ESC 2018 – Francia: France 2 rende nota la giuria di esperti di «Destination Eurovision 2019» condotta da Garou

L’emittente pubblica francese  France 2 ha reso noto qualche minuto fa i nomi della giuria di esperti di Destination Eurovision 2019, la selezione nazionale francesa per selezionare il loro candidato alla 64ª edizione dell’Eurovision Song Contest che si terrà per la terza volta in assoluto in Israele (dopo l’Eurovision Song Contest 1979 e l’Eurovision Song Contest 1999), presso l’EXPO Tel Aviv (International Convention Center) il 14, 16 e 18 maggio del prossimo anno, grazie alla vittoria di Netta Barzilai con la canzone “TOY”.

Destination Eurovision 2019, sará composta da due Semifinali ed una finale trasmesse in diretta. La scelta dei Finalisti sarà decisa da France 2, da  ITV Studios France (produttore dello spettacolo) e della delegazione francese per l’Eurovision Song Contest guidata dal capo delegazione Steven Clerima, che sostituisce a Edoardo Grassi.

Un totale di 15/16 brani/interpreti fra tutte le candidature pervenute prenderanno parte alla selezione nazionale divisi tra due Semifinali. Gli spettacoli delle due Semifinali saranno live condotti per secondo anno consecutivo da Garou  e i risultati saranno decisi da una giuria di esperti internazionali e il televoto del pubblico da casa, mentre la Finale sarà trasmessa in diretta ed una combinazione di voto tra una giuria di esperti internazionali (50%) e il televoto del pubblico da casa (50%) deciderà il vincitore della selezione nazionale e rappresentante francese all’Eurovision Song Contest 2019.

Quest’anno, tuttavia, la giuria di esperti francese, analizzerà e condividerà i loro sentimenti riguardo alle voci in corsa ma non voterà. I loro commenti guideranno gli spettatori che saranno in grado di votare dall’inizio della preselezione, così come potrà votare anche durante le Semifinali. I loro voti saranno uguali a quelli della giuria internazionale.

Ora France Televisions ha reso noto i nomi dei tre membri della giuria di esperti che aiuteranno a guidare gli spettatori durante l’edizione 2019 di Destination Eurovision. Saranno Christophe WillemAndré Manoukian e VITAA.

Questo slideshow richiede JavaScript.

  • André Manoukian è un cantautore, arrangiatore, musicista jazz e attore francese. Dal 2002, è anche uno dei quattro giudici della versione francese di Pop Idol, Nouvelle Star. Manoukian ha già commentato con Willem su France 4 le semifinali dell’ESC 2018.
  • Vitaa (Charlotte Gonin) è una cantante francese. Ha venduto oltre 1,4 milioni di dischi in Francia. Ha oltre 290 milioni di visualizzazioni tra i suoi due canali YouTube ed è conosciuta per la sua voce sentimentale. Vitta ha anche partecipato a Destination Eurovision l’anno scorso come autrice della canzone “Mamma Mia” eseguita da Louka.
  • Christophe Willem torna allo spettacolo per secondo anno consecutivo ed è l’unico degli giudici dell’anno scorso a continuare nel ruolo. L’anno scorso Amir e Isabelle Boulay hanno completato il panel di tre persone e hanno aiutato a selezionare il concorrente francese per Lisbona.

La Francia è stata rappresentata nella scorsa edizione tenutasi a Lisbona dal duo musicale elettropop francese Madame Monsieur e il suo brano “Mercy” (scelti attraverso, Destination Eurovision 2018, il nuovo format per la ricerca del rappresentante francese all’Eurovision Song Contest). Il brano scritto dai componenti del duo Émilie Satt, Jean-Karl Lucas, è stato pubblicato il 20 gennaio 2018 su etichette dicografiche Low Wood e Play Two. Si sono esibiti nella seconda semifinale riuscendo ad accedere alla serata finale, insieme ad altri 7 aspiranti rappresentanti. Nella serata finale del programma vengono proclamati vincitori del programma. Questo gli concede il diritto di rappresentare la Francia all’Eurovision Song Contest 2018, a Lisbona. Facendo, la Francia, parte dei Big Five, il duo si è esibito direttamente nella serata finale della manifestazione, tenutasi il 12 maggio 2018, classificandosi al 13º posto con 173 punti.

Il Paese ha partecipato a quasi tutte le edizioni dell’Eurovision Song Contest (61 partecipazioni), tranne due volte: nel 1974 (si ritirò a causa del lutto nazionale proclamato per la morte del Presidente Georges Pompidou nella settimana del concorso. Se la francia avesse partecipato, sarebbe stata rappresentata da Dani con la canzone “La vie à vingt-cinq ans”) e nel 1982 (TF1 ha rifiutato di partecipare). Ha ospitato il concorso tre volte: Cannes (nel 1959 e nel 1961) e Parigi (nel 1978).

La Francia è uno dei Paesi di maggior successo nel concorso, ha vinto il concorso cinque volte (nel 1958 con il brano “Dors, mon amour” (Sleep, My Love) di André Claveau; nel 1960 con la canzone “Tom Pillibi” di Jacqueline Boyer, nel 1962 col brano “Un Premier Amour” (A First Love) di Isabelle Aubret; nel 1962 con la canzone “Un jour, un enfant” (A Day, a Child) di  Frida Boccara e nel 1977 con il brano “L’oiseau et l’enfant” (The Bird and the Child) di Marie Myriam), arrivando alla secondo posto quattro volte e terzo sette volte.

Il Paese fa parte dei Big Five (assieme a Spagna, Germania, Regno Unito ed Italia) e, nonostante i pessimi risultati degli ultimi anni, accede di diritto alla serata Finale. Dal 1998, quando il televoto è stato introdotto la Francia si è classificata negli ultimi 10 posti in Finale: 18° nel 2003 e nel 2008, 19° nel 1999, 22° nel 2006, 2007 e nel 2012, 23° nel 2000, 2005 e nel 2013, 24° nel 1998 e 26° nel 2014. Inoltre non è riuscita a raggiungere la Top ten in undici delle ultime quattordici edizioni, raggiunta solo 3 volte: con “Je n’ai que mon âme” (All I Have is My Soul) di Natasha St-Pier al 4° posto nel 2001, con “Il faut du temps (je me battrai pour ça)” (It takes time (I will fight for that)) di Sandrine François al 5° posto nel 2002 e con “Et s’il fallait le faire” (And if it had to be done) di Patricia Kaas 8° posto nel 2009.

Nel 1999, France 3 dovette trasmettere il festival perché France 2 mandava in onda una partita di rugby; da allora il canale pubblico regionale francese ha sempre trasmesso l’evento con risultati alterni (es. un misero 10% nel 2007). Nel 2009, la Francia torna a piazzarsi tra i primi 10 grazie a una delle sue cantanti più famose e apprezzate, Patricia Kaas, e l’anno dopo finisce 12º. Dal 2005 al 2010, la semifinale di competenza è stata trasmessa da France 4, in seguito è stata portata su France Ô, mentre dal 2016 sono entrambe trasmesse da France 4.