ESC 2019 – Italia: Ecco lo spot dell’edizione 2019 dell’Eurovision Song Contest… On the road to Tel Aviv – Aggiornato

Spot-RAI-2019.jpg

Partito, ormai da qualche giorno sulle reti RAI, il promo dell’edizione 2019 dell’Eurovision Song Contest. Protagonisti Mahmood, Federico Russo e Flavio Insinna, che tornerà a commentare il concorso, dopo averlo già fatto nel 2016 e 2017.

Nello spot vediamo Flavio Insinna e Federico Russo in auto pronti a partire per Tel Aviv. Con loro Mahmood, che rappresenterà l’Italia nella Finale di sabato 18 maggio, che andrà in onda alle 20.35 su Rai1. Le Semifinali, andranno in onda martedì 14 e giovedì 18 maggio su Rai4 col commento di Ema Stockholma e Gino Castaldo.

Così, la Rai ha pubblicato sulla pagina Facebook italiana ufficiale dell’Eurovision Song Contest a meno di un mese dall’evento, un promo, in cui, tra i protagonisti, vi è anche Mahmood, interprete del brano vincitore di Sanremo 2019, che gareggerà in rappresentanza dell’Italia.

Insieme a lui, su un’automobile, anche Flavio Insinna e Federico Russo, le voci che racconteranno la finale della competizione. Quest’ultimi sono in viaggio per Tel Aviv – dove, quest’anno, avrà luogo l’evento – mentre cantano “Soldi”, per l’appunto. Improvvisamente compare, dietro di loro, il cantautore (che stava riposando) che interviene dicendo: “Ragazzi, scusate mi dovete far dormire! Sennò va che ci arriviamo male a Tel Aviv.” A quel punto i conduttori alzano le mani e chiedono scusa al ragazzo, che torna a sonnecchiare.

Sempre su Rai4, inoltre, dal 6 al 10 e dal 13 al 15 maggio, alle ore 20.25, sono previste alcune pillole dedicate all’Eurovision Song Contest. Radio ufficiale dell’evento Radio2.

Lo spot, che potete vedere qui di seguito, continuerà ad essere trasmesso sia su Rai 1 che Rai 2 e Rai 3 fino al giorno della finale, con una variante che verrà messa in programmazione in un secondo momento.

58381530_10158418941523502_2631984430327005184_n.jpg

Anche Rai 4 promuoverà l’evento e lo farà non soltanto con gli spot con Federico Russo e Ema Stokholma, dedicati alle due semifinali del 14 e 16 maggio, ma anche con delle speciali “pillole” di Eurovision Story, che andranno in onda dal prossimo 6 maggio.

Le pillole di Eurovision Story andranno in onda nell’access prime time di Rai 4, intorno alle 20:25 e avranno una durata media di 7 minuti. Ogni puntata sarà condotta da Ema Stokholma e avrà un diverso tema portante e uno o più ospiti, tra cui Mahmood.

Questa la programmazione delle varie pillole (salvo eventuali cambi di programmazione dell’ultimo minuto):

  • Prima puntata (6 maggio) con Carolina Di Domenico e Pierluigi Ferrantini sul bel cantato.
  • Seconda puntata (7 maggio) con Matteo Bordone e Melissa Greta Marchetto sui dissidenti.
  • Terza puntata (8 maggio) con Annie Mazzola sulla moda.
  • Quarta puntata (9 maggio) con Sebastiano Pucciarelli di TvTalk sull’aspetto talent della manifestazione.
  • Quinta puntata (10 maggio) con Paola Jacobbi (di Glamour) sulla storia.
  • Sesta puntata (13 maggio) con Filippo Ferrari (di Rolling Stone) sui freak.
  • Settima puntata (14 maggio) con Federico Russo sull’Italia all’Eurovision.
  • Ottava e ultima puntata (15 maggio) con Andrea Delogu e Mahmood sulla preparazione all’evento.

Come ormai da diversi anni, anche per questa edizione dell’Eurovision Song Contest, Rai 1 ci regalerà una anteprima dedicata all’evento che andrà in onda subito dopo il Telegiornale delle 20 e fino a pochi secondi dalla diretta tv delle 21.

La novità di quest’anno è che sullo stesso stile sarà la speciale anteprima che invece verrà mandata in onda su Rai 4 intorno alle 20:30 il prossimo 16 maggio, poco prima della diretta della seconda semifinale dell’Eurovision.

Dunque quest’anno la promozione tv dell’evento prevede circa un mese di spot sui tre principali canali Rai, a cui seguono quelli previsti su Rai 4, le due anteprime di circa mezz’ora di durata (su Rai 1 sabato 18 maggio e su Rai 4 giovedi 16 maggio) e otto appuntamenti di circa 7 minuti con le pillole di Eurovision Story su Rai 4.

Sarà possibile seguire il festival anche su RaiPlay, RaiPlay Radio e sui social Rai. Eurovision 2019 #ESC2019 #ESCita

Secondo le quote degli scommettitori “Soldi” si giocherebbe il terzo gradino del podio con Luca Hänni, il rappresentante elvetico. Pare, infatti, molto distante la prima posizione per ora occupata dall’olandese Duncan Laurence. Ma da qui al 18 maggio tutto può ancora cambiare.

Dobbiamo ricordare che “Soldi” di Mahmood vive nella nuova versione realizzata appositamente per l’Eurovision Song Contest che vedrà il cantante in gara a Tel Aviv. L’ESC chiede canzoni che non superino i 3 minuti e “Soldi” di Mahmood è stata quindi limata.

Con la pubblicazione su iTunes della compilation dell’Eurovision Song Contest 2019 contenente le 41 canzoni in gara, è stata svelata anche la nuova versione di “Soldi” di Mahmood che ascolteremo direttamente in finale. Il brano è la traccia numero 25 della raccolta. L’Italia, infatti, non deve superare gli scogli delle semifinali e porta il suo rappresentate direttamente nell’ultima fase del contest.

Da vincitore del Festival di Sanremo 2019, Mahmood ha conquistato il diritto di rappresentare l’Italia all’Eurovision Song Contest che quest’anno si terrà a Tel Aviv, in Israele. Il cantante ha dovuto però ritoccare la sua canzone per non sforare i 3 minuti imposti dal regolamento.

Già certificata doppio disco di platino, “Soldi” è stata lievemente limata. Rispetto alla versione originale, l’introduzione del brano è stata parzialmente tagliata e dalle strofe è stata eliminata la parte “Sai già come va, come va, come va”, che invece resta sul finale. La canzone non ha perso tuttavia la sua potenza, soprattutto nella fase del ritornello che a Sanremo ha conquistato al punto da trionfare tra i Campioni.

L’assenza della frase “Sai già come va, come va, come va” per il pubblico italiano abituato all’altra versione si farà sicuramente notare ma chissà cosa ne penserà il pubblico internazionale, quello effettivamente chiamato a votare l’esibizione di Mahmood a Tel Aviv.

Mahmood presenterà la nuova versione di “Soldi” sul palco del Centro Congressi Expo di Tel Aviv, il prossimo 18 maggio, ma l’ha già cantata lo scorso 14 aprile a Londra, in occasione del London Eurovision Party 2019, e il giorno dopo il suo album d’esordio “Gioventù bruciata” è stato certificato Disco d’Oro. Il singolo in gara all’Eurovision Song Contest invece è già doppio Disco di Platino.

Guest star d’eccezione per l’edizione 2019 dell’Eurovision è Madonna. La regina del pop si esibirà a Tel Aviv e la sua presenza è oramai confermata. Servirà certamente a dare lustro alla kermesse facendo in modo da aumentarne gli ascolti. 

La popstar e il suo entourage di 160 persone costeranno circa 1 milione dollari, spesa che verrà coperta dal milionario israelo-canadese Sylvan Adams, e pare che si esibirà in due canzoni, un suo vecchio successo e una nuova proposta.

Le polemiche per l’incredibile costo della performance di Madonna non sono le sole che ruotano attorno all’Eurovision.

Alcune personalità britanniche, dal musicista Peter Gabriel al regista Ken Loach, hanno chiesto a BBC di boicottare la gara in segno di rispetto dei diritti violati dei palestinesi. La richiesta dei firmatari britannici segue un appello al boicottaggio lanciato da Pinkwatching Israel, una petizione firmata da oltre 60 associazioni LGBT di quasi 20 Paesi, che accusa sostanzialmente lo Stato di Israele di fare un “uso vergognoso” della manifestazione che ha un forte seguito tra le comunità LGBT per “distrarre l’attenzione dai crimini di guerra ai danni dei palestinesi”.

L’Eurovision Song Contest 2019 è la sessantaquattresima edizione del concorso canoro europeo. Le semifinali e le finali si svolgono all’International Convention Center di Tel Aviv dal 14 al 18 maggio. Lo slogan è “Dare to dream” (Osa sognare).

L’edizione 2019 dell’ESC sarà condotta dalla top Model Bar Refaeli, dall’attore e conduttore tv Erez Tal, mentre la Green Room sarà condotta dal conduttore di HaKokhav Haba Assi Azar e dalla youtuber e conduttrice Lucy Ayoub.

Le due semifinali si svolgeranno rispettivamente martedì 14 e giovedì 16 maggio. La prima semifinale metterà di fronte: Slovenia, Bielorussia, Repubblica Ceca, Montenegro, Cipro, Serbia, Finlandia, Polonia, Ungheria, Estonia, Portogallo, San Marino, Islanda, Georgia, Australia, Belgio, Ucraina e Grecia. La seconda semifinale metterà di fronte: Svizzera, Svezia, Irlanda, Austria, Moldavia, Lettonia, Romania, Danimarca, Armenia, Albania, Azerbaijan, Macedonia, Norvegia, Russia, Olanda, Croazia, Lituania e Malta. In Italia come abbiamo detto saranno trasmesse da Rai 4. Si qualificheranno 10 paesi per serata che avranno diritto a partecipare alla finale.

Accedono di diritto senza passare per le semifinali i seguenti paesi: Francia, Israele, Spagna, Germania, Italia e Regno Unito.

In particolare ad esibirsi nella prima serata di semifinali saranno 17 paesi, nella seconda invece si contenderanno l’accesso alla finale 18 nazioni.

Nella prima serata ci sono 17 paesi perché l’Ucraina ha ritirato ufficialmente la propria partecipazione per problemi contrattuali tra l’emittente pubblica e la cantante selezionata tramite il Vidbir 2019, processo di selezione nazionale per l’Eurovision Song Contest. Vince Maruv con “Siren Song”, ma lei si è rifiutata di partecipare dopo le polemiche di carattere politico sul fatto che lei abbia delle date del proprio tour in Russia e molto altro.

A seguito del ritiro di Tayanna, Maruv viene selezionata per il Vidbir 2019. Nella serata finale, ha vinto il televoto nella finale, ed è stata posizionata seconda dalla giuria, accumulando abbastanza punti da risultare la vincitrice dell’intera selezione e quindi diventando di diritto la rappresentante ucraina all’Eurovision Song Contest 2019 a Tel Aviv. Tuttavia, dopo che è stato rilevato che si esibirà in due concerti in Russia nei mesi successivi, dopo l’intervento militare russo del 2014 in Crimea, le relazioni tra Russia e Ucraina sono deteriorate, il Vice Primo Ministro e Ministro della Cultura Vyacheslav Kyrylenko ha affermato che gli artisti che hanno girato in Russia o “che non riconoscono l’integrità territoriale dell’Ucraina” non dovrebbero rappresentare il paese ad una manifestazione internazionale come l’Eurovision. Il 24 febbraio 2019, il canale televisivo UA:PBC, ha offerto all’artista un contratto con una clausola che le permette di partecipare alla manifestazione a patto di annullare tutti i concerti in Russia. In seguito al rifiuto della cantante di firmare il contratto, l’emittente selezionerà internamente un altro rappresentante, ma non tra i primi classificati della finale del Vidbir, che si sono a loro volta rifiutati di sostituire Maruv. Successivamente al rifiuto delle Freedom Jazz e dei Kazka, rispettivamente secondi e terzi della selezione, di rappresentare la nazione, viene comunicato che l’Ucraina non parteciperà più all’Eurovision Song Contest 2019.

I Paesi non partecipanti  all’edizione 2019 sono i seguenti: Andorra, Bosnia ed Erzegovina, Bulgaria, Liechtenstein, Lussemburgo, Monac, Slovacchia, Turchia e l’Ucraina.

Ricordiamo che nell’edizione del 2018 i due commentatori per l’Italia erano Federico Russo e Serena Rossi. Quest’anno torna Insinna che era stato già presente nell’edizione del 2017. Lo scorso anno l’Italia era rappresentato da Ermal Meta e Fabrizio Moro che si erano classificati al quinto posto. A vincere l’Eurovision Song Contest 2018 era stato Israele che quest’anno, come da regolamento, organizza la kermesse canora.

Ermal Meta e Fabrizio Moro avevano avuto nelle ultime votazioni una grande rimonta. Vedremo Mahmood come si classificherà.

https://www.instagram.com/p/BwozmechCxy/?utm_source=ig_web_copy_link

Intanto su Instagram Mahmood ha pubblicato un video in cui compare insieme a Dardust, Sfera Ebbasta, Charlie Charles e Fabri Fibra. Tutto sembra preannunciare che si tratti proprio di un nuovo singolo in arrivo. Anche la didascalia “Domani a mezzanotte” non lascia alcun dubbio . Infatti il 26 aprile 2019 uscirà “Calipso” che è già disponibile in pre-save su tutte le piattaforme straming. Come anticipato dal teaser su Instagram, il singolo è realizzato in collaborazione con un team d’eccezione composto da Fabri Fibra, Sfera Ebbasta, Charlie Charles e Dardust. Dalle premesse sembra già che sarà una hit che rimarrà in cima alle classifiche per molto molto tempo. Nel frattempo il video di “Soldi” ha superato 71 milioni di visualizzazioni su YouTube.