ESC 2023 – Belgio: VRT rende noto i sette partecipanti all’Eurosong 2023

L’emittente pubblica belga di lingua fiamminga VRT, che si alterna anno dopo anno con l’emittente pubblica belga di lingua francese RTBF, ha reso noto i nomi dei 7 candidati che prenderanno parte alla selezione nazionale del Belgio, ‘Eurosong 2023’, per la 67ª edizione dell’Eurovision Song Contest che si svolgerà nel Regno Unito per conto dell’emittente pubblica vincitrice dell’edizione 2022 dell’Eurovision Song Contest svoltasi a Torino, l’ucraina UA:PBC, a causa della guerra in atto nel Paese che impossibilita a procedere con l’organizzazione.

Dopo aver fatto appello all’industria musicale belga per partecipare all’Eurosong 2023, VRT ne ha selezionato un totale di sette artisti.

Ameerah, Chérine, gala dragot, Gustaph, Hunter Falls, Loredana e The Starlings si sfideranno sabato 14 gennaio 2023 su Eén presso l’arena del Paleis 12 / Palais 12 dell’Heysel a Bruxelles, a pochi metri dal padiglione dove si svolse l’Eurovision Song Contest 1987

Lo show sarà condotto da Pieter Van de Veire, lo storico commentatore per la tv fiamminga e considerato “Mister Eurovision”.

Fra i 7 selezionati troviamo quindi il ritorno in gara del cantautore belga Tom Dice (Starlings), che già ha rappresentato il Belgio all’Eurovision Song Contest 2010 tenutosi ad Oslo, con la canzone “Me and My Guitar”, piazzandosi al sesto posto e totalizzando 143 punti; Loredana non è invece nuova sul mercato belga e nelle selezioni per l’Eurovision Song Contest, con il duo 2 Fabiola ha partecipato all’Eurosong 2014; anche Gustaph ha già all’attivo due Eurovision Song Contest, come corista di Sennek (2018); e vocal coach di Geike Arnaert degli Hooverphonic (2021); e curiosa anche la presenza di gala dragot, diciassettenne di origine albanese ma ora residente nella periferia brussellese. 

Ogni artista presenterà due brani a sua scelta. Le canzoni saranno presentate ogni giorno su Eén dal dal 9 al 13 gennaio 2023, di cui uno sarà scelto dal televoto da far accedere alla finale che si terrà il 14 gennaio presso il Paleis 12 di Bruxelles. Qui il voto combinato di giuria professionale e il voto pubblico tramite televoto  decreterà il vincitore.

Eurosong host Peter Van De Veiere says: “I Giochi olimpici della Musica. Questo è l’Eurovision Song Contest. È entusiasmante vedere quanti artisti emergenti vogliano partecipare alle selezioni nazionali. Ed è impressionante vedere la varietà di generi che hanno presentato per l’Eurosong 2023. In pieno spirito olimpico, con talento e consapevoli che si tratti di una occasione irripetibile. “Vinceremo” / “We Want to Win!” / “Wij Willen Winnen!”, questo è il loro messaggio. Qui come a Liverpool, l’Eurovision è più vivo che mai, più forte e contemporaneo.”, queste le parole di Peter Van de Veire.

Ecco chi sono i sette candidati dell’Eurosong 2023:

• Ameerah. Ameerah (39 anni, Heverlee) è il nome d’arte di Astrid Roelants. Viene scoperta durante la prima edizione di Idool 2003 e partecipa alle preselezioni di Eurosong l’anno successivo. Da quando ha visto vincere Sandra Kim quando aveva solo tre anni, ha sognato di esibirsi sul grande palco dell’Eurovision Song Contest. Tuttavia, ha dovuto sospendere il suo sogno per un pò. Per il suo album di debutto, Astrid ha lavorato con produttori internazionali e ha firmato con un’etichetta americana. Si è trasferita a Los Angeles dove ha contribuito all’industria musicale internazionale nell’affascinante Hollywood. Astrid ha iniziato a lavorare come cantautrice con e per artisti come Jennifer Lopez, Jay Sean e DJ Tiësto. Con il suo nome d’arte Ameerah, il suo primo singolo, “The Sound of Missing You” (con Wildboyz), ha raggiunto il top 3 della classifica Billboard Dance negli Stati Uniti, ed è stato l’inizio di una meravigliosa carriera internazionale.

• Chérine. Chérine (27 anni, Amberes) si descrive come una chiacchierona vivace ed entusiasta. Le Fiandre l’hanno conosciuta quanto ha partecipanto al The voice van Vlaanderen 2017. Faceva parte della squadra di Alex Callier  (Hooverphonic, Eurovision 2020 e poi 2021) ed è arrivata agli spettacoli dal vivo. Successivamente, Chérine ha partecipato due volte a The Voice France, La plus belle voix (2019 e 2022). È trilingue e parla correntemente olandese, inglese e francese. All’inizio di quest’anno, questa giovane artista ha anche colto l’occasione come una delle finaliste di MNM Rising Star. Chérine scrive le sue canzoni, ha un grande senso della melodia ed è una perfezionista. La vita non è sempre stata facile per lei e le sue canzoni raccontano la sua storia personale. 

• gala dragot. 17 anni, è l’artista più giovane a partecipare all’Eurosong 2023. Due anni fa è stata la vincitrice di The voice kids e ha pubblicato il suo primo singolo “Contagious”. gala dragot proviene da una famiglia di artisti. Suo padre Robert Aliaj Dragot è una delle figure più importanti del mondo dello spettacolo albanese e un artista contemporaneo. Entrambi i suoi genitori hanno sempre incoraggiato a gala dragot a ispirarsi a diverse forme d’arte. È una studentessa del Liceo Artistico, suona il pianoforte, dipinge e ha una passione per il cinema. A gala dragot piace emulare artisti come Massive Attack, Björk, David Bowie e Rosalía. Ma ha anche un grande amore per i compositori classici come Ravel, Chopin e Rachmaninov. 

• Gustaph. Gustaph (Stef Caers / Steffen, 42 anni, Amberes) ha scritto la sua prima canzone quando aveva solo sette anni. All’età di diciannove anni ha ottenuto un successo con il suo primo singolo “Gonna Lose You”, una canzone che ha prodotto e scritto lui stesso. Con esso ha vinto il Summer Hit per il miglior debutto nel 2000. La sua voce soul è popolare sia a livello nazionale che internazionale. Per sei anni ha cantato con la band Hercules & Love Affair, che ha avuto un successo mondiale nel 2006 con “Blind”. Gustaph ha anche un’esperienza eurovisiva, come corista ha già partecipato due volte all’Eurovision Song Contest: nel 2018 a Lisbona con Sennek e nel 2021 a Rotterdam con gli Hooverphonic, dove è stato anche vocal coach di Geike Arnaert. Nell’ultimo anno ha lavorato sul proprio materiale. Gustaph crede che le sue nuove accattivanti canzoni siano perfette per l’Eurovision Song Contest.

• Hunter Falls. Hunter Falls è il nome d’arte di Tchiah Ommar Abdulrahman, un giovane di 27 anni (Budingen). Canta da quando aveva sei anni. Tchiah ha radici curde. I suoi genitori sono fuggiti dalla guerra in Iraq e sono arrivati in Belgio nel 1991. Nel 2013, Hunter Falls ha preso parte al concorso “The voice van Vlaanderen” e nel 2017 è arrivato terzo nella prima edizione di MNM Rising Star. All’inizio di quell’anno divenne famoso presso la stampa nazionale belga con una curiosa iniziativa in cui portava un divano per le strade di Leuven per promuovere il suo primo singolo “On The Move”. La musica di Hunter Falls è meglio descritta come pop melodico condito dalle sue radici internazionali e dai ricordi d’infanzia della Svezia e di Londra. Inoltre, ha già pubblicato tre accattivanti singoli dance insieme a Peter Luts. Il suo nome d’arte si riferisce alla sua convinzione che dovresti inseguire i tuoi sogni e non aspettare che le cose ti cadano addosso, così come alla sua stagione preferita dell’anno, l’autunno.

• Loredana. Loredana De Amicis (36 anni, Zonhoven) non è estranea al mondo dell’Eurosong. Nel 2014 ha preso parte alle preselezioni con Pat Krimson come 2 Fabiola con “She’s after my piano”. Sebbene non siano stati selezionati, quell’anno hanno vinto il Radio 2 Summer hit. Loredana è appassionata di musica sin dalla tenera età. Quando aveva 16 anni ha partecipato per la prima volta al talent show RTBF Pour la gloire. Quella è stata anche la sua prima apparizione in TV. Nel 2008 inizia come cantante con 2 Fabiola. Con questa formazione di dance, Pat e Loredana hanno già segnato diversi successi. Sta anche lavorando duramente alla sua carriera da solista. Loredana ha avuto un grande anno: ha festeggiato la sua millesima esibizione con 2 Fabiola, è arrivata seconda come Cavaliere (Knight) nella versiona statunitense e tedesca del talent show Il cantante mascherato (The masked singer) ed è stata insieme a Pat, uno degli artisti che hanno partecipato al Liefde voor muziek. Ha sempre sognato di esibirsi all’Eurovision Song Contest. 

• The Starlings. The Starlings è composto da Tom Dice e Kato Callebaut (32 anni e 31 anni, Eeklo). Questi due cantautori hanno avuto sfondamenti sui palchi delle più grandi competizioni per talenti: Tom in X-factor e Kato in Idol 2011. Entrambi hanno concluso al secondo posto e Kato ha vinto il Radio 2 Summer hit 2011 con il suo singolo “The Joker”. Kato, che divenne famosa suonando un ukulele, sentì per la prima volta Tom suonare la sua chitarra nel bel mezzo dell’eccitazione dell’Eurovision Song Contest. Durante il Gran Finale del 2010 Tom ha conquistato l’intera Europa con un’ottima prestazione: ha vinto la sua Semi-Finale ed è arrivato sesto con “Me and my guitar“. Questo è ancora il miglior risultato fiammingo mai ottenuto. Le strade di Tom e Kato si sono incrociate regolarmente e presto è diventato evidente che le loro voci andavano insieme incredibilmente bene. Tuttavia, nel 2018 la fiamma si è accesa ed è nato The Starlings. La loro popolarità è cresciuta grazie a Liefde voor muziek e al loro primo successo, “Little Submarine”. Nel frattempo il duo si è sposato e hanno realizzato due album. Il modo migliore per descrivere la musica degli The Starlings è la musica pop con radici acustiche e armonie. Canzoni malinconiche sull’amore e sulla vita. Kato e Tom sono molto desiderosi di rappresentare il Belgio a Liverpool.

@eenbe #eurosong2023 – #eurovisie – #eurovision2023 – #paleis12 – #brussel

Il Belgio è stato rappresentato nella scorsa edizione tenutasi a Torino in Italia dal cantante e calciatore belga Jérémie Makiese e il suo brano “Miss You”, pubblicato il 10 marzo 2022 su etichetta discografica Universal Music Belgium. Il 15 settembre 2021 è stato confermato che l’emittente pubblica vallone RTBF ha selezionato Jérémie Makiese internamente come rappresentante belga all’Eurovision Song Contest 2022. “Miss You” è stato rivelato come suo brano eurovisivo e pubblicato sul canale YouTube della manifestazione e in digitale il 10 marzo 2022. Nel maggio successivo, dopo essersi qualificato dalla Seconda Semi-Finale, Jérémie Makiese si è esibito nella Finale eurovisiva, dove si è piazzato al 19º posto su 25 partecipanti con 64 punti totalizzati.

Il paese è uno dei membri fondatori dell’Eurovision Song Contest che ha partecipato a quasi tutte le edizioni dell’Eurovision Song Contest (63 partecipazioni, 53 finali), tranne che nel 1994, 1997 e nel 2001, a causa dello scarso risultato nell’edizione precedente.

Il paese ha vinto una sola volta, nel 1986, con “J’aime la vie” cantata dalla tredicenne Sandra Kim, che è oggi ricordata come la più giovane vincitrice del concorso canoro e l’anno successivo Bruxelles ha ospitato la manifestazione.

Si è classificato per due volte al secondo posto, nel 1978 e nel 2003. Nel 2003 la folk band degli Urban Trad (che non vinsero per lo scarto di soli due punti) cantò una canzone in una lingua inesistente, e lo stesso fecero 5 anni dopo gli Ishtar. Dall’introduzione delle due semifinali, ha conquistato la finale nel 2010, 2013, 2015, 2016, 2017 e 2021.

L’olandese e il francese, lingue ufficiali del Belgio insieme al tedesco, si sono alternati negli anni nelle canzoni presentate dal Belgio. Negli ultimi anni però è stato adottato, come altri paesi, l’inglese, mentre nel 2003 e 2008 si è optato per delle lingue immaginarie.

L’emittenti pubbliche, la fiamminga VRT e la vallona RTBF, trasmettono entrambe l’evento ma si alternano nell’organizzare la partecipazione, la prima negli anni pari privilegia la selezione nazionale, la seconda in quelli dispari sceglie di solito tramite una selezione interna, ma ovviamente non sono mancate le eccezioni; tale alternanza, almeno fino al 1996, si è riflettuta anche nella lingua.