JESC 2020: Lo Junior Eurovision 2020 sarà trasmesso su TVP1, TVP ABC e TVP Polonia

L’emittente pubblica polacca TVP ha annunciato che la Finale della 18ª edizione dello Junior Eurovision Song Contest 2020 (Finał Konkursu Piosenki Eurowizji Junior 2020),  che si terrà per la seconda volta in Polonia nella città di Varsavia, il prossimo 29 novembre 2020, a seguito delle modifiche annunciate al format dello Junior Eurovision Song Contest 2020 dovute alla pandemia di COVID-19, sarà trasmessa su tre dei suoi canali.

Dopo la conferenza stampa di ieri, TVP ha annunciato che trasmetterà in simulcast lo Junior Eurovision Song Contest 2020 su tre dei suoi canali. La manifestazione sarà trasmessa su TVP1, TVP ABC e TVP Polonia il 29 novembre alle 17.00.

Il concorso è rimasto sulla TVP1 per il secondo anno consecutivo dopo essersi trasferito sul canale l’anno scorso per la prima volta dal 2004; TVP ABC, il canale per bambini dell’emittente pubblica polacca che trasmette in lingua polacca, è andato in onda la manifestazione dal 2018, mentre TVP Polonia, il canale televisivo polacco appartenente alla TVP dedicato ai cittadini polacchi residenti all’estero.

Questo slideshow richiede JavaScript.

I presentatori di questa edizione saranno Ida Nowakowska-Herndon, che ha recitato in pellicole come Bandit e Out of Reach. Inoltre è la conduttrice della versione polacca di The Voice Kids (insieme a Tomasz Kammel) e della versione polacca di Junior Bake Off ed è anche giudice dell’edizione polacca di Dance Dance Dance. Ritorna a coprire il ruolo di presentatrice della manifestazione, dopo aver condotto anche l’edizione precedente; Rafał Brzozowski è un cantante e presentatore polacco. Ha preso parte a molti programmi musicali su TVP, prima di raggiungere la fama nazionale nel 2011. Nel 2017, ha preso parte alla selezione nazionale polacca, per l’Eurovision Song Contest 2017 classificandosi secondo con Sky Over Europe; e Małgorzata Wiktoria Tomaszewska è una presentatrice televisiva polacca. Laureata in psicologia, ha iniziato la sua carriera nel settore televisivo come presentatrice sportiva. A partire dal 2019, è co-conduttrice del rotocalco Question for Breakfast ed è anche conduttrice di The Voice of Poland.

Ieri, Mercoledì 7 ottobre si è tenuta una conferenza stampa interamente dedicata a dare più dettagli della 18ª edizione dello Junior Eurovision Song Contest 2020. 

Durante la conferenza stampa si è esibita come ospite speciale Alicja Tracz, la rappresentante polacca allo Junior Eurovision 2020, che ha presentato la sua canzone in gara „I’ll be standing by”, composta da Sara Chmiel-Gromala i Andrzej Gromala „Gromee”. Alla Tracz ha 10 anni e proviene dalla cittadina di Stojeszyn Pierwszy nella provincia di Lublino. La ragazza si è esibita nella selezione nazionale di quest’anno „Szansa na Sukces. Eurowizja Junior”, anche con il brano „Mam tę moc”.

“La pandemia ci ha imposto delle nuove restrizioni, e ciò significa che organizzeremo il Festival online. Vorrei ringraziare l’EBU-UER e a tutti i paesi che si sono impegnati in questa cooperazione e decidono di prendere parte al concorso. TVP ha un ottimo gruppo di specialisti nella produzione e anche ottimi presentatori.”- ha affermato Jacek Kurski, presidente del consiglio di amministrazione TVP.

“L’EBU-UER è molto sorpresa dalla professionalità, flessibilità e creatività del team creato da TVP. Grazie a questa collaborazione, siamo riusciti a organizzare la competizione di quest’anno, nonostante le difficili condizioni in Europa. Non vediamo l’ora di vedere un altro fantastico spettacolo in Polonia” – ha valutato Martin Österdahl, supervisore esecutivo dello Junior Eurovision 2020.

La diciottesima edizione dello Junior Eurovision Song Contest 2020 per bambini e ragazzi dai 9 ai 14 anni si svolgerà a Varsavia in Polonia, all’interno dello Studio 5 presso la sede generale di TVP, il 29 novembre 2020. In questo studio, in passato sono state organizzate molte selezioni nazionali per l’Eurovision Song Contest.

È la seconda volta in assoluto che la Polonia organizza la manifestazione e diventa così la prima nazione a ospitare l’evento per due occasioni consecutive.

L’evento non si terrà in un’arena dovuta all’impatto causato dalla pandemia di COVID-19, che ha già causato la cancellazione della versione per adulti, e quindi per questo motivo è stato deciso di svolgere l’evento in una sede più ristretta per la salvaguardia dei giovani artisti.

In questa edizione, dopo anni di partecipazioni mancate, debutterà la Germania, diventando anche l’ultimo Big Five dell’Eurovision a prendere parte alla manifestazione mentre l’Albania, l’Australia, il Galles, l’Irlanda, l’Italia, la Macedonia del Nord e il Portogallo hanno annunciato il proprio ritiro per complicazioni dovute alla pandemia di COVID-19.

Lo slogan di questa edizione è “Move The World”. Il logo di questa edizione è una grande sfera rappresentante il globo terrestre, composto da tanti fili di luci. Maciej Łopiński, portavoce di TVP, ha spiegato che l’ideazione del logo è stata sviluppata per rappresentare i valori dell’unità, della gentilezza e della cooperazione dei paesi europei durante il periodo della pandemia globale.

Questa sarà la prima edizione del concorso che si terrà a distanza, con ogni artista che si esibisce da uno studio televisivo direttamente dal proprio paese di origine. Per mantenere una fluidità, concorrenza e sicurezza, i paesi partecipanti si sono impegnati a prendere parte alla manifestazione con condizioni eque, come l’utilizzo di uno scenario e risorse tecniche simili. Mentre l’apertura, gli Interval Act e la votazione finale saranno trasmessi in diretta da Varsavia.

Anche in questa edizione verrà utilizzato il televoto online per decretare il vincitore. Il televoto online viene diviso in due fasi:

  • la prima fase di votazione partirà il 27 novembre a partire dalle 20:00 fino 29 novembre, in cui il pubblico potrà votare dalle 3 alle 5 canzoni preferite, tra cui quella del proprio paese, dietro una visione obbligatoria di un recap generale di tutte le canzoni in gara e una visione facoltativa di un minuto di prove tecniche;
  • la seconda fase della votazione, sempre online, durerà 15 minuti e partirà dal momento in cui l’ultima canzone in gara sarà stata ascoltata, come in un classico televoto.

Queste due fasi incideranno per il 50% sulla classifica finale, sommata ai voti delle giurie nazionali.

Come anticipato precedentemente, a valutare le canzoni saranno le giurie dislocate in ogni nazione in gara, composte per metà da bambini e per metà da addetti ai lavori e, come la scorsa edizione, anche il pubblico da casa, potrà votare le proprie canzoni preferite (un minimo di tre canzoni, tutte diverse tra loro, compresa quella della propria nazione) sul portale della manifestazione. Un sistema di voto online, permetterà al pubblico di far nuovamente valere la propria voce, dopo la scorsa edizione, in cui il vincitore è stato deciso unicamente da giurie. Ora il peso dei giurati varrà al 50%, insieme all’altra metà che arriva direttamente dal voto online del pubblico europeo.

La cantante polacca Vicky Gabor, vincitrice della Polonia allo Junior Eurovision Song Contest 2019 svoltosi a Gliwice-Silesia, con la canzone “Superhero”, si esibirà durante la gara finale dello Junior Eurovision Song Contest 2020, che si terrà il 29 novembre a Varsavia trasmesso alle ore 17:00 su TVP1, TVP ABC e TVP Polonia.