ESC 2015: Il vincitore di Sanremo 2015 avrà facoltà di partecipare all’ESC 2015

Sanremo 2015

Presentata questa mattina in conferenza stampa, il regolamento della 65esima edizione del Festival di Sanremo, che andrà in onda in cinque serate su Rai 1 (in alta definizione su Rai HD), su Rai Radio 1 e su Rai Radio 2 dal 10 al 14 Febbraio 2015 con poche novità ma una sostanzialmente importante: l’artista vincitore di ‪‎Sanremo 2015 avrà facoltà di partecipare per l’Italia all’Eurovision Song Contest 2015.

Italy-RAI

L’ufficialità della notizia arriva dalla pubblicazione del regolamento del Festival di Sanremo 2015 – 65° Festival della Canzone Italiana, Art. 27, comma II, che è stato reso noto oggi e nel quale viene riportata anche la clausola che riguarda la possibile partecipazione, previa disponibilità, del vincitore all’Eurovision: «L’Artista vincitore della sezione CAMPIONI avrà la facoltà di partecipare in rappresentanza dell’Italia all’edizione 2015 dell’Eurovision Song Contest. In caso questi non intenda avvalersi di tale possiblità, gli organizzatori di tale manifestazione si riserveranno il diritto di scegliere il partecipanti secondo propri criteri.» 

Una delle novità più sostanziali del regolamento di Sanremo di quest’anno. Non era mai successo prima, anche se si tratta di una tradizione consolidata a cui la RAI è ricorsa spesso in passato, che il Regolamento del Festival della Canzone Italiana di Sanremo includesse un articolo sull’Eurovision Song Contest. Inoltre fino al 1997 è esistita questa stessa regola, ma spesso i vincitori rinunciarono. Gli ultimi ad andarci da vincitori furono Enrico Ruggeri e i Jalisse. 

Va ricordato che il Festival di Sanremo ha spesso rappresentato la gara di preselezione italiana all’ESC e molte delle partecipazioni italiane sono canzoni che hanno vinto Sanremo, o comunque interpretate dai vincitori dell’edizione più recente dello stesso. 

Dal 1956 al 1966, per regolamento, la canzone vincitrice di Sanremo ha rappresentato l’Italia all’Eurovision Song Contest (ciò è successo anche nel 1972, nel 1997 e nel 2013). Dal 1967 al 1969 (ma anche nel 1987, 1989 e nel1993) l’interprete vincitore del Festival ha presentato una canzone inedita come partecipazione all’ESC. Nel 1988,1990 e 1992 sono invece i cantanti secondi o terzi classificati del Festival, che hanno partecipato all’ESC con una canzone inedita.

Nella prima metà degli anni settanta le partecipazioni italiane sono state collegate non più al Festival di Sanremo, bensì a Canzonissima: chi vinceva questa manifestazione partecipava di diritto all’Eurovision Song Contest con una canzone inedita, sebbene questo requisito non fosse necessario per la partecipazione.

Per quanto riguarda l’edizione 1984 Franco Battiato ed Alice partecipano in quanto vincitori della manifestazioneAzzurro 1983.

Per l’edizione 2011 la RAI ha delegato la scelta del concorrente per l’Italia al Festival di Sanremo, precisamente ad una commissione composta tra gli altri da Gianni Morandi, Gianmarco Mazzi, il direttore di Rai 1 Mauro Mazza e il direttore di Rai 2 Massimo Liofredi. Il nome del concorrente, il vincitore dei Giovani Raphael Gualazzi, è stato annunciato nell’ultima serata del Festival di Sanremo 2011.

Per l’edizione 2012 la RAI ha fatto la stessa cosa del 2011 scegliendo Nina Zilli tra i Big.

Per l’edizione 2013, il metodo è stato lo stesso, anche se il fatto che Marco Mengoni, oltre a concorrere per l’Italia, abbia anche vinto il Festival di Sanremo con il brano L’essenziale, lo ha reso il primo artista italiano arrivato all’Eurovision Song Contest da vincitore del Festival dai tempi sopra narrati dei Jalisse.

Nel 2014 la Rai ha optato per la selezione interna, scegliendo Emma Marrone.

La vittoria o il piazzamento ad una manifestazione canora nazionale non è un requisito necessario per gareggiare all’Eurovision Song Contest, in quanto il regolamento non pone particolari vincoli di selezione (ad esempio, nel 1991 la RAI scelse internamente Peppino di Capri).

L’Italia è stata rappresentata nella scorsa edizione tenutasi a Copenhagen, da Emma (Marrone) e il suo brano (scelti attraverso selezione interna) con il suo brano “La mia città”, che segnerà il peggior piazzamento nella storia, dopo 48 anni, qualificandosi al 21° posto in Finale.

Dal suo ritorno all’Eurovision Song Contest nel 2011, l’Italia ha selezionato i suoi propri rappresentanti eurovisivi attraverso il Festival di Sanremo: Raphael Gualazzi (2011), Nina Zilli (2012) e Marco Mengoni (2013). Nel 2014 la RAI ha optato per la selezione interna (prima volta dal suo ritorno), scegliendo Emma Marrone.

L’Italia ha debuttato all’ESC nel 1956 ed è tra i paesi fondatori della manifestazione, che si ispira al Festival di Sanremo.

Il paese ha vinto la competizione due volte: la prima volta nell’edizione 1964 svoltasi a Copenaghen con l’allora sedicenne Gigliola Cinquetti e la canzone “Non ho l’età (per amarti)“, la seconda nel 1990 a Zagabria con Toto Cutugno e la canzone “Insieme: 1992“.

A seguito di queste vittorie l’Italia ha acquisito il diritto di organizzare l’edizione successiva della manifestazione, precisamente l’edizione 1965 a Napoli, e l’edizione 1991 a Roma.

La RAI, dopo il 1997, ha interrotto la sua partecipazione all’Eurovision Song Contest e ne ha sospeso anche la trasmissione. Nel 2011 ritorna dopo 14 anni dall’ultima partecipazione.

L’Italia è il membro dei “Big Five” che conta all’attivo meno partecipazioni: solo 40 contro le oltre 50 degli altri quattro Paesi.

Sanremo-2015-Regolamento

Saranno 16 gli artisti della sezione Artisti Campioni (individuati secondo criteri di contemporaneità, fama e valore riconosciuti) che si esibiranno nelle prime due serate divise in gruppi da 8 (ognuno ne interpreta un solo brano, non due come negli ultimi due Festival condotti da Fabio Fazio). I 16 brani che gli Artisti Campioni porteranno al Festival veranno selezionati dal Direttore Artistico Carlo Conti con la collaborazione di una Commisione Musicale specifica formata per l’occasione, i componenti della quale non sono ancora stati svelati e supportato dal maestro Pinuccio Pirazzoli. In queste due serate a votare i brani con un sistema misto al 50%, sarà il pubblico tramite televoto (costituito da sistema di votazione da telefonia fissa, da telefonia mobile e da App e/o web) e la giuria della sala stampa del Festival (giornalisti accreditati presso la sala Roof del Teatro Ariston), ognuno col peso del 50%. Dopo queste prima due serate verrà compilata la classifica congiunta degli Artisti Campioni: ognuna delle due serate peserà per il 50% nell’elaborazione della classifica congiunta. 

La suddivisione dei cantanti, l’ordine di esecuzione e gli abbinamenti nelle Serate del Festival per le due Sezioni in competizione sarà determinato dall’Organizzazione, d’intesa con il Direttore Artistico del Festival.

Nella terza serata la gara viene, almeno parzialmente sospesa, in quanto gli artisti della sezione Artisti Campioni si esibiranno ognuno in una cover di una canzone individuata tra i grandi brani della storia della musica italiana o internazionale (con testo in italiano), con assegnazione di un Premio alla canzone più votata nella serata. Gli Artisti potranno esibirsi insieme ad ospiti italiani e/o stranieri. I brani verranno scelti dal Direttore Artistico d’intesa con gli Artisti. I relativi arrangiamenti saranno forniti dalle Case/etichette Discografiche. Potrebbe esserci un’eventuale esecuzione delle 16 canzoni in competizione, in forma ridotta, ma senza votazioni.

La gara torna nel vivo nella quarta serata in cui tutti i 16 Campioni si esibiranno sul palco dell’Ariston. Le votazioni saranno ancora organizzate con un sistema misto: pubblico tramite televoto per il 40%, di una giuria di esperti (personaggi del mondo della musica, dello spettacolo e della cultura, non propriamente critici musicali) per il 30% e di una giuria demoscopica (composta da 300 persone tra i consumatori abituali di musica, selezionate pochi giorni prima dell’evento) per il 30%. media ponderata tra le percentuali di voto ottenute dalle canzoni nella quarta serata e tra le percentuali di voto ottenute dalla classifica congiunta elaborata sulla base delle percentuali ottenute dopo le prime due serate, darà luogo ad una classifica totale dei 16 brani in gara. Gli ultimi quattro brani in classifica veranno eliminati, le restanti 12 accederenno alla quinta serata (serata finale). 

Alla serata finale, pertanto, avranno accesso solo i 12 Artisti Campioni rimasti in gara che partiranno tutti da zero, in quanto le votazioni delle serate precedenti verranno azzerate. Il sistema di voto sarà ancora una volta misto: televoto del pubblico per il 40%, giuria di esperti per il 30% e giuria demoscopica sempre per il 30%. Solo le prime tre canzoni della classifica che si verrà a formare avranno la possibilità di accedere alla super finale del Festival, in quanto gli artisti classificatisi ai primi tre posti dovranno reinterpretare le loro canzoni e verranno rivotati con lo stesso sistema misto usato nella prima fase della Finale (pubblico tramite televoto 40%, giuria di esperti 30%, giuria demoscopica 30%.

L’artista con la percentuale di voto complessiva più alta in quest’ultima votazione verrà proclamato vincitore della sezione Artisti Campioni del Festival di Sanremo 2015 e, quindi, il possibile rappresentante italiano alla 60ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2015 che si terrà a presso la Wiener Stadthalle – Halle D di Vienna, il 19, 21 e 23 Maggio. Al vincitori del Festival si aggiungono tre premi: cover, miglior arrangiamento (dato dall’orchestra) e miglior testo (premio Mia Martini, assegnato dalla critica). 

Il vincitore dei Campioni di Sanremo 2015 potrà scegliere, se vorrà, rappresentare l’Italia all’Eurovision Song Contest di Vienna.  In caso di rifiuto, la RAI  avrà la facoltà di scegliere il rappresentante italiano secondo criteri propri, liberamente come negli scorsi anni. 

Non resta, quindi, che attendere l’elenco degli Artisti Campioni che Carlo Conti sceglierà per il prossimo Festival di Sanremo.  

Per conoscere l’elenco degli Artisti Campioni in gara bisognerà aspettare fino al 14 Dicembre 2014, anche se i rumors sono già iniziati da tempo. 

Il Festival di Sanremo 2015 si terrà in diretta su Rai Uno dal Teatro Ariston di Sanremo nei giorni 10, 11, 12, 13 e 14 Febbraio 2015.

Il regolamento integrale, per chi lo volesse consultare, è disponibile in formato pdf sul sito della Rai.