JESC 2021: Alicja Tracz con “I will be standing” per la Polonia a Varsavia

Sarà la giovane Alicja “Ala” Tracz con il brano “I will be standing” a rappresentare la Polonia alla 18ª edizione dello Junior Eurovision Song Contest 2020 che si terrà per la seconda volta in Polonia a Varsavia, il prossimo 29 novembre 2020.

Alicja “Ala” Tracz ha vinto la selezione nazionale della Polonia, ‘Szansa na sukces. Eurowizja Junior 2020’ (A Chance for Success), con cui il Paese ha selezionato il concorrente polacco alla edizione 2020 dello Junior Eurovision Song Contest.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La cantante Ala Tracz ha 10 anni vive nella piccola città di Stojeszyn Pierwszy, nella provincia di Lublino, con i suoi genitori, la sorella e il gatto di nome Lili. Alicja ama ballare e viaggiare. Ha rappresentato la Polonia in concorsi internazionali e ha visitato Malta, Bulgaria e Italia. Alicja ama il pattinaggio in linea, l’arrampicata su corda e andare in bicicletta. Ha pubblicato il suo singolo di debutto lo scorso maggio, un duetto insieme a sua sorella. Alicja ha preso parte a Mali Giganci e a The Voice Kids in Polonia, dove ha raggiunto la finale sotto la cura di Dawida Kwiatkowskiego. Può vantare anche successi di festival a Malta, Italia e Bulgaria. Nel terzo episodio di qualificazione di Szansa na Sukces, ha eseguito la canzone “Colorful Wiatr” dal film Pocahontas, la cui versione polacca è stata originariamente registrata da Edyta Górniak (ESC 1994).

Lo show (Szansa na sukces. Eurowizja Junior 2020, odc. 4 – Finał) è stato condotto da Artur Orzech, mentre le 3 finaliste si sono esibiti nella Finalecon 2 canzoni – Lena ha cantato la canzone di Viki Gabor “Superhero”, Agata ha eseguito la sua versione di „Can’t Stop The Feeling” di Justin Timberlake e Alicja ha eseguito la versione polacca di “Let It Go” “Kraina Ice” di Katarzyna Łaska dal film Disney Frozen (Mam tej moc) e successivamente la canzone per lo Junior Eurovision Song Contest 2020, che la Polonia ospita quest’anno per la seconda volta. Una combinazione di voto tra una giuria di esperti composta da  Viki Gabor – rappresentante della Polonia allo Junior Eurovision Song Contest 2019 dove ha vinto con la canzone “Superhero“; CLEO (Joanna Klepko) – rappresentante della Polonia all’Eurovision Song Contest 2014 tenutosi a Copenaghen in coppia con Donatan, presentando il brano “My Słowianie” (We Slavs) / “My Słowianie – We Are Slavic” i Dawid Kwiatkowski – cantautore, ha avuto due album numero uno in Polonia dopo aver pubblicato sei album in studio dal 2013 (50%) e il televoto del pubblico tramite SMS (50%) hanno deciso chi delle 3 giovane artiste rappresenterà il Paese a Varsavia 2020. 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ecco di seguito le 3 finalisti che si sono esibiti stasera nella Finale dello ‘Szansa na sukces. Eurowizja Junior 2020’ (Risultati – SMS + Giuria):

  1. Lena Marzec – „Superhero” (Viki Gabor)
  2. Agata Serwin – „Can’t Stop The Feeling” (Justin Timberlake)
  3. Alicja “Ala” Tracz – „Mam tę moc” (Katarzyna Łaska)
  4. Lena Marzec: „You and me” (Andrzej Gromala ‘Gromee’ i Sara Chmiel-Gromala), 3 + 3 = 6
  5. Agata Serwin: „What I’m made off”(Andrzej Gromala ‘Gromee’ i Sara Chmiel-Gromala), 1 + 1 = 2
  6. Alicja “Ala” Tracz: „I’ll be standing” (Andrzej Gromala ‘Gromee’ i Sara Chmiel-Gromala), 5 + 5 = 10

La Polonia ha partecipato 6 volte sin dal suo debutto nel 2003. La rete che ha curato le varie partecipazioni è la TVP. Si ritira nel 2005 per problemi finanziari, ma tornerà 12 anni dopo nell’edizione 2016. Nel 2018 grazie a Roksana Węgiel ottiene la sua prima vittoria con il brano “Anyone I Want To Be”, e successivamente viene annunciato che il paese ospiterà l’evento nel 2019, nella Gliwice Arena. Il 24 novembre 2019 la Polonia vince per la seconda volta, con “Superhero” di Viki Gabor, diventando la prima nazione ad aggiudicarsi la manifestazione per due anni consecutivi, nonché la prima a vincere in casa.

• Polonia allo Junior Eurovision Song Contest:

  • 2003: Katarzyna ‘Kasia’ Żurawik – “Coś mnie nosi”, 16° – 3 punti
  • 2004: KWADro (Dominika Rydz, Weronika Bochat, Anna Klamczyńska e Kamila Piątkowska) – “Łap życie” (Don’t forget), 17° – 3 punti
  • 2016: Olivia Wieczorek – “Nie zapomnij”, 11° – 60 punti
  • 2017: Alicja Rega – “Mój dom”, 8° – 138 punti
  • 2018: Roksana Węgiel – “Anyone I Want To Be”, 1° – 215 punti
  • 2019: Viki Gabor – “Superhero”, 1° – 278 punti
  • 2020: Alicja “Ala” Tracz – “I will be standing”

La 18ª edizione dello Junior Eurovision Song Contest 2020 si terrà domenica 29 novembre 2020 alle 17:00 CET a Varsavia in Polonia – che diventa così il primo Paese ad ospitare l’evento per due occasioni consecutive -, con 13 delegazioni partecipanti (Armenia (ARMTV), Bielorussia (BTRC), Francia (FTV), Georgia (GPB), Kazakistan (Agenzia Khabar) con Karakat Bashanova / Қарақат Башанова e il brano «Forever», Malta (PBS), Paesi Bassi (AVROTROS) con UNITY e il brano «Best friends», Russia (RTR) con Sofia Feskova / София Феськова e il brano «Mой новый День» (Moy novvy den, My New Day), Serbia (RTS) con Petar Aničić / Петар Аничић e il brano «Heartbeat» (Откуцај, Otkucaj), Spagna (RTVE) con Soleá Fernández, Ucraina (UA: PBC) con Oleksandr Balabanov / Олександр Балабанов e il brano «Відкривай» (Vidkryvay, Open), Polonia (TVP) con Alicja “Ala” Tracz e il brano «I’ll be standing» e dopo anni di partecipazioni mancate, debutterà la Germania (ARD/ZDF/Kika)) – diventando anche l’ultimo Big Five dell’Eurovision Song Contest a prendere parte alla manifestazione – con Susan e il brano «Stronger with you» a distanza dai rispettivi paesi a causa della pandemia COVID-19.

L’Albania, l’Australia, il Galles, l’Irlanda, l’Italia, la Macedonia del Nord e il Portogallo hanno annunciato il proprio ritiro per complicazioni dovute alla pandemia di COVID-19.

L’evento si svolgerà a Varsavia in Polonia in uno dei due potenziali studi televisivi in corsa per ospitare l’evento, entrambi con una capienza di circa 1 500 m². Entrambi gli studi sono stati utilizzati da TVP per la produzione su larga scala di talent show e spettacoli musicali: ATM Studio e Transcolor Studio.

Lo slogan di questa edizione è ‘Move The World’. Il logo di questa edizione è una grande sfera rappresentante il globo terrestre, composto da tanti fili di luci. Maciej Łopiński, portavoce di TVP, ha spiegato che l’ideazione del logo è stata sviluppata per rappresentare i valori dell’unità, della gentilezza e della cooperazione dei paesi europei durante il periodo della pandemia globale.

I 13 giovani artisti in gara si esibiranno infatti live ciascuno in uno studio televisivo dalle sedi tv del proprio paese, con l’EBU-UER che fornirà assistenza in modo che ciascuna tv possa avere a disposizione staging e situazioni tecniche similari. La decisione è ovviamente dovuta alla contingente situazione, con una epidemia ancora fortemente in circolo e parecchie limitazioni agli spostamenti da e per la Polonia.