di esperti ha selezionato i brani e gli artisti che prenderanno parte alle audizione della selezione nazionale Vidbir 2023.

UA:PBC ha selezionato dapprima i 36 artisti (2TONE, Angelina, DAYTON, DEMCHUK, Drevo, Elysees, FIINKA, Havkа, Jerry Heil, Iana Kovaleva, Kozak Siromaha, KRUTЬ, Lue Bason, Moisei, Olivan, OOHLA, Oy Sound System, SASHA, Seréen, sexnesc, Shy, SKYLERR, SOWA, Tember Blanche, Tery, TVORCHI, Victoria Niro, Vynohradova, Zetetics, Lilu45/Лилу45, Макс Пташник/Max Ptashnyk, Мія Рамарі/Miia Ramari, Роялькіт/Royalkit, Саша Фадєєва/Sasha Fadeeva, ТÓНКА/TÓNKA, Циферблат/Tsyferblat) con le canzoni migliori tra le 384 proposte ricevute (100 in più rispetto all’edizione precedente), e con una seconda scrematura ha selezionato i 10 finalisti, annunciati quest’oggi. Ecco di seguito i finalisti di Vidbir insieme ai titoli delle loro canzoni:

  • 2TONE — “Квітка” (Flower) 
  • Angelina — “Stronger”
  • DEMCHUK — “Alive”
  • FIINKA — “Довбуш” (Dovbush) 
  • Jerry Heil — “WHEN GOD SHUT THE DOOR”
  • KRUTЬ — “Колискова” (Lullaby) 
  • Moisei — “I’m Not Alone”
  • OY Sound System — “Ой, тужу”(Oy, tuzhu) 
  • Tember Blanche — “Я вдома” (I’m Home) 
  • TVORCHI — “Heart Of Steel”

Tra gli artisti finalisti c’è qualche nome noto ai fan dell’Eurovision Song Contest: Jerry Heil, infatti, aveva già partecipato all’edizione 2020 del Vidbir vinta dai Go_A, piazzandosi ultima in finale con il brano “Vegan”. All’edizione 2020 vi aveva partecipato anche KRUTЬ che era partita con i favori del pronostico: ottenne comunque un buon terzo posto incantando tutti con la sua ballata etnica “99”. Sempre nella stessa edizione c’erano anche i TVORCHI che con il brano di musica elettronica “Bonfire” ottennero un quarto posto.

Ad annunciare i finalisti, il produttore musicale di Vidbir, Dmytro Shurov (Pianoboy) / Дмитро Шуров (Pianoboy), che ha dichiarato: ‘Sono molto grato a tutti i musicisti che sono riusciti a fare un lavoro importante in circostanze davvero difficili, sia emotivamente che fisicamente, spesso sotto sirene e bombardamenti, in scantinati e in assenza luce. Il compito era complicato in quanto, oltre a scrivere una buona canzone che commuova le persone, registrarla in uno studio ed eseguirla dal vivo alle audizioni, i partecipanti dovevano rispettare tutte le regole della Selezione Nazionale. Come risultato del grande lavoro comune del team di UA:PBC e dei musicisti che hanno inviato le loro canzoni per partecipare all’Eurovision Song Contest 2023, quest’anno in finale ascolteremo molta nuova musica ucraina interessante di stili molto diversi, e sono fiducioso che ogni ascoltatore troverà lì il suo preferito. C’erano molti grandi musicisti oltre a questi dieci finalisti, e credo che presto diranno la loro sulla musica ucraina. Questo mi dà speranza e fiducia che il Vidbir 2024 non sarà meno interessante!’.

La presentazione delle canzoni e il sorteggio che determinerà l’ordine delle esibizioni dei finalisti del Vidbir, avverrà all’inizio di dicembre.

La Finale del Vidbir 2023 sarà prodotta dalla vincitrice del bando pubblico che è LLC “STARLIGHT PRODUCTION” (ТОВ “СТАРЛАЙТ ПРОДАКШН”) e si terrà in un’unica serata il 17 dicembre 2022 e vedrà 10 artisti sfidarsi per la possibilità di rappresentare l’Ucraina all’Eurovision Song Contest 2023. Timur Miroshnychenko (Тімур Мірошниченко)  è stato riconfermato come conduttore. L’evento sarà trasmesso dal vivo su Pershyi, Suspilne Kultura, e online sul sito web dell’emittente UA:PBC tv.suspilne.media e sui portali Facebook e YouTube, e si terrà a Kiev presso la stazione della metropolitana di Maidan Nezalezhnosti (Kyiv Metro station, Майдан Незалежності), scelta per ragioni di sicurezza per via del rischio di attacchi nel contesto dell’invasione russa. 

Il vincitore della Finale del Vidbir 2023 rappresenterà l’Ucraina all’Eurovision Song Contest 2023 nel Regno Unito. Il vincitore sarà scelto da una combinazione di votazione pubblica (50%) e una giuria di esperti, i cui membri sono stati scelti dal pubblico ucraino tramite televoto (50%). 

Per la prima volta, i membri della giuria sono stati selezionati tramite una votazione pubblica online. Il 31 ottobre 2022 sono stati annunciati nove candidati selezionati dall’emittente (Jamala, Kateryna Pavlenko, Kostyantyn Tomilchenko, Mykhailo Khoma, Taras Topolya, Tina Karol, Valery Kharchyshyn, Julia Sanina e Zlata Ognevich). La votazione si è svolta fino al successivo 7 novembre sull’applicazione Diia, dove sono stati registrati 505 536 voti. Ai tre giurati selezionati è stato successivamente chiesto di siglare un accordo con UA:PBC; in caso contrario, sarebbero stati sostituiti dai candidati con il maggior numero di voti tra quelli esclusi. I tre candidati sono stati: Jamala, vincitrice dell’Eurovision Song Contest 2016 in rappresentanza dell’Ucraina; Taras Topolya, leader della band Antytila e volontario delle Forze Armate dell’Ucraina; e Julia Sanina, frontwoman del gruppo rock The HARDKISS, secondi classificati al Vidbir 2016 con “Helpless”.

L’appuntamento con la 67ª edizione dell’Eurovision Song Contest è per il 9, 11 e 13 maggio 2023 a Liverpool, nel Regno Unito, per conto dell’Ucraina, vincitrice dell’ultima edizione dell’ESC 2022, al pari dei Big 5, non prenderà parte alle Semifinali, ma andrà direttamente in Finale.

L’Ucraina è stata rappresentata nella scorsa edizione tenutasi a Torino dal gruppo musicale ucraino KALUSH Orchestra con il brano “Stefania” (Стефанія), pubblicato il 7 febbraio 2022 su etichetta discografica Columbia Records ed Enko. I Kalush con l’inedito “Stefania” (Стефанія) hanno partecipato all’annuale selezione ucraina per l’Eurovision Song Contest. Il testo del brano, scritto interamente in lingua ucraina, è un’ode alle madri, dipinte come figure forti e amorevoli. Nella selezione ucraina, che si è svolta il successivo 12 febbraio 2022, i Kalush si sono piazzati secondi, conquistando il primo posto nel televoto e il terzo nel voto della giuria, dietro ad Alina Pash / Аліна Паш  con la sua “Shadows of Forgotten Ancestors” (Tini zabutykh predkiv, Tіні забутих предків), la quale, tuttavia, ha dovuto ritirare la sua candidatura come rappresentante eurovisiva quattro giorni dopo per via di una controversia. Il 22 febbraio è stata confermata la decisione dell’emittente responsabile per la partecipazione eurovisiva ucraina, UA:PBC, di selezionare i Kalush come rappresentanti nazionali a Torino. Nel maggio successivo, dopo essersi qualificata dalla Prima Semi-Finale dell’Eurovision Song Contest 2022, la Kalush Orchestra si è esibita nella Finale eurovisiva, risultando vincitrice con 631 punti totalizzati, di cui 439 dal televoto, ottenendo il record assoluto di voti dal pubblico nella storia della competizione. Si tratta della terza vittoria eurovisiva dell’Ucraina dopo le edizioni 2004 e 2016.

Il Paese ha debuttato all’Eurovision Song Contest nel 2003, partecipandovi senza interruzioni (17 partecipazioni, 17 finali) fino al 2015 per poi riprendere dall’anno successivo fino al 2019. Ha vinto la competizione in tre occasioni: nel 2004 con “Wild Dances” (Дикі Танці) di Ruslana (Руслана), nel 2016 con “1944” di Jamala / Джамалa e nel 2022 con “Stefania” (Стефанія) della Kalush Orchestra.

La nazione è l’unica, al di fuori delle Big 5, a non aver mai mancato la Finale. Si ritira solo per un anno, ossia l’edizione del 2015 (per problemi economici derivati dalle spese militari per il conflitto con la Russia, nella guerra dell’Ucraina orientale, ritornando all’edizione del 2016, vincendola grazie alla cantante Jamala / Джамала  con la canzone “1944”.

Nel 2019 a vincere la selezione nazionale è la cantante MARUV (Anna Korsun, Ганна Корсун) con il brano “Siren Song”, ma due giorni dopo l’artista è stata costretta a rinunciare a rappresentare il suo paese, per motivi contrattuali con l’emittente pubblica ucraina UA:PBC, sempre legati ai rapporti con la Russia e che he le aveva chiesto, vista la sua popolarità anche nell’ex stato sovietico, di annullare i concerti programmati in Russia e di autofinanziarsi totalmente tutto il periodo eurovisivo. Dopo che gli altri partecipanti della selezione nazionale Vidbir hanno rifiutato di partecipare per gli stessi motivi, l’emittente pubblica ucraina UA:PBC annuncia il ritiro dalla competizione.