Sanremo 2021: Svelati i nomi della giuria della Finale della 63esima edizione del Festival di Castrocaro 2020

A condurre, per la seconda volta, la finale della 63esima edizione del Festival di Castrocaro 2020, Stefano De Martino.

L’appuntamento è fissato per giovedì 27 agosto in prima serata su Rai2 e, in contemporanea, su Rai Radio 2. A fare da cornice all’evento, il Padiglione delle Feste di Castrocaro Terme e Terra del Sole.

Come detto in precedenza, a condurre il Festival di Castrocaro 2020 è Stefano De Martino. Non è una novità quella del ballerino di Amici di Maria De Filippi alla guida del Festival di Castrocaro. Lo aveva infatti già condotto nella scorsa edizione. Stefano De Martino sul piccolo schermo, nelle vesti di conduttore, lo si vede ormai da diverso tempo. Ha condotto anche il Festival della Taranta, è stato l’inviato de L’isola dei famosi nel 2018 ed è il padrone di casa della trasmissione comica di Rai 2 Made in Sud.

Nel corso della serata del 27 agosto, il percorso degli 8 finalisti in gara sarà determinato da una giuria composta da 4 artisti della musica italiana composta dal cantautore Bugo, il cantautore, di recente tra i protagonisti del Battiti Live e reduce dalla partecipazione molto discussa all’ultima edizione del Festival di Sanremo insieme a Morgan. La loro “Sincero” è stata eliminata dalla gara, tuttavia ha avuto un successo incredibile; dalla cantautrice, musicista e scrittrice Letizia Cesarini (in arte Maria Antonietta) apparsa nel Festival di Sanremo 70 al fianco di Levante e Francesca Michielin con la cover “Si può dare di più”; da Riccardo Zanotti leader dei Pinguini Tattici Nucleari e dal produttore (uno tra i più apprezzati al momento) Taketo Gohara.

Insieme alla giuria degli artisti, saranno chiamati a esprimere il loro giudizio gli esperti di Radio 2 e il pubblico da casa che potrà ascoltare i brani dei finalisti (dal 15 al 31 luglio 2020) sulla piattaforma TimMusic nella playlist Castrocaro 2020.

Gli streaming potranno essere effettuati solo dagli utenti registrati alla piattaforma secondo le seguenti modalità: Gli utenti registrati che sono abbonati a TIMMUSIC, potranno effettuare lo streaming da mobile e da altri dispositivi (STB/WEB/ALEXA); Gli utenti registrati che non sono abbonati a TIMMUSIC, potranno effettuare lo streaming da mobile, scaricando la app Tim Music e entrando nella play list di Castrocaro. Per ogni utente saranno conteggiati un massimo di 20 ascolti per canzone.

Le selezioni (che si sono svolte solo online a causa dell’emergenza Coronavirus) sono state superate da 8 ragazzi che nella serata finale cercheranno di entrare nella storia del primo talent della musica italiana, un festival che negli anni ha visto nascere grandi star come Eros Ramazzotti, Zucchero, Nek, Fiorella Mannoia e Laura Pausini.

Chi riuscirà a seguire le orme di questi artisti amati anche all’estero?

Sul palco saliranno:

  • “Fire” – Federico Castello in arte Fellow, 20 anni di Asti;
  • “Cuore di mare” – Jacopo Ottonello in arte Jacopo, 21 anni di Savona;
  • “Mostri di origami” – Laura Fantauzzo, 18 anni di Avezzano (Aq);
  • “Mi basterebbe il tuo nome” – Le Radici, duo composto da Marco Costanzo e Mario Cianniello, 27 anni entrambi di Napoli;
  • “Dio è nessuno” – Nadia D’Aguanno, 19 anni di Cassino (Fr);
  • “Mioddio” – Niccolò Dainelli in arte Daino, 21 anni di Parabiago (Mi);
  • “Meglio star da soli” – Stefano Farinetti in arte Neno, 21 anni di Torino;
  • “Fiori da Hiroshima” – Watt, quartetto composto da Greta Elisa Ravelli Rampoldi, Matteo Ravelli Rampoldi, Luca Corbani e Luca Vitariello di Milano.

Tra loro troviamo volti conosciuti dal pubblico per essere già apparsi in altre competizioni canore. Dall’edizione 2019 di “Amici di Maria De Filippi” arrivano Jacopo Ottonello e Stefano “Neno” Farinetti, mentre Laura Fantauzzo ha partecipato a “Sanremo Young” sempre nel 2019. Invece il duo partenopeo de “Le Radici” ha provato ad entrare nella rosa dei “Giovani” di Sanremo 2020.

Gli otto finalisti hanno superato le semifinali che si sono tenute domenica 5 luglio a Palazzo Pretorio dopo le audizioni in programma nei due giorni precedenti che hanno visto la partecipazione di 42 promesse della musica. Tutte le iscrizioni dei partecipanti alle selezioni sono state gratuite. Tantissime le richieste arrivate tramite i siti del Festival di Castrocaro.

La serata si articolerà in due fasi. Nella prima fase gli otto cantanti in gara interpreteranno ognuno una cover e saranno giudicati e votati esclusivamente dalla giuria in studio. La giuria potrà richiedere, a propria discrezione, un’ulteriore breve performance anche in modalità unplugged. Al termine della prima fase verrà stilata una classifica parziale sulla base dei voti espressi dalla giuria. Nella seconda fase i concorrenti in gara eseguiranno la propria canzone originale. Le votazioni avverranno con sistema misto: giuria degli artisti in studio, giuria di esperti di Radio2 e giuria del pubblico, attraverso gli ascolti in streaming sulla piattaforma TimMusic (dal 15 luglio al 31 luglio gli otto brani originali dei cantanti in gara saranno pubblicati su TimMusic, in una playlist nominata Castrocaro 2020). La somma dei voti delle 2 fasi determinerà una nuova classifica. I primi 3 cantanti riproporranno il loro brano originale attraverso esecuzione dal vivo o video. La giuria voterà nuovamente e i risultati saranno sommati ai voti della classifica precedente. Il cantante con la somma di voti complessiva più elevata verrà proclamato vincitore del Festival di Castrocaro 2020.

Il vincitore di Castrocaro 2020 avrà l’occasione di partecipare di diritto alle audizioni dal vivo di Sanremo Giovani 2021 alla presenza del direttore artistico e conduttore del Festival di Sanremo 2021 Amadeus  e dalla Commissione artistica, per accedere alle fasi finali di Sanremo Giovani 2021. 

La 63esima edizione del Festival di Castrocaro è presentata da Arcobaleno Tre in collaborazione con il Comune di Castrocaro Terme e Terra del Sole.