Italia: Albano ospite d’onore del concerto ‘IN SIN(TF)ONIA con il futuro’

In sin(TF)onia con il futuro

Si chiama “IN SIN(TF)ONIA con il futuro” il concerto gratuito, organizzato dal Ministero della Cultura e del Turismo della Repubblica dell’Azerbaigian e dall’Ambasciata della Repubblica dell’Azerbaigian in Italia, che si svolgerà il 12 Settembre alle ore 21:00 all’Arena di Verona.

Si tratta di un concerto-omaggio dell’Azerbaigian all’Italia, in particolare al Veneto e alla città di Verona, che coniuga la musica sinfonica tradizionale azerbaigiana con i grandi classici del cinema d’autore e che vedrà protagonista l’Orchestra Italiana del Cinema, diretta dal Maestro Yalchin Adigezalov per celebrare la cultura e la tradizione del paese più suggestivo del Caucaso del Sud.

10357235_1460314137582434_4464300705246040371_n

L’Arena di Verona si animerà grazie all’interpretazione degli oltre 80 elementi dell’Orchestra Italiana del Cinema, che proporrà temi e brani tratti dal repertorio della musica sinfonica a tradizionale dell’Azerbaigian, senza tralasciare alcuni temi del cinema italiano e internazionale.

In programma, anche un medley delle colonne sonore di Nino Rota con la direzione del Maestro Daniele Belardinelli (già collaboratore di Claudio Abbado e Giuseppe Sinopoli),e una citazione di alcuni capolavori del cinema internazionale. L’Orchestra Italiana del Cinema, è l’unica formazione sinfonica italiana specializzata nel repertorio delle colonne sonore.

Prenderanno parte all’evento anche i cantanti azerbaigiani Azer Rzazade e Aygun Bayramova, il Trio Garabag, e Mansum İbrahimov, con il loro Mugham – annoverato dall’Unesco come capolavoro del patrimonio orale e immateriale dell’umanità, che costituisce una delle tradizioni musicali più importanti dell’Azerbaigian e per la sua complessità richiede un alto livello di virtuosismo canoro.

SINTFONIA4

La serata sarà impreziosita dalla presenza di un ospite d’onore, il cantante italiano Albano Carrisi, pronto ad emozionare con la sua inconfondibile voce il pubblico dell’Arena di Verona.

La carriera del giovane cantante pugliese, nato a Cellino San Marco il 20 Maggio 1943, inizia quando a soli 16 anni decide di partire per Milano e seguire le orme di Domenico Modugno, allora un autentico modello per chi sognava una carriera nel mondo della musica.

Entra a far parte del “clan di Celentano” e nel 1967 incide una delle canzoni che sono entrate nella storia della musica italiana: “Nel Sole”.

La canzone ispira un omonimo film che permette ad Albano di conoscere la sua futura moglie – Romina Power – impegnata come attrice nelle riprese.

Di lì una serie infinita di successi che gli permettono di conquistare i primi posti nelle classifiche discografiche italiane ed estere.

Dal punto di vista umano, grandissimo successo per Albano diventare ambasciatore dell’ONU contro la droga. Ad assegnargli il prestigioso incarico è stato il segretario generale delle Nazioni Unite Kofi Annan.

Altro successo personale, nel 2001, quando è stato anche nominato Ambasciatore FAO come valido sostegno alla lotta contro la fame nel mondo.

Il suo nome è stato annunciato dall’ambasciatore Vaqif Sadiqov, che ha sottolineato quanto gli scambi fra Azerbaigian e Italia, in particolare Veneto, abbiano una lunga e solida tradizione. Sadiqov ha ricordato l’importanza delle forniture di petrolio e gas al nostro Paese, ma ha anche posto l’accento sull’impegno dell’Azerbaigian a organizzare mostre, concerti e investimenti tra cui quelli per il restauro della Sala dei Filosofi nei Musei Capitolini, e delle Catacombe dei SS. Marcellino e Pietro.

Per saperne di più, visitate il sito ufficiale della manifestazione.