Sanremo 2021: Oggi al Palafiori, la Cerimonia di premiazione degli 8 vincitori di Area Sanremo TIM 2020 – Aggiornato

Questo pomeriggio alle 16:00 presso il Palafiori di Sanremo è attesa la proclamazione degli otto vincitori di #areasanremotim2020 in diretta streaming sul sito www.area-sanremo.it o sulla pagina Facebook Area Sanremo TIM.

Dobbiamo ricordare che la Commissione Artistica di Valutazione composta dal presidente Vittorio De Scalzi, Gianmaurizio Foderaro, Rossana Casale, Erica Mou e G-Max, ha giudicato i concorrenti sulla base delle audizioni dal vivo già effettuate e della visione dei videoclip e si è riunita da remoto in videoconferenza, decretando i nomi degli otto vincitori di Area Sanremo TIM 2020, i migliori tra gli oltre 400 artisti iscritti all’edizione 2020 e del vincitore del Premio TIM come miglior videoclip. Due di loro, scelti dalla Commissione Rai, saranno tra le Nuove Proposte al Festival di Sanremo 2021.Scelti tra i 63 concorrenti (61 finalisti con i due vincitori rispettivamente del Premio Pigro e del Premio Lunezia), i vincitori sono:

  • Aurora Fadel – “Profumo di Lavanda”
  • Dellai – “Sono Luca”
  • Elena Faggi – “Che ne so”
  • Federica Marinari – “Dimenticato (MAI)”
  • Francesca Miola – “La costola di Adamo”
  • Guasto (Gianmarco Finizio) – “In che senso?”
  • Luca D’Arbenzio – “Cenere”
  • Mirall  (Greta Ciurlante) – “Padre Nostro”, Vincitore Premio TIM Miglior Videoclip

  • Aurora Fadel – “Profumo di Lavanda”. Aurora Fadel ha 17 anni ed è originaria di San Donà di Piave (Ve). Studia canto da oltre dieci anni e suona il pianoforte. Nel suo percorso ci sono numerosi concorsi tra cui Un esplosioni di voci, nel quale si è esibita accompagnata da un’orchestra di 34 elementi. Poco più di un mese fa ha vinto il Premio Nuovo IMAIE come miglior interprete al concorso Romeo loves Romeo di Angelo Valsiglio con il brano Pioggia, a breve sulle piattaforme digitali.
  • Dellai – “Sono Luca”. Dellai è un duo originario di Cattolica, nel riminese, composto da Luca e Matteo. A maggio hanno pubblicato il singolo d’esordio Non Passano Gli Aerei.
  • Elena Faggi – “Che ne so”. Elena Faggi, 17 anni, fin da piccola si è avvicinata alla musica prendono lezioni di canto, danza e recitazione. È originaria di Forlì, suona il violino e nel 2017 con il fratello Francesco, di 4 anni più grande, ha partecipato a Italia Got’s Talent. L’ultima pubblicazione è il singolo Solo un brutto sogno, arrangiato da Francesco in cui la ragazza racconta con gli occhi di una studentessa come ha vissuto questo periodo così anomalo.
  • Federica Marinari – “Dimenticato (MAI)”. Federica Marinari è un nome noto, grazie alle sue partecipazioni a praticamente tutti i talent italiani. È nata a Pisa e studia al Conservatorio di Livorno con il chiaro, ma difficile, obiettivo di eguagliare Laura Pausini, il suo idolo musicale (sul suo profilo Instagram sono diverse le cover presenti di brani della nostra artista più conosciuta al mondo). Nel 2014 si presenta alle Blind Audition di The Voice, entrando nella squadra di Piero Pelù. Due anni dopo, invece, viene scelta per X-Factor, ma viene esclusa ai BootCamp. Nel 2019 ha preso parte ad Amici di Maria De Filippi, fermandosi a un passo dal serale.
  • Francesca Miola – “La costola di Adamo”. Francesca Miola è un altro nome noto tra i vincitori di Area Sanremo. Lo scorso anno fu presa di mira dagli iscritti per una presunta violazione del regolamento dell’edizione precedente (i potesi risultata poi falsa). La giovane cantautrice nel 2018 è arrivata in finale a Sanremo Giovani, esibendosi nella seconda serata al Teatro del Casinò. Nasce a Venezia nel 1993, ma si trasferisce a Milano nel 2016 per studiare al CPM di Franco Mussida, partner da tre anni di Area Sanremo. Per Francesca, che nel 2015 si fece conoscere anche grazie ad Amici di Maria De Filippi, è la seconda vittoria ad Area Sanremo.Nel suo caso la sua etichetta di riferimento è Dischi dei Sognatori di Marco Rettani.
  • Guasto (Gianmarco Finizio) – “In che senso?”. Guasto è il nome d’arte di Gianmarco Finizio, artista originario di Portici (Na) che nel 2016 ha partecipato a The Voice of Italy cantando nelle Blind Audition Gianmarco Finizio canta Chissá se lo sai di Lucio Dalla. Tra gli artisti che maggiormente lo hanno ispirato c’è Pino Daniele. Con il brano Era Giovane E Aveva Gli Occhi Chiari, scritto insieme ad Antonio Brugnano con il quale ha condiviso il progetto Jan, è stato candidato al David di Donatello nella categoria Canzone Originale, inserita nella colonna sonora dell’omonimo film diretto dal regista Giovanni Mazzitelli.
  • Luca D’Arbenzio – “Cenere”. Artista noto a chi segue i talent. Nel 2015, infatti, ha partecipato ad Amici di Maria De Filippi. È nato ad Avellino 24 anni fa e durante il periodo nella scuola si è distinto per un look particolare caratterizzato da un orecchino e dai suoi occhiali. Nel 2019 ha pubblicato l’album Non Ho Tempo. La sua musica si caratterizza per influenze funk, soul e jazz. Recentemente si è spesso esibito con la band Solenoid, con la quale ha anche partecipato all’ultima edizione di Sanremo Rock. 
  • Mirall (Greta Ciurlante) – “Padre Nostro”. Mirall, nome d’arte di Greta Ciurlante, è nata nel 1990. Figlia d’arte, il padre, in arte Acciuga, era un componente e doppiatore del trio comico Gli Specchio, che ha avuto successo negli anni ’80 e ’90. Inizia a cantare fin da piccolissima e si esibisce nei locali della sua zona con un mix musicale di blues, soul, r’n’b. Nel 2011 grazie all’insegnante Michela Lombardi approfondisce il canto jazz e inizia a collaborare con grandi musicisti del genere. Collabora come corista nell’album del 2013 di Raffaella Carrà Replay, uscito nel 2013. Negli anni successivi lavora con i Q proj e i White Orcs, una big-band funk di 16 elementi. Hiccup in my head, uscito nel 2018, è il primo singolo del nuovo album composto da Greta con Vincenzo Genovese e Sara Meucci.

Anche quest’anno grazie a TIM, sponsor unico di Sanremo 2021, il concorso è stato totalmente gratuito per gli iscritti.

Dagli otto vincitori la Commissione Rai (composta dal direttore artistico Amadeus, Claudio Fasulo, Gianmarco Mazzi, Massimo Martelli e Leonardo De Amicis) sceglierà, durante la serata di Rai Uno AmaSanremo del 17 dicembre, i due partecipanti alle Nuove Proposte del Festival di Sanremo 2021.

Il Sindaco di Sanremo Alberto Biancheri dichiara: «In un’edizione così complicata per la situazione che stiamo vivendo, essere riusciti a garantire lo svolgimento di Area Sanremo rappresenta il raggiungimento di un risultato importantissimo. È doveroso quindi ringraziare la Fondazione Orchestra Sinfonica per il lavoro svolto, che ha comportato ancora più sforzi per le ingenti misure di sicurezza rese necessarie, appunto, dal periodo attuale. Grazie anche alla commissione artistica di valutazione per la professionalità e la dedizione, a Rai, Rai Pubblicità e TIM, il cui supporto ha permesso di offrire un format gratuito per il terzo anno consecutivo. Un “in bocca al lupo” ai vincitori di quest’edizione e un grande abbraccio a tutti coloro che non sono riusciti a imporsi, con l’augurio di raggiungere presto importanti risultati».

Il Presidente della Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo Livio Emanueli ribadisce: «Anche quest’anno siamo riusciti ad arrivare alla fine del percorso, davvero irto di ostacoli ed incertezze. Essere riusciti a contribuire al rilancio di un settore fortemente penalizzato dalla pandemia, è per tutti noi motivo di orgoglio. Una commissione preparata ed attenta ha consentito di selezionare 8 brani di alto livello qualitativo. Uno staff, quello dell’Orchestra Sinfonica, composto da professionisti ai quali va attribuito il merito del successo della manifestazione».

Anche per la premiazione – naturalmente a porte chiuse – saranno prese tutte le precauzioni necessarie a garantirne lo svolgimento in completa sicurezza per concorrenti, commissione e personale interno.

Cast quasi completo per Sanremo Giovani dopo il quarto appuntamento di “AmaSanremo”, andato in onda giovedì 19 novembre, su Rai1 e Rai Radio2, dalla Sala B di via Asiago. Con l’ingresso in finale di Avincola e HU, che si aggiungono ai vincitori della tre puntate precedenti, M.E.R.L.O.T., Wrongonyou, Greta Zuccoli, Le Larve, Gaudiano, I Desideri, restano ormai da assegnare solo due posti.

Avincola e HU sono stati i due artisti che hanno ricevuto il punteggio più alto (al terzo e quarto posto rispettivamente Nova e Chico) dopo la somma dei voti attribuiti dalla Giuria Televisiva composta da Beatrice Venezi, Morgan, Piero Pelù e Luca Barbarossa, dal Televoto e dalla Commissione Musicale che invece era composta dal direttore artistico del Festival Amadeus, Claudio Fasulo, Leonardo De Amicis, Massimo Martelli e Gian Marco Mazzi.

Solo al termine dei 5 appuntamenti, in onda ogni giovedì alle 22.45 fino al 26 novembre, si conosceranno i 10 finalisti che poi si sfideranno la sera del 17 dicembre per conquistare 6 degli 8 posti disponibili per la sezione Nuove proposte del Festival di Sanremo 2021 (2 saranno invece assegnati agli artisti provenienti da Area Sanremo).

La data del 71° Festival di Sanremo c’è: dal 2 al 6 marzo. Ma Rai e Comune sono al lavoro in strettissimo contatto per quella che, a oggi, sembra più di un’ipotesi: lo slittamento ad aprile. Lo spostamento è solo un’idea ma, stando alle voci che circolano nei corridoi di Palazzo Bellevue, pare sia gradita sia alla Rai che al Comune.

Il vantaggio sarebbe in particolare per il tessuto economico cittadino. Se, come si dice, a inizio 2021 potranno iniziare a circolare le prime dosi del vaccino, ad aprile il piano di vaccinazione sarebbe già nel vivo e, quindi, no è da escludere la possibilità di non vedere la città deserta durante il Festival. Scenario inquietante e a dir poco avvilente per lo show più importante della televisione italiana. Non sarebbe un Festival come gli altri, ma nemmeno un’edizione ‘muta’ per la città.

Al momento, però, quella dello slittamento ad aprile è solo un’idea e non c’è nulla di certo. Non c’è una richiesta ufficiale da parte del Comune anche se pare che le parti ne abbiano già discusso trovandosi, tutto sommato, d’accordo. Stano a quanto trapela, comunque, non verranno prese decisioni ufficiali prima di gennaio.

“Il prossimo Festival di Sanremo si terrà dal 2 al 6 marzo, come già comunicato. Se poi più avanti si riterrà opportuno fare nuove valutazioni sulla data insieme alla Rai, lo faremo ma ad oggi da parte del Comune di Sanremo non c’è stata alcuna richiesta di rinvio – commenta in merito il sindaco Alberto Biancheri – confermo invece che il dialogo con la Rai è quotidiano: stiamo lavorando al perfezionamento della nuova convenzione, con l’intenzione comune di fare un grande Festival 2021. Sul Festival esce ogni giorno una voce nuova: chi dice con pubblico, chi senza, chi a marzo, chi ad aprile, chi parla di evento limitato all’Ariston e chi invece ipotizza un evento allargato. Capisco il grande interesse che suscita l’argomento ma la verità è che la situazione generale è in continua e rapida evoluzione ed è impossibile avere certezze sugli scenari futuri: viviamo una fase, del resto, in cui non sappiamo cosa potremo o non potremo fare a Natale, figuriamoci conoscere con esattezza la situazione che avremo a marzo 2021. Quel che è certo è che ogni giorno lavoriamo con la Rai e con il direttore artistico Amadeus per costruire un grande Festival, con l’auspicio che il Paese a marzo si ritrovi in una situazione sanitaria molto diversa da quella attuale”.

Nella stessa intervista Fasulo ha anche proposto che Sanremo Giovani diventi un contest che duri tutto l’anno: “Vorrei diventasse un contest e che ci desse la possibilità di lavorare in continuità con i giovani talenti, sarebbe la scommessa più gratificante”. “Dati alla mano – ha sottolineato il vicedirettore di Rai1 – Sanremo Giovani ha sfornato in questi anni una quantità di campioni indiscutibile: penso a Gabbani, Ermal Meta, Mahmood, Diodato, certezze del mercato nazionale e internazionale, non meteore. L’ottimo lavoro fatto con gli i direttori artistici, gli autori, i musicisti ci consentirebbe di aprire ogni anno un contest, che sarebbe un’ccasione per parlare di musica giovane, un’ officina di talenti”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Aggiornamento: Alla presenza della commissione artistica composta dal presidente Vittorio De Scalzi, Gianmaurizio Foderaro, Rossana Casale, Erica Mou e G-Max ed in diretta streaming sui canali social di Area Sanremo Tim, si è svolta alle ore 16:00 a Sanremo la premiazione degli artisti vincitori di questa edizione, decretati da remoto mercoledì 18 novembre, in questa edizione particolare del concorso canoro che qualifica alcuni degli artisti partecipanti alla sezione ‘Giovani’ del Festival della canzone italiana di Sanremo. I premiati sono: Aurora Fadel con “Profumo di Lavanda”, Dellai con “Io sono Luca”, Elena Faggi con “Che ne so”, Federica Marinari con “Dimenticato (MAI)”, Francesca Miola con “La costola di Adamo”, Guasto (Gianmarco Finizio) con “In che senso?”, Luca D’Arbenzio con “Cenere”, Mirall (Greta Ciurlante) con “Padre Nostro”, quest’ultima anche vincitrice del Premio Tim Miglior Videoclip. Dagli 8 vincitori, saranno scelti i nomi dei due partecipanti alle Nuove Proposte che prenderanno parte alla settimana finale del Festival di Sanremo 2021. I due finalisti saranno annunciati nel corso della diretta del 17 dicembre, nella quale si conosceranno i 6 degli 10 finalisti di Ama Sanremo che si sfideranno per conquistare 6 degli 8 posti disponibili per la sezione Nuove proposte del Festival di Sanremo 2021 e saranno anche ufficiali i nomi dei Big della prossima edizione del Festival.

Inoltre, nel corso della mattinata, i ragazzi sono stati intervistati durante le riprese televisive al Teatro Ariston, dando modo così ai vincitori di calcare per la prima volta il palco più importante della musica italiana.

Queste le parole di Livio Emanueli, Presidente della Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo: “Un’edizione molto particolare e un ringraziamento ai ragazzi che hanno superato barriere anche complicate per poter partecipare.”

Durante la conferenza stampa ha preso la parola il Sindaco di Sanremo Alberto Biancheri, con dichiarazioni anche sul futuro della manifestazione: “È stato fatto un lavoro straordinario e credo che organizzare le selezioni in una situazione come questa non sia stato semplice. Malgrado tutto si va avanti. Vi confermiamo anche che Sanremo Giovani si svolgerà regolarmente al Casinò il 17 dicembre. È importante per la città e per tutti noi. Stiamo lavorando con la RAI per la nuova convenzione. Nei giorni scorsi è uscita una notizia sul rinvio del Festival. Non è così. Stiamo lavorando per far sì che il Festival ci sia regolarmente dal 2 al 6 marzo, come programmato. Mi congratulo con gli 8 finalisti. Area Sanremo ha una potenzialità enorme. Sono anni che cerco di farlo capire anche alla RAI. Si dice che i politici cambiano sovente, ma anche in RAI… Mi trovo sempre a confrontarmi con interlocutori diversi. Area Sanremo è qualcosa di straordinario. Qualcosa che secondo me può crescere e vorrei che con il tempo possa diventare un format televisivo. Abbiamo tutti gli elementi. Dobbiamo cercare di concretizzare sempre più la collaborazione con la Rai. C’è rivalità tra Sanremo Giovani e Area Sanremo. Non dovrebbe essere così. Mi auspico che prima o poi si possano unire. Vorrei anche che il Palafiori diventi un’università della musica, grazie anche al lavoro dei professori dell’Orchestra. Ci sono tutti gli ingredienti per poterlo fare. È questo il nostro obiettivo, un sogno.” 

Parole importanti anche per il Premio Tenco, che quest’anno si svolgerà, ma solo in televisione: “Sanremo è conosciuto soprattutto per il Festival, ma non possiamo dimenticare il Premio Tenco. Proprio in questi giorni si sta registrando la trasmissione che sarà poi trasmessa da Raitre. Una differita, ma questo ci porta anche una maggiore attenzione su questa manifestazione.”