ESC 2018 – Slovenia: Lea Sirk con “Ne, hvala!” a Lisbona

Si è svolta da pochi minuti la Finale dell’EMA – Eurovision Slovenia 2018, il loro format di selezione nazionale che determina la canzone e il concorrente sloveno alla 63ª edizione dell’Eurovision Song Contest che si terrà per la prima volta in assoluto in Portogallo, presso la MEO Arena (rinominata con il nome di ‘Altice Arena’) della città di Lisbona l’8, il 10 e il 12 maggio del prossimo anno, grazie alla vittoria di Salvador Sobral con “Amar pelos dois” (Loving for both of us). 

Sarà Lea Sirk con il brano “Ne, hvala!” (No, thanks!), scritto da Lea Sirk e Tomy DeClerque – 22esima canzone (19esimo titolo delle canzoni) che viene svelata nel novero di quelle che parteciperanno all’Eurovision Song Contest 2018 – a difendere i colori della Slovenia a Lisbona.

Lea Sirk nata a Capodistria, il 1° settembre 1989, ha studiato flauto al Conservatorio di Musica di Ginevra e ha sviluppato la passione per il canto con la partecipazione a vari festival internazionali. Ha ottenuto visibilità nel 2006 con la sua partecipazione alla terza edizione del talent show sloveno Bitka talentov (3. sezona Bitke talentov), dove si è piazzata seconda dietro a Eva Černe. Tra 2012 e 2014 è stata una delle voci del programma di successo Moja Slovenija. È anche autrice dei brani che interpreta e per altri artisti (spesso insieme al compagno Gaber Radojevič) ed è mamma di una bambina di cinque anni di nome Ael. Nel 2011 ha partecipato a Misija Evrovizija, la selezione nazionale slovena per l’Eurovision Song Contest, come parte del gruppo Leaparfume, ma è stata eliminata al primo round. Ha già esperienze eurovisive come corista per la rappresentante eurovisiva slovena Tinkara Kovač e di ManuElla. Nello stesso album ha pubblicato il suo album di debutto, ‘Roža’. Ha partecipato a tutti i principali festival sloveni e a quattro edizioni di EMA, la selezione slovena per l’Eurovision Song Contest. Oltre alla edizione 2018 dove è arrivata terza sugli otto finalisti nel televoto, ha vinto di gran lunga il voto della giuria, totalizzando 116 punti in totale e vincendo la selezione con oltre dieci punti di vantaggio sui vincitori del voto del pubblico, i BQL, garantendosi così il diritto di rappresentare la Slovenia all’Eurovision Song Contest 2018, nel 2009 con “Znamenje iz sanj”, nel 2010 con “Vampir je moj poet” e nel 2017 con “Freedom”, oltre che a Misija Evrovizija nel 2012 come front-woman della band Leaparfume). 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lea Sirk è il 29esimo concorrente in gara all’edizione 2018 dell’Eurovision Song Contest, dopo SENNEK (Laura Groeseneken) per il Belgio, Saaro Aalto per la Finlandia, AISEL (Aysel Mammadova, Aysel Məmmədova) per l’Azerbaigian, Waylon (Willem Bijkerk) per i Paesi Bassi, Cesár Sampson con “Nobody but You” per l’Austria, Jessica Mauboy per l’Australia, Eugent Bushpepa con “Mall” (Yearning) per l’Albania, L’Ethno Jazz Band IRIAO (ეთნო ჯაზ-ბენდი “ირიაო”) con „შენი გულისთვის” (Sheni gulistvis, For You) per la Georgia, Madame Monsieur  con “Mercy” per la Francia, Yulia Samoilova (Юлия Самойлова) per la Russia, Mikolas Josef con “Lie to me” per la Repubblica Ceca, Alfred ed Amaia con “Tu canción” (Your song) per la Spagna, Ryan O’Shaughnessy con “Togheter” per l’Irlanda, Eleni Foureira / Ελενη Φουρεϊρα con “Fuego” per Cipro, Christabelle con “Taboo” per Malta, il duo ZiBBZ con “Stones” per la Svizzera, SuRie con “Storm” per il Regno Unito, Rasmussen con “Higher ground” per la Danimarca, Ermal Meta e Fabrizio Moro con “Non mi avete fatto niente”, Franka Batelić con “Crazy” per la Croazia, gli Eye Cue con “Lost and Found” per l’ERI di Macedonia, Netta Barzilai נטע ברזילי per Israele, Gianna Terzi (Γιάννας Τερζή) con “Oneiro mou” (Όνειρό Μου, My Dream) ed ALEKSEEV con “Forever” (Назавжди)Sanja Ilić & Balkanika (Сања Илић и Балканика) con “Nova deca” (Naša deca / Наша деца / Our Children), Michael Schulte con “You let me walk alone” per la Germania e DoReDoS con “My lucky day” per la Moldavia.

Otto artisti si sono sfidati per rappresentare la Slovenia a Lisbona in uno show condotto dall’attore, comico e conduttore televisivo Vid Valič e la cantante Raiven (Sara Briški Cirman) che ha visto esibirse come artisti invitati a Omar Naber – On My Way, Omar Naber in Jernej Kozan – I Still Believe in You ed Amaya (Maja Keuc) – Concrete.

Il vincitore e rappresentante della Slovenia all’Eurovision Song Contest 2018 è stato scelto tra una combinazione di voto tra 6 giurie di 5 membri: una giuria di artisti musicali (cantanti e altri artisti), una giuria di artisti e produttori musicali (compositori, parolieri …), una giuria “Radio” (redattori radio, giornalisti …), una giuria della “TV” (redattori TV, giornalisti), la giuria dei fan dell’Eurovision (membri di OGAE Slovenia) ed una giuria internazionale (musicisti, produttori, giornalisti, editori …) (50%) e il televoto del pubblico (50%).   

Questo slideshow richiede JavaScript.

La votazione Finale sarà costituita da 6 giurie regionali, che daranno 12 punti (1° posto), 10 punti (2° posto), 8 punti (3° posto), 6 punti (4° posto), 4 punti (5° posto), 2 punti (6° posto), 0 punti (7° e 8° posto) ciascuno (252 punti) e il televoto del pubblico (top 6 ottiene: il 8° e 7° ottiene 0 punti,  6° ottiene 12 punti, il 5° ottiene 24 punti, il 4° ottiene 36, il 3° ottiene 48 punti, il 2° ottiene 60 punti e il vincitore ottiene 72 punti (252 punti).

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ecco di seguito gli 8 artisti che si sono contesti l’unico posto disponibile nella Finale dell’EMA – Eurovision Slovenia 2018 per rappresentare la Slovenia a Lisbona (Risultato – Giuria + Televoto) – clicca qui per rivedere la Serata:

  1. Lea Sirk – “Hvala, ne!” (No, thanks!) (Lea Sirk, Tomy DeClerque – Lea Sirk, Tomy DeClerque), 116 punti (68 + 48) 1º
  2. Indigo (Anja Pavlin, Maj Valerij, Anže Čuček, Peter Penko) – “Vesna” (Spring) (Anja Pavlin, Anže Čuček, Maj Valerij – Anja Pavlin, Peter Penko), 18 punti (18 + 0) 7º
  3. INA SHAI (Martina Šraj) – “Glow” (V nebo, To the sky) (Martina Šraj, Hans Kristjan Aljas – Martina Šraj, Hans Kristjan Aljas, Millo), 38 punti (26 + 12) 6º
  4. BQL (Anej Piletič, Rok Piletič) – “Promise” (Ptica, Bird) (Maraaya – Rok Lunaček, Tina Piš, Maraaya, Raay Music), 106 punti (34 + 72) 2º
  5. Marina Martensson – “Blizu” (Close) (Miha Koren – Vanja Papež, Miha Koren, Denis Horvat, Miha Koretič, David Morgan), 10 punti (10 + 0) 8º
  6. Lara Kadis – “Zdaj sem tu” (Now I’m here) (Lara Kadis – Lara Kadis, Martin Štibernik), 74 punti (38 + 36) 4º
  7. Proper (Luka Sešek, Tine Lustek, Jan Gerl, Nejc Podobnik, Primož Podobnik) – “Ukraden cvet” (Stolen flower) (Nejc Podobnik – Tine Lustek, Nejc Podobnik), 54 punti (30 + 24) 5º
  8. Nuška Drašček – “Ne zapusti me zdaj” (Don’t leave me now) (Aleš Klinar – Anja Rupel, Miha Gorše), 88 punti (28 + 88) 3º

L’EMA (Evrovizijska Melodija, Eurovision Melody / Slovenski izbor za pesem Evrovizije, Slovenian selection for the Eurovision Song Contest) è stato il format di selezione nazionale sloveno per l’Eurovision Song Contest, dal debutto del paese alla manifestazione, per selezionare i propri rappresentanti alla manifestazione da molti anni, dal 1993 fino al 2018, con qualche anno di stacco (1994 e 2000), quando la Slovenia non ha partecipato all’ESC.

La Slovenia si esibirà il 10 maggio nella seconda semifinale. Il paese è stato rappresentato nella scorsa edizione tenutasi a Kyiv da Omar Naber con il brano “On My Way” (scelti attraverso la selezione nazionale, EMA 2017, dopo aver vinto il voto della giuria con 64 punti, ma è arrivato secondo nel televoto con 5.165 voti; tuttavia, la somma dei punti della giuria e del pubblico gli hanno assicurato la vittoria). All’Eurovision Omar ha cantato nella prima semifinale, competendo con altri 17 artisti ma non è riuscito a qualificarsi per la finale, essendo arrivato dodicesimo nella semifinale.

La Slovenia ha debuttato all’Eurovision Song Contestnel 1993 con 1X Band e la canzone “Tih deževen dan” (A quiet rainy day), dopo la dissoluzione della Federazione Jugoslava. Da allora ha partecipato a quasi tutte le edizioni (23 partecipazioni, 13 Finali), tranne nel 1994 e nel 2000.

Il risultato migliore rimane fino ad ora il settimo posto ottenuto nel 1995 con Darja Švajger e il brano “Prisluhni mi” (Listen to me) e nel 2001 con Nuša Derenda e la canzone “Energy” (Ne, ni res; No, it’s not true). L’unico altro Top ten del paese è stato 10° posto con Tanja Ribič e il brano “Zbudi se” (Wake up) nel 1997.

Nel 1993 la Slovenia, assieme ad altre sei nazioni che desideravano partecipare all’Eurovision Song Contest per la prima volta, dovette affrontare una semifinale (Kvalifikacija za Millstreet) che si svolse a Lubiana e fu organizzata proprio dall’emittente pubblica RTV SLO. Si classificò al primo posto e poté così partecipare all’Eurovision Song Contest 1993.

Come parte della Jugoslavia solo in quattro occasioni una canzone in lingua slovena fu scelta per l’Eurovision Song Contest: nel 1966, nel 1967, nel 1970 e nel 1975.

Con l’introduzione delle Semifinali, non ha raggiunto la Finale nel Dopo l’introduzione del turno semifinale nel 2004, in otto occasioni, mentre ha raggiunto la Finale nel  2007, 2011 e il 2014.