ESC 2023 – Armenia: Brunette per l’Armenia all’ESC 2023?

Secondo quanto riferiscono i media armeni la cantante Brunette potrebbe essere la rappresentante dell’Armenia alla 67ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2023 che si svolgerà il 9, l’11 e il 13 maggio 2023 presso la Liverpool Arena di Liverpool, nel Regno Unito, per conto dell’emittente pubblica vincitrice dell’edizione 2022 dell’Eurovision Song Contest svoltasi a Torino, l’ucraina UA:PBC, dopo che è stata dichiarata non in grado di ospitare il concorso a causa dell’invasione russa del territorio ucraino in atto che impossibilita a procedere con l’organizzazione.

Come anticipato il sito Hraparak (Հրապարակի) la cantante Էլեն Երեմյանը / Elen Yeremyan, conosciuta con il suo nome d’arte Brunette sarebbe stata selezionata internamente dell’‘emittente pubblica armena ARMTV /AMPTV (1TV / Հ1 per rappresentare l’Armenia a Liverpoo con un brano stile in R&B e verrà pubblicata alla fine di febbraio.

Brunette è una cantautrice e produttrice armena di 21 anni che si sposta tra l’Armenia e gli Stati Uniti. La cantante è un membro del gruppo Project12 e canta nell’omonimo club. È diventato più popolare tra il grande pubblico con il successo “Bac kapuyt achqerd” (Բաց կապուտ աչքերդ) che ha raggiunto quasi 5 milioni di visualizzazioni su Youtube.

In alcune interviste passate ha rivelato che preferisce cantare in armeno, anche se le piace l’inglese: “La lingua armena a volte ha un significato più profondo di ogni parola, quindi è difficile non usarla per esprimere emozioni e significati più profondi.”

Per ora l’emittente pubblica armena ARMTV /AMPTV (1TV / Հ1) non ha smentito né confermato l’indiscrezione, e finora non ha annunciato dettagli in merito al suo metodo di selezione per l’Eurovision Song Contest 2023.

L’Armenia è stata rappresentata nella scorsa edizione tenutasi a Torino dalla cantante armena Rosa Linn (Ռոզա Լին), pseudonimo di Roza Kostandyan (Ռոզա Կոստանդյան) e la canzone “SNAP” (ՄՈՌԱՆԱԼ), pubblicato il 19 marzo 2022 su etichetta discografica Nvak Collective. Il brano è stato selezionato internamente dall’ente radiotelevisivo nazionale ARMTV per rappresentare l’Armenia all’Eurovision Song Contest 2022 a Torino, in Italia. Nel maggio successivo, dopo essersi qualificata dalla Prima Semi-Finale, Rosa Linn si è esibita nella finale eurovisiva, dove si è piazzata al 20º postocon 61 punti totalizzati. 

A partire dal mese di giugno 2022 “Snap” ha iniziato a ricevere popolarità su TikTok e ha fatto il suo ingresso in diverse classifiche mondiali. Il brano ha fatto il suo ingresso nella Official Singles Chart britannica nella settimana del 21 luglio alla 67ª posizione con 7 290 unità vendute, diventando il sesto brano eurovisivo del 2022 ad entrare nella hit parade. In poche settimane è diventato il brano eurovisivo straniero del 2022 con il miglior piazzamento nella classifica, e a fine agosto ha superato le 100 000 vendite nel Regno Unito. In meno di due mesi ha duplicato le vendite, superando le 200 000 e ottenendo il disco d’argento dalla British Phonographic Industry il successivo 21 ottobre.

Negli Stati Uniti il singolo ha debuttato alla 97ª posizione della Billboard Hot 100 grazie a 4,9 milioni di stream, 2 milioni di ascolti radiofonici e 1 000 download digitali, facendo di Linn la terza partecipante alla manifestazione eurovisiva ad entrare in classifica durante il ventunesimo secolo dopo Duncan Laurence e i Måneskin.

Il paese ha debuttato all’ESC 2006 (14 partecipazioni, 11 finali), partecipandovi senza interruzioni fino al 2012 per poi riprendere dall’anno successivo. Non ha mai vinto la competizione e i suoi risultati migliori sono il 4º posto ottenuto nel 2008 da Sirusho (Սիրուշո) (diede i voti nel 2007 e nel 2009) con la canzone “Qélé, Qélé” (Քելե Քելե) e nel 2014 da Aram Mp3 (Արամ Mp3) con brano “Not Alone” (Միայնակ չէ).

La partecipazione viene curata dall’emittente televisiva statale ARMTV; AMPTV; 1TV / Հ1.

La nazione ha mancato la finale in 3 occasioni (2011 con Emmy (Էմմի) e il brano “Boom Boom” (Բում Բում); 2018 con Sevak Khanagyan (Սևակ Խանաղյան) e il brano “Qami” (Քամի) e 2019 con Srbuk (Սրբուկ) e la canzone “Walking Out” (Քամի)) e ha utilizzato un metodo variegato per la selezione del proprio rappresentante: dal 2007 al 2011 e nel 2013 ha organizzato una generica finale nazionale, tra il 2017 e il 2018 e nel 2020 ha utilizzato il Depi Evratesil, mentre nelle rimanenti occasioni ha optato per una selezione interna.

Nel 2021, ha annunciato il ritiro dalla manifestazione citando le forti crisi governative del paese a seguito alla guerra del Nagorno Karabakh del 2020, confermando il suo ritorno per l’edizione seguente.

Stesso risultato è stato ottenuto nel 2007 con la canzone “Anytime You Need” (Ցանկացաց ժամանակ քեզ պետք է) eseguita da Hayko (Հայկո). L’anno dopo ottiene la migliore prestazione con la canzone “Qélé, Qélé” (Քելե Քելե),di Sirusho (Սիրուշո) (diede i voti nel 2007 e nel 2009) che arriva quarta e prende il maggior numero di 12 punti. Nel 2009 con il brano “Jan Jan” (Ջան Ջան) di Inga & Anush (Ինգա և Անուշ) conquistano la quarta finale di fila e il 10° posto, l’anno dopo con la canzone “Apricot Stone” (Ծիրանի Կորիզ) di Eva Rivas (Եվա Ռիվաս) arriva settima.

La serie di buoni risultati si ferma nel 2011, quando il brano “Boom Boom” (Բում Բում) di Emmy (Էմմի) non raggiunge la finale. Nel 2012 non partecipa, dopo essere stata sorteggiata nella seconda semifinale, a causa delle mancate condizioni di sicurezza (dato che la manifestazione si tiene in Azerbaigian, a causa dello stato di guerra latente con lo stesso stato); l’EBU-UER la sanziona per questo ritiro tardivo con il pagamento della quota di partecipazione più un ulteriore 50% e l’obbligo di trasmissione di tutte e 3 le serate. Nonostante ciò non sia stato fatto (in quanto ha trasmesso solo la serata finale), il Paese torna nella competizione nel 2013 con il brano “Lonely Planet” (Միայնակ մոլորակ) dei Dorians (Դորիանս),  raggiungendo il 18° posto nella classifica finale.

Nel 2014 l’Armenia ha raggiunto la top 10 dopo 4 anni con Aram Mp3 (Արամ Mp3) e il suo brano “Not Alone” (Միայնակ չէ), raggiungendo il 4° posto in Finale, diventando così per la seconda volta il miglior risultato di sempre nella manifestazione; nel 2015 il supergruppo Genealogy composto dai membri discendente da persone vittime del genocidio armeno avvenuto nel 1915 con il brano “Face the Shadow” (Առերեսվի՛ր ստվերին), si sono piazzati al sedicesimo posto in Finale e nel 2016 la cantante e modella Iveta Mukuchyan (Իվետա Մուկուչյան) e il suo brano “LoveWave” (Սիրո ալիք) ha ottenuto 249 punti, regalando all’Armenia un dignitoso settimo posto su 26 partecipanti. Iveta è stata la settima più televotata della serata con 134 punti; ha vinto il televoto in Francia, Georgia e Russia. È inoltre risultata la decima preferita dalle giurie, che le hanno attribuito 115 punti, tra cui un massimo di 12 punti da Bulgaria, Russia e Spagna. Ha mancato la finale tre volte, nel 2011, nel 2018 e nel 2019.

Il 2020 ha segnato il ritorno del Depi Evratesil, vinto dalla cantante greco-armena Athena Manoukian (Αθηνά Μανουκιάν; Աթենա Մանուկյան) con “Chains on You” (Շղթաներ քեզ վրա). Tuttavia l’Eurovision Song Contest 2020 è stato annullato nel mese di marzo 2020 a causa della pandemia di COVID-19. Nel 2021, ha annunciato il ritiro dalla manifestazione citando le forti crisi governative del paese a seguito alla guerra nell’Artsakh, confermando il suo ritorno per l’edizione seguente.