ESC 2023 – Paesi Bassi: AVROTROS annuncia il nuovo Comitato di selezione per l’ESC 2023

L’emittente pubblica olandese AVROTROS ha reso noto il Comitato di selezione, composto da sei persone, che selezionerà il cantante e la canzone che rappresenterà i Paesi Bassi alla 67ª edizione dell’Eurovision Song Contest che si svolgerà nel Regno Unito per conto dell’emittente pubblica vincitrice dell’edizione 2022 dell’Eurovision Song Contest svoltasi a Torino, l’ucraina UA:PBC, a causa della guerra in atto nel Paese che impossibilita a procedere con l’organizzazione.

Due nuovi membri si uniranno al Comitato di selezione (selectiecommissie Songfestival) che determinerà il rappresentante dei Paesi Bassi all’Eurovision Song Contest 2023.

Come riportato in precedenza, AVROTROS selezionerà ancora una volta internamente sia il cantante che la canzone per l’Eurovision Song Contest 2023. Come accade dal 2014, è stato formato un Comitato di selezione per selezionare la candidatura per l’Eurovision Song Contest.

Il Comitato di selezione è composto da sei persone che sono: Eric van Stade (Direttore Generale di AVROTROS), Cornald Maas (Commentatore, esperto ESC), Jan Smit (Commentatore, cantante ESC) e il Radio DJ Sander Lantinga, mentre si uniscono al Selectiecommissie (selection commitee), la comica olandese, DJ, esperta di musica, conduttrice radiofonica, doppiatrice e cantante Carolien Borgers e la conduttrice, editorialista, DJ radiofonico ed esperta ESC Hila Noorzai. Carolien ed Hila hanno sostituito al Radio DJs Coen Swijnenberg e a Joyce Hoedelmans, che hanno fatto parte della delegazione olandese all’Eurovision Song Contest negli ultimi tre anni.

Il Direttore Generale di AVROTROS, Eric van Stade, ha commentato: “Che i giovani artisti devono avere le stesse possibilità di essere selezionati come un artista affermato è evidente come abbiamo visto gli ultimi anni con gli artisti che si sono esibiti sul più grande palcoscenico musicale d’Europa per conto dei Paesi Bassi. Il Comitato seleziona davvero sulla base della canzone migliore e più adatta e sono felice che Carolien e Hila ci stiano supportando in questa difficile scelta. (…) La Commissione punta a un’opera dal suono preferibilmente contemporaneo, ma comunque autentico. Una canzone che riesce a sopravvivere in una competizione. Da un artista olandese che può e vuole presentare una canzone personale in modo distintivo, in qualsiasi genere, e se possibile una storia personale.”

Ancora è possibile dunque inviare una canzone, così come anche fare domande, alla commissione incaricata al seguente indirizzo email: songfestival@avrotros.nl. Il processo sarà supervisionato dal Capo Delegazione dei Paesi Bassi, Lars Lourenco.

Le regole da rispettare, oltre a quelle ufficiali dell’Eurovision Song Contest, sono:

  • La canzone deve essere distintiva, dal sound contemporaneo e autentico.
  • È possibile inviare fino ad un massimo di 3 canzoni per artista, considerate convincenti per l’Eurovision Song Contest.
  • La canzone non è stata pubblicata (commercialmente) prima del 1 settembre 2022.
  • La canzone dura fino a 03:00 minuti.
  • Il termine ultimo per la presentazione è il 31 agosto 2022.

I Paesi Bassi sono stati rappresentati nella scorsa edizione tenutasi a Torino dalla cantautrice e rapper olandese S10 (nome d’arte di Stien den Hollander) con il brano “De diepte”, pubblicato il 3 marzo 2022 su etichetta discografica Noah’s Ark. L’emittente pubblica olandese AVROTROS ha selezionato S10 internamente come rappresentante nazionale all’Eurovision Song Contest 2022. Il brano “De diepte”, scritto a quattro mani dall’artista con il produttore Arno Krabman, è stato svelato come suo brano eurovisivo durante un’esibizione dal vivo al Tuschinski Theater di Amsterdam ed è entrato al 2º posto nella classifica olandese, il piazzamento migliore per la cantante. Si tratta della prima canzone in lingua olandese all’Eurovision Song Contest dall’edizione del 2010. Nel maggio successivo, dopo essersi qualificata dalla Prima Semi-Finale, S10 si è esibita nella Finale eurovisiva, dove si è piazzata all’11º posto su 25 partecipanti con 171 punti totalizzati.

I Paesi Bassi ha debuttato all’Eurovision Song Contest nel 1956 ed è uno dei membri fondatori della manifestazione. Dall’ora hanno partecipato a 62 edizioni dell’Eurovision Song Contest (53 finali) vincendo cinque volte: nel 1957 con Corry Brokken e il suo brano “Net als toen”, nel 1959 con Corry Brokken e il suo brano “Een beetje”, nel 1969 conLenny Kuhr e il suo brano “De troubadour”, nel 1975 con Teach-In e il suo brano “Ding-a-dong” e nel 2019 con Duncan Laurence e il suo brano “Arcade”.

Il Paese ha ospitato la manifestazione 5 volte (nel 1958, 1970, 1976, 1980 e 2021) e si è classificata per quattro volte all’ultimo posto (nel 1958, 1962 (Nul points), 1963 (Nul points) e nel 1968). Inoltre nel 2011 si è classificata all’ultimo posto della sua Semi-finale. Nel 2020, avrebbe dovuto ospitare la manifestazione a Rotterdam ma l’evento è stato cancellato a causa della pandemia di COVID-19 in Europa. Per questa ragione ne è stata riconfermata l’organizzazione nell’edizione 2021.

I Paesi Bassi sono stati assenti della manifestazione solo quattro volte, nel 1985 e nel 1991, mentre  nel 1995 e nel 2002 furono relegati.

Con l’introduzione delle semifinali, i Paesi Bassi non hanno raggiunto la Finale per un record di otto anni consecutivi dal 2005 al 2012. Negli anni a seguire il paese ha avuto un discreto successo: nel  2013 con Anouk e il suo brano “Birds”, si sono piazzati al nono posto; nel 2014 con i The Common Linnets e il suo brano “Calm After the Storm“, ottenendo un meritatissimo 2° posto e diventando la canzone di maggior successo del Paese dal 1975; e nel 2019 con Duncan Laurence e il suo brano “Arcade” hanno vinto la manifestazione con 498 punti.