Sanremo 2021: Il protocollo Rai per Sanremo, niente pubblico all’Ariston

La RAI presenterà domani, martedì 2 febbraio, al Comitato Tecnico Scientifico, il protocollo organizzativo sanitario per il Festival di Sanremo 2021 che si svolgerà dal 2 al 6 marzo.

Niente pubblico all’Ariston, stop agli eventi esterni e alla presenza a Sanremo di programmi collegati al festival, sono i punti essenziali individuati dalla Rai nel protocollo per lo svolgimento in sicurezza del Festival di Sanremo che sarà inviato domani al Cts.

La RAI lo fa sapere con una nota ufficiale, diffusa al termine di una riunione con il direttore artistico Amadeus in cui sono stati esaminati in dettaglio i vari scenari: “La Rai ritiene che la 71a edizione del Festival di Sanremo, prevista dal 2 al 6 marzo si debba concentrarsi esclusivamente sull’evento serale al Teatro Ariston. Per tale motivo domani l’azienda presenterà al Cts il protocollo organizzativo-sanitario che non prevede la presenza del pubblico al Teatro Ariston. Non sono previsti eventi esterni e la presenza a Sanremo di programmi collegati al Festival, che negli ultimi anni hanno animato la rassegna canora. La Rai ha dato pertanto indicazioni al direttore artistico per lavorare su idee creative compatibili con questa impostazione. Con tale impostazione la Rai intende produrre il massimo sforzo per realizzare un Festival in sicurezza e portare lo show ai suoi telespettatori nel rispetto del mondo della musica e della storia del Festival”.

Ora si attende la decisione del comitato tecnico scientifico, che nei prossimi giorni analizzerà il testo del protocollo Rai e suggerirà ulteriori specifiche.

La Rai ha deciso di affidarsi al parere del comitato tecnico scientifico in seguito all’intervento delle istituzioni nella vicenda relativa all’eventuale presenza all’Ariston di spettatori, con il Ministro per i beni e le attività culturali Dario Franceschini che lo scorso giovedì ha ribadito un “no” anche ad una platea composta dai 380 figuranti, soluzione alla quale stavano già lavorando il conduttore e direttore artistico del Festival Amadeus e la Rai dopo aver riconvertito il Teatro Ariston in uno studio tv, mettendo da parte il bizzarro e chiacchierato progetto della nave.

La nota RAI, inoltre, conferma quanto affermato oggi da Fabio Ciciliano, segretario del CTS, che ha parlato di un improbabile rinvio del Festival di Sanremo.