Sanremo 2019: Conferenza stampa per la presentazione di Sanremo Giovani 2018

sanremogiovani-logo

È stata presentata questa mattina, con una conferenza stampa di presentazione, alle ore 12.00 nella Sala Privata del Casinò di Sanremo in Corso degli Inglesi, 18 – Sanremo, Sanremo Giovani 2018, il nuovo format Rai che porterà due giovani in gara con i big al Festival di Sanremo 2019. Ecco le novità e le anticipazioni scoperte durante la conferenza stampa di presentazione di questa mattina.

Il conto alla rovescia sta per scadere, la prima serata di Sanremo Giovani è alle porte. Domani in prima serata su Rai1, in diretta dal Teatro del Casinò di Sanremo, andrà in onda la prima delle due serate della prima edizione di Sanremo Giovani, in onda su Rai1 Giovedì 20 e Venerdì 21, in cui 24 cantanti/band si contenderanno i due posti per l’edizione 2019 del Festival di Sanremo nel mese di febbraio. I 12 concorrenti a serata si esibiranno dal vivo e saranno giudicati dalla Commissione Musicale guidata da Claudio Baglioni, da una giuria di esperti e da televoto.

Questa mattina alle ore 12.00 nella Sala Privata del Casinò di Sanremo in Corso degli Inglesi, 18 – Sanremo si è svolta la prima conferenza stampa di presentazione delle due serate di Sanremo Giovani 2018 alla presenza dei conduttori Pippo Baudo e Fabio Rovazzi, dei 24 giovani artisti in gara, del Sindaco di Sanremo Alberto Biancheri, del Direttore Rai1 Teresa De Santis, del vicedirettore Rai1 Claudio Fasulo e del consigliere del Cda del Casinò di Sanremo Olmo Romeo.

Nella cornice del Teatro del Casinò di Sanremo abbiamo scoperto, in compagnia di Pippo Baudo e Fabio Rovazzi, conduttori dello show, tutte le novità e le anticipazioni di Sanremo Giovani. I due vincitori, come ormai sappiamo, avranno un “biglietto” per accedere a Sanremo 2019 a febbraio e gareggeranno sul palco del Teatro Ariston di Sanremo insieme agli altri 22 big.

I membri della Giuria Televisiva, il progetto di un tour per i ‘migliori’ Giovani in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri, la presenza dei 22 non ammessi alla finale di Sanremo 2019 per un saluto del direttore Artistico Claudio Baglioni, l’annuncio dei 22 Big nelle due serate ma rigorosamente a sorteggio: sono queste le principali notizie emerse dalla concisa conferenza stampa di presentazione di Sanremo Giovani 2018, in onda domani, giovedì 20 e dopodomani, venerdì 21 dicembre in prima serata su Rai 1.

Il sindaco Biancheri ha salutato l’arrivo di Sanremo Giovani con una battuta: “Quando Pippo Baudo è a Sanremo è lui il sindaco, io faccio il vice”. E poi ha ripercorso gli ultimi mesi che hanno portato alla scelta dei 24 ragazzi di Sanremo Giovani: “Siamo partiti da 1.500 ragazzi con Area Sanremo ed è stato un percorso lunghissimo, siamo qui con 24 giovani che hanno la possibilità di partecipare al Festival di Sanremo. È stato un lavoro eccezionale. Un premio alla scelta del direttore artistico Claudio Baglioni di creare un nuovo format. È stato fatto un lavoro enorme con la Rai, pensare che oggi Sanremo Giovani è già un festival, in città si respira aria di Festival. Una grandissima visibilità per la città”.

“Sono onorato e infinitamente grato a Baudo e Baglioni per sperimentare questa mia conduzione che per me è una novità assoluta – ha dichiarato Rovazzi – mi fa quasi ridere direi che presento i giovani perché ho la loro stessa ansia, anche per essere di fianco a un conduttore come Pippo. Con lui c’è una chimica pazzesca, seguiteci e spero di non deludere nessuno”.

Fabio Rovazzi aggiunge: “Il Festival di Baglioni è stato fortissimo, ha avuto un grande appeal a livello di internet … Il livello è alto, anche perchè non canto io!. ”. Per quest’anno, in merito ai ragazzi prescelti che provengono da talent già conosciuti, Pippo Baudo precisa: “Dopo tanti Festival sono qui solo per divertirmi, stimo Rovazzi, gli voglio bene, è bravo, è una forza importante del nuovo che avanza. Vorrei fare un applauso a Nilla Pizzi e voglio ricordare quando irruppe al Festival Modugno … Ci vuole un grandissimo coraggio per provare e riprovare, un grande applauso per tutti loro”.

Per il Casinò di Sanremo ha portato il proprio saluto il consigliere Olmo Romeo: “Abbiamo il pregio di essere scelti come location per questo festival, per noi è un piacere. Al Casinò stiamo vivendo nuove emozioni, sono le stesse che hanno portato alla nascita del Festival di Sanremo nel 1951 all’interno della Casa da Gioco. Questa emozione è ancor più forte quando si vede la nascita di un nuovo festival dedicato ai giovani”.

La giuria di Sanremo Giovani 2018: con Luca Barbarossa, Luca e Paolo, Annalisa e Fiorella Mannoia

Durante la conferenza stampa è stata anche svelata dal vicedirettore Rai1 Claudio Fasulo, la giuria di qualità che avrà il duro compito di valutare i ragazzi, presieduta da Luca Barbarossa (in questi giorni in onda quotidianamente con una striscia di anticipazioni) e composta da: Annalisa, Luca e Paolo (Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu) e Fiorella Mannoia. La Giuria Televisiva deciderà, con il televoto e con i giudizi della Commissione artistica, i due Giovani che parteciperanno a Sanremo 2019 nello stesso girone dei Big. In ogni puntata si esbiranno 12 dei 24 finalisti: andrà a Sanremo 2019 il più votato tramite sistema misto che prevede che la Commissione Musicale abbia un peso del 40% sulla classifica finale, mentre la Giuria Tv e il Televoto abbiano il 30% ciascuno.

Nel ruolo di Presidente della Giuria Televisiva di Sanremo Giovani 2018 Luca Barbarossa, che non solo ha regalato allo scorso Sanremo una delle sue canzoni più belle (Passame er sale), ma è stato scelto da Baglioni anche per condurre i 4 pomeridiani di presentazione dei 24 finalisti. La giovane Annalisa arriva in Giuria forte della sua esperienza di talent tv e di Festival di Sanremo: dopo l’exploit ad Amici nel 2011, ha calcato il palco dell’Ariston per 4 volte (Scintille, Sanremo 2013; Una finestra tra le stelle, 2015; Il diluvio universale, 2016; Il mondo prima di te, 2018, con cui ha raggiunto il miglior risultato, arrivando terza). Anche Luca e Paolo hanno una certa esperienza sanremese e, come ha dichiarato Fasulo in conferenza stampa, approdano in giuria come conoscitori non solo dello spettacolo, ma anche di musica: difficile dimenticare i loro duetti nel primo Sanremo di Morandi, che restano cult. Fiorella Mannoia, dal canto suo, entra in giuria non solo per la sua indubbia carriera musicale, ma in fondo anche come ‘conduttrice’ del prime time di Rai 1. A parte l’esperienza tv nel sabato sera Rai, si può dire che Sanremo ha segnato alcune delle tappe più importanti della carriera della Mannoia: la sua prima volta al Festival è stata nel 1981 con Caffè Nero Bollente (era tra gli esordienti con Barbarossa che quell’anno cantava Roma Spogliata), quindi ci è tornata nel 1984 conCome si cambia (fu solo 14esima) e nel 1987 con un capolavoro come Quello che le donne non dicono (Premio della Critica); l’anno dopo è la volta de Le notti di maggio (altro premio della critica), mentre nel 2000 è super ospite, prima di tornare in gara nel 2017 (ultimo Sanremo dell’Era Conti) con Che sia benedetta, brano col quale si piazza al secondo posto dietro Occidentali’s Karma di Gabbani (che al momento della proclamazione si inginocchiò davanti a lei in segno di ‘scuse’ e omaggio). Ora torna in veste di giurata. E chissà che non torni a Sanremo 2019 come ospite, e magari co-conduttrice.

Inoltre, tramite un messaggio del direttore artistico Claudio Baglioni, Fasulo ha annunciato che i primi tre ragazzi di Sanremo Giovani 2018 classificati di ciascuna serata partiranno per un tour mondiale alla fine del mese di marzo che toccherà Tunisi, Tokio, Sidney, Buenos Aires, Barcellona e Bruxelles. I giornalisti ogni serata voteranno il brano che preferiscono e assegneranno il premio della Critica. 6 dei 24 giovani avranno la possibilità di esibirsi all’estero in concerto presso gli istituti italiani di cultura e le rappresentanze diplomatiche

Gli ospiti di queste saranno non musicali: Rocco Papaleo nella prima e di Edoardo Leo e Marco Giallini nella seconda. 

L’ultima sera del Festival di Sanremo 2019 tutti i concorrenti di Sanremo Giovani saliranno sul palco con Claudio Baglioni: “Stiamo lavorando con l’azienda per delle iniziative dal 23 di dicembre al giorno prima del Festival per dare visibilità ai 22 che non hanno vinto, e nella serata finale tutti i cantanti saranno sul palco con Baglioni”, ha chiuso Fasulo.

Oltre che alla gara per stabilire i due giovani in gara al Festival, l’attenzione di queste due serate è rivolta ai Big di Sanremo 2019, i cui nomi saranno svelati proprio in diretta su Rai 1: 11 nomi a sera e rigorosamente a sorteggio, evidentemente per evitare rumors e anticipazioni da entusiasmi social.

Infine, i 24 concorrenti di Sanremo Giovani 2019 si presentano, salutando i presenti come un bell’augurio di inizio gara. La conferenza stampa della kermesse è così terminata e ora non ci resta che aspettare l’inizio della gara di Sanremo Giovani 2018.

Online il video della conferenza stampa di presentazione di Sanremo Giovani 2018

1280x720_1545224135059_baudo_rovazzi_cantanti.jpg

Ventiquattro giovani in gara, due posti prestigiosi accanto ai big del Festival della Canzone Italiana. Arriva “Sanremo Giovani”: un grande evento musicale in quattro puntate pomeridiane e due appuntamenti in prima serata per decretare chi tra i nuovi talenti della musica italiana conquisterà il pass per il palco di Sanremo.

La sfida vera e propria sarà giovedì 20 e venerdì 21 dicembre in prima serata con “Sanremo Giovani”, condotto da un duo d’eccezione Pippo Baudo e Fabio Rovazzi che, dal Teatro del Casinò di Sanremo, rimescoleranno tradizione e modernità, ironia e creatività, due serate in cui si affronteranno i 24 artisti (12 a serata). La regia è di Duccio Forzano. Mentre su Rai Radio2 la conduzione sarà tutta al femminile: saranno infatti Tamara Donà e Melissa Greta Marchetto a fare un resoconto radiofonico della gara.

Per approfondimenti consultare il NewsRai dedicato.

Ora che abbiamo tutte le anticipazioni del caso in vista delle due serate Finali di Sanremo Giovani 2019 possiamo ripassare chi sono i concorrentidi queste due puntate speciali. Ricordiamo che, come sempre, i vincitori di questa kermesse arriveranno direttamente sul palco del Teatro Ariston di Sanremo 2019 e gareggeranno con i 22 Big in gara. A scegliere chi, tra i concorrenti di Sanremo Giovani arriverà sul palco dell’Ariston sarà una giuria di qualità, una giuria di esperti e ovviamente il pubblico a casa con il televoto.

  1. Federica Abbate –Finalmente (Testo: Federica Abbate, Cheope, Davide Petrella – Musica: Federica Abbate, Takagi, Ketra)
  2. Andrea Biagioni – “Alba piena” (Testo: David Ragghianti e Andrea Biagioni Musica: David Ragghianti, Giuliano Dottori)
  3. Cannella (Enrico Fiore) – “Nei miei ricordi” (Testo: Enrico Fiore – Musica: Enrico Fiore, Matteo Nesi, Andrea Manusso)
  4. Angelucci (Federico Angelucci) – “L’uomo che verrà” (Testo: Michele Centonze – Musica: Daniela Pes)
  5. Diego Conti –3 gradi (Testo: Diego Conti – Musica: Diego Conti, Marco Schietroma)
  6. Cordio (Pierfrancesco Cordio) – “La nostra vita (Testo e musica: Pierfrancesco Cordio, Ermal Meta, Simone Pavia)
  7. Deschema (Gianluca Polvere, Nicola Facco, Giulio Cappelli, Emilio Goracci e Massimiliano Manetti) –Cristallo (Testo: Massimiliano Manetti, Matteo Caretto – Musica: Massimiliano Manetti, Matteo Caretto, Marco Abete)
  8. Fedrix & Flaw (Federico Marra e Flavia Marra) –L’impresa (Testo e musica: Federico Marra)
  9. Fosco17 (Luca Jacoboni) –Dicembre (Testo: Luca Jacoboni – Musica: Luca Jacoboni, Michele Zocca)
  10. La Rua (Daniele Incicco, William D’Angelo, Davide Fioravanti, Nacor Fischetti, Alessandro “Charlie” Mariani e Matteo Grandoni) – “Alla mia età si vola” (Testo: Daniele Incicco, Dario Faini, Alessandro Raina – Musica: Daniele Incicco, Dario Faini)
  11. La Zero (Manuela Zero) – “Nina è brava” (Testo: Manuela Zero, Luca Angelosanti, Giorgia Facchini – Musica: Francesco Morettini, Emiliano Palmieri)
  12. Le Ore (Francesco Facchinetti e Matteo Ieva) – “La mia felpa è come me” (Testo: Francesco Facchinetti – Musica: Francesco Facchinetti, Matteo Ieva)
  13. Mahmood (Alessandro Mahmood) – “Gioventù bruciata” (Testo: Alessandro Mahmood e Musica: Stefano Ceri, Alessandro Mahmood)
  14. Marte Marasco (Marta Marasco) – “Nella mia testa” (Testo: Andrea Bonomo e Musica: Andrea Bonomo, Luca Chiaravalli)
  15. Mescalina (Sika, Giancarlo Sannino, Cesare Marzo e Claudio Sannino) – “Chiamami amore adesso” (Testo: Luigi Sica – Musica: Giancarlo Sannino)
  16. Francesca miola –Amarsi non serve (Testo: Marco Rettani, Zibba, Stefano Paviani – Musica: Zibba, Stefano Paviani)
  17. Giulia Miutti –Almeno tre (Testo e musica: Giulia Mutti)
  18. Nyvinne (Nyvinne Pinternagel) – “Io ti penso” (Testo: Nyvinne – Musica: Nyvinne, Alessandra Flora, Fausto Cogliati)
  19. Einar (Einar Ortiz) – “Centomila volte” (Testo: Antonio Maiello, Ivan Bentivoglio – Musica: Antonio Maiello, Ivan Bentivoglio, Enrico Palmosi)
  20. Ros (Camilla Giannelli, Lorenzo Peruzzi e Kevin Rossetti) – “Incendio (Testo: Camilla Giannelli – Musica: Camilla Giannelli, Kevin Rossetti, Lorenzo Peruzzi)
  21. Saita (Roberto Saita) –Niwrad (Testo: Marco Leali, Roberto Saita – Musica: Roberto Saita, Besim Baftiu, Durim Kraniqi, Bruno Sonetto)
  22. Sisma (Arturo Caccavale e Daniele De Santo) –Slow motion (Testo: Daniele De Santo, Arturo Caccavale – Musica: Daniele De Santo, Arturo Caccavale)
  23. Symo (Simona Barbui) – “Paura di amare” (Testo: Simona Barbui – Musica: Simona Barbui, Andrea Pesce, Cristiano De Fabritiis)
  24. WePro (Marco Castelluzzo) –Stop/Replay (Testo: Marco Castelluzzo (Wepro) – Musica: Marco Castelluzzo (Wepro), Marco Mantovani, Alessandro Manzo)

1543255140949_Area-Sanremo-ART.jpg

La Commissione Musicale  è presieduta da Claudio Baglioni in veste di Direttore artistico del Festival, Claudio Fasulo, vice direttore di Rai 1 ed autore di diverse edizioni de Festival, Massimo Giuliano, ex discografico (nome che voci di corridoio, al momento senza conferme ufficiali, danno alla guida di un’eventuale futura etichetta discografica aperta da F&P Group), Massimo Martelli, autore tv (tra l’altro per Anima Mia di Fazio e Baglioni e dei 4 Festival di Fabio Fazio) e regista cinematografico, Duccio Forzano, regista tv e Geoff Westley, tra i più celebri produttori musicali internazionali, autore di alcuni grandi album italiani (l’album Strada Facendo e la canzone Avrai per Claudio Baglioni oltre a Laura Pausini, Riccardo Cocciante, Mango e molti altri).