JESC 2022: Nicolas Alves con “Anos 70” per il Portogallo a Yerevan

L’emittente pubblica portoghese RTP ha presentato qualche minufo fa “Anos 70”, la canzone con cui il giovane cantante portoghese Nicolas Alves rappresenterà il Portogallo alla 20ª edizione dello Junior Eurovision Song Contest, in programma l’11 dicembre 2022 al Karen Demirchyan Sports and Concerts Complex (Կարեն Դեմիրճյանի անվան մարզահամերգային համալիր) di Yerevan, in Armenia.

Nicolas Alves è stato selezionato internamente dalla RTP, confermando la scelta del secondo classificato del Talent Show The Voice Kids Portugal, in quanto la vincitrice di The Voice Kids Portugal 2022, Maria Gil De Azevedo, che compirà i 15 anni prima del mese di dicembre, e secondo il Regolamento dello JESC non può partecipare a questo concorso internazionale, in cui le regole impongono ai partecipanti di avere, alla data della manifestazione l’età massima di 14 anni. Pertanto, RTP ha deciso di invitare il secondo classificato a rappresentare il Portogallo al prossimo JESC 2022.

La canzone di Nicolas Alves per lo Junior Eurovision Song Contest 2022 è stata scritta da Carolina Deslandes insieme ad AGIR. Carolina è stata la mentore di Nicolas in The Voice Portugal Kids, in cui Nicolas ha gareggiato all’inizio di quest’anno.

Carolina Deslandes ha già tentato di rappresentare il Portogallo all’Eurovision Song Contest nel 2021. È arrivata seconda al Festival da Canção con “Por Um Triz”, ha vinto il voto della giuria regionale ma è stata terza con il televoto.

Il tredicenne Nicolas Alves viene da Torres Vedras ed è nato nel Regno Unito, dove visse fino all’età di 10 anni. Ha iniziato a cantare all’età di 4 anni ed è entrato in una scuola di musica nel Regno Unito all’età di 8 anni. A The Voice Portugal Kids ha fatto parte del team di Carolina Deslandes e, curiosamente, ha eseguito la versione di “Beggin” di Måneskin, vincitori dell’Eurovision Song Contest 2021 nelle Blind Auditions (audizioni al buio).

A breve verrà pubblicata la canzone con cui rappresenterà il Portogallo nella 20° edizione del Junior Eurovision Song Contest.

A breve verrà pubblicata la canzone con cui Nicolas Alves rappresenterà il Portogallo nella 20° edizione dello Junior Eurovision Song Contest a Yerevan, in Armenia.

Il Portogallo ha partecipato 6 volte sin dal suo debutto nel 2006. La rete che ha curato le varie partecipazioni è la RTP. Si è ritirata nel 2008, ma è ritornata 10 anni dopo nel 2017, a seguito della vittoria all’Eurovision Song Contest.

Inizialmente nel luglio del 2014, RTP avesse espresso la sua intenzione di ritornare nella competizione, tuttavia il 4 settembre dello stesso anno annuncia che non sarebbe stato così.

Nel 2020, nonostante un’iniziale conferma, si ritira nuovamente dalla manifestazione per motivi legati alla pandemia di COVID-19, confermando il suo ritorno al concorso nel 2021 con il giovane Simão Oliveira, vincitore della versione lusitana de The Voice Kids.

• Portogallo allo Junior Eurovision Song Contest:

  • 2006: Pedro Madeira – “Deixa-me sentir”, 14° – 22 punti
  • 2007: Jorge Leiria – “Só quero é cantar”, 16° – 15 punti
  • 2017: Mariana Venâncio – “Youtuber”, 14° – 54 punti
  • 2018: Rita Laranjeira – “Gosto de Tudo (Já Não Gosto de Nada)”, 18° – 42 punti
  • 2019: Joana Almeida – “Vem comigo (Come with Me)”, 16° – 43 punti
  • 2021: Simão Oliveira – “O Rapaz” (The Boy), 11° – 101 punti

Lo Junior Eurovision Song Contest 2022 sarà la 20ª edizione del concorso canoro per bambini e ragazzi dai 9 ai 14 anni, che si svolgerà l’11 dicembre al K. Demirchyan Sport-Concert Complex (Կ. Դեմիրճյանի անվան մարզահամերգային համալիրում), in seguito alla vittoria di Maléna con la canzone “Qami qami” (Քամի Քամի; Wind Wind) nell’edizione precedente.

Si tratta del secondo evento eurovisivo che si svolge in Armenia, dopo lo Junior Eurovision Song Contest 2011 ospitato anche al K. Demirchyan Sport-Concert Complex (Կ. Դեմիրճյանի անվան մարզահամերգային համալիրում). La sede può ospitare tra le 6.000 e le 8.000 persone per grandi concert ed è la seconda Arena ad aver ospitato due volte lo Junior Eurovision Song Contest, dopo la Minsk Arena in Bielorussia.

In questa edizione il Regno Unito, sulla scia dell’organizzazione dell’Eurovision Song Contest 2023, ha confermato il suo ritorno dopo 16 anni d’assenza, mentre l’Azerbaigian, la Bulgaria e la Germania hanno annunciato il proprio ritiro. La Russia, partecipante fissa sin dalla terza edizione, è stata esclusa in seguito all’espulsione delle emittenti nazionali dall’EBU-UER.

Di seguito i 16 paesi che prenderanno parte allo Junior Eurovision Song Contest 2022 oltre ad Armenia (Nare Ghazaryan – ), Albania (Kejtlin Gjata – “Pakëz diell(A Bit Of Sunlight), Francia (Lissandro – “Oh maman!“), Georgia (Mariam Bigvava – “I Believe”), Irlanda (Sophie Lennon – “Solas” (Light)), Italia (Chanel Dilecta – “BLA BLA BLA”), Kazakistan (David Charlin – “Jer-ana (Mother Earth)” (Жер-Ана)), Malta (Gaia Gambuzza – “Diamonds in the skies”), Macedonia del Nord (Lara, Jovan & Irena – “Životot e pred mene” – “My Life Ahead Of Me”), Paesi Bassi (Luna – “La festa”), Polonia (Laura Bączkiewicz To the moon), Portogallo (Nicolas Alves – “Anos 70” (The 70’s)), Serbia (Katarina Savić – “ Svet bez granica” (Свет без граница, World Without Borders)), Spagna (Carlos Higes – “Señorita”), Ucraina (Zlata Dzyunka – “Nezlamna (Unbreakable)” (Незламна) e Regno Unito (Freya Skye – “Lose my head”). 

Lo slogan è ‘Spin the Magic’, mentre il logo rappresenta un trottola di legno circondata da tre fili con i colori della bandiera armena, ideato per rappresentare un punto d’incontro tra la vecchia e la nuova Armenia.