ESC 2023 – Belgio: VRT organizzerà una selezione nazionale per l’ESC 2023

Peter Van de Veire, lo storico commentatore per l’emittente pubblica belga di lingua fiamminga VRT, che si alterna anno dopo anno con l’emittente pubblica belga di lingua francese RTBF, ha annunciato qualche minuto fa che l’ente fiamminga organizzerà una selezione nazionale per determinare il rappresentante del Belgio alla 67ª edizione dell’Eurovision Song Contest che si svolgerà nel Regno Unito per conto dell’emittente pubblica vincitrice dell’edizione 2022 dell’Eurovision Song Contest svoltasi a Torino, l’ucraina UA:PBC, a causa della guerra in atto nel Paese che impossibilita a procedere con l’organizzazione.

Come anticipato, l’annuncio arriva direttamente e in diretta televisiva da Pieter Van de Veire, lo storico commentatore per la tv fiamminga e considerato “Mister Eurovision”, nel corso di un’intervista esclusiva durante la Finale dello show ‘Zomerhit’ 2022 (una competizione musicale per selezionare la migliore hit estiva dell’estate 2022) di questa sera, trasmesso su Eén e condotto da Niels Destadsbader en Siska Schoeters.

Van de Veire ha annunciato che la VRT è già al lavoro ed organizzerà una selezione nazionale per determinare il prossimo rappresentante del Belgio all’Eurovision Song Contest 2023: “VRT ha l’onorevole compito di mandare qualcuno che rappresenti il Belgio all’Eurovision 2023. Io amo l’Eurovision Song Contest, nonostante i critici sostengano che sia uno show decaduto, è per i giovanissimi, per il futuro. Ed è per questo che abbiamo deciso di fare qualcosa di diverso rispetto agli altri anni. La televisione fiamminga VRT cercherà il prossimo candidato tramite una competizione, denominata Eurosong, alla quale chiunque potrà prendere parte.

Secondo, sempre il presentatore, questi nuovi piani della VRT escluderebbero agli artisti molto affermati, ma non chiuderebbero la porta ai giovani, il futuro della musica e del paese.

Secondo quanto riportato anche da songfestival.be si vocifera l’Eurosong 2023, di cui ancora non si conoscono tutti i dettagli, sarà condotta da Peter Van de Veire, si svolgerà nell’arco di cinque o sette settimane e sarà trasmessa su Één. L’ultima edizione dell’Eurosong è durata solo tre settimane, mentre l’Eurosong 2014 è durata sette.

VRT spera di attirare artisti famosi a partecipare alla selezione, e stando alla lista dei desideri dell’emittente pubblica belga includoe molti nomi che hanno un collegamento con l’Euroivison Song Contest come il duo The Starlings (Tom Dice, ha rappresentato il Belgio all’Eurovision Song Contest 2010 con la canzone “Me and My Guitar” e si è piazzato sesto totalizzando 143 punti), Camille, Natalia (arrivata seconda all’Eurosong 2004 con “Higher than the Sun”), Regi, Laura Tesoro (ha rappresentato il Belgio all’Eurovision Song Contest 2016 con la canzone “What’s the Pressure” e si è piazzata al decimo posto totalizzando 181 punti) en Niels Destadsbader (ha presentato lo Junior Eurosong 2012).

Eén, il primo canale dell’emittente fiamminga, ha confermato la notizia nella mattina di domenica, senza rilasciare informazioni in merito alla modalità di selezione o in merito alla candidatura dell’artista, ma twittando a tal proposito: “Peter Van de Veire ha portato buone notizie durante il Zomerhit! Nel 2023 potremo guardare e scegliere cui sarà mandato alla più grande manifestazione musicale europea. Grazie all’Eurosong, Peter cercherà il miglior artista o gruppo con il miglior brano che rappresenteranno il Belgio all’Eurovision 2023!”.

L’ultima volta che la VRT organizzò una finale nazionale fu nel 2016, anno in cui la cantante, attrice e ballerina belga Laura Tesoro, una delle giovani artiste di maggior successo del paese, vinse lo show “Eurosong”, guadagnandosi il diritto di rappresentare il Belgio all’Eurovision Song Contest 2016 con la canzone “What’s the Pressure“, dove ha raggiunto la decima posizione con 181 punti.

Negli ultimi anni l’emittente di lingua fiamminga ha scelto i propri artisti attraverso selezione interna (2017 Blanche con “City lights”, 2018 Sennek con “A matter of time”, 2020 Hooverphonic riconfermati per il 2021 con il brano “The wrong place”).

I dettagli del formato della selezione nazionale non sono stati annunciati da VRT. Dobbiamo ricordare che ad Aprile è stato riferito per la prima volta che VRT stava considerando di tornare a utilizzare una selezione nazionale televisiva per selezionare il rappresentante belga per l’Eurovision Song Contest 2023.

HLN

Il Belgio è stato rappresentato nella scorsa edizione tenutasi a Torino in Italia dal cantante e calciatore belga Jérémie Makiese e il suo brano “Miss You”, pubblicato il 10 marzo 2022 su etichetta discografica Universal Music Belgium. Il 15 settembre 2021 è stato confermato che l’emittente pubblica vallone RTBF ha selezionato Jérémie Makiese internamente come rappresentante belga all’Eurovision Song Contest 2022. “Miss You” è stato rivelato come suo brano eurovisivo e pubblicato sul canale YouTube della manifestazione e in digitale il 10 marzo 2022. Nel maggio successivo, dopo essersi qualificato dalla Seconda Semi-Finale, Jérémie Makiese si è esibito nella Finale eurovisiva, dove si è piazzato al 19º posto su 25 partecipanti con 64 punti totalizzati.

Il paese è uno dei membri fondatori dell’Eurovision Song Contest che ha partecipato a quasi tutte le edizioni dell’Eurovision Song Contest (63 partecipazioni, 53 finali), tranne che nel 1994, 1997 e nel 2001, a causa dello scarso risultato nell’edizione precedente.

Il paese ha vinto una sola volta, nel 1986, con “J’aime la vie” cantata dalla tredicenne Sandra Kim, che è oggi ricordata come la più giovane vincitrice del concorso canoro e l’anno successivo Bruxelles ha ospitato la manifestazione.

Si è classificato per due volte al secondo posto, nel 1978 e nel 2003. Nel 2003 la folk band degli Urban Trad (che non vinsero per lo scarto di soli due punti) cantò una canzone in una lingua inesistente, e lo stesso fecero 5 anni dopo gli Ishtar. Dall’introduzione delle due semifinali, ha conquistato la finale nel 2010, 2013, 2015, 2016, 2017 e 2021.

L’olandese e il francese, lingue ufficiali del Belgio insieme al tedesco, si sono alternati negli anni nelle canzoni presentate dal Belgio. Negli ultimi anni però è stato adottato, come altri paesi, l’inglese, mentre nel 2003 e 2008 si è optato per delle lingue immaginarie.

L’emittenti pubbliche, la fiamminga VRT e la vallona RTBF, trasmettono entrambe l’evento ma si alternano nell’organizzare la partecipazione, la prima negli anni pari privilegia la selezione nazionale, la seconda in quelli dispari sceglie di solito tramite una selezione interna, ma ovviamente non sono mancate le eccezioni; tale alternanza, almeno fino al 1996, si è riflettuta anche nella lingua.