ESC 2015: La Serbia ritorna alla manifestazione

RTS

L’emittente pubblica serba, RTS (РТС), ha confermato la propria partecipazione alla 60ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2015 che si terrà a Vienna, il 19, 21 e 23 Maggio.

La RTS intende partecipare al prossimo ESC è perciò ha presentato la domanda preliminare. Nonostante sussistano ancora alcuni problemi finanziari, che l’hanno portata ad abbandonare l’ESC 2014.

Inoltre ha sottolineato che hanno presentato la domanda preliminare e che ancora potrebbe non partecipare a questa edizione per motivi economici, proprio come è successo alla Bosnia ed Erzegovina lo scorso anno: dopo aver inizialmente confermato la propria partecipazione, ha deciso di ritirarsi a causa della mancanza di sponsor. Tutti i paesi candidati hanno tempo fino al 10 Ottobre per confermare la propria iscrizione.

Nessun altra informazione, per il momento, rispetto al metodo e il meccanismo di selezione che verrà utilizzato per selezionare la canzone e il concorrente della Serbia per la 60ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2015. É ancora da determinare, ma probabilmente la RTS opterà per una decisione interna, dato che ancora deve risolvere i problemi finanziari che affliggono l’Ente pubblico  e vista la partecipazione (scelta tramite interna) alla dodicesima edizione dello Junior ESC che si terrà a Malta, il 15 Novembre .

L’ultima volta che la Serbia ha partecipato all’ESC è stato nella edizione 2013 a Malmö, quando il Paese è stato rappresentato dalle Moje 3 (My 3) (scelte tramite una selezione nazionale) con la canzone “Ljubav je svuda”, (Љубав је свуда, Love Is Everywhere) non riuscendo a qualificarsi per il gran Finale. Nel 2014 la Serbia ha deciso di ritirarsi a causa dei problemi finanziari che affliggono il gruppo.

La Serbia ha partecipato per la prima volta, come nazione indipendente all’Eurovision Song Contest nel 2007 dopo la separazione con il Montenegro avvenuta nel Giugno del 2006 (7 partecipazioni e 5 Finali), e subito ha ottenuto la vittoria con Marija Šerifović / Марија Шерифовић e il brano “Molitva” (Молитва, Prayer). 

La Serbia come parte della Serbia e Montenegro partecipò all’Eurovision Song Contest solo due volte, nel 2004 e nel 2005. Nel 2006 a causa di problemi interni, sfociati poi nella separazione, si ritirò dalla manifestazione, ma le fu consentito di partecipare al televoto.

Un debutto nel 2004 (che segnò anche il ritorno della nazione dopo 12 anni) di grandissimo successo con un secondo posto in classifica con la performance di Željko Joksimović (Жељко Јоксимовић) and Ad Hoc Orchestra con la canzone “Lane Moje” (Лане моје, My sweetheart), mentre nel 2005, la seconda partecipazione con un settimo posto in classifica con la band montenegrina, No Name (Но нејм) con il brano “Zauvijek moja” (Заувијек моја, Forever mine). La stessa band montenegrina doveva partecipare anche all’edizione del 2006 con la canzone “Moja ljubavi” (Moja љyбaви, My love), ma a causa di una serie di accuse di brogli tra le due emittenti televisive (la serba SRT e la montenegrina RTCG), il 20 Marzo 2006 la Serbia e Montenegro si è ufficialmente ritirata dalla gara. Il paese (o più precisamente la Serbia, visto che in Montenegro la gara non è stata trasmessa) ha però partecipato all’Eurovision Song Contest 2006 prendendo parte alle votazioni. 

A seguito del referendum sull’indipendenza del Montenegro, dal 2007 Serbia e Montenegro partecipano alla manifestazione come due stati separati.

Formalmente la Serbia e Montenegro partecipò anche all’edizione del 1992 quando era ancora chiamata Repubblica Federale di Jugoslavia; da allora, fu assente per 11 volte. 

Per ora, la Serbia è uno dei dodici paesi in cui i loro rappresentanti hanno eseguito tutte le canzoni (completamente o parzialmente) in lingua regionale o nazionale; ed è l’unico paese che attualmente prende parte alla manifestazione che non ha eseguito un brano almeno parzialmente in inglese. Gli altri undici paesi sono il Portogallo, Israele, Francia, Italia, Spagna, Regno Unito, Irlanda, Andorra, Lussemburgo, Marocco e Monaco.

Ad oggi, sono già 35  i Paesi che hanno confermato, anche se solo in modalità preliminare, la loro presenza all’‎Eurovision Song Contest 2015, oltre al paese ospitante, l’Austria, la Finlandia, l’Irlanda, la Svezia, l’Armenia, la Svizzera, la Danimarca, l’Ungheria, il Regno Unito, l’Islanda, la Norvegia, i Paesi Bassi, la Germania, il Cipro, l’Estonia, il Belgio, la Lituania, la Russia, la Bielorussia, l’isola di Malta, l’ERI di Macedonia,  il Montenegro, la Grecia, il Portogallo, e la Georgia (a quanto pare, tornerà in gara evitando la squalifica fino a 3 anni a causa che nel corso dell’ultima finale, l’EBU-UER riscontrò una grave infrazione del regolamento da parte della giuria georgiana, annullando di fatto le loro valutazioni e facendo valere solo il parere del pubblico da casa), la Francia, la Spagna, l’Azerbaigian, la Lettonia, la Bosnia ed Erzegovina, l’Albania, la Romania, l’Italia, l’Israele e la Serbia. 

Inoltre hanno dimostrato interesse e voglia di partecipare alla prossima edizione senza nessuna conferma o smentita: il San Marino, la Polonia, la Slovenia e la Bulgaria (questi due ultimi anche se non hanno confermato nulla, ma vista la partecipazione alla dodicesima edizione dello Junior ESC che si terrà a Malta, il 15 Novembre, è evidente l’interesse nella manifestazione).   

L’Andorra, la Repubblica Ceca, il Lussemburgo, la Slovacchia, la Turchia e il Monaco che hanno invece annunciato che non parteciperanno a quest’edizione per motivi finanziari, mentre non ci sarà il debutto del Liechtenstein a causa della mancanza di fondi per iscriversi come membro attivo dell’EBU-UER, requisito fondamentale per partecipare al concorso e del Libano.

Nonostante l’EBU-UER abbia comunicato che, per la prima volta, nel regolamento dell’Eurovision Song Contest 2015, non ci saranno penali nel caso in cui un Paese decida di ritirarsi dopo essersi iscritto previamente al concorso. 

L’elenco ufficiale dei paesi partecipanti all’edizione 2015 dell’ESC verrà rilasciato dall’EBU-UER nel mese di Gennaio, mentre il termine per i paesi partecipanti per presentare la loro richiesta di partecipazione è fissato al 15 Settembre 2014. Tutti i paesi candidati hanno tempo fino al 10 ottobre per confermare la propria iscrizione.

Il format non è ancora stato annunciato ufficialmente. Nel 2011 venne annunciata l’intenzione dell’EBU-UER di creare un archivio con tutte le edizioni dal 1956 ai nostri giorni, e che verrà aperto in occasione del 60° anniversario, il Diamond Jubilee (Giubileo di diamante), dell’Eurovision Song Contest, nel 2015.

L’Eurovision Song Contest 2015 si terrà il 19, 21, 23 Maggio presso la Wiener Stadhalle a Vienna.