ESC 2021 – Finlandia: Blind Channel con “Dark Side” per la Finlandia a Rotterdam 2021

Si è conclusa da pochi minuti presso il Mediapolis di Tampere la Finale dell’Uuden Musiikin Kilpailu (UMK) (Contest For New Music) 2021 (Contest for New Music, Competizione della Nuova Musica), il loro format di selezione nazionale che determina la canzone e il concorrente finlandese per la 65ª edizione dell’Eurovision Song Contest si terrà presso l’Ahoy Rotterdam di Rotterdam nei Paesi Bassi, il 18, 20 e 22 maggio 2021.

Saranno i Blind Channel con il brano “Dark Side” a rappresentare la Finlandia nella Seconda Semi-Finale dell’Eurovision Song Contest 2021 che si terrà, giovedì 20 maggio.

Il gruppo, inizialmente composto da cinque membri, nasce nel 2013 a Oulu, la città settentrionale più antica del freddo paese baltico. Ha già tre album all’attivo e proprio nell’ultimo, pubblicato nell’aprile dello scorso anno e intitolato “Violent pop”, gli stessi si riconoscono maggiormente. Da segnalare la loro presenza al Festival di Wacken nel 2014, uno dei più importanti festival metal al mondo che si tiene ogni anno, in estate, in Germania (nei pressi della cittadina di Wacken, appunto). Nell’ottobre dello scorso anno alla band si aggiunge Alex Mattson, che si dedica in particolare ai sintetizzatori e alle percussioni. Di questa band si parla già come di una delle più promettenti esportatrici di musica finlandese; una delle più grandi stazioni radio nazionali, la YleX, li ha descritti come “la band più mannara e bramosa della Finlandia”.

La Finlandia, tra i pochi paesi che non hanno direttamente riconfermato il rappresentante dello scorso Eurovision Song Contestannullato, ha scelto di organizzare la consueta selezione nazionale Umk giunta alla decima edizione e svoltasi senza pubblico all’interno degli studi televisivi “Mediapolis” di Tampere.

Al momento 31 partecipanti in gara all’edizione 2021 dell’Eurovision Song Contest sono stati resi noti, dopo Anxhela Peristeri con “Karma” per l’Albania, Montaigne per l’Australia, Vincent Bueno per l’Austria, Efendi (Əfəndi) per l’Azerbaigian, gli Hooverphonic per il Belgio, VICTORIA (Виктория) per la Bulgaria, Elena Tsagkrinou (Ελένη Τσαγκρινού) con “El Diablo” (The Devil) per il Cipro, Albina con “Tick-tock” per la Croazia, Blind Channel con “Dark side” per la Finlandia, Barbara Pravi con “Voilà” per la Francia, Tornike Kipiani (თორნიკე ყიფიანი) per la Georgia, Jendrik Sigwart per la Germania, Stefania (Στεφανία) con “Last Dance” per la Grecia, Daði & Gagnamagnið per l’Islanda, Lesley Roy con “MAPS” per l’Irlanda, Eden Alene (עדן אלנה) con “Set me free” (חופשייה) per l’Israele, Samanta Tīna per la Lettonia, The Roop con “Discoteque” per la Lituania, Vasil (Васил) con “Here I stand” per la Macedonia del Nord, Destiny per Malta, Natalia Gordienko con “Sugar” per la Moldavia, Jeangu Macrooy per i Paes Bassi, James Newman per il Regno Unito, Benny Cristo con “omaga” per la Repubblica Ceca, ROXEN per la Romania, Senhit per il San Marino, Hurricane per la Serbia, Ana Soklič per la Slovenia, Blas Cantó con “Voy a quedarme” per la Spagna, Gjon’s Tears per la Svizzera, gli Go-A con “SHUM” (ШУМ, Noise) per l’Ucraina.

Lo show, svoltosi nella città di Tampere e presentato da condotto da Antti Tuisku, è stata trasmessa anche con commenti anche in lingua svedese, inglese e russa.  Durante lo show si sono esibiti Antti Tuisku e Erika Vikman con “Syntinen potpuri” e con “Kipee / Bisnes / Treenaa”; e il gruppo musicale rock Haloo Helsinki! (HH!) con “Piilotan mun kyyneleet”.

Sette gli artisti che si sono contesi il biglietto per Rotterdam selezionati a fine anno scorso da un’apposita giuria e scelti tra le 278 proposte totali ricevute, tra i quali figurano lo stesso Aksel Kankaanranta, a cui è stata comunque offerta la possibilità di partecipare nuovamente alla selezione vinta lo scorso anno, e Laura Põldvere che aveva già partecipato all’Eurovision Song Contest ben due volte, in rappresentanza però dell’Estonia (2005 e 2017); e sottoposti stasera al giudizio del televoto (75%) e delle giurie internazionali (25%) del Regno Unito (William Lee Adams, noto come il fondatore del sito Eurovision Wiwibloggs, come presidente della giuria britannica; il cantautore Ricardo Autobahn, che ha scritto canzoni per l’Eurovision Song Contest; il cantautore Michael James Down, che è dietro le tre canzoni dell’UMK; e la cantautrice Katya Edwards), Svizzera (presieduta da Daniel Meister, capo e produttore della delegazione dell’Eurovision del Paese; il duo Zibbz, che comprende le sorelle Corinne e Stee Gfelelr, che hanno rappresentato la Svizzera nel 2018 e il produttore musicale A&R Pele Loriano), Stati Uniti (un precedente unico per una selezione nazionale eurovisiva, presieduta dal regista-attore-coreografo Carlton Wilborn, per l’iconico ballo di Madonna capitano degli anni ’90; dal coreografo-produttore Robin Antin fondatore di The Pussycat Dolls fondato;  la cantautrice Tayla Parx che ha scritto canzoni per artisti del calibro di Ariana Grande e Selena Gomez e tanti altri; e il compositore Brett “Leland” McLaughlin che ha scritto canzoni per Duncan Laurence e gli BTS), Polonia (guidata dalla cantautrice Lanberry, che ha scritto due canzoni vincitrici per lo Junior Eurovision Song Contest; la cantante Monika Malec; il polistrumentista, compositore-produttore Filip Siejka; e il produttore Mikołaj Trybulec, l’altra metà del duo Linia Nocna), Islanda (Felix Bergsson, regista, attore e addetto ai media della delegazione islandese all’Eurovision e presidente della giuria; il cantante Klemens Hannigan, componente degli Hatarin, rappresentanti dell’Islanda all’Eurovision Song Contest 2019; la auttrice Margrét Blöndal e la compositrice-musicista Erla Stefánsdóttir), Spagna (presieduta da Víctor Escudero, noto anche come commentatore eurovisivo del paese; la cantante Soraya, rappresentante della Spagna all’Eurovision nel 2009; il tecnico del suono Raúl López Vázquez e la commentrice eurovisiva spagnola, personaggio televisivo e radiofonico Julia Valera) e i Paesi Bassi (Erik Bolks, il presidente olandese dell’Eurovision Song Contest 2021, è membro del consiglio olandese del fan club internazionale Eurovision OGAE; il giornalista di Eurovision Katja Zwart; il fan di Eurovision Jade van Baest e Jeffrey van Hest, esperto di eventi musicali internazionali).

Un risultato dovei Blind Channel hanno vinto rispettivamente il televoto e il voto della giuria. La Finlandia mostra pertanto all’Europa, ancora una volta, la sua vena musicale heavy metal. Inoltre, il trofeo consegnato al vincitore è stato selezionato tramite un concorso ideato per celebrare il decimo anniversario della selezione nazionale. A vincerlo Minna Viitalähde, che ha ideato un microfono (nominato “Before the Party Starts”) costituito, nella parte superiore, da una palla di vetro che racchiude il logo della Umk ma che, se agitato, funziona come una classica palla da neve, ove la neve rappresenta i coriandoli che avvolgono il vincitore .

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ecco di seguito i 7 artisti dell’UMK 2021 che si sono contesti un posto a Rotterdam (Risultato – Giuria (UK – William Lee Adams, CH – ZiBBZ, USA – Carlton Eilborn, PO . Lanberry, IS – Klemes Hannigan, ES – Soraya Arnelas, NL – Katja Zwart) + Televoto):

  1. Teflon Brothers x Pandora (Mikko Heikki Matias Kuoppala ‘Pyhimys’, Heikki Kuula ja Jani Tuohimaa ‘Voli’ x Karin Anneli Catarina Pandora Magnusson ‘Pandora’) – “I Love You” (Jaakko Salovaara, Axel Ehnström, Mikko Kuoppala, Heikki Kuula, Jani Tuohimaa, Anneli Magnusson – Jaakko Salovaara, Axel Ehnström, Mikko Kuoppala, Heikki Kuula, Jani Tuohimaa, Anneli Magnusson), 30 (6+2+2+0+6+4+10) + 150 = 180 punti – 2º
  2. Aksel – “Hurt” (Gerard O’Connell, Kalle Lindroth, Joonas Angeria – Gerard O’Connell, Kalle Lindroth, Joonas Angeria), 56 (10+12+8+8+4+8+6) + 52 = 108 punti – 5º
  3. Laura – “Play” (Karl-Ander Reismann, Reinis Straume, Laura Põldvere – Karl-Ander Reismann, Reinis Straume, Laura Põldvere), 4 (0+0+0+2+0+2+0) + 9 = 13 punti – 7º
  4. Danny  – “Sinä Päivänä Kun Kaikki rakastaa mua” (The Day When Everyone Loves Me) (Janne Rintala – Janne Rintala), 22 (4+4+4+4+2+0+4) + 38 = 60 punti – 6º
  5. Oskr – “Lie” (Oskari Ruohonen, Joonas Angeria, David Pramik – Oskari Ruohonen, Joonas Angeria, David Pramik), 62 (8+10+10+10+12+10+2) + 53 = 115 punti – 4º
  6. Blind Channel – “Dark Side” (Aleksi Kaunisvesi, Joonas Porko, Joel Hokka, Niko Moilanen, Olli Matela – Aleksi Kaunisvesi, Joonas Porko, Joel Hokka, Niko Moilanen, Olli Matela), 72 (12+8+12+12´+8+12+8) + 479 = 551 punti – 1º
  7. ILTA – “Kelle mä soitan” (Who Will I Call) (Ilta Fuchs, Väinö Wallenius – Ilta Fuchs, Väinö Wallenius, Jouni Aslak, Tuomas Kauhanen), 48 (2+6+6+6+10+6+12) + 101 = 149 punti – 3º 

Formula di calcolo dei punti finali UMK: Punti totali: 1176 (100%), Punteggio totale giuria: 294 (25%), Punteggio del pubblico complessivo:882 (75%).

Il cantante finlandese Aksel Kankaanranta, avrebbe dovuto rappresentare la Finlandia all’Eurovision Song Contest 2020 con il brano “Looking Back”, non è stato invitato a rappresentare la Finlandia all’Eurovision Song Contest il prossimo anno. Se desidera rappresentare la Finlandia all’Eurovision Song Contest del 2021, dovrebbe inviare di nuovo la sua candidatura alla selezione nazionale Uuden Musiikin Kilpailu (UMK) 2021, ripartendo da zero.

La Finlandia è stata rappresentata nella scorsa edizione che si è tenuta a Tel Aviv dal disc jockey e produttore discografico finlandese di musica trance Darude e del cantante e conduttore televisivo finlandese Sebastian Rejman e il brano “Look Away” (scelti internamente, il brano è stato scelto tra tre possibili proposte all’UMK 2019, processo di selezione finlandese per la manifestazione europea), pubblicato il 22 febbraio 2019 su etichetta discografica Armada Music. Scritto dagli stessi interpreti, il 29 gennaio 2019 è stato confermato che Darude insieme a Sebastian Rejman sono stati selezionati internamente dall’ente YLE come rappresentanti finlandesi per l’Eurovision Song Contest. Il brano è stato composto per Uuden Musiikin Kilpailu 2019, il processo di selezione finlandese per la manifestazione europea, e ha vinto contro le altre due potenziali proposte, ottenendo il diritto di rappresentare la Finlandia all’Eurovision Song Contest 2019 a Tel Aviv, in Israele. All’Eurovision i due si sono esibiti nella prima semifinale del 14 maggio, ma non si sono qualificati per la finale, piazzandosi ultimi su 17 partecipanti con 23 punti totalizzati, di cui 14 dal televoto e 9 dalle giurie. Sono risultati i più votati dal pubblico estone.

La Finlandia ha debuttato all’Eurovision Song Contest 1961 e partecipa ancora oggi al contest vantando 53 presenze (45 finali), tuttavia senza grandissimo successo, avendolo mancato solo in sei occasioni, nel 1970, 1995, 1997, 1999, 2001 e 2003.

Tra gli stati nordici è sicuramente quello di meno successo, avendo raggiunto l’ultima posizione per ben nove volte nel corso dei decenni, tre dei quali a zero punti, e senza aver mai raggiunto la top 5 prima degli anni duemila.

Dopo ben 45 partecipazioni ha vinto la manifestazione nel 2006  (dopo il risultato peggiore di sempre nel 2005) con la canzone “Hard Rock Hallelujah” cantata dal gruppo heavy metal Lordi. Fino a quel momento il risultato migliore era stato un 6° posto raggiunto nel 1973 con Marion Rung e il suo brano “Tom Tom Tom”, seguito da numerosi settimi e noni posti. Nel 2007 ospita la manifestazione a Helsinki. Negli anni 2010 si guadagna la finale solo quattro volte, e il risultato migliore resta ad oggi un undicesimo posto raggiunto nel 2014 dai Softengine.