JESC 2020: Gli esibizioni saranno pre-registrate

L’emittenti pubbliche NDR/ARD e RTVE riferiscono che le performance mostrate durante 18ª edizione dello Junior Eurovision Song Contest 2020  saranno pre-registrate.

L′emittente pubblica tedesca NDR/ARD e l’emittente pubblica spagnola RTVE, riferiscono che le esibizioni dei 13 giovani artisti di quest’anno allo Junior Eurovision Song Contest saranno tutte pre-registrate. Questa sarebbe la prima volta che le performance preregistrate verranno utilizzate al concorso da quando nel 1996, in vista del grande numero di paesi che desideravano partecipare, fu usato un sistema di qualificazione per partecipare all’Eurovision Song Contest 1996.

Come annunciato quest’oggi dell’EBU-UER, sarà un Festival molto particolare quello che andrà in scena il 29 Novembre ore 17 a Varsavia in Polonia, a causa della pandemia COVID-19, che ha costretto la cancellazione dell’Eurovision Song Contest 2020, l’EBU-UER ha deciso di modificare il formato dello Junior Eurovision Song Contest 2020 per evitarne la cancellazione. Quest’anno, e per la prima volta nella storia, i 13 giovani partecipanti si esibiranno dai loro paesi. 

Per tutelare la salute di tutti gli artisti e garantire che la competizione possa ancora svolgersi in modo equo e sicuro, tutti gli artisti si esibiranno live ciascuno in uno studio dalle sedi TV nei loro paesi d’origine, con l’EBU-UER che fornirà assistenza in modo che ciascuna tv possa avere a disposizione staging e situazioni tecniche similari.

Inoltre, per garantire la continuità e l’equità della competizione, i membri EBU-UER nei 13 paesi partecipanti hanno accettato di utilizzare una disposizione di palco e una configurazione tecnica simili per le prestazioni dei loro artisti.

Le specifiche riguardanti esattamente come funzioneranno le esibizioni pre-registrate non sono state ancora divulgate dall’EBU-UER. Negli anni precedenti ciascuna delegazione ha avuto un determinato periodo di tempo prima del concorso per provare la propria esibizione sul palco del concorso prima delle prove della giuria e dello spettacolo dal vivo.

Lo spettacolo sarà comunque presentato in diretta da uno studio televisivo a Varsavia, nel rispetto delle misure di distanziamento sociale con anche esibizioni dal vivo dalla Polonia durante l’Interval Act.

ARD riferisce inoltre che la votazione vedrà un ritorno alle chiamate di voto in tutta Europa viste l’ultima volta allo Junior Eurovision Song Contest nel 2013. Le chiamate in diretta saranno effettuate ai 13 paesi partecipanti dalla sede ospitante a Varsavia.

I 13 paesi che prendono parte allo Junior Eurovision Song Contest 2020 a Varsavia saranno: Armenia (ARMTV), Bielorussia (BTRC), Francia (FTV), Georgia (GPB), Germania (ARD/ZDF/Kika), Kazakistan (Agenzia Khabar), Malta (PBS), Paesi Bassi (AVROTROS), Russia (RTR), Serbia (RTS), Spagna (RTVE), Ucraina (UA: PBC) e Polonia (TVP).