ESC 2020 – Austria: ÖRF trasmetterà lo show „Mr. Song Contest proudly presents – Der ‚kleine‘ Song Contest“ per omaggiare i brani dell’ESC 2020 – Aggiornato


ORF-der-Kleine-Song-Contest-Eurovision-Andi-Knoll-ESC-2020

L’emittente pubblica austriaca ÖRF ha annunciato quest’oggi la propria programmazione per la prossima settimana, in seguito alla cancellazione della 65ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2020 a causa della pandemia di COVID-19 del 2019-2020, comunemente indicata come coronavirus, che ha coinvolto diverse regioni del mondo tra cui, più duramente, la Cina, l’Europa e gli Stati Uniti, che si sarebbe svolta presso l’Ahoy Rotterdam di Rotterdam, nei Paesi Bassi, in seguito alla vittoria di Duncan Laurence nell’edizione precedente, il 12, 14 e 16 maggio 2020.

Un totale di tre spettacoli intitolati  „Mr. Song Contest proudly presents – Der ‚kleine‘ Song Contest“ (Mr. Song Contest proudly presents – The Little Song Contest) verranno trasmessi su ÖRF 1 nelle seguenti date: Martedì 14 Aprile 2020 (14 paesi), Giovedì 16 Aprile 2020 (14 paesi) e Sabato 18 Aprile 2020 (13 paesi). Tutti gli spettacoli inizieranno alle 20:15 CEST e saranno ospitati da Andi Knoll.

L’idea dello show è quella di commemorare i partecipanti dell’Eurovision Song Contest 2020, edizione della manifestazione cancellata a causa della pandemia di COVID-19 che ha coinvolto diverse regioni del mondo tra cui, più duramente, la Cina, l’Europa e gli Stati Uniti, oltre a dare all’Eurovison Song Contest 2020 un vincitore.

Lo show offrirà ai 41 paesi che avrebbero dovuto esibirsi a Rotterdam la possibilità di essere votati dal pubblico austriaco e da una giuria composta da 10 rappresentati dell’Austria all’Eurovision Song Contest. 

La trasmissione dello show sarà interattiva e si potrà seguire e commentare con l’hashtag #ESCORF, l’emittente pubblica austriaca mostrerà i tweet selezionati durante la trasmissione stessa!

Inoltre sarà anche in streaming live e on demand sul sito ufficiale ORF-TVthek di ÖRF. Ci saranno anche video sul sito web momenti iconici provenienti dalle edizioni passate dell’Eurovision Song Contest e delle precedenti partecipazione austriache alla manifestazione.

Andi Knoll pensa che sia un peccato che le canzoni dell’Eurovision Song Contest 2020 siano dimenticate: “Dopo che l’EBU-UER ha stabilito che il prossimo anno gli artisti annunciati per il 2020 potranno esibirsi nel 2021, ma solo con nuove canzoni, sarebbe un peccato se le canzoni di quest’anno fossero finite tutte nel cestino della storia della musica. Quindi un pò di più e un pò di meno, ed eccoci con un altro motivo per cui l’ESC non deve essere cancellato. È un mix unico di versioni live e video. Sarà molto vario e finalmente potrai votare per l’Austria! ”

Ogni canzone sarà introdotta da una cartolina creata appositamente, in cui verranno presentati gli artisti, i singoli paesi e i loro momenti importati all’Eurovision Song Contest.

Martedì 14 aprile 2020 e Giovedì 16 aprile 2020 verranno mostrati 14 paesi, mentre Sabato 18 aprile 2020 verranno mostrati i restanti 13 paesi. Alla conclusione di ogni spettacolo verrà annunciato un vincitore secondo della giuria e il pubblico tramite il televoto deciderà quale dei tre favoriti della giuria sarà infine il vincitore assoluto.

Ecco i 10 giurati dello „Mr. Song Contest proudly presents – Der ‚kleine‘ Song Contest“:

  • Waterloo (che ha rappresentato l’Austria all’Eurovision Song Contest 1976 insieme a Robinson con il brano “My Little World” e classificandosi al 5º posto finale)
  • Simone (che ha rappresentato l’Austria all’Eurovision Song Contest 1990 con il brano “Keine Mauern Mehr” (No Walls Anymore), e classificandosi al 10º posto finale)
  • Petra Frey (a rappresentato l’Austria all’Eurovision Song Contest 1994 con il brano “Für Den Frieden Der Welt” (For the peace of the world), classificandosi al 17º posto in Finale)
  • Manuel Ortega (ha rappresentato l’Austria all’Eurovision Song Contest 2002 con il brano “Say a Word”, classicandosi al 18º posto in Finale)
  • Alf Poier (ha rappresentato l’Austria all’Eurovision Song Contest 2003 con il brano “Weil Der Mensch Zählt” (Man is The Measure Of All Things), classificandosi al 6º posto in Finale)
  • Eric Papilaya (ha rappresentato l’Austria all’Eurovision Song Contest 2007 con il brano “Get a Life – Get Alive”, non riuscendo però a qualificarsi per la serata finale)
  • Nadine Beiler (ha rappresentato l’Austria all’Eurovision Song Contest 2011 con la canzone “The Secret Is Love”, piazzandosi in finale 18º con 64 punti)
  • Conchita Wurst (ha rappresentato l’Austria vincendo l’Eurovision Song Contest 2014 a Copenaghen, in Danimarca, con il brano “Rise Like a Phoenix”)
  • ZOË (ha rappresentato l’Austria all’Eurovision Song Contest 2016 con la canzone “Loin d’ici” (Weit weg von hier, Far From Here), classicandosi al 13º posto in Finale)
  • Cesár Sampson (ha rappresentato l’Austria all’Eurovision Song Contest 2018 con il brano “Nobody but You”, classificandosi terzo con 342 punti)

Aggiornamento – Ecco di seguito risultati delle tre puntate:

„Mr. Song Contest proudly presents – Der ‚kleine‘ Song Contest“ – 1ª puntata

  1. Daði Freyr “Think About Things” (Iceland) (75 points)
  2. Jeangu Macrooy “Grow” (The Netherlands) (71 points)
  3. VICTORIA “Tears Getting Sober” (Bulgaria) (71 points) 
  4. James Newman “My Last Breath” (United Kingdom)  (66 points)
  5. Hooverphonic “Release Me” (Belgium) (63 points)
  6. Alicja “Empires” (Poland) (61 points) 
  7. Roxen “Alcohol You” (Romania) (61 points)
  8. Eden Alene “Feker Libi” (Israel) (60 points)
  9. Blas Cantó “Universo” (Spain) (55 points)
  10. Sandro “Running” (Cyprus) (50 points)
  11. Tornike Kipiani “Take Me As I Am” (Georgia) (49 points)
  12. Athena Manoukian “Chains On You” (Armenia) (42 points)
  13. Senhit “Freaky!” (San Marino) (35 points)
  14. VAL “Da Vidna” (Belarus) (17 points)

„Mr. Song Contest proudly presents – Der ‚kleine‘ Song Contest“ – 2ª puntata

  1. Destiny “All Of My Love” (Malta) (97 points)
  2. The Mamas “Move” (Sweden) (86 points)
  3. Tom Leeb “The Best In Me” (France) (69 points)
  4. Little Big “Uno” (Russia) (67 points)
  5. Gjon’s Tears “Répondez-moi” (Switzerland) (64 points)
  6. The Roop “On Fire” (Lithuania) (57 points)
  7. Aksel “Looking Back” (Finland) (56 points)
  8. Lesley Roy “Story Of My Life” (Ireland) (55 points)
  9. Efendi “Cleopatra” (Azerbaijan) (50 points)
  10. Ana Soklić “Voda” (Slovenia) (50 points)
  11. Damir Kedžo “Divlji Vjetre” (Croatia) (45 points)
  12. Samanta Tīna “Still Breathing” (Latvia)  (36 points)
  13. Elisa “Medo de Sentir” (Portugal) (30 points)
  14. Natalia Gordienko “Prison” (Moldova) (28 points)

„Mr. Song Contest proudly presents – Der ‚kleine‘ Song Contest“ – 3ª puntata

  1. Vincent Bueno “Alive” (Austria) (76 points)
  2. Ben & Tan “YES” (Denmark) (73 points)
  3. Ben Dolic “Violent Thing” (Germany) (66 points)
  4. Arilena Ara “Fall From The Sky” (Albania) (62 points)
  5. Ulrikke “Attention” (Norway) (62 points)
  6. Diodato “Fai Rumore” (Italy) (59 points)
  7. Stefania “SUPERG!RL” (Greece) (51 points)
  8. Benny Cristo “Kemama” (Czech Republic) (51 points)
  9. Uku Suviste “What Love Is” (Estonia) (48 points)
  10. Go_A “Solovey” (Ukraine) (45 points)
  11. Vasil “You” (North Macedonia) (42 points)
  12. Montaigne “Don’t Break Me” (Australia) (35 points)
  13. Hurricane “Hasta La Vista” (Serbia) (35 points)

„Mr. Song Contest proudly presents – Der ‚kleine‘ Song Contest“ – Finale. Dopo aver annunciato il Paes vincitore del Terzo episodio, il pubblico austriaco è stato invitato a votare il proprio preferito tra i 3 finalisti scelti dalla giuria. Ecco di seguito la classifica finale del Televoto:

  1. Daði Freyr “Think About Things” (Iceland) 48%
  2. Vincent Bueno “Alive” (Austria) 33%
  3. Destiny “All Of My Love” (Malta) 19%

In seguito a questa cancellazione senza precedenti, l’EBU-UER ha voluto sostituire l’evento con una serata speciale legata alla manifestazione, dal titolo ‘Eurovision: Europe Shine a Light’ (Eurovision: Europa splendi una luce) organizzato dall’EBU-UER e prodotto dalle emittenti olandesi NPO, NOS e AVROTROS per commemorare i partecipanti dell’Eurovision Song Contest 2020, edizione della manifestazione cancellata, che verrà trasmessa dallo Studio 21 in Hilversum (città che ha ospitato l’Eurovision Song Contest 1958) il 16 maggio 2020, giorno in cui era prevista la finale.

Lo show sarà condotto dai presentatori dell’evento sarebbero stati coloro che avrebbero dovuto presentare l’Eurovision Song Contest 2020: Chantal Janzen, attrice e presentatrice televisiva olandese, Jan Smit, cantante ricordato in patria, soprattutto, come commentatore per i Paesi Bassi all’Eurovision, ed Edsilia Rombley cantante olandese, famosa per aver rappresentato la nazione nell’edizione del 1998 e del 2007. 

Allo show sono invitati a partecipare tutti i 41 artisti selezionati per l’ESC 2020, dove si esibiranno con il brano “Love shine a light”, brano musicale del gruppo Katrina and the Waves, canzone vincitrice dell’Eurovision Song Contest 1997, che segna quella che ad oggi è l’ultima vittoria nella manifestazione. Tra un’esibizione e l’altra, inoltre, verranno proiettati su uno schermo dei video montaggi dove vengono presentati i brani degli artisti che avrebbero portato all’ESC 2020.

Il programma non andrà in diretta in tutta Europa, perciò ciascun paese che parteciperà alla trasmissione avrà la possibilità di scegliere una data conveniente per gli orari di trasmissione. 

Il programma sarà trasmesso al momento in Austria, Belgio, Bulgaria, Danimarca Paesi Bassi, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Portogallo, Repubblica Ceca, Spagna, Svezia, Svizzera Ucraina, fino in Australia, in quanto partecipante alla manifestazione dall’edizione 2015.

A questi si aggiungono Serbia e San Marino che hanno mostrato interesse, ma non hanno ancora annunciato ufficialmente la trasmissione.

‘Eurovision: Europe Shine a Light’ (Eurovision: Europa splendi una luce) sarà l’ultima manifestazione EBU-UER ad avere Jon Ola Sand come supervisore esecutivo, visto che da Junior Eurovision Song Contest 2020 entrerà in carica Martin Österdahl. Ad oggi non è chiaro se l’evento andrà in onda anche in Italia. A spiegarlo a Sorrisi è stato Claudio Fasulo, vicedirettore di Rai1, intrattenimento ed eventi, a dichiarare a TV Sorrisi e Canzoni : “La Rai sta valutando se e come partecipare alla versione dell’Eurovision adattata alle esigenze del momento”. L’Italia e Diodato hanno confermato la loro partecipazione all’evento. La scelta di data e ora di trasmissione dell’alternativa all’Eurovision Song Contest 2020, infatti, spetta ad ogni Nazione che aderirà.

92467615_3117520611594357_6135528135736688640_o

Inoltre molte le emittenti pubbliche che si stanno organizzando autonomamente per offrire anche dei programmi nazionali a carattere eurovisivo alternativi alla cancellazione dell’Eurovision Song Contest 2020 a causa della pandemia di COVID-19 che ha coinvolto diverse regioni del mondo tra cui, più duramente, la Cina, l’Europa e gli Stati Uniti, dopo l’Austria.

• Regno Unito – BBC ha annunciato il programma ‘Eurovision: Come Together’, per il 16 maggio 2020, giorno in cui era prevista la Finale dell’Eurovision Song Contest 2020, edizione della manifestazione cancellata. Lo spettacolo prodotto da BBC Studios per BBC One sarà presentato da Graham Norton, il solito commentatore del Regno Unito per l’Eurovision Song Contest 2020, mostrerà delle clasiche esibizioni dell’Eurovision Song Contest, darà uno sguardo a quello che sarebbe stato nel 2020 e anche delle interviste divertenti, tra cui con quello che sarebbe dovuto essere il rappesentante del Regno Unito di quest’anno, James Newman.

• Germania – NDR, la branca nordista di ARD, che sovrintende alla partecipazione tedesca, aveva già annunciato che era allo studio qualcosa ed ora sembra aver deciso:  trasmetterà durante la settimana eurovisiva ESC-Songcheck, uno show già previsto in palinsesto (ma in date precedenti). Ci sarà un panel di giurati a votare la canzone favorita: fra loro, Peter Urban, il commentatore tedesco, Jane Comerford, leader dei Texas Lightning, in gara nel 2006 e Thomas Gottschalk, commentatore dell’edizione 1989. Sarà previsto anche un voto online, la prima serata dovrebbe essere l’11 maggio 2020 ma le date non sono ancora state confermate.

Paesi Bassi – NPO Il Paese ospitante del 2020 sta progettando un lungo palinsesto di programmazioni alternative a tema Eurovision, che comincerà il 9 maggio 2020 alle 14.03 su NPO1 con la riproposizione dell’Eurovision Song Contest 1975 (‘Eurovisie Songfestival 1975’), che si tenne a Stoccolma e che segnò la vittoria degli olandesi Teach-In col brano “Ding a Dong”. Per il 12 maggio 2020 alle 21.30 su NPO1, giorno della Prima Semi-Finale, è previsto invece il documentario a tema eurovisivo ‘Op weg naar de winst’ mentre per il giorno della Finale andranno in onda due show: alle 19.00 ‘M Songfestival’ (un talk show) e alle 20.28 ‘Beste zangers – songfestival’ (la replica di uno speciale con i partecipanti dello scorso anno).

• Norvegia – NRK, l’emittente pubblica norvegese proporrà ‘Adresse Europa’, una serie di momenti memorabili dell’Eurovision Song Contest di tutti i tempi, con una giuria che eleggerà il momento più significativo fra quelli proposti. Lo show andrà in onda dal 18 aprile 2020 alle 21.20 per quattro settimane condotto da Marte Stokstad e con una giuria di esperti composta da  Ingeborg Heldal, tidligere MGP-general Per Sundnes, Bendik (Silje Halstensen) og Jan Thomas.

• Finlandia – YLE ha presentato online in anteprima il 6 aprile  (mentre sarà presentato in anteprima televisiva su YLE il 13 aprile) un documentario ‘Eurovision Diaries – Viisupäiväkirjat’ disponibile online su Yle Areena con la voce fuori campo dei due conduttori della selezione nazionale finlandese di quest’anno, Mikko Silvennoinen e Krista Siegfrids, che ripercorre, attraverso le riprese dei video dei smartphone dei fan di tutto il mondo raccolte tra Gennaio ed Ottobre 2019, tutto il percorso che ha portato al paese ad un inaspettato flop. Il documentario ha una colonna sonora appositamente scrita per levento dal titolo “Love is my favourite song“, scritto ed interpretato da Sonja Lumme feat. Eurovision Fans, che ha rappresentato la Finlandia all’Eurovision Song Contest nel 1985, classificandose al 9º posto con il brano “Eläköön elämä” (Long Live Life). Inoltre, Yle trasmetterà il 14 maggio 2020 il programma Viisukevät 2020: Top 10 dalle 19:00-20:30 su Yle TV2 e su Areena e la Finale dell’Eurovision Song Contest 2014 (Eurovision laulukilpailu: Kööpenhamina 2014) su 20:30 Yle TV2 e Areena, il 15 maggio 2020 il programma Viisukevät 2020: Viisutoiveet alle 19:00-20:30 su Yle TV2 e Areena e la Finale dell’Eurovision Song Contest 2006 (Eurovision laulukilpailu: Ateena 2006) e il 16 maggio 2020 il programma Viisukevät 2020: Etkot alle 18:30-18:45 su Yle TV2 e Areena e la Finale dell’Eurovision Song Contest 2007 (Eurovision laulukilpailu: Helsinki 2007). 

• Svezia – SVT ha deciso organizzare un spettacolo con le 41 canzoni di questanno. Sabato 9 maggio 2020  alle 21:00 CET su SVT Play e su SVT1 verrà trasmesso uno speciale ”Inför ESC” dove David Sundin (comico svedese che ha condotto il Melodifestivalen 2020) e Christer Björkman (direttore artistico del Melodifestivalen) presenteranno le 41 canzoni e permetteranno al publico svedese di votare le loro 25 canzoni preferite. La votazione avverrà attraverso la Mello-app, usata durante il Melodifestivalen, e durerà fino al 14 maggio 2020. Giovedì 14 maggio 2020 dallo studio SVT di Stoccolma alle 21:00 CET su SVT Play e su SVT1 verrà trasmessa una finale con appunto i 25 brani più votati dal pubblico svedese. Ospite dal vivo anche The Mamas che canteranno la loro “Move” e ci sarà spazio per alcuni momenti iconici della manifestazione e dalle edizioni svedesi del 2013 e 2016.

Spagna – TVE ha organizzato un contest online ‘Eurovisión 2020 online’ per selezionare il proprio vincitore online dell’Eurovision Song Contest (Final (risultato), Seconda Semi-Finale (risultato), Prima Semi-Finale (risultato)). Inoltre ha progettato un lungo palinsesto di programmazioni alternative a tema Eurovision, nelle prossime settimane, gli utenti saranno in grado di seguire una maratona con la riproposizione tutti i giorni, di tutte l’edizioni dell’Eurovision Song Contest del 2009 fino al 2019. Ci sarà anche un programma speciale a tema eurovisivo dal titolo “Eurobalcón”, che sarà un concerto da casa in cui alcuni degli ultimi rappresentanti eurovisivi spagnoli si riuniranno per rallegrare il pubblico con la loro musica. Tony Aguilar sarà il conduttore di questo “festival virtuale” su RTVE Digital, della durata di circa 45 minuti. Inoltre, il sito web RTVE lancia un documentario intitolato “Mi vida en el Archivo”, in cui rivediamo la vita personale e professionale di Massiel attraverso il materiale audiovisivo archiviato dall’Archivio della televisione spagnola. L’artista, nota al grande pubblico per la sua vittoria all’Eurovision Song Contest 1968 con la canzone “La, la, la” scritta dal Dúo Dinámico, battendo, a sorpresa, il cantante inglese Cliff Richard. In principio la canzone doveva essere cantata da Joan Manuel Serrat che però si rifiutò di cantare la canzone in spagnolo anziché catalano, Massiel fu così scelta all’ultimo momento e, pur avendo poco tempo per preparare la sua interpretazione, vinse la manifestazione. È previsto anche invece il documentario a tema eurovisivo ‘Españavisión’, un programma di oltre 120 minuti con cui si ricorderà tutte le partecipazioni della Spagna al festival sin dal suo debutto nel 1961 con Estando contigo” di Conchita Bautista, i momenti mitici come quelli delle vincitrice Massiel (“La, la, la” nel 1968) e Salomé (“Vivo cantando”, nel 1969) e ascolteranno di nuovo canzoni che fanno parte della colonna sonora della musica spagnola: “Yo soy aquel” di Raphael (1966), “Gwendolyne” di Julio Ilesias (1970), “En un mundo nuevo” di Karina (1971), “Eres tú” di Mocadades (1973), “La fiesta terminó” di Paloma San Basilio (1985), “Badido” di Azúcar Moreno (1990), “Bailar pegados” di Sergio Dalma (1991), “Europe’s living a celebration” di Rosa López (2002), “Quédate conmigo” di Pastora Soler (2012) e “Universo” di Blas Cantó, nonostante non sia stato in grado di cantarla sul palco di Rotterdam. Gli Eurofan possono ora partecipare ai sondaggi settimanali di rtve.es/eurovisión per scegliere la “miglior canzone” in Spagna nel concorso. Gli argomenti più votati di ogni decennio andranno a un sondaggio finale in cui gli utenti saranno quelli che decideranno il vincitore. Vota qui!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...