JESC 2020: Serbia conferma la partecipazione allo Junior Eurovision Song Contest 2020 – Aggiornato

L’emittente pubblica serba RTS (PTC) ha confermato che la Serbia parteciperà alla 18ª edizione dello Junior Eurovision Song Contest, che si terrà per la seconda volta in Polonia nella città di Varsavia, presso uno studio televisivo, il prossimo 29 novembre 2020.

RTS non ha ancora confermato come verrà selezionato il partecipante serbo per Varsavia. Dal loro ritorno al concorso nel 2014, tutti i partecipanti serbi sono stati selezionati internamente tranne nel 2017. 

Aggiornamento. Il giorno dopo hanno aperto il periodo di presentazione delle candidature. Come al solito negli ultimi anni, si tiene una selezione aperta per le iscrizioni e una giuria professionista sceglierà l’artista e la canzone più adatti a rappresentare il paese in Polonia entro la fine dell’anno. La scadenza per consegnare le canzoni a RTS è fissata per il 1 settembre. Tutte le regole (in serbo) sono disponibili qui (14.07.2020 – Јавни конкурс за избор композиције за представника Србије на међународном такмичењу Junior Eurovision Song Contest 2020 „Дечја песма Евровизије 2020“  |  [application/msword] Саопштење УО ЈМУ РТС – 06.07.2020.  |  [application/msword] Обавештење о термину отварања пријава на конкурс за именовање генералног директора РТС-а  |  [application/msword] Јавни конкурс за именовање генералног директора ЈМУ РТС  |  [application/msword]).

La Serbia a seguito del referendum sull’indipendenza del Montenegro, partecipa alla manifestazione separatamente dal Montenegro. Ha partecipato 10 volte sin dal suo debutto nel 2006. La rete che ha curato le varie partecipazioni è la RTS. Ha effettuato solo un ritiro nel 2011, il capo della delegazione, Dragoljub Ilić, ha fatto sapere che il suo paese si prenderà la pausa di un anno dal JESC, anche per ragioni economiche. Torna nel 2014.

• Serbia allo Junior Eurovision Song Contest:

  • 2006: Neustrašivi učitelji stranih jezika (Неустрашиви учитељи страних језика) – “Učimo strane jezike” (Учимо стране језике, Learning foreign languages), 5° – 81 punti
  • 2007: Nevena Božović (Невена Божовић) – “Piši mi” (Пиши ми, Write to me), 3° – 120 punti
  • 2008: Maja Mazić (Маја Мазић) – “Uvek kad u nebo pogledam” (Увек кад у небо погледам, Whenever I look at the sky), 12° – 37 punti
  • 2009: Ništa lično (Ништа лично) – “Onaj pravi” (Онај прави, The right one), 10° – 34 punti
  • 2010: Sonja Škorić (Соња Шкорић) – “Čarobna noć” (Чаробна ноћ, Magical night), 3° – 113 punti
  • 2014: Emilija Đonin (Емилија Ђонин) – “Svet u mojim očima” (Свет у мојим очима, World in my eyes), 10° – 61 punti
  • 2015: Lena Stamenković (Лена Стаменковић) – “Lenina pesma” (Ленина песма, Lena’s song), 7° – 79 punti
  • 2016: Dunja Jeličić (Дуња Јеличић) – “U La La La” (У ла-ла-ла, U La La La (Let us sing together)), 17° – 14 punti
  • 2017: Irina Brodić i Jane Paunović / Ирине Бродић и Јане Пауновић – “Ceo svet je naš” (Цео свет је наш, The whole world is ours), 3° – 174 punti
  • 2018: Bojana Radovanović (Бојана Радовановић) – “Svet” (Свет, World), 19° – 30 punti
  • 2019: Darija Vračević (Дарија Врачевић) – “Podigni glas” (Подигни глас, Raise Your Voice), 10° – 109 punti

Lo Junior Eurovision Song Contest 2020 sarà la diciottesima edizione del concorso canoro per bambini e ragazzi dai 9 ai 14 anni. L’evento si svolgerà a Varsavia in Polonia, che diventa così la prima nazione ad ospitare l’evento per due occasioni consecutive. La manifestazione sarà ospitata dall’emittente pubblica polacca TVP, dopo che Viki Gabor ha conquistato la seconda vittoria polacca consecutiva con la canzone ″Superhero″. Lo spettacolo quest’edizione, si svolgerà in uno studio televisivo nella capitale polacca. L’EBU-UER, ha spiegato che la scelta di non svolgere l’evento in un’arena è dovuto all’impatto causato dalla pandemia di COVID-19, che ha coinvolto diverse regioni del mondo tra cui, più duramente, la Cina, l’Europa e gli Stati Uniti, e che infatti ha anche causato la cancellazione dell’Eurovision Song Contest 2020, e quindi per questo motivo è stato deciso di svolgere l’evento in una sede più ristretta e non in una grande arena come si è visto negli anni precedenti, per la salvaguardia dei giovani artisti.

I due potenziali studi televisivi in corsa per ospitare l’evento, entrambi con una capienza di circa 1.500 m² sono: Studio ATM e Studio Transcolor. Entrambi gli studi sono stati utilizzati da TVP per la produzione su larga scala di talent show e spettacoli musicali. 

Durante la trasimissione Eurovision: Europe Shine a Light, è stato reso noto lo slogan ed il logo di questa edizione. Lo slogan di questa edizione è #MoveTheWorld!. Il logo di questa edizione è una grande sfera rappresentante il globo terrestre, composto da tanti fili di luci. Maciej Łopiński, portavoce di TVP, ha spiegato che l’ideazione del logo è stata sviluppata per rappresentare i valori dell’unità, della gentilezza e della cooperazione durante la pandemia globale.

Ad oggi i seguenti Paesi hanno confermato la loro partecipazione: Francia, Georgia, Germania, Irlanda, Italia, Kazakistan, Paesi Bassi, Polonia (paese organizzatore), Russia, Serbia, Spagna ed Ucraina.