ESC 2019 – Portogallo: Conan Osíris con “Telemóveis” per il Portogallo a Tel Aviv

Conan-Osíris.jpg

Si è conclusa da pochi minuti la Finale del Festival RTP da Canção 2019, utilizzato come processo di selezione nazionale, per la scelta del cantante e della canzone che rappresenteranno il Portogallo alla 64ª edizione dell’Eurovision Song Contest che si terrà per la terza volta in assoluto in Israele (dopo l’Eurovision Song Contest 1979 e l’Eurovision Song Contest 1999), presso l’EXPO Tel Aviv (International Convention Center) il 14, 16 e 18 maggio prossimo, grazie alla vittoria di Netta Barzilai con la canzone “TOY”.

Sarà Conan Osíris con il brano “Telemóveis” scritta dal cantante stesso a difendere i colori del Portogallo a Tel Aviv. Il cantante ha trionfato nella finale del tradizionale Festival RTP da Canção lusitano, ottenendo il massimo dei punti sia dal televoto che dalle giurie regionali, con un brano scritto interamente da lui, che farà sicuramente parlare da qui a maggio. Risultato che non giunge a sorpresa, in quanto Conan aveva ottenuto grande attenzione fin dalla pubblicazione dei brani in gara, superando di gran lunga tutti gli avversari nella corsa alle visualizzazioni su YouTube.

Conan Osíris (ispirazione dall’anime giapponese Conan e dalla divinità egizia Osiride), pseudonimo di Tiago Miranda, è nato a Lisbona nel 1989 ed è un cantautore di fado elettronico. La sua biografia ufficiale racconta che è nato lo stesso giorno del direttore dell’animazione Hayao Miyazaki (5 gennaio). Ha pubblicato il suo album di debutto, Música Normal nel 2016 e nel 2018 Conan ha pubblicato un secondo album che ha chiamato Adoro bolos (Amo le torte) e ha fatto il suo debutto televisivo partecipando a un programma RTP (5 after midnight). Conan Osíris è l’autore, compositore e produttore delle sue canzoni. È nato a Lisbona ed è autodidatta nella musica. Ha studiato arte e design e, soprattutto, ha studiato la vita e le persone. Una curiosità: ha lavorato nel più antico sexy shop del Portogallo. Un artista controverso, dal look sui generis, che gioca con i generi di musica di successo della nazione dalla quale proviene, come il fado e la kizomba, mischiandoli in un modo del tutto alternativo e non convenzionale con la musica gypsy e la dancehall.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Fino ad oggi 34 dei 41 concorrenti in gara all’edizione 2019 dell’Eurovision Song Contest sono stati selezionati: dopo Tamta (თამთა, Τάμτα) con “Replay” per Cipro; Lake Malawi con “Friend of a friend” per la Repubblica Ceca; Darude feat. Sebastian Rejman con “Look away” per la Finlandia; Joci Pápai con “Az én apám” (My father) per l’Ungheria; D-Moll con “Heaven” per il Montenegro; Tulia per la Polonia; Zala Kralj & Gašper Šantl con “Sebi” per la Slovenia; Kate Miller-Heidke con „Zero gravity” per l’Australia; Eliot (Eliot Vassamillet) con “Wake up” per il Belgio; Victor Crone con “Storm” per l’Estonia; Katerine Duska (Κατερίνα Ντούσκα) con “Better love” per la Grecia; Serhat per il San Marino; Srbuk (Սրբուկ) per l’Armenia; PÆNDA con “Limits” per l’Austria; Leonora con “Love is forever” per Danimarca; Carousel con “That night” per la Lettonia; Ester Peony con “On a Sunday” per la Romania; Jonida Maliqi con “Ktheju tokës” (Return to the land) per l’Albania; Roko con “The dream” per la Croazia; Jurijus con “Run with the lions” per la Lituania; Michela Pace per Malta; Duncan Laurence per i Paesi Bassi; Tamara Todevska (Тамара Тодевска) con “Proud” per la Macedonia del Nord; Sergey Lazarev (Сергей Лазарев) per la Russia; Bilal Hassani (بلال حسني) con “Roi” per la Francia; S!sters con “Sister” per la Germania, Kobi Marimi (קובי מרימי‎) con “Home” per l’Israele; Mahmood con “Soldi” per l’Italia; Miki (Miki Núñez) con “La venda” per la Spagna, Michael Rice con “Bigger than us” per il Regno Unito, Anna Odobescu con “Stay” per la Moldavia, Hatari con “Hatrið mun sigra” per l’Islanda, KEiiNO con “Spirit in the sky” per la Norvegia e Conan Osíris con “Telemóveis” per il Portogallo.

Inoltre, in seguito al rifiuto di MARUV (Anna Korsun / Ганна Корсун) con “Siren Song” di rappresentare il proprio Paese all’evento, a causa di alcune controversie riguardanti il contratto con l’UA:PBC, in cui si impegnava a non esibirsi in Russia per poter rappresentare il Paese all’Eurovision Song Contest, le impediva inoltre di improvvisare durante le sue performance e di comunicare con i giornalisti senza il permesso dell’emittente, pena una multa di 2 milioni di grivnie, inoltre la televisione non le avrebbe garantito alcun supporto economico, non coprendo nemmeno le spese connesse al viaggio per Tel Aviv, e dopo che anche la UA:PBC avrebbe scelto un altro artista tra i finalisti del Vidbir, rivolgendosi quindi alle Freedom Jazz (seconde classificate) e poi ai Kazka (terzi), si sono rifiutati di sostituirla, il Paese decide di ritirarsi dalla manifestazione il 27 febbraio 2019.

Otto artisti si sono sfidati per rappresentare il Portogallo a Tel Aviv in uno show condotto da Vasco Palmeirim e Filomena Cautela, che ha visto esibirse come artisti invitati a  diversi ex partecipanti portoghesi ad esibirsi nello spettacolo: Vania Fernandes (2008), Anabela (1993), Armando Gama (1982), Claudia Pascoal e Isaura (2018). L’emittente ha reso omaggio in particolare alle precedenti canzoni poprtoghesi dell’Eurovision Song Contest e alla storia del Festival da Cançao durante lo spettacolo attraverso momenti comici, parodie e video speciali che hanno riportato il pubblico indietro nel tempo. I padroni di casa hanno anche chiesto ai partecipanti di cantare i loro brani eurovisivi preferiti.

Il vincitore e rappresentante del Portogallo all’Eurovision Song Contest 2019 è stato deciso da una combinazione di voto tra una giuria di esperti reginonale composta da Norte (Catarina Salinas), Centro (Samuel Úria), Lisboa e Vale do Tejo (Pedro Granger), Alentejo (Sequin), Algarve (Nuno Costa Santos), Açores (André Santos) e Madeira (Dino D’Santiago) (50%) e il pubblico da casa attraverso il televoto (50%).

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ecco di seguito gli 8 artisti che si sono contesi l’unico posto disponibile nella Finale del Festival RTP da Canção 2019 per rappresentare il Portogallo a Tel Aviv (Risultato – Giuria (Norte, Centro, Lisboa e Vale do Tejo, Alentejo, Algarve, Açores e Madeira) + Televoto):

  1. Calema (António e Fradique Ferreira) – “A Dois” (To two) (Calema, Nelson Heleno), 11 punti (4 (5+4+10+3+6+5+4=37)+7) – 6°
  2. Mariana Bragada – “Mar Doce” (Sweet sea) (Mariana Bragada), 8 punti (3 (10+3+5+7+4+4+3=36)+5) – 7°
  3. Matay (Ruben Matay) – “Perfeito” (Perfect) (Tiago Machado, AC Firmino), 17 punti (7 (3+8+4+10+7+7+5=44)+10) – 3°
  4. Surma (Débora Umbelino) – “Pugna” (Struggle) (Surma, Tiago Félix), 12 punti (8 (8+6+3+5+10+6+8=46)+4) – 5°
  5. NBC (Timóteo Deus Santos) – “Igual a Ti” (Like you) (NBC), 18 punti (10 (7+10+8+4+3+10+12=54)+8) – 2°
  6. Madrepaz (Nuno Canina, Pedro da Rosa, Ricardo Amaral e João Barreiros) – “Mundo a Mudar” (World to change) (Frankie Chavez, Pedro Puppe), 13 punti (7 (6+5+7+8+8+3+7=44)+6) – 4°
  7. Conan Osíris (Tiago Miranda) – “Telemóveis” (Mobile phones) (Conan Osíris), 24 punti (12 (12+12+12+12+12+12+10=82)+12) – 1°
  8. Ana Cláudia – “Inércia” (Inertia) (D’Alva, Ben Monteiro), 8 punti (5 (4+7+6+6+5+8+6=42)+3) – 8°

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il Portogallo è stato rappresentato nella scorsa edizione tenutasi a Lisbona dalle cantanti portoghesi  Cláudia Pascoal feat. Isaura e la canzone “O jardim” (The garden) (scelti dal Festival da Canção 2018, il processo di selezione nazionale per l’Eurovision Song Contest),  scritta dalla compositrice Isaura che la accompagna sul palco come corista e pubblicato il 9 marzo 2018 su etichetta discografica Universal Music Portugal. Dopo aver superato le semifinali ha avuto accesso alla finale, nella quale è stata proclamata vincitrice del programma essendo arrivata seconda nel voto delle giurie, ma vincendo il televoto. Questo le concede il diritto di rappresentare il Portogallo all’Eurovision Song Contest 2018, a Lisbona. Il duo si è esibito direttamente nella serata finale della manifestazione (dato che, il Portogallo, è il paese organizzatore dell’edizione 2018), tenutasi il 12 maggio 2018, si sono classificati all’ultimo posto con 39 punti.

Il Portogallo, ha partecipato all’Eurovision Song Contest per la prima volta nel 1964 con “Oração” (Prayer) di António Calvário (50 partecipazioni, 42 finali), e ha dovuto attendere ben 53 anni prima di vincere l’ESC nel 2017. Per questo, anche durante la cadenza della sua cinquantesima partecipazione RTP ha organizzato l’edizione 2018 alla Altice Arena di Lisbona.

È stato assente dell’Eurovision Song Contest quattro volte, nel 1970, nel 2000 (per il 21º posto dell’anno prima che ha costretto il paese a un anno di pausa), nel 2002 (assenza volontaria per problemi interni a RTP), nel 2013 e 2016 (motivazioni di ordine economico e difficoltà di RTP). La curiosità però che fa pensare è che sia nel 2000 che nel 2013 il concorso si tenne in Svezia, proprio come l’edizione del 2016. Dall’introduzione delle due Semifinali, ha centrato la finale quattro volte.

Il Portogallo ha vinto per la prima volta nel 2017 con la canzone “Amar pelos dois” cantata da Salvador Sobral, portando il suo paese alla vittoria dopo 53 anni dal suo debutto.

Il rappresentante del Portogallo è stato quasi sempre scelto attraverso il  Festival da Canção, ufficialmente Festival RTP da Canção, che si svolge dal 1964. Uniche eccezioni sono il 2004 (scelta attraverso un talent) e 2003 – 2005 (scelta interna di RTP). Inoltre il paese iberico ha sempre portato in gara la sua lingua, talvolta inframezzata da estratti di altri idiomi.