ESC 2019 – Macedonia del Nord: Ecco “Proud” di Tamara Todevska per la Macedonia del Nord a Tel Aviv

52071493_10156924711826113_3415885922569289728_n.jpg

Tamara Todevska (Тамара Тодевска) con “Proud” („Горда“) è stata selezionata internamente dall’emittente pubblica macedone MRT per rappresentare la Macedonia del Nord alla 64ª edizione dell’Eurovision Song Contest che si terrà per la terza volta in assoluto in Israele (dopo l’Eurovision Song Contest 1979 e l’Eurovision Song Contest 1999), presso l’EXPO Tel Aviv (International Convention Center) di Tel Aviv, il 14, 16 e 18 maggio 2019.

“Proud” è stata scritta da Robert Bilbilov, Darko Dimitrov e Lazar Cvetkovski / Роберт Билбилов, Дарко Димитров и Лазар Цветковски, con testi di Kosta Petrov e Sanja Popovska (Коста Петров и Сања Поповска).

Robert Bilbilov (già autore dell’altra entry in cui era coinvolta la Todevska, “Let me love you” con Vrčak e Adrijan Gaxha), Darko Dimitrov, già autore di sei canzoni eurovisive, di cui quattro per la Macedonia del Nord, una per la Serbia e una per l’Albania. 

Afferma Tamara: “Dedico “Proud” a mia figlia e a tutti quelli che lottano per i loro sogni e credono nella loro grandezza. Il 16 maggio infrangeremo le regole e almeno per una notte dell’anno mostreremo al mondo che SONO ORGOGLIOSA è sempre più forte del loro NON SARÀ MAI BUONO ABBASTANZA!”

La protagonista principale del video musicale di Tamara è la figlia di tre anni, Hana. Il video musicale include anche cammei di donne che hanno ispirato Tamara per tutta la sua vita, dimostrando che i sogni diventano realtà.

Tamara calca le scene da quando aveva sei anni e proviene da una famiglia di musicisti; sua madre è una cantante lirica dell’Opera macedone, suo padre è un professore dell’Academia Musicale di Skopje e sua sorella è Tijana Dapcevic, che ha rappresentato il paese all’Eurovision Song Contest 2014.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La stessa Tamara non è estranea all’Eurovision Song Contest, visto che è salita sul palco già in tre occasioni prima di Tel Aviv: come corista per Tose Proeski nel 2004, come parte del trio Tamara, Vrčak e Adrijan (Тамара, Врчак и Адријан Гаџа) nel 2008 e come corista per la sorella Tijana Dapčević nel 2014.

Fino ad oggi 40 dei 41 concorrenti in gara all’edizione 2019 dell’Eurovision Song Contest sono stati selezionati: dopo Jonida Maliqi con “Ktheju tokës” (Return to the land) per l’Albania; Srbuk (Սրբուկ) con “” per l’Armenia; Kate Miller-Heidke con „Zero gravity” per l’Australia; PÆNDA con “Limits” per l’Austria; … con “” per l’Azerbaigian; Eliot (Eliot Vassamillet) con “Wake up” per il Belgio; ЗЕНА (Zena) con “Like it” per la Bielorussia; Roko con “The dream” per la Croazia; Tamta (თამთა, Τάμτα) con “Replay” per Cipro; Lake Malawi con “Friend of a friend” per la Repubblica Ceca; Leonora con “Love is forever” per Danimarca; Victor Crone con “Storm” per l’Estonia; Darude feat. Sebastian Rejman con “Look away” per la Finlandia; Bilal Hassani (بلال حسني) con “Roi” per la Francia; Oto Nemsadze (ოთო ნემსაძე) con il brano “Sul tsin iare” (სულ წინ იარე, Always Go Forward) per la Georgia; S!sters con “Sister” per la Germania; Katerine Duska (Κατερίνα Ντούσκα) con “Better love” per la Grecia; Joci Pápai con “Az én apám” (My father) per l’Ungheria; Hatari con “Hatrið mun sigra” per l’Islanda; Sarah McTernan con “22” per l’Irlanda; Kobi Marimi (קובי מרימי‎) con “Home” per l’Israele; Mahmood con “Soldi” per l’Italia; Carousel con “That night” per la Lettonia; Jurijus con “Run with the lions” per la Lituania; Tamara Todevska (Тамара Тодевска) con “Proud” per la Macedonia del Nord; Michela Pace con “” per Malta; Anna Odobescu con “Stay” per la Moldavia; D-Moll con “Heaven” per il Montenegro; Duncan Laurence con “Arcade” per i Paesi Bassi; KEiiNO con “Spirit in the sky” per la Norvegia; Tulia con “Fire of love (Pali się)” per la Polonia; Conan Osíris con “Telemóveis” per il Portogallo; Ester Peony con “On a Sunday” per la Romania; Sergey Lazarev (Сергей Лазарев) con “Scream” per la Russia; Serhat con “Say na na na” per il San Marino; Nevena Božović / Невена Божовић con il brano “Kruna (Круна, Crown) per la Serbia; Zala Kralj & Gašper Šantl con “Sebi” per la Slovenia; Miki (Miki Núñez) con “La venda” per la Spagna; … con “” per la Svezia; Luca Hänni con “She got me” per la Svizzera; e Michael Rice con “Bigger than us” per il Regno Unito.  

Inoltre, in seguito al rifiuto di MARUV (Anna Korsun / Ганна Корсун) con “Siren Song” di rappresentare il proprio Paese all’evento, a causa di alcune controversie riguardanti il contratto con l’UA:PBC, in cui si impegnava a non esibirsi in Russia per poter rappresentare il Paese all’Eurovision Song Contest, le impediva inoltre di improvvisare durante le sue performance e di comunicare con i giornalisti senza il permesso dell’emittente, pena una multa di 2 milioni di grivnie, inoltre la televisione non le avrebbe garantito alcun supporto economico, non coprendo nemmeno le spese connesse al viaggio per Tel Aviv, e dopo che anche la UA:PBC avrebbe scelto un altro artista tra i finalisti del Vidbir, rivolgendosi quindi alle Freedom Jazz (seconde classificate) e poi ai Kazka (terzi), si sono rifiutati di sostituirla, il Paese decide di ritirarsi dalla manifestazione il 27 febbraio 2019.

Con la canzone della Macedonia del Nord, appena rivelata, sono 35 i paesi che hanno presentato le loro proposte per l’Eurovision Song Contest 2019. Tutti i brani devono farlo entro domenica 10 Marzo, che è la data limite per la presentazione delle Canzoni.

La Macedonia del Nord è stata rappresentata nella scorsa edizione tenutasi a Lisbona da Eye Cue (Ај Кју) con la canzone “Lost and Found” (Изгубени и пронајдени), scelti tramite una selezione interna. La canzone è stata sscritta da Bojan Trajkovski, è stata scelta fra le 382 proposte all’ente. Il gruppo si è esibito nella prima semifinale della manifestazione, mancando la qualificazione alla finale, classificandosi diciottesimi con 24 punti.

Il paese ha debuttato all’Eurovision Song Contest nel  1998, come nazione indipendente, dopo la separazione della Jugoslavia avvenuta nel 1992, e da allora è stato presente a diciotto edizioni (8 finali), tranne che nel 1996 (anche se aveva provato a debuttare nel 1996 quando il Paese fu una delle sette nazioni escluse dalla partecipazione venendo scartata durante la preselezione) e nel 1997, 1999 e nel 2003 (edizioni a cui non ha partecipato). 

Nonostante nel 2008 e nel 2009, l’ERI di Macedonia ha raggiunto il 10° posto non si è qualificata alle respettive Finale perchè per ogni semifinale acquisiscono il diritto di partecipare alle Finale i primi nove classificati in base ai punteggi del televoto più un paese selezionato da una giuria esterna, che ha scelto la Svezia (2008) e la Finlandia (2009) come finalisti.

Fino ad ora non ha avuto molta fortuna visto che la posizione migliore ottenuta è un dodicesimo posto nel 2006 grazie al brano “Ninanajna” (Нинанајна) di Elena Risteska (Елена Ристеска). Dal 2004 al 2009, l’ERI di  Macedonia è riuscita a rientrare sempre nei primi 10 posti della semifinale, superandola fino al 2007.  Con l’introduzione delle Semi-Finali dal 2004 al 2009, l’ERI di Macedonia è riuscita a rientrare sempre nei primi 10 posti della Semi-Finale, superandola fino al 2007. Con l’introduzione delle tre serate, ha raggiunto la finale solamente nel 2012. Il 30 ottobre 2017, il paese è stato costretto al ritiro forzato dalla manifestazione. L’EBU-UER, infatti, ha escluso MKRTV dai propri servizi a causa dei problemi finanziari della rete che lo rappresenta.  Ma alla fine, il 17 novembre 2017, è stata confermata la partecipazione macedone alla manifestazione, portando così i Paesi in gara a 43.

Nessun macedone ha rappresentato la Jugoslavia all’Eurovision Song Contest.