Sanremo 2016: Ecco gli 8 vincitori di Area Sanremo – edizione 2015. Due andranno al Festival 2016

area sanremo 2015

Ecco l’elenco degli 8 artisti tra i 40 finalisti di ‪#‎Areasanremo che sosterranno l’audizione davanti alla Commissione RAI che ha il compito ufficiale di scegliere i due Giovani che parteciperanno alla sezione Nuove Proposte (Giovani) del 66° Festival della Canzone Italiana 2016. Nei prossimi giorni saranno scelti i due artisti che parteciperanno a Sanremo.

Questa mattina al Teatro dell’Opera del Casinò di Sanremo sono stati decretati gli otto vincitori di Area Sanremo – edizione 2015, il concorso dedicato ai giovani dai 16 ai 36 anni che offre l’opportunità di partecipare alla sezione Nuove Proposte del Festival di Sanremo, e proclamati sul palco dal presidente di Commissione Massimo Cotto e da Antonio Vandoni di Radio Italia (media partner di Area Sanremo).

Si sono concluse ieri sera, al Teatro dell’Opera del Casinò di Sanremo, le ultime audizioni dei 40 finalisti di Area Sanremo.

area sanremo - edizione 2015

La Commissione di Valutazione di Area Sanremo – edizione 2015 ha eletto i seguenti otto vincitori dell’edizione 2015 di Area Sanremo, il concorso dedicato ai giovani dai 16 ai 36 anni che desiderano partecipare al Festival di Sanremo:

  1. Chiara Filomeni, 19 anni (Fermo – Marche);
  2. Inigo (Inigo Giancaspro ), 32 anni (Terlizzi – Ba – Puglia);
  3. Mahmood (Alessandro Mahamoud), 23 anni (Milano – Lombardia);
  4. Tita (Cristina Malvestiti), 28 anni (Bergamo – Lombardia);
  5. Miele (Manuela Maria Chiara Paruzzo), 26 anni (Caltanisetta – Sicilia);
  6. Mari di Guai (MariaLuigia Ungaro), 29 anni (Ischia – Na – Campania);
  7. il duo Kalica (Mazzara Del Vallo – Tp – Sicilia);
  8. la band Musicomio (Foggia – Puglia).

Tra di loro alcuni volti noti che hanno partecipato a talent show come Alessandro Mahmoud (arrivato agli home visit di X Factor 2012), Chiara Filomeni (finalista del Festival di Castrocaro 2013) e Kalica.

La Commissione di Valutazione di Area Sanremo – edizione 2015, scelta dal Direttore Artistico di Area Sanremo Mauro Pagani, composta dal Presidente e giornalista, voce storica della radiofonia, oggi deejay di Virgin Radio Massimo Cotto, del Direttore del più autorevole sito di musica in Italia, Rockol Franco Zanetti, del Presidente della Fondazione Orchestra sinfonica di Sanremo, discografico, manager, consulente musicale per la televisione Stefano Senardi, del Direttore Artistico di Area Sanremo, produttore, musicista Mauro Pagani e del Vice Presidente della Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo, componente della commissione con funzione di controllo, nonché valutazione popolare Maurizio Caridi e tra i valutatori il componente supplente Maurilio Giordana, responsabile musicale di Radio Onda Ligure, all’esito delle audizioni dal vivo tenutesi tra il 5 e il 6 Novembre 2015, dopo aver ascoltato le canzoni inedite e una cover dei quaranta finalisti, ha scelto gli otto giovani talenti vincitori che con le loro canzoni parteciperanno per avere uno dei due posti disponibili in gara alla sezione Nuove Proposte del Festival di Sanremo, la cui messa in onda è prevista dal 9 al 13 Febbraio prossimo su Raiuno dal Teatro Ariston di Sanremo.  

Gli 8 artisti prescelti nei prossimi giorni, sosterranno un’audizione presso il Teatro del Casinò di Sanremo davanti alla Commissione RAI con il direttore artistico Carlo Conti (al quale è stata affidata anche la conduzione del Festival 2016, per il secondo anno consecutivo), dal conduttore e showman Piero Chiambretti, dalla conduttrice e attrice Rosita Celentano, dal musicista Giovanni Allevi, dal conduttore Federico Russo, dalla vj Carolina Di Domenico e dalla conduttrice Andrea Delogu, che ha il compito ufficiale al termine delle audizioni, di scegliere i due Giovani che andranno ad aggiungersi ai sei artisti selezionati direttamente dalla Commissione Artistica per occupare gli otto posti disponibili nella categoria Nuove Proposte del prossimo festival di Sanremo.

Gli altri 32 artisti che, purtroppo, hanno dovuto rinunciare alla possibilità di partecipare al Festival di Sanremo sono: Annalisa Andreoli, Maurizio Chi (Maurizio Antonio Chisari), Vala (Valentina Ciaffaglione), Carole (Carolina Cirignaco), Giulia Coda, Marlò (Federica Di Marcello), Ciri Ceccarini (Christian Di Pasquale), Charlotte Ferradini (Marta Charlotte Ferradini), Loris Iannamico, Primiano Stesso (Lorenzo Lombardi), Ylenia Lucisano (Ylenia Carla Lucisano), Edea (Antonietta Melegatti), Eleonora Minervino, Papasidero (Davide Papasidero), Marco Pierucci, Giorgia Pino, Roberta Pompa, Chiara Ragnini, Musicadea (Valentina Ranalli), Ruggero Ricci, Alessandro Sipolo, Marika Tisei, Naelia (Eliana Antonia Tumminelli), V. Edo (Edoardo Vergara), Lorenzo Vizzini (Lorenzo Vizzini Bisaccia), Giacomo Voli, Lohren, Marie And The Sun, Glik, The Gruvers, Turkish Cafè e Twee.

Al termine delle prime selezioni la Commissione di Area Sanremo ha dichiarato: “Siamo molto soddisfatti della scelta, avvenuta con un’unanimità rara da riscontrare in una commissione. Abbiamo trovato ragazzi dalla personalità chiara e di bella originalità, con ottimi spunti. Per alcuni di loro ci può essere un buon futuro, ammesso che continuino a credere che il talento influisce sul successo solo in minima parte e che è necessario sempre coltivare il senso della fatica e del mettersi in discussione”.

«Questo è il momento più difficile per una commissione, perché significa continuare la corsa di otto talenti, ma ritardare quella di altri 32» dichiarano all’unanimità i commissari di Area Sanremo. «Il nostro primo pensiero va a chi, solo per il momento, è ancora in attesa dell’occasione giusta: siamo sicuri che arriverà presto. Al tempo stesso siamo felici e orgogliosi di aver intercettato otto ragazzi di cui sentiremo parlare, anche al di là del Festival di Sanremo. La loro bravura non è in discussione e il nostro augurio è che abbiano la fortuna necessaria per vivere di musica».

«Tanti complimenti ai giovani selezionati e un grande in bocca al lupo per i passi successivi. Due di loro verranno scelti dalla Commissione Rai e parteciperanno alla prossima edizione del Festiva della Canzone Italiana». Così il Sindaco Alberto Biancheri e l’Assessore al Turismo, Cultura e Manifestazioni Daniela Cassini agli 8 vincitori di Area Sanremo che aggiungono: «Essere arrivati sin qui è certamente un traguardo importante, ricco di soddisfazioni.

Queste ‘nuove voci’ hanno deciso di lanciarsi in questa bella sfida per coronare il sogno di diventare  le ‘grandi voci’ del futuro. Un ringraziamento alla Commissione Artistica formata da nomi di prestigio, da artisti e addetti ai lavori che hanno arricchito questa edizione di Area Sanremo, e a tutti i docenti che si sono succeduti nella nostra città nei giorni scorsi e che hanno fornito ai giovani futuri talenti non solo un accrescimento umano ma soprattutto professionale. La volontà dell’Amministrazione comunale è di costruire, insieme a tutti loro, una realtà di grande importanza nell’ambito della cultura e dell’educazione musicale. Stiamo infatti lavorando su un progetto più ampio e duraturo per la creazione di una Scuola di Alta Formazione, capace di rafforzare il filone artistico, musicale e culturale che rappresenta un’eccellenza per la nostra città».

Si annunciano anche i nomi dei ragazzi dotati di forte potenziale creativo, scelti dalla Commissione tra i 40 finalisti di Area Sanremo, a cui sono destinate le iscrizioni ai 10 master messi a disposizione dall’Associazione Akamu (l’Accademia della canzone e della musica di Asti) che si terranno presso l’Università di Asti i prossimi 12 e 13 dicembre: Annalisa Andreoli, Giulia Coda, Chiara Filomeni, Primiano Stesso (Lorenzo Lombardi), Mahmood (Alessandro Mahamoud), Tita (Cristina Malvestiti), Miele (Manuela Maria Chiara Paruzzo), Mari di Guai (MariaLuigia Ungaro) e i duo Lohren e Marie And The Sun.

Sanremo Giovani, la strada per il Festival

Inoltre, quest’anno, per avere l’opportunità di esibirsi dal vivo sul palco del Teatro Ariston di Sanremo, sono giunte ben 648 le domande arrivate dei Giovani Artisti arrivate per Sanremo Giovani in programma, in diretta su Rai1, il 27 novembre 2015, delle quali 282 sono uomini, 249 donne e 117 gruppi. 

Per quel che riguarda la provenienza geografica delle proposte per Sanremo Giovani, 188 provengono dal Nord Italia, 180 dal Centro, 267 dal Sud e 13 dall’Estero.

In particolare 17 giungono dall’Abruzzo, 9 dalla Basilicata, 24 dalla Calabria, 72 dalla Campania, 40 dall’Emilia Romagna, 6 dal Friuli Venezia Giulia, 103 dal Lazio, 18 dalla Liguria, 68 dalla Lombardia, 11 dalle Marche, 5 dal Molise, 36 dal Piemonte, 64 dalla Puglia, 16 dalla Sardegna, 60 dalla Sicilia, 59 dalla Toscana, 4 dal Trentino Alto Adige, 7 dall’Umbria, 1 dalla Valle d’Aosta, 15 dal Veneto e 13 dall’Estero.

Tra i 61 artisti che si sono esibiti interpretando il loro inedito alle audizioni c’erano diversi nomi noti; la maggior parte di questi ha già preso parte ad un talent show. In sette provengono da X Factor (Antonella Lo Coco, Ilaria Rastrelli, Lavinia Desideri, Madh, Valentina Tioli, Violetta Zironi e Dalise – vincitrice, quest’ultima, dell’edizione 2015 del Festival di Castrocaro, già concorrente della prima edizione del talent show con il suo nome all’anagrafe, Maria Teresa D’Alise), in sei da The Voice (Chiara Dello Iacovo, Francesco Guasti, Timothy Cavicchini, Tommaso Pini, Simone Perrone e Gianmarco Dottori – quest’ultimo vincitore assoluto dell’edizione 2015 di Musicultura), uno solo da Amici (il duo composto dai fratelli Valeria e Piero Romitelli). Romitelli ha già calcato il palco dell’Ariston tra i “Giovani” nel 2007 con il duo Pquadro e negli ultimi anni si è fatto apprezzare anche come autore firmando pezzi per, tra gli altri, Dear Jack e Marco Mengoni. Un altro autore “pop” noto al pubblico che concorre per un posto tra i 6 finalisti è Ermal Meta, che ha già calcato il palco di Sanremo in gara tra le “Nuove proposte” nel 2010, come frontman della band La Fame di Camilla; dopo lo scioglimento del gruppo, Ermal ha iniziato a farsi conoscere come autore per altre voci, firmando brani poi portati al successo da Marco Mengoni, Chiara e Annalisa Scarrone.

C’erano poi artisti con alle spalle alcune esperienze discografiche: è il caso di Katerfrancers (vero nome Caterina Di Sciascio, voce femminile del trip hip hop Power Francers, con i quali ha consegnato al mercato due album in studio – “Megazord” del 2009 e “Power Francers” del 2012), Matthew Lee (cantautore con il gusto per la musica rock’n’roll anni Cinquanta e Sessanta, ha già pubblicato due album (Matthew Lee è una vecchia conoscenza di Carlo Conti, che lo ospitò più volte nella sua Domenica In nella stagione 2001/2002), Cosimo Messeri (già regista e attore, ha collaborato con Carlo Mazzacurati, Nanni Moretti e Isabella Ragonese; nel 2010 ha realizzato un documentario dedicato ad Emitt Rhodes, il musicista statunitense considerano l’alter ego segreto di Paul McCartney, “The one man Beatles – Cercando Emitt Rhodes”, e nel 2013 ha pubblicato il suo primo album solista, “Capitan confusione”), Valentina Parisse (che nel 2011 ha pubblicato un album, “Vagabond”, prodotto assieme a Steve Galante) e Una (vero nome Marzia Stano, ex cantante degli Jolaurlo: nel 2014 ha consegnato al mercato l’album solista “Una nessuna centomila”).

Non mancano cantanti che hanno già avuto modo di calcare il palco dell’Ariston: oltre ai già citati Piero Romitelli e Ermal Meta, troviamo anche Giordana Angi (in gara a Sanremo 2012 nella categoria “Sanremosocial” – era l’appellativo di quell’anno della categoria “Nuove Proposte” – con il brano “Incognita poesia”).

Il gruppo rap degli Absolut può vantare due collaborazioni degne di nota: la produzione di Lorenzo Rossi Sturani, figlio di Vasco Rossi, e la partecipazione al brano del cantante Gabri-El (voce della boy band degli Studio 3).

Infine, diversi sono gli artisti che si sono fatti apprezzare sulla scena indipendente per collaborazioni o partecipazioni a manifestazioni importanti: Guido Maria Grillo ha aperto concerti di Rufus Wainwright, Avion Travel, Marlene Kuntz, Musica Nuda, Paolo Jannacci e dal 2013 collabora regolarmente con Paolo Benvegnù, Cristiano Godano (Marlene Kuntz) e Giancarlo Onorato; la bandIl Guaio ha all’attivo collaborazioni con diversi artisti tra i quali anche Caparezza e Donatella Rettore; Le Metamorfosi (da non confondere con la storica band progressive romana) ha avuto modo di esibirsi sul palco del Primo Maggio di Roma nel 2013 in qualità di finalista del concorso 1MNext; i NonostanteClizia hanno aperto i concerti degli Afterhours e di Fabrizio Moro; Sarah Dietrich si è fatta conoscere come autrice e compositrice di diverse colonne sonore (“L’apetta Giulia e la signora Vita”, in collaborazione con Raf e Irene Grandi) e come vocalist della band pop folk degli Ardecore.

La Commissione Musicale di Sanremo Giovani, composta dal direttore Artistico Carlo Conti e da Piero Chiambretti, Rosita Celentano, Federico Russo, Carolina Di Domenico, Giovanni Allevi e Andrea Delogu, ha selezionato i 12 artisti che, venerdi 27 novembre a Sanremo, in diretta su Rai1, si contenderanno i 6 posti disponibili della categoria Nuove Proposte per il 66° Festival della Canzone Italiana.

Questo l’elenco dei 12 finalisti di Sanremo Giovani (tutte le canzoni ammesse alla finale possono essere ascoltate connettendosi al sito http://www.sanremo.rai.it): 

  1. Cecile, 21 anni di Roma, con “N.E.G.R.A.”;
  2. Francesco Guasti, 33 anni di Prato, conIo e te;
  3. il gruppo Siberia, composto da Eugenio Sournia 24 anni, Matteo D’Angelo 21 anni, Piero Laganà 21 anni, Luca Mele 24 anni, tutti della Toscana, con “Gioia;
  4. Beatrice Visconti 17 anni di Palermo, con “Paulette”;
  5. Francesco Gabbani, 33 anni di Carrara, conAmen”;
  6. il duo Valeria e Piero Romitelli composto da Valeria Romitelli 22 anni e Piero Romitelli 29 anni, di Macerata, con “Mai abbastanza”;
  7. Chiara Dello Iacovo, 20 anni di Cuneo, con “Introverso;
  8. Ermal Meta, 34 anni di Fier (Albania) con “Odio le favole;
  9. Irama (Filippo Maria Fanti) 19 anni da Monza, con “Cosa resterà;
  10. Michael Leonardi, 25 anni di Sydney (Australia) conRinascerai”;
  11. il gruppo Rumor composto da Elia Anelli, 24 anni, Marco Platini 24 anni, Evita Polidoro 20 anni, tutti di Novara, con “Il grande salto;
  12. Una (Marzia Strano), 33 anni di Torino con “Amare Stanca”.

Il lavoro di selezione della Commissione per giungere ai 12 brani finalisti è stato complesso e meticoloso. Nella prima fase sono state ascoltate le 648 proposte iscritte al concorso, ridotte a 60 nella mega audizione del 2 novembre scorso fino a giungere alla scelta dei 12 brani di questa mattina.

La stessa Commissione RAI selezionerà nei prossimi giorni anche i 2 tra gli 8 vincitori di Area Sanremo che andranno a completare il gruppo delle 8 Nuove Proposte che parteciperà al Festival di Sanremo dal 9 al 13 febbraio 2016 lo stesso giorno verranno comunicati i nomi degli artisti a cui la Commissione valutatrice di Area Sanremo assegnerà le 2 borse di studio di Smemoranda del valore di 2mila euro ciascuna e il master del Politecnico Internazionale Scientia et Ars.

Dal gruppo dei venti finalisti complessivi emergeranno gli otto talenti che avranno la possibilità di calcare il palcoscenico del Teatro Ariston di Sanremo e di presentare il proprio singolo direttamente al Festival, in diretta su Rai 1 dal 9 al 13 febbraio.

Questa delle “Nuove Proposte” è stata per anni la vera colonna portante del tempio sanremese. Da qui sono venute fuori le supervoci di Mietta, Giorgia e Andrea Bocelli, le personalità rock di Carmen Consoli e Giuliano Sangiorgi, nonché il pop d’esportazione di Laura Pausini, Eros Ramazzotti e Nek.

Il Festival di Sanremo 2015 andrà in scena – lo ricordiamo – dal 9 al 13 febbraio 2016 sotto la guida di Carlo Conti. 

Aggiornamento: Una accademia della musica e un talent show per i partecipanti ad Area Sanremo. Sono le idee del sindaco di Sanremo Alberto Biancheri, che le ha rilanciate a margine della proclamazione degli otto vincitori di Area Sanremo ed ha punzecchiato la Rai per il regolamento della selezione sanremese.

“Bisognerà lavorare molto sul regolamento. Ad esempio vorrei capire perché deve essere la Rai a scegliere i due artisti che andranno al Festival. Abbiamo iniziato un percorso comune e ci piacerebbe poter partecipare a questa scelta. Non lo dico in senso critico, ma come valore aggiunto per questa manifestazione”, ha detto il primo cittadino.

Biancheri ha poi confermato la volontà per il prossimo anno di istituire una Accademia della Musica: “Un’iniziativa importante per una città della musica come la nostra e per trattenere i giovani che studiano qui”. Per quanto riguarda l’ipotesi di creare un talent ha detto: “Subito dopo la trasmissione del 27 novembre vedremo come intensificare i rapporti con la Rai per sviluppare questa idea”.