ESC 2020 – San Marino: Alessandro Capicchioni chiede di riconsiderare la cancellazione dell’Eurovision Song Contest 2020


5e74e9f058cb5292990117

Dopo l’intervento di Carlo Romeo, Direttore Generale di San Marino RTV, che aveva affermato che sarebbe stato più logico un rinvio dell’Eurovision Song Contest 2020, anche Alessandro Capicchioni, Capo della delegazione di San Marino è intervenuto nel dibattito sulla cancellazione dell’Eurovision Song Contest 2020 a causa della pandemia di COVID-19 che ha coinvolto diverse regioni del mondo tra cui, più duramente, la Cina e l’Europa.

Nel corso di un’intervista all’emittente pubblica sammarinese Rtv il Capo delegazione sammarinese Alessandro Capicchioni ha spiegato che l’ente pubblico di San Marino sta chiedendo all’EBU-UER di considerare il rinvio della 65ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2020, che si sarebbe svolta presso l’Ahoy Rotterdam di Rotterdam, nei Paesi Bassi, in seguito alla vittoria di Duncan Laurence nell’edizione precedente, il 12, 14 e 16 maggio 2020: “La notizia della cancellazione dell’Eurovision 2020 è stata una doccia fredda. Certo, il momento è delicato e i grandi eventi vanno ponderati con delicatezza e sensibilità. Di fatto però ci sono ignote le motivazioni che hanno portato l’EBU-UER a scegliere per una cancellazione tout-court piuttosto che un rinvio al prossimo autunno. Ci siamo fatti promotori di un appello nel quale chiediamo all’European Broadcasting Union di ripensare ad una possibile edizione autunnale, una maniera per ricominciare non solo i palinsesti, ma anche il ritorno alla normalità. A noi si sono uniti diversi broadcaster. Il posticipo sarebbe stata la soluzione ideale per molti di noi, proviamo a pensarci su, abbiamo scritto agli organizzatori. Ed abbiamo allegato una serie di idee alternative. Crediamo nel motto di Rotterdam 2020, #openup, non vogliamo che sia uno #shutdown.”

In un’intervista all’Agenzia Dire, il Dg di San Marino Rtv Carlo Romeo aveva ribadito che sarebbe stato preferibile non annullare l’edizione di Eurovision, ma rimandarla “a fine settembre, per averla come apertura dei palinsesti di tutte le tv europee”. Due le ragioni: la prima – sottolinea Romeo – riguarda il “tanto lavoro svolto dai concorrenti e da chi già dal luglio scorso sta lavorando a Eurovision 2020”; la seconda riguarda il messaggio da trasmettere; “Nessuno sa se a settembre o a maggio del prossimo anno ci saranno le garanzie per tenere la manifestazione – dice Romeo – ma si può pensare a un’edizione particolare e poi, comunque, l’annullamento dà un’idea di tristezza”. Posizione ripresa anche da alcuni siti internazionali dedicati all’Eurovision. “Anche le televisioni e lo spettacolo hanno una responsabilità – conclude – e devono dare un segnale di sopravvivenza e di ritorno alla vita”.

All’Eurovision Song Contest 2020, San Marino sarebbe stato rappresentato da Senhit, che sarebbe tornata in gara con il brano “Freaky!”, pubblicato il 9 marzo 2020 su etichetta discografica Artist First e scelto come brano eurovisivo della cantante attraverso una votazione online contro un’altra sua canzone, “Obsessed”, terminata e appurata il successivo 9 marzo.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...