ESC 2020: Amsterdam si ritira dalla gara per ospitare il concorso


Femke-Halsema.jpg

Non sarà Amsterdam ad ospitare la 65ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2020 – Rotterdam tra le favorite -, che si terrà nei Paesi Bassi, per la quinta volta dopo le edizioni del 1958, 1970, 1976 e 1980), in seguito alla vittoria di Duncan Laurence nell’edizione precedente, tenutasi a Tel Aviv con il brano “Arcade”. Come avviene dal 2008, il concorso sarà articolato in due Semifinali e una Finale. 

Secondo i media locali, Femke Halsema (sindaco di Amsterdam) ha annunciato che la capitale dei Paesi Bassi non presenterà un’offerta per organizzare l’Eurovision Song Contest del 2020, augurando buona fortuna alle città rimaste in gara.

Inizialmente Amsterdam contava di ospitare l’evento allo Ziggo Dome, ma l’arena ha già l’agenda impegnata per il periodo in questione e non è stato possibile trasferire o annullare tutti gli eventi già stabiliti al fine di ospitare l’Eurovision Song Contest. La sede dell’Eurovision Song Contest, infatti, deve essere disponibile per almeno 8 settimane.

Il sindaco di Amsterdam, la signora Femke Halsema, ha scritto al consiglio comunale di Amsterdam: “Il motivo principale del ritiro di Amsterdam sembra essere un messaggio da Ziggo Dome che afferma che la sede non sarà disponibile nel periodo pertinente dell’anno prossimo a causa di prenotazioni che non possono essere annullate. Anche il centro RAI di Amsterdam e la Johan Cruyff Arena non sono disponibili e la AFAS Live Music Room non sarebbe abbastanza grande per ospitare l’evento. Amsterdam augura a Rotterdam, Utrecht, Den Bosch, Arnhem e Maastricht ogni successo nella preparazione della loro candidatura.”

Il Comune di Amsterdam aveva anche cercato di creare un luogo alternativo per ospitare l’Eurovision Song Contest, che prevedeva di ospitare la competizione in una location all’aperto allestendo delle tende nella zona del Festival Lowlands. A tal riguardo, la signora Halsema ha dichiarato: “Dopo aver elaborato questo concetto, l’intero progetto sembra essere troppo complesso e con troppe incertezze per offrire infine un’alternativa a pieno titolo alla Ziggo Dome.”

Amsterdam è la quarta città a ritirarsi dalla gara per ospitare l’Eurovision Song Contest 2020. Anche Breda, Leeuwarden e L’Aia, infatti, hanno anche deciso di non presentare la propria offerta in quanto sarebbe per loro difficile soddisfare tutte le condizioni richieste per ospitare l’evento.

Delle nove città inizialmente candidate, al momento cinque restano in gara, Den Bosch (‘s-Hertogenbosch), Arnhem,  Maastricht/Limburg, Utrech e solo Rotterdam  con la Ahoy Arena rimane tra le favorite, dopo che la provincia della Zuid-Holland (Olanda Meridionale) ha annunciato che avrebbe messo a disposizione 1 milione di euro come contributo all’organizzazione dell’Eurovision in questa città, oltre alla collaborazione del vicino comune de L’Aia(sede del parlamento olandese). Il consiglio comunale ha già dichiarato che è pronto ad investire diversi milioni e la città si è già dimostrata capace di ospitare importanti eventi internazionali, come gli MTV Awards del 2016, proprio presso la Ahoy Arena.

Le città hanno tempo fino al 10 luglio 2019 per presentare la propria offerta. La città ospitante l’Eurovision Song Contest 2020 sarà annunciata ad agosto.

EBU-UER e NPO, AVROTROS e NOS non hanno ancora determinato le date per l’Eurovision Song Contest 2020.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...