ESC 2022 – Grecia: Ecco i cinque artisti che restano in corsa per l’Eurovision Song Contest 2022

Qualche minuto fa l’emittente pubblica greca ERT/ΕΡΤ ha annunciato i 5 artisti che restano in corsa per rappresentare la Grecia alla 66ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2022, che si svolgerà il 10, 12 e il 14 maggio 2022 presso il PalaOlimpico di Torino, in Italia.

Lo scorso mese di settembre l’ERT/ΕΡΤ ha svelato che si sarebbe affidata a una selezione interna per la scelta del proprio artista rappresentante all’Eurovision Song Contest 2022 di Torino.

Le etichette discografiche elleniche sono state invitate a presentare pacchetti che includessero artisti, fino a tre canzoni in un contesto generale che coinvolgesse attività di messa in scena e promozione.

Un Comitato di Valutazione ERT/ΕΡΤ (Επιτροπή Αξιολόγησης της ΕΡΤ) sotto la direzione del presidente Dimitris Papadimitriou/Δημήτρη Παπαδημητρίου ha selezionato un totale di cinque canzoni/artisti che si sono qualificati per la fase successiva del processo, dopo aver esaminato internamente, dopo aver ascoltato le 40 canzoni dei 25 artisti candidati presentati per rappresentare la Grecia a Torino, in Italia. 

Dalla prossima settimana i membri del Comitato di Valutazione ERT/ΕΡΤ incontrerà ora i cinque candidati individualmente, insieme ai loro team, a fine di presentare più nel dettaglio le loro proposte. Ulteriori dettagli relativi alla scelta del pezzo, all’idea che c’è dietro la sua realizzazione e a possibili progetti coreografici da mettere in scena sul palco del PalaOlimpico di Torino il prossimo maggio. 

La scelta finale sia della canzone che del cantante, verrà effettuata internamente dal Comitato di Valtuazione ERT/ΕΡΤ nelle prossime settimane e sarà comunque comunicata prima della fine dell’anno in modo da permettere all’artista selezionato e all’emittente greca stessa di  prepararsi al meglio in vista dell’Eurovision Song Contest 2022 in Italia.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Gli artisti selezionati, in ordine alfabetico, in ordine alfabetico, sono Amanda Georgiadi, good job nicky, Joanna Drigo, Ilias Kozas, Lou is.

Amanda Tenfjord (Αμάντα Γεωργιάδη, Amanda Georgiadis). Amanda, 24 anni, è nata in Grecia e in seguito si è trasferita con la sua famiglia in Norvegia. Dalla città di Tenfjord dove si stabilirono, Amanda prese il suo nome d’arte. Fin da piccola inizia le lezioni di pianoforte e inizia ad occuparsi di musica da dilettante, scrivendo, in età adolescenziale, le sue prime canzoni. Il suo primo album, ‘First impression’ ha ricevuto recensioni entusiastiche. La canzone Then I fell in love, nel suo secondo album, è stata un grande successo radiofonico, rimanendo per oltre 20 settimane nella classifica ufficiale delle prime 10 radio della Norvegia. Nel 2020 Netflix ha incluso la canzone Troubled water nella serie ‘Spinning out’. È apparsa occasionalmente in importanti programmi televisivi in ​​Norvegia e in alcuni dei festival più importanti d’Europa. Sta studiando medicina e sta facendo il suo tirocinio in un ospedale per pazienti con COVID-19.

good job nicky (Νικόλας Βαρθακούρης, Nikolas Varthakouris). Il 25enne Nicky ha fatto il suo debutto discografico con sette singoli, seguiti da ottobre 2020 ad aprile 2021 con successo in Grecia e all’estero. Per il suo primo video, infatti, “January 8th”, ha realizzato un record di visualizzazioni su Youtube per un artista esordiente e oggi conta oltre 2,2 milioni di visualizzazioni nel videoclip ufficiale. Il bravo nicky è un cantante ma anche un creatore che firma l’intero testo in inglese e parte della composizione in tutte le sue canzoni. Fin da giovane ha ricevuto forti influenze artistiche nel suo ambiente familiare e, dopo aver assimilato la sua identità musicale greca, ora apre un suo personale percorso che si rifà alle tendenze mondiali.

Elias Kozas (Ηλίας Κόζας). Elias Kozas è il fondatore della band Koza Mostra e il principale cantante, musicista e paroliere. La band Koza Mostra in collaborazione con il defunto Agathonas Iakovidis/Αγάθωνα Ιακωβίδη (uno dei rappresentanti più importanti di Rebetiko/Ρεμπέτικου) hanno rappresentato il Paese all’Eurovision Song Contest 2013 svoltosi a Malmö, in Svezia con il brano “Alcohol Is Free”, classificandosi al sesto posto. Elias ha composto musiche e testi serie tv più note di sempre e opere teatrali greche, mentre ha collaborato con grandi compositori greci e stranieri, oltre a importanti band. Negli ultimi anni è apparso in importanti festival musicali e ha tenuto concerti da solista in Europa. Nel 2020, ha scritto il suo album solista con canzoni pop new wave e testi in inglese che combinano il suono contemporaneo con elementi disco funk degli anni ’80.

Lou is (Λουΐζα Σοφιανοπούλου, Louisa Sofianopoulou). Lou suona il pianoforte ed è laureata in armonia, ha studiato canto con grandi maestri a Londra, e negli ultimi anni ha tenuto lezioni di ortofonia e canto. Fin da piccola inizia a sperimentare con la musica, esplorando le potenzialità e l’ampiezza della sua voce, che copre una vasta gamma di influenze: dal pop&rock alternativo al jazz e dal blues all’etnico. Ha collaborato con importanti artisti greci come Giannis Kotsiras/Γιάννης Κότσιρας, Eleni Vitali/Ελένη Βιτάλη, Dimitra Galani/Δήμητρα Γαλάνη, ecc, mentre come musicista e cantante ha partecipato a spettacoli per bambini. Nel 2016 ha pubblicato il suo primo album indipendente intitolato ‘Dragons’ con testi e musica tutta sua. La sua ultima canzone “In The Rain” è stata pubblicata nell’ottobre 2021.

Joanna Drigo (Ιωάννα Δριγκοπούλου, Ioanna Drigopoulou). Joanna Drigo è una giovane cantautrice della scena musicale anglo-greca. Ha iniziato la sua carriera musicale con l’uscita del suo album di debutto ‘Κάποιες ώρες γεννιούνται τα όνειρα’, pubblicato dalla EMI. Con un suono basato sugli ascolti da P.J. Harvey a Joan Baez e testi speciali nelle sue canzoni, Joanna afferma di essere nella fase migliore della sua carriera artistica pronta a parlare in profondità nelle anime di un pubblico globale. “Allergia stis desmeuseis” è la canzone che, nel tempo, ha raccolto i maggiori consensi per quest’artista che canta tanto in greco quanto in inglese.

ertnews.gr

La Grecia è stata rappresentata nella scorsa edizione tenutasi a Rotterdam dalla cantante e attrice olandese con cittadinanza greca Stefania (Stefania Liberakakis, Στεφανία Λυμπερακάκη) e il suo brano “Last Dance”, pubblicato l’11 marzo 2021 su etichetta discografica K2ID Productions. Stefania Liberakakis era stata inizialmente selezionata internamente per rappresentare il suo paese all’Eurovision Song Contest 2020 con la canzone “SUPERG!RL, prima della cancellazione dell’evento  a causa della pandemia di COVID-19. ERT l’ha riconfermata per l’edizione eurovisiva successiva. Nel maggio successivo, dopo essersi qualificata dalla Seconda Semi-Finale, Stefania si è esibita nella finale eurovisiva a Rotterdam, dove si è piazzata al 10º posto su 26 partecipanti con 170 punti totalizzati, regalando alla Grecia il suo miglior piazzamento dall’edizione del 2013.

La Grecia ha partecipato per la prima volta nel 1974 (41 partecipazioni, 39 finali). Negli ultimi anni ha collezionato due terzi posti (2001, 2004 e 2008) e un primo posto, nel 2005 con “My Number One” di Helena Paparizou (Έλενα Παπαρίζου). L’edizione del 2006 che si è svolta ad Atene è stata presentata dal cantante Sakis Rouvas (Σάκης Ρουβάς), che 5 anni dopo ha difeso il paese ellenico a Mosca chiudendo settimo ed è stata rappresentata dalla cantante greco-cipriota Anna Vissi (Άννα Βίσση), che ha difeso il paese ellenico arrivando in nona posizione nella serata finale. Sono 6 le edizioni a cui non ha partecipato: 1975, 1982, 1984, 1986, 1999 e 2000.

Dal 2004 al 2011, la Grecia si è sempre classificata fra i primi 10 in classifica.  Ha mancato la finale due volte, nel 2016 e nel 2018. Grecia non hai mai finito l’ultima.

Essendo, oltre a Cipro, l’unico paese di lingua greca, in quasi tutte le edizioni la Grecia ha assegnato i 12 punti alla rappresentanza cipriota, che per altro ha quasi sempre fatto lo stesso nei confronti del paese ellenico, il quale ha spesso nominato cantanti ciprioti in propria rappresentanza, come Eleutheria Eleutheriou, Sarbel e la già citata Anna Vissi.