ESC 2023: I Kalush Orchestra reagisce alla selezione del Liverpool come città ospitante dell’ESC 2023

La Kalush Orchestra, vincitrice dell’Eurovision Song Contest 2022, ha reagito alla scelta di Liverpool come città ospitante per l’Eurovision Song Contest 2023.

La Kalush Orchestra ha vinto il concorso di quest’anno, tenutosi a Torino, in Italia. Normalmente l’Ucraina ospiterebbe l’evento, ma la European Broadcasting Union (EBU-UER) ha stabilito che lo spettacolo non poteva svolgersi in sicurezza lì dopo l’invasione della Russia.

Poiché il partecipante britannico Sam Ryder è arrivato secondo nella competizione, la Gran Bretagna ha avuto la possibilità di ospitare il concorso – giunto al suo 67esimo anno – per la nona volta.

Di seguito Liverpool è stata nominata città ospitante per l’Eurovision Song Contest 2023, eliminando l’altra finalista Glasgow.

I vincitori ucraini dell’Eurovision Song Contest 2022 hanno reagito alla selezione della città ospitante della 67ª edizione dell’Eurovision Song Contest. La Kalush Orchestra si è detta contenta che l’evento si sarebbe svolto a Liverpool, aggiungendo: “Siamo molto lieti che l’Eurovision Song Contest del prossimo anno si svolgerà a Liverpool… Anche se non abbiamo ancora avuto il privilegio di visitarlo, il patrimonio musicale della città è conosciuto in tutto il mondo. Suonare nello stesso posto in cui hanno iniziato i Beatles hanno iniziato sarà un momento che non dimenticheremo mai! Anche se siamo tristi che la competizione del prossimo anno non possa svolgersi nella nostra terra natale, sappiamo che il popolo del Liverpool sarà un caldo padrone di casa e gli organizzatori potranno aggiungere un vero sapore ucraino all’Eurovision 2023 in questa città”.

Il frontman Oleh Psiuk ha aggiunto in una dichiarazione separatamente (tramite Mark Savage della BBC): “Vorrei anche ricordare a tutti che è nostra missione assicurarci che il prossimo Eurovision Song Contest 2024 si svolga a Kiev”.

Il concorso del 2023 sarà il primo concorso dal 1979 in cui la nazione vincitrice non ha potuto ospitare il concorso successivo. È la sesta occasione in assoluto in cui un paese diverso ha ospitato dopo che la nazione ospitante originaria non è stata in grado di farlo, dopo i Paesi Bassi nel 1960, la Francia nel 1963, Monaco nel 1972, il Lussemburgo nel 1974, Israele nel 1980 e l’Ucraina nel 2023. Il 2023 il concorso estenderà anche il record del Regno Unito di ospitare Eurovision a nove volte.

Kalush Orchestra ha vinto l’Eurovision Song Contest 2022 con il brano “Stefania”. È stata la terza vittoria dell’Ucraina nella storia del concorso.

NME

Venerdì sera l’EBU-UER ha anche svelato il suo logo ufficiale per il concorso 2023, contenente la bandiera ucraina all’interno di un cuore.

Il consiglio comunale di Liverpool ha affermato che il team dell’Eurovision ora inizierà a mettere in atto piani, incluso il lavoro con artisti di strada e stilisti ucraini, la creazione di un programma educativo comunitario di Liverpool/Ucraina e lo sviluppo di piani per ospitare un percorso culturale con Eurovision e Sonia.