ESC 2023 – Ucraina: Il Vidbir 2023 sarà diviso in due parti, intervallate da uno speciale sui Kalush Orchestra

Come riportato dal sito ESCplus e sulla programmazione dell’emittente nazionale ucraina, il Vidbir 2023, la selezione nazionale ucraina che sceglierà il rappresentante dell’Ucraina da inviare a Liverpool, in programma il prossimo 17 dicembre 2022 sarà intervallato da uno speciale documentario sui Kalush Orchestra, vincitori dell’Eurovision Song Contest 2022, rappresentando l’Ucraina con il brano “Stefania” (Стефанія).

La finale del Vidbir 2023  si terrà in un’unica serata il 17 dicembre 2022 e vedrà 10 artisti sfidarsi per la possibilità di rappresentare l’Ucraina all’Eurovision Song Contest 2023. Timur Miroshnychenko (Тімур Мірошниченко) è stato riconfermato come conduttore. La serata finale del Vidbir 2023 sarà trasmesso dal vivo su Pershyi, Suspilne Kultura, e online sul sito web dell’emittente UA:PBC tv.suspilne.media e sui portali Facebook e YouTube, e si terrà a Kiev presso la stazione della metropolitana di Maidan Nezalezhnosti (Kyiv Metro station, Майдан Незалежності), scelta per ragioni di sicurezza per via del rischio di attacchi nel contesto dell’invasione russa. 

Il vincitore della Finale del Vidbir 2023 rappresenterà l’Ucraina all’Eurovision Song Contest 2023 nel Regno Unito e sarà decretato da una combinazione di votazione pubblica (50%) e una giuria di esperti, i cui membri sono stati scelti dal pubblico ucraino tramite televoto (50%).

Per la prima volta, i membri della giuria sono stati selezionati tramite una votazione pubblica online sull’applicazione Dija, dove sono stati selezionati tre membri della giuria fra nove candidati selezionati dall’emittente pubblica ucraina. I membri della giuria sono:

  • Taras Topolya / Тарас Тополя, leader della band rock Antytila / гурту “Антитіла”
  • Jamala / Джамала, vincitrice dell’Eurovision Song Contest 2016
  • Yulia Sanina / Юлія Саніна, cantante principale del gruppo THE HARDKISS

La prima parte della selezione nazionale ucraina, come indicato sulla guida tv ucraina, si svolgerà dalla 16:00 CET.

Seguirà una pausa alle ore 18:00 CET in cui sarà trasmesso sul sito ufficiale Suspilne Kultura (Суспільне Культураі e sul suo canale ufficiale Youtube  uno speciale di 1 ora sui Kalush Orchestra «Kalush Orchestra, або Як ми перестали хвилюватися і виграли Євробачення під час війни» (Kalush Orchestra, or How We Stopped Worrying and Won Eurovision During the War). Di cosa si tratti con esattezza non lo sappiamo ancor, ma il materiale video registrato in questi mesi dalla band in giro per il mondo consente di creare un buon documentario.

La vincitrice o il vincitore del Vidbir verrà annunciato durante la seconda parte in onda dalle 19:00 CET.

UA:PBC ha selezionato dapprima i 36 artisti con le canzoni migliori tra le 384 proposte ricevute (100 in più rispetto all’edizione precedente), e con una seconda scrematura ha selezionato i 10 finalisti

Ecco di seguito i 10 artisti in ordine di esibizione, che si sfideranno al Vidbir 2023 per rappresentare l’Ucraina a Liverpool:

  1. Moisei — «I’m Not Alone» (Я не один) (Moisei Bondarenko / Мойсей Бондаренко)
  2. OY Sound System — «Ой, тужу» (Oy, tuzhu) (Taras Halanevych, Viktoriia Rodko / Тарас Галаневич, Вікторія Родко)
  3. DEMCHUK — «Alive» (Живий) (Vasyl Demchuk, Evgeniy Bardachenko, Tomash Lukach, Nazar Tumanik / Василь Демчук, Євгеній Бардаченко, Томаш Лукач, Назар Туманик)
  4. Jerry Heil (Дже́ррі Гейл) — «WHEN GOD SHUT THE DOOR» (Коли Бог закрив двері) (Yana Shemaieva, Dimik Wheelson, Ivan Klymenko, Oleksandr Pryshliak, Stas Chorniy / Яна Шемаєва, Дімік Вілсон, Іван Клименко, Олександр Пришляк, Стас Чорний)
  5. FIINKA — «Довбуш» (Dovbush) (Iryna Vyhovanets / Ірина Вихованець)
  6. KRUTЬ — «Колискова» (Kolyskova) (Maryna Krut, Gerda Sonyash / Марина Круть, Герда Соняш)
  7. Tember Blanche (Білий Вересень) — «Я вдома» (Ia vdoma) (Oleksandra Hanapolska, Vladyslav Lahoda, Oleksandr Musevych / Олександра Ганапольська, Владислав Лагода, Олександр Мусевич)
  8. Angelina (Ангеліна) — «Stronger» (Сильніша) (Anderz Wrethov, Angelina Terennikova / Андерз Вретов, Ангеліна Тереннікова)
  9. 2TONE — «Квітка» (Kvitka) (Mykola Havrysh, Oleksandr Dubina, Ihor Ivanovich, Anton Yemelyanov, Ivan Isaev / Микола Гавриш, Олександр Дубина, Ігор Кандабаров, Антон Ємельянов, Іван Ісаєв) 
  10. TVORCHI — «Heart of Steel» (Серце зі сталі) (Jimoh Augustus Kehinde, Andrii Hutsuliak / Джімо Аугустус Кехінде, Андрій Гуцуляк)

Sarà possibile seguire il Vidbir sul canale Youtube della tv ucraina UA:PBC

L’appuntamento con la 67ª edizione dell’Eurovision Song Contest è per il 9, 11 e 13 maggio 2023 a Liverpool, nel Regno Unito, per conto dell’Ucraina, vincitrice dell’ultima edizione dell’ESC 2022, al pari dei Big 5, non prenderà parte alle Semifinali, ma andrà direttamente in Finale.

L’Ucraina è stata rappresentata nella scorsa edizione tenutasi a Torino dal gruppo musicale ucraino KALUSH Orchestra con il brano “Stefania” (Стефанія), pubblicato il 7 febbraio 2022 su etichetta discografica Columbia Records ed Enko. I Kalush con l’inedito “Stefania” (Стефанія) hanno partecipato all’annuale selezione ucraina per l’Eurovision Song Contest. Il testo del brano, scritto interamente in lingua ucraina, è un’ode alle madri, dipinte come figure forti e amorevoli. Nella selezione ucraina, che si è svolta il successivo 12 febbraio 2022, i Kalush si sono piazzati secondi, conquistando il primo posto nel televoto e il terzo nel voto della giuria, dietro ad Alina Pash / Аліна Паш  con la sua “Shadows of Forgotten Ancestors” (Tini zabutykh predkiv, Tіні забутих предків), la quale, tuttavia, ha dovuto ritirare la sua candidatura come rappresentante eurovisiva quattro giorni dopo per via di una controversia. Il 22 febbraio è stata confermata la decisione dell’emittente responsabile per la partecipazione eurovisiva ucraina, UA:PBC, di selezionare i Kalush come rappresentanti nazionali a Torino. Nel maggio successivo, dopo essersi qualificata dalla Prima Semi-Finale dell’Eurovision Song Contest 2022, la Kalush Orchestra si è esibita nella Finale eurovisiva, risultando vincitrice con 631 punti totalizzati, di cui 439 dal televoto, ottenendo il record assoluto di voti dal pubblico nella storia della competizione. Si tratta della terza vittoria eurovisiva dell’Ucraina dopo le edizioni 2004 e 2016.

Il Paese ha debuttato all’Eurovision Song Contest nel 2003, partecipandovi senza interruzioni (17 partecipazioni, 17 finali) fino al 2015 per poi riprendere dall’anno successivo fino al 2019. Ha vinto la competizione in tre occasioni: nel 2004 con “Wild Dances” (Дикі Танці) di Ruslana (Руслана), nel 2016 con “1944” di Jamala / Джамалa e nel 2022 con “Stefania” (Стефанія) della Kalush Orchestra.

La nazione è l’unica, al di fuori delle Big 5, a non aver mai mancato la Finale. Si ritira solo per un anno, ossia l’edizione del 2015 (per problemi economici derivati dalle spese militari per il conflitto con la Russia, nella guerra dell’Ucraina orientale, ritornando all’edizione del 2016, vincendola grazie alla cantante Jamala / Джамала  con la canzone “1944”.

Nel 2019 a vincere la selezione nazionale è la cantante MARUV (Anna Korsun, Ганна Корсун) con il brano “Siren Song”, ma due giorni dopo l’artista è stata costretta a rinunciare a rappresentare il suo paese, per motivi contrattuali con l’emittente pubblica ucraina UA:PBC, sempre legati ai rapporti con la Russia e che he le aveva chiesto, vista la sua popolarità anche nell’ex stato sovietico, di annullare i concerti programmati in Russia e di autofinanziarsi totalmente tutto il periodo eurovisivo. Dopo che gli altri partecipanti della selezione nazionale Vidbir hanno rifiutato di partecipare per gli stessi motivi, l’emittente pubblica ucraina UA:PBC annuncia il ritiro dalla competizione.