ESC 2019 – Bielorussia: Zena con “Like it” per la Bielorussia a Tel Aviv

4328df85e112192b02e8bceb33ff6a53.jpg

Stasera si è tenuta a Minsk la finale nazionale della Bielorussia, l’Evrovidenie-2019 – Nationalny Otbor (Еўрабачанне-2019. Национальный отбор Беларуси), per la 64ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2019 che si terrà per la terza volta in assoluto in Israele (dopo l’Eurovision Song Contest 1979 e l’Eurovision Song Contest 1999), presso l’EXPO Tel Aviv (International Convention Center) il 14, 16 e 18 maggio prossimo, grazie alla vittoria di Netta Barzilai con la canzone “TOY”.

Un totale di 10 artisti, con le relative canzoni si sono sfidati nella National Selection Round for the International TV Song Contest – Eurovision 2019 (Национального отборочного тура Международного телевизионного конкурса песни ”Евровидение-2019“, Natsyjanal’ny adborachny tur mizhnarodnaha konkursu pesni “Eŭrabachanne-2019”) per rappresentare la Bielorussia all’ESC 2019 a Tel Aviv.

È stato proclamato vincitore della serata finale dell’Evrovidenie-2019 (Еўрабачанне-2019. Национальный отбор Беларуси), avendo ottenuto ben 69 punti su un massimo di 70 da parte della giuria di esperti, la sedicenne ЗЕНА (Zena) con “Like it”, scritta da Yuliya Kireeva e Victor Drobysh autore della canzone russa “Party for everybody” per l’Eurovision 2012, dopo aver presentato lo Junior Eurovision Song Contest 2018. La giuria di esperti è stata composta da Elena Atrashkevich / Елена Атрашкевич, Valery Prigun / Валерий Пригун, Tatiana Drobysheva / Татьяна Дробышева, Dmitry Koldun / Дмитрий Колдун, Alex David / Алекс Дэвид, Gleb Davydov / Глеб Давыдов e Yana Stankevich / Яна Станкевич.

Questo slideshow richiede JavaScript.

ZENA (ЗЕНАЗЕНА), vero nome Zinaida “Zina” Alexandrovna Kupriyanovich (Зінаіда “Зіна” Аляксандраўна Куприянович, Zinaida “Zina” Aliaksandraŭna Kuprijanovič, Зинаида “Зина” Александровна Куприянович, Zinaida “Zina” Aleksandrovna Kupriyanovich,  è nata il 17 settembre 2002 a Minsk. Si è diplomata alla scuola di musica per bambini di Minsk e ora sta frequentando il ginnasio a Minsk. Il repertorio di ZENA include diverse canzoni e dieci video musicali. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti, come il Gran Premio del Fondo speciale del Presidente della Repubblica di Bielorussia per sostenere giovani di talento ed ha vinto la prima edizione del premio musicale nazionale Our League 2017 nella categoria “Rivelazione dell’anno”. È la voce russa della protagonista del film Disney, Oceania. Ha vinto il New Wave Junior (Детская Новая волна,  2013. gada Jaunais Vilnis) di Sochi nel 2013 e lo Junior Slavianski Bazaar (The International Festival of Arts “Slavic Bazaar in Vitebsk”, Міжнародны фестываль мастацтваў «Славянскі базар у Віцебску»Міжнародний фестиваль мистецтв «Слов’янський базар у Вітебську»Международный фестиваль искусств “Славянский базар в Витебске”) di Vitebsk nel 2014. Nel 2017  si è classificata terza nella decima edizione di Fabrika Zvyozd (Фабрика звёзд, Star Factory), la versione russa di Operazione Trionfo. Ha partecipato alla selezione nazionale per lo Junior Eurovision nel 2015 con  “Mir” (Мир) (4º posto) e nel 2016 con “Kosmos” (Космос) (6º posto) e lo ha presentato lo scorso anno insieme ad  Evgeny Perlin / Яўген Перлін ed Helena Meraai / Хелена Мерааи. Il suo primo album è datato 2017.

Lo show è stato condotto dalla coppia TEO ed Olga Ryzhikova (ольга рыжикова).

Fino ad oggi 38 dei 41 concorrenti in gara all’edizione 2019 dell’Eurovision Song Contest sono stati selezionati: dopo Tamta (თამთა, Τάμτα) con “Replay” per Cipro; Lake Malawi con “Friend of a friend” per la Repubblica Ceca; Darude feat. Sebastian Rejman con “Look away” per la Finlandia; Joci Pápai con “Az én apám” (My father) per l’Ungheria; D-Moll con “Heaven” per il Montenegro; Tulia per la Polonia; Zala Kralj & Gašper Šantl con “Sebi” per la Slovenia; Kate Miller-Heidke con „Zero gravity” per l’Australia; Eliot (Eliot Vassamillet) con “Wake up” per il Belgio; Victor Crone con “Storm” per l’Estonia; Katerine Duska (Κατερίνα Ντούσκα) con “Better love” per la Grecia; Serhat con “Say na na na” per il San Marino; Srbuk (Սրբուկ) per l’Armenia; PÆNDA con “Limits” per l’Austria; Leonora con “Love is forever” per Danimarca; Carousel con “That night” per la Lettonia; Ester Peony con “On a Sunday” per la Romania; Jonida Maliqi con “Ktheju tokës” (Return to the land) per l’Albania; Roko con “The dream” per la Croazia; Jurijus con “Run with the lions” per la Lituania; Michela Pace per Malta; Duncan Laurence per i Paesi Bassi; Tamara Todevska (Тамара Тодевска) con “Proud” per la Macedonia del Nord; Sergey Lazarev (Сергей Лазарев) per la Russia; Bilal Hassani (بلال حسني) con “Roi” per la Francia; S!sters con “Sister” per la Germania, Kobi Marimi (קובי מרימי‎) con “Home” per l’Israele; Mahmood con “Soldi” per l’Italia; Miki (Miki Núñez) con “La venda” per la Spagna, Michael Rice con “Bigger than us” per il Regno Unito, Anna Odobescu con “Stay” per la Moldavia, Hatari con “Hatrið mun sigra” per l’Islanda, KEiiNO con “Spirit in the sky” per la Norvegia, Conan Osíris con “Telemóveis” per il Portogallo, Oto Nemsadze (ოთო ნემსაძე) con il brano “Sul Tsin Iare” (სულ წინ იარე, Always Go Forward), Nevena Božović / Невена Божовић con il brano “Kruna (Круна, Crown), Luca Hänni con “She got me” e ЗЕНА (Zena) con “Like it” per la Bielorussia.

Inoltre, in seguito al rifiuto di MARUV (Anna Korsun / Ганна Корсун) con “Siren Song” di rappresentare il proprio Paese all’evento, a causa di alcune controversie riguardanti il contratto con l’UA:PBC, in cui si impegnava a non esibirsi in Russia per poter rappresentare il Paese all’Eurovision Song Contest, le impediva inoltre di improvvisare durante le sue performance e di comunicare con i giornalisti senza il permesso dell’emittente, pena una multa di 2 milioni di grivnie, inoltre la televisione non le avrebbe garantito alcun supporto economico, non coprendo nemmeno le spese connesse al viaggio per Tel Aviv, e dopo che anche la UA:PBC avrebbe scelto un altro artista tra i finalisti del Vidbir, rivolgendosi quindi alle Freedom Jazz (seconde classificate) e poi ai Kazka (terzi), si sono rifiutati di sostituirla, il Paese decide di ritirarsi dalla manifestazione il 27 febbraio 2019.

Con la canzone della Bielorussia, appena rivelata, sono 30 i paesi che hanno presentato le loro proposte per l’Eurovision Song Contest 2019. I restanti 11 dovrebbero farlo entro domenica 10 Marzo, che è la data limite per la presentazione delle Canzoni.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ecco i 10 interpreti che si sono esibiti questa serata (Risultato = Giuria ()):

  1. Michael Soul – “Humanize” (Michael Soul – Kolovertnykh (RUM PUM PUM Girl), Andrey Katikov, Vladislav Pashkevich, Michael Soul), 59 punti (9+8+7+8+9+9+9)
  2. ЗЕНА (Zena) – “Like it” (Yuliya Kireeva, Victor Drobysh – Yuliya Kireeva), 69 punti (9+10+10+10+10+10+10)
  3. Ева Коган (Eva Kogan) – “Run” (Leonid Shirin – Natalia Tambovtseva), 54 punti (8+7+9+8+7+7+8)
  4. Эмануэль Імагбэ (Эммануэль Имагбе / BLGN & Mirex / BLGN ft. Mirex) – “Champion” (Sasha Balagan – Mirex Silva), 65 punti (7+9+10+10+10+9+10)
  5. Sebastian Roos – “Never Getting Close” (Alberto Estébanez, Lars E. Carlsson, Björn Ledelius, Sebastian Roos), 62 punti (10+10+9+10+8+7+8
  6. Алёна Гарбачова (Алёна Горбачёва / Алена Горбачева / Alyona Gorbachova) – “Can we dream” (Leonid Shirin – Alexey Shirin), 59 punti (9+7+9+9+8+8+9)
  7. Гурт  “PROвокация” (Группа «PROвокация» / PROvokatsiya) – “Running Away From The Sun” (Kirill Good – Denis Yasyuchenya), 55 punti (7+8+8+8+8+7+9)
  8. Гурт “Аўра” (Группа «Аура» / Aura) – “Чаравала” (Čaravala) (Eugene Oleynik), 55 punti (8+8+8+7+8+8+8)
  9. Гурт NAPOLI (Группа «NAPOLI») – “Let it go” (Lexy Weaver), 58 punti (9+9+8+9+7+7+9)
  10. Кейсі (КейСи / KeySi) – “No Love Lost” (Dmitriy Fomich – Dmitry Fomich, Kseniya Fomich), 59 punti (9+9+8+9+7+8+9)

D1P0HgVXQAIkQGG.jpg

La Bielorussia si esibirà nella Prima Semifinale di martedì 14 maggio. Il paese è stato rappresentato nella scorsa edizione tenutasi a Lisbona da Alekseev (Nikita Vladimirovich Alekseev, Микита Володимирович Алєксєєв, Mykyta Volodymyrovych Alieksieyev) con il suo brano “Forever” (Назаўжды), pubblicato il 10 febbraio 2018 su etichetta discografica Zion Music ed è scritto da Kyrylo Pavlov ed Evhen Matjušenko.

Alekseev ha preso parte a Eurofest, il format per la ricerca del rappresentante bielorusso all’Eurovision Song Contest con il brano “Forever”. Nel marzo 2018 l’artista ucraino ha registrato la versione russa del pezzo, Navsegda (Навсегда). Nella serata finale del programma è stato proclamato vincitore del programma, avendo ottenuto il massimo dei punteggi da parte della giuria e del pubblico. Questo gli ha concesso il diritto di rappresentare la Bielorussia all’Eurovision Song Contest 2018, a Lisbona. L’artista si è esibito nella Prima Semi-Finale dell’8 maggio 2018, competendo con altri 18 artisti per uno dei dieci posti nella finale, mancando la qualificazione alla finale del 12 maggio, classificandosi sedicesimo con 65 punti.

La Bielorussia ha partecipato all’Eurovision Song Contest 15 volte (5 finali), debuttando nel 2004, anno in cui per la prima volta si svolse la semifinale. Nel 2007 raggiunge la finale e il 6º posto grazie a “Work your magic” (Твары сваё чараўніцтва) di Dmitry Koldun (Дзмітрый Калдун), miglior risultato. Nel 2010 torna in finale coi 3+2 che però finiscono penultimi. Nel 2012 doveva partecipare con la canzone di Alena Lanskaya (Алена Ланская) “All my life” che aveva vinto la finale, ma poi si scoprirono dei brogli nel televoto. Venne allora scelto il secondo classificato, il gruppo Litesound (con cui collabora l’italiano Jacopo Massa) con “We are the heroes” (Мы героі) per decisione del presidente Aleksandr Lukašenko. Nel 2013 raggiunge la finale al 16° posto con Alena Lanskaya (Алена Ланская) e il suo brano “Solayoh” (Салеа). La Bielorussia non ha mai vinto l’evento.