ESC 2015: L’eventuale partecipazione del San Marino verrà comunicata l’11 Ottobre

Postcard flags of Eurovision 2014 - SanMarino
L’emittente pubblica sanmarinese, Rtv San Marino ha comunicato oggi che l’eventuale partecipazione del San Marino alla 60ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2015 che si terrà a Vienna, il 19, 21 e 23 Maggio non è stata ancora presa e che qualsiasi decisione verrà comunicata il prossimo 11 Ottobre durante presentazione del palinsesto televisivo 2014-2015 che si terrà al Palace Hotel di San Marino.
Rtv San Marino
Il Direttore Generale di Rtv San Marino, Carlo Romeo ha affermato che l’Ente pubblico sta ricevendo in questi giorni continue richieste da parte dei media internazionali sulla partecipazione del Paese a Vienna.

Dopo il grande risultato della scorsa edizione tenutasi a Copenhagen, che ha visto il brano “Maybe (Forse)” di Valentina Monetta, alla sua terza partecipazione di fila, raggiungere per la prima volta la Finale, la decisione si sta rivelando decisamente più complessa del previsto e al momento non si esclude nessuna ipotesi.

Il San Marino ha partecipato cinque volte all’Eurovision Song Contest, nel 2008 e stabilmente, nel 2011, nel 2012, nel 2013 e con una finale conquistata nel 2014. 

Nel 2008 è stato organizzato una selezione interna per la prima partecipazione all’ESC, e a esso aderiscono un centinaio di canzoni ed un’apposita giuria, presieduta da Little Tony (e in seguito guidata dal musicista Vince Tempera), dopo aver ridotto il lotto di aspiranti a 15 la scelta è stata il brano dal titolo “Complice” del gruppo Miodio (composto da 2 sammarinesi e 3 italiani). Quest’ultimi si sono esibiti nella semifinale del 20 Maggio a Belgrado ma rimanendo fuori dalla finale. SMRTV ha assegnato i voti tramite una giuria interna, senza ricorrere al televoto per problemi tecnici.

Nel 2009 e nel 2010 non ha partecipato a causa di problemi economici. Nel 2011 invece ha preso parte, ed è stata rappresentata dalla bolognese di origine eritrea Senit, che è stata scelta da una commissione interna guidata dal Direttore Carmen La Sorella, col motivo “Stand By”, il quale sconta la freddezza del televoto che controbilancia la buona valutazione delle giurie, e non arriva in finale (16° su 19). 

Nel 2012 torna in gara. La canzone originariamente scelta per Valentina Monetta (artista scelta per la rappresentazione il paese), ovvero “Facebook Uh, Oh, Oh (A Satirical Song)” è stata rifiutata dall’EBU-UER per via dei contenuti pubblicitari che richiamavano chiaramente il noto social network. Quindi rielaborato il testo del brano, eliminando i riferimenti al nome, ripresentandolo con un nuovo titolo: “The Social Network Song (OH OH – Uh – OH OH)”. Il brano non riesce a qualificarsi per la finale, ma, con il suo 14º posto in semifinale, raggiunge la posizione più alta dall’entrata in gara del paese.

Nel 2013, San Marino fa il bis con Valentina Monetta al festival e presenta il brano “Crisalide (Vola)”, che non riesce a raggiungere la Finale, finendo solo 11° con 47 punti, miglior risultato per il paese.

L’anno dopo, a Copenhagen, la triade Monetta-Siegel-Balestri si ripropone con il brano “Maybe (Forse)”, che ha fatto entrare alla cantante nella storia del concorso: è infatti solo la quarta artista ad avervi preso parte tre volte di fila: prima di lei: Lys Assia (1956-1958), Corry Brokken (1956-1958) e Udo Jürgens (1964-1966) – e tutti i tre hanno vinto il concorso, e questa volta arriva un risultato storico per il Paese dopo le delusioni degli ultimi anni, la qualificazione in Finale, chiusa al 24º posto. Da ricordare che nessun microstato era mai riuscito ad approdare alla finale eurovisiva dall’introduzione delle serate eliminatorie.

Rtv San Marino ha sempre trasmesso l’ESC nella sua integralità (compresa la semifinale in cui non aveva diritto di voto), anche via radio e internet, e sul satellite dal 2013, e nel 2014, oltre al commento di Lia Fiorio e Gigi Restivo riservato alla TV, ha anche fornito il commento in inglese sul suo sito internet, da parte di John Kennedy O’Connor e Jamarie Milkovic collegati da Copenhagen.

Ad oggi, sono già 36 i Paesi che hanno confermato, anche se solo in modalità preliminare, la loro presenza all’‎Eurovision Song Contest 2015, oltre al paese ospitante, l’Austria, la Finlandia, l’Irlanda, la Svezia, l’Armenia, la Svizzera, la Danimarca, l’Ungheria, il Regno Unito, l’Islanda, la Norvegia, i Paesi Bassi, la Germania, il Cipro, l’Estonia, il Belgio, la Lituania, la Russia, la Bielorussia, l’isola di Malta, l’ERI di Macedonia,  il Montenegro, la Grecia, il Portogallo, e la Georgia (a quanto pare, tornerà in gara evitando la squalifica fino a 3 anni a causa che nel corso dell’ultima finale, l’EBU-UER riscontrò una grave infrazione del regolamento da parte della giuria georgiana, annullando di fatto le loro valutazioni e facendo valere solo il parere del pubblico da casa), la Francia, la Spagna, l’Azerbaigian, la Lettonia, la Bosnia ed Erzegovina, l’Albania, la Romania, l’Italia, l’Israele, la Serbia e la Bulgaria.

Inoltre hanno dimostrato interesse e voglia di partecipare alla prossima edizione senza nessuna conferma o smentita: il San Marino, la Polonia e la Slovenia (questa ultima anche se non ha confermato nulla, ma vista la loro prima partecipazione alla dodicesima edizione dello Junior ESC che si terrà a Malta, il 15 Novembre, è evidente l’interesse nella manifestazione).

L’Andorra, la Repubblica Ceca, il Lussemburgo, la Slovacchia, la Turchia e il Monaco che hanno invece annunciato che non parteciperanno a quest’edizione per motivi finanziari, mentre non ci sarà il debutto del Liechtenstein a causa della mancanza di fondi per iscriversi come membro attivo dell’EBU-UER, requisito fondamentale per partecipare al concorso e del Libano.

Nonostante l’EBU-UER abbia comunicato che, per la prima volta, nel regolamento dell’Eurovision Song Contest 2015, non ci saranno penali nel caso in cui un Paese decida di ritirarsi dopo essersi iscritto previamente al concorso.

L’elenco ufficiale dei paesi partecipanti all’edizione 2015 dell’ESC verrà rilasciato dall’EBU-UER nel mese di Gennaio, mentre il termine per i paesi partecipanti per presentare la loro richiesta di partecipazione è fissato al 15 Settembre 2014. Tutti i paesi candidati hanno tempo fino al 10 ottobre per confermare la propria iscrizione.

Il format non è ancora stato annunciato ufficialmente. Nel 2011 venne annunciata l’intenzione dell’EBU-UER di creare un archivio con tutte le edizioni dal 1956 ai nostri giorni, e che verrà aperto in occasione del 60° anniversario, il Diamond Jubilee (Giubileo di diamante), dell’Eurovision Song Contest, nel 2015.

L’Eurovision Song Contest 2015 si terrà il 19, 21, 23 Maggio presso la Wiener Stadhalle a Vienna.