Sanremo 2015: Nek dopo 18 anni ritorna a Sanremo?

nek

Attraverso i suoi canali social dove tiene sempre aggiornati i suoi fan Nek ha lanciato una serie di indizi che lasciano intuire la lavorazione del nuovo album, che dovrebbe quindi uscire nei primi mesi del 2015.

A distanza di un anno dal precedente ‘Filippo Neviani’ e problemi di salute, a causa di un edema alle corde vocali che l’hanno tenuto in stop forzato per alcuni mesi, l’artista ha pubblicato una serie di video che ritraggono momenti di lavoro in studio e che sembrerebbero confermare che un nuovo album è già in cantiere, senza contare che le #2015 e #NewAlbum tolgono praticamente ogni dubbio in merito al periodo di uscita, anche se nulla di ufficiale è ancora stato comunicato.

Possiamo inoltre capire da alcune foto rilasciate, chi dovrebbe essere coinvolto in questo nuovo progetto; pare infatti che per le nuove canzoni l’artista si sia affidato al noto compositore e produttore Luca Chiaravalli (già collaboratore in passato per Eros Ramazzotti, Laura Pausini e Noemi).

Il suo ultimo lavoro, che ha per altro segnato un netto distacco artistico rispetto al passato non ha purtroppo ottenuto grossi riscontri in classifica, e per questo le energie concentrate su questo nuovo lavoro sarebbero veramente tante, e chissà che dato il periodo di rilascio che si presuppone coincida con la fine dell’inverno il cantante non decida di “ripassare” a distanza di tanti anni dalla vetrina di Sanremo.

Il Festival, come tutti sappiamo, si svolgerà nei primissimi mesi del nuovo anno e chissà se tra gli artisti del cast di artisti (non ancora reso noto) che vi prenderanno parte, non troveremo anche Nek, che riuscirebbe ad avere il giusto traino commerciale per la sua musica, il più delle volte perfettamente in linea con le esigenze artistiche della kermesse.

Il cantautore del resto manca dal Festival da 18 anni, l’ultima partecipazione infatti risale al 1997 con il brano “Laura non c’è” che ebbe uno straordinario successo commerciale sia in Italia che all’estero. Ben altra sorte toccò invece al brano “In te” che ricevette delle critiche, fin troppo feroci, per l’argomento che trattava, l’aborto.