ESC 2020 – Australia: Montaigne con “Don’t Break Me” per l’Australia a Rotterdam 2020

Montaigne-Eurovision-Australia-Decides-winner

Sarà Montaigne con “Don’t Break Me” a rappresentare l’Australia alla 65ª edizione dell’Eurovision Song Contest che si terrà presso l’Ahoy Rotterdam di Rotterdam, nei Paesi Bassi, il 12, 14 e 16 maggio prossimi, in seguito alla vittoria di Duncan Laurence nell’edizione precedente tenutasi a Tel Aviv con il brano “Arcade”.

Montaigne, in arte di Jessica Alyssa Cerro, ha ottenuto la vittoria nella selezione nazionale televisiva “Australia: Decides” andata in onda questa mattina (la serata australiana) dal Convention and Exhibition Center di Gold Coast con la conduzione di Myf Warhurst e Joel Creasy. Montaigne ha vinto il voto della giuria, mentre Casey Donovan è arrivata prima nel televoto; con la combinazione dei punteggi, Montaigne è risultata la vincitrice finale.

Montaigne con “Don’t break me” è il 14º concorrente in gara all’edizione 2020 dell’Eurovision Song Contest, dopo gli Hooverphonic per il Belgio, Blas Cantó con “Universo” per la Spagna, VICTORIA per la Bulgaria, Sandro Nicolas per il Cipro, Vincent Bueno per l’Austria con “Alive”, Tornike Kipiani – თორნიკე ყიფიანი con “Take Me As I Am” per la Georgia, Jeangu Macrooy per i Paes Bassi, Tom Leeb per la Francia , Arilena Ara con “Shaj” (Swear), Vasil Garvanliev (Васил Гарванлиев) per la Macedonia del Nord, Jeangu Macrooy per i Paesi Bassi, Benny Cristo con “Kemama”, Stefania (Στεφανία Λυμπερακάκη) con “SUPERG!RL” per la Grecia e Eden Alene (עדן אלנה) per l’Israele.

Ventiquattro anni, originaria di Sydney, ha vinto la finale nazionale australiana “Eurovision Australia Decides 2020”, trasmessa dalla SBS e condotta, come lo scorso anno, da Joel Creasey e da Myf Warhurst. L’erede di Kate Miller-Heidke, che tra l’altro era nella Giuria dello show, ha presentato la sua canzone vestita come un clown, una sorta di Pierrot, con una parrucca blu, attorniata da ballerini; una canzone modern-pop, con un ritmo incisivo, le cui parole raccontano la fine di un rapporto affettivo.

Montaigne ha vinto con il massimo dei voti dei giurati e con il secondo posto del televoto. Il suo è un nome già conosciuto Down Under. Ha pubblicato un singolo e un EP nel 2014, mentre il suo album di debutto, intitolato “Glorious Heights”, pubblicato nell’agosto del 2016, ha raggiunto la quarta posizione nelle classifiche, ottenendo il disco d’oro. L’album include il singolo “Because I love you”, anche questo certificato “oro”. Per questo album la cantante ha vinto l’ARIA Award for Breakthrough Artist – Release (premio per il migliore artista esordiente) a novembre del 2016. Sempre nel 2016, La cantante ha collaborato con il gruppo hip hop Hilltop Hoods per il singolo “1955”, arrivato al numero due della classifica australiana e che ha raggiunto la certificazione 6xplatino per oltre 400.000 copie vendute nella sola Australia. Ad agosto del 2019 esce il suo secondo album “Complex”, che arriva in TOP 20 a livello locale e che include i singoli “Ready” e “Love Might Be Found (Volcano)”.

La vincitrice è stata determinata dal voto del pubblico (al 50%) e di una giuria interna composta da (al 50%) che aveva già emesso il suo giudizio al termine del “Jury show” tenutosi ieri. Al secondo posto Casey Donovan con “Proud” mentre terza è Vanessa Amorosi con “Lessons Of Love”.

Se Montaigne ha conquistato il primo posto della Giuria, il Televoto aveva premiato la seconda classificata della Finale nazionale: Casey Donovan con la canzone “Proud”. La Donovan vinse a soli 16 anni la seconda stagione di Australian Idol nel 2004. Tra Montaigne e la Donovan solo sette punti di differenza sul risultato totale. Al terzo posto si è piazzata Vanessa Amorosi con la canzone “Lessons of love”. La Amorosi ha raggiunto il successo internazionale alla fine degli anni ’90 con il suo album di debutto intitolato “The power” (#1 in Australia) che conteneva il singolo “Absolutely everybody” (#6 in Australia; Top 10 hit in Gran Bretagna, Germania, Austria, Belgio, Svizzera e Nuova Zelanda). La stessa aveva partecipato sia alla Cerimonia d’Apertura che alla Cerimonia di Chiusura dei Giochi Olimpici di Sydney nel 2000.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ecco di seguito i 10 artisti in gara che si sono sfidati per vincere il diritto di rappresentare l’Australia alla 65ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2020 a Rotterdam, nei Paesi Bassi (punteggio giuria + punteggio televoto):

1. iOTA – “Life” (Jesse Watt), 32 punti (19 + 13) – 9º
2. Jordan-Ravi – “Pushing Stars” (Mattias Lindblom, Tania Doko, George Sheppard, Martin Eriksson), 23 punti (11 + 12) – 10º
3 Jaguar Jonze – “Rabbit Hole” (Aidan Hogg, Deena Lynch), 46 punti (18 + 28) – 6º
4 Jack Vidgen – “I Am King I Am Queen” (Jack Vidgen, Andrew Lowden), 34 punti (19 + 15) – 8º
5. Vanessa Amorosi – “Lessons of Love” (Vanessa Amorosi, Aleena Gibson, Trevor Muzzy), 82 punti (42 + 40) – 3º
6. Diana Rouvas – “Can We Make Heaven” (Diana Rouvas, Louis Schoorl), 42 punti (24 + 18) – 7º
7. Mitch Tambo – “Together” (Roberto De Sa, Isabella Kearney-Nurse, Andy Hopkins), 57 punti (24 + 33) – 5º
8. Casey Donovan – “Proud” (Justine Eltakchi), 100 punti (40 + 60) – 2º
9. Montaigne – “Don’t Break Me” (Jessica Cerro, Anthony Egizii, David Musumeci), 107 punti (54 + 53) – 1º
10. Didirri – “Raw Stuff” (Didirri Peters, Oscar Dawson), 63 punti (39 + 24) – 4º

https://www.facebook.com/8419133006/posts/10158045987393007/

Montaigne era la favorita dei bookmakers fin dall’annuncio completo dei partecipanti: 6 dischi di platino vinti come “featured artist” oltre ad un ARIA Award. Il suo è un brano pop contemporaneo incentrato sulla frustrazione di un amore non più pienamente corrisposto e si candida per un piazzamento di rilievo per l’Australia a Rotterdam.

Sul palco l’artista è stata accompagnata da 5 ballerine realizzando una performance che ha coinvolto il pubblico in sala e convinto sia la giuria, che l’ha classificata al primo posto, che il pubblico a casa pur arrivando seconda al televoto dietro Casey Donovan.

Durante la serata australiana si sono esibiti la rappresentante del paese allo scorso Eurovision, Kate Miller-Heidke con la sua “Zero Gravity” classificatasi 9° a Tel Aviv, e Mans Zelmerlow (tra i membri della giuria interna), vincitore dell’ESC nel 2015 con “Heroes”, anno del debutto australiano nella competizione.

L’artista svedese ha portato sul palco, oltre a “Heroes”, il suo nuovo singolo “Walk With Me” accompagnato da un’altra vecchia conoscenza eurovisiva quale Dami Im, che nel 2016 sfiorò la vittoria a Stoccolma, classificandosi 2° con “Sound Of Silence”: si tratta, tutt’ora, del miglior risultato mai ottenuto dall’Australia nella competizione europea.

Dami Im ha anche presentato “Marching On” oltre ad annunciare che sarà in gara per rappresentare l’Australia nel 2021 cercando il suo secondo biglietto per l’Eurovision Song Contest.

Tra gli ospiti della serata va segnalata anche la presenza di Jon Ola Sand, l’Executive Supervisor dell’Eurovision Song Contest che quest’anno giunge al termine del suo mandato, cominciato nel 2011. Intervenuta, con un breve video-messaggio, la vincitrice dell’ESC 2014 Conchita Wurst, che ha augurato buona fortuna ai concorrenti e annunciato una sua esibizione in Australia a fine febbraio.

Montaigne si esibirà per l’Australia nella prima metà della Prima Semi-Finale, dove l’Italia ha diritto di voto con Germania e Paesi Bassi, martedì 12 maggio 2020.

<div class="fb-post" data-href="https://www.facebook.com/SBSEurovision/posts/3379507212065336" data-width="500" data-show-text="true"><blockquote cite="https://developers.facebook.com/SBSEurovision/posts/3379507212065336" class="fb-xfbml-parse-ignore"><p>Australia has decided! We have a WINNER! Montaigne will fly the flag for Australia at Eurovision 2020. See you in Rotterdam! #Eurovision #AusDecides</p>Publicado por <a href="https://www.facebook.com/SBSEurovision/">SBS Eurovision</a> en&nbsp;<a href="https://developers.facebook.com/SBSEurovision/posts/3379507212065336">Sábado, 8 de febrero de 2020</a></blockquote></div>

Ricordiamo che l’Australia ha partecipato per la prima volta all’Eurovision Song Contest nell’edizione del 2015 dell’Eurovision Song Contest che si è svolta a Vienna,  come finalista di diritto insieme alle BIG 5 e all’Austria che era il paese ospitante. Inizialmente era una partecipazione straordinaria, dovuta al fatto che in tale paese il concorso, trasmesso fin dal 1983, è un evento che gode di un ottimo seguito, nonché per celebrare il 60º anniversario della kermesse. Nel caso avesse vinto, la maninestazione si sarebbe tenuto in una città europea scelta dalla SBS (membro associato dell’EBU-UER) e sarebbe stata invitata anche nell’edizione 2019. Inoltre,  nonostante per il momento non vi sia alcuna conferma ufficiale, Jon Ola Sand vorrebbe rendere permanente la partecipazione all’ESC del paese oceanico.

L’anno prima, l’EBU-UER e la DR hanno scelto di dedicare l’interval act della Seconda Semi-Finale proprio al paese oceanico, con un’esibizione di Jessica Mauboy, colei che successivamente rappresenterà il suo Paese all’Eurovision Song Contest 2018.

Per l’edizione 2015, SBS ha optato per una scelta interna dov’è stato scelto Guy Sebastian con il brano “Tonight again”, che nella finale ha ottenuto 196 punti posizionandosi così al 5º posto.

Per l’edizione 2016, ma questa volta partendo dalla semifinale dell’ESC, SBS ha optato anche per una scelta interna dov’è stata scelta Dami Im con il brano “Sound of Silence”, prima cantante di origini sudcoreane che ha calcato il palco dell’ESC, classificandosi al secondo posto. Si tratta del primo podio per il paese oceanico  e ottenendo il maggior numero di punti dalle giurie. 

Per l’edizione 2017, dopo il successo dell’anno precedente, l’Australia continua a partecipare nel 2017 scegliendo il vincitore di X Factor Isaiah Firebrace con il brano “Don’t Come Easy”, classificandosi al nono posto.

Per l’edizione 2018, la scelta è ricaduta su Jessica Mauboy (selezionata internamente, già presente all’ESC 2014 come parte dell’Interval Act della seconda semifinale con il brano Sea of Flags) con il brano “#We Got Love”, scritto da Mauboy stessa con Anthony Egizii e David Musumeci e pubblicato il 9 marzo 2018 su etichetta discografica Sony Music Australia. L’artista si è esibita nella Seconda Semi-Finale del 10 maggio 2018, competendo con altri 17 artisti per uno dei dieci posti nella finale e ottenendo la qualificazione alla finale del 12 maggio, classificandosi quarta con 212 punti. Durante la serata finale, tenutasi il 12 maggio 2018, Jessica si è classificato al ventesimo posto con 99 punti.