ESC 2015: Bosnia ed Erzegovina non tornerà alla manifestazione

BHRT

L’emittente pubblica bosniaca, BHRT, ha annunciato che la Bosnia ed Erzegovina non tornerà alla 60ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2015 che si terrà a presso la Wiener Stadthalle – Halle D di Vienna, il 19, 21 e 23 Maggio per problemi finanziari e a causa della mancanza di sponsor.

La Bosnia ed Erzegovina sarà assente della prossima edizione dell’ESC per il 3° anno di fila, dopo che nel 2013 e nel 2014 si era ritirata dal concorso sempre per mancanza di fondi.

La conferma è arrivata oggi tramite un comunicato stampa, nonostante la BHRT aveva presentato inzialmente la domanda preliminare all’EBU-UER, il mese scorso, per partecipare a Vienna. In seguito l’emittente ha ottenuto una proroga speciale dall’EBU-UER per tentare di risolvere i suoi problemi finanziari entro il 14 Novembre. La quota dei Paesi partecipanti scende così a 38.  

Questo il comunicato ufficiale dell’emittente pubblica bosniaca, BHRT: “Data la difficile situazione finanziaria in cui si trova la BHRT, e un drastico calo dei ricavi provenienti dal pagamento del canone, questa TV deve ritirarsi dall’Eurovision Song Contest, che sarà organizzata il prossimo anno in Austria.

Come annunciato, l’unico modo per la partecipazione della Bosnia e Erzegovina all’Eurovision Song Contest sarebbe quello di trovare i fondi necessari tramite sponsorizzazione che la BHRT non è riuscita a trovare nel tempo necessario a fornire questo tipo di sostegno finanziario. 

L’Eurovision Song Contest si terrà a Vienna dal 19 al 23 maggio del prossimo anno, senza un rappresentante della Bosnia e Erzegovina.”

L’ultima volta che la Bosnia ed Erzegovina ha partecipato all’Eurovision è stato nel 2012 a Baku, quando Maya Sar rappresentò il paese con la sua voce “Korake ti znam” (The Steps I Know, Passi Che Fai), dove è finita al 18° posto in Finale (peggior risultato del Paese in Finale dal 1997).

La Bosnia ed Erzegovina ha debuttato all’Eurovision Song Contest nel 1993 (qualificata nella preselezione di Lubiana, “Kvalifikacija za Millstreet”), dopo la dissoluzione della Federazione Jugoslava (per quattro volte una canzone bosniaca fu la scelta della Jugoslavia per l’ESC: nel 1963, 1974, 1976 e nel 1981). Da allora ha partecipato ad ogni edizione (18 partecipazioni, 18 finali), tranne che nel 1998 e nel 2000 per i bassi risultati ottenuti l’anno prima.

Nel 1993 la Bosnia ed Erzegovina, assieme ad altre sei nazioni che desideravano partecipare all’Eurovision Song Contest per la prima volta, partecipò ad una semifinale “Kvalifikacija za Millstreet” che si svolse a Lubiana: si classificò al secondo posto e poté così partecipare all’Eurovision Song Contest 1993.

Dall’introduzione delle Semi-Finali, è l’unico paese dell’ex-Jugoslavia ad essere sempre arrivato alla finale. Il miglior risultato è stato un terzo posto nel 2006 con “Lejla” cantata da Hari Mata Hari. Si è ritirata per problemi economici dell’emittente pubblica nel 2013 e nel 2014.