ESC 2021 – Croazia: Damir Kedžo non parteciperà al DORA 2021.

Il cantante croato Damir Kedžo non prenderà parte alla selezione nazionale croata, „DORA 2021.“, per determinare il brano/interprete rappresentante della Croazia per la 65ª edizione dell’Eurovision Song Contest si terrà presso l’Ahoy Rotterdam di Rotterdam, nei Paesi Bassi, 18, 20 e 22 maggio 2021.

Il vincitore del DORA 2020. in un’intervista al quotidiano croato dnevnik.hr ha affermato: “L’unico motivo per cui ho preso parte a Dora 2020. è stato perchè ho ascoltato una canzone in cui credevo al 100% e credevo anche che potesse rappresentare la Croazia all’Eurovision Song Contest. È pazzesco aspettarsi qualcosa da me. Non pensavo di presentare o non ho una canzone in cui credo allo stesso modo. Attualmente mi sto concentrando su nuovi progetti musicali e una nuova canzone è in arrivo in inglese, intitolata “Remember”.”

Damir non è l’unico partecipante che ha deciso di non presentare una canzone alla selezione nazionale, come abbiamo pubblicato all’inizio di questa giornata il cantante finlandese Aksel Kankaanranta ha confermato che non ha presentato un brano per la prossima edizione dell’Uuden Musiikin Kilpailu, la competizione canora finlandese utilizzata come selezione eurovisiva nazionale.

Le iscrizioni per partecipare al DORA 2021. sono aperte fino al 10 dicembre e possono essere presentate attraverso il sito ufficiale qui.

Il cantante croato Damir Kedžo avrebbe dovuto rappresentare la Croazia all’Eurovision Song Contest 2020 con il brano “Divlji vjetre” (Wild Wind), pubblicato il 16 marzo 2020 su etichetta discografica Croatia Records. Il brano è scritto e composto da Ante Pecotić. Nel 2019 è stata confermata la partecipazione a DORA 2020. con il brano “Divlji vjetre” (Wild Wind). Il 29 febbraio 2020 ha vinto il festival dopo essere arrivato primo nel televoto e secondo nel voto della giuria, diventando così il rappresentante nazionale per l’Eurovision Song Contest 2020 a Rotterdam, nei Paesi Bassi. Tuttavia, il 18 marzo 2020 l’evento è stato cancellato a causa della pandemia di COVID-19.

Il paese è stato rappresentato nella scorsa edizione tenutasi a Tel Aviv, dal cantante croato Roko Blažević, conosciuto anche semplicemente come Roko. Blažević ha partecipato al DORA, la selezione nazionale croata per l’ESC, con il brano “The Dream”, scritto per lui dal rappresentante croato del 2017, Jacques Houdek. Nella finale del 16 febbraio è risultato il preferito sia dal voto della giuria che dal pubblico ed è stato dichiarato vincitore, ottenendo così il diritto di rappresentare la Croazia all’Eurovision Song Contest 2019 a Tel Aviv. Qui si è esibito nella seconda semifinale del 16 maggio, ma non si è qualificato per la finale, piazzandosi 14º su 18 partecipanti con 64 punti totalizzati, di cui 38 dal televoto e 26 dalle giurie.

La Croazia ha debuttato all’Eurovision Song Contest nel 1993, dopo la dissoluzione della Federazione Jugoslavae (24 partecipazioni, 18 Finali)Da allora ha partecipato ad ogni edizione. Nel 1993 la Croazia, assieme ad altre sei nazioni che desideravano partecipare all’Eurovision Song Contest per la prima volta, dovette partecipare ad una semifinale che si svolse a Lubiana: si classificò al secondo posto e poté così partecipare all’Eurovision Song Contest 1993 con il brano “Don’t ever cry” dei Put. La migliore posizione fino ad oggi raggiunta del paese è il 4° posto ottenuto nel 1996 con Majda Blagdan e il suo brano “Sveta ljubav” (Holy love) e nel 1999 con Doris Dragović e il brano “Marija Magdalena” (Mary Magdalene).

Non ha raggiunto la finale dal 2010 al 2013. Si ritira a partire dall’edizione 2014, tuttavia ritornerà, dopo due anni, nell’edizione 2016 riuscendo a qualificarsi alla finale dopo 7 anni.

Per tredici volte una canzone di lingua croata, tra cui una ritirata, fu la scelta della Jugoslavia per l’Eurovision Song Contest. Nel 1989 la canzone “Rock Me” cantata dal gruppo croato dei Riva vinse la manifestazione. L’anno successivo a Zagabria si svolse l’Eurovision Song Contest 1990.