ESC 2023 – Ucraina: Stasera al via alla Finale del Vidbir 2023

L’emittente pubblica ucraina Suspilne terrà stasera la Finale della 7ª edizione del Vidbir (Відбір-2023), selezione nazionale dell’Ucraina tramite la quale verrà scelto il rappresentante dell’Ucraina alla all’Eurovision Song Contest 2023 a Liverpool, nel Regno Unito.

La Finale del Vidbir 2023 (Фінал Нацвідбору на Євробачення-2023) si terrà in un’unica serata, sarà trasmessa in diretta da Kiev il 17 dicembre alle 16:00 CET (17:00 ora locale) sul canale televisivo Суспільне Культура (Suspilne Kultura), online sul sito web dell’emittente Суспільне Культура (Suspilne Kultura) dell’euovision.ua (Євробачення), sul canale Youtube Євробачення Україна, sul sito Facebook Євробачення Україна di Суспільного, e ascoltare in diretta su Radio Promin (Радіо Промінь). Lo show si terrà a Kiev presso la stazione della metropolitana di Maidan Nezalezhnosti (Maidan Nezalezhnosti metro station, Майдан Незалежності), scelta per ragioni di sicurezza per via del rischio di attacchi nel contesto dell’invasione russa. Vedrà 10 artisti sfidarsi per la possibilità di rappresentare l’Ucraina all’Eurovision Song Contest 2023. I risultati saranno decretati da una combinazione di voto della giuria di esperti e il televoto del pubblico da casa.

Timur Miroshnychenko (Тімур Мірошніченко), Zlata Ognevich (Злата Оґнєвіч) e Kateryna Pavlenko (Катерина Павленко) saranno i presentatori del Vidbir 2023. Il conduttore televisivo ucraino Timur Miroshnychenko (Тімур Мірошніченко), inizia la sua carriera televisiva quando diventa il commentatore dello Junior Eurovision Song Contest 2005-2020. Nel 2007 diventa il commentatore ufficiale dell’Eurovision Song Contest per l’UA:PBC, sostituendo DJ Pasha e commenta quindi l’evento tutti gli anni, compreso quello del 2015 a Vienna nonostante l’Ucraina non sia tra i partecipanti. Ha condotto inoltre per due volte lo Junior Eurovision Song Contest, nel 2009 con Ani Lorak (Ані Лорак) e nel 2013 con Zlata Ognevich (Злата Огнєвіч), entrambi svoltisi a Kiev. Nel 2017 viene annunciato come presentatore dell’Eurovision Song Contest 2017 di Kiev, insieme a Oleksandr Skichko (Олександр Скічко) e Volodymyr Ostapchuk (Володимир Остапчук). Si rumoreggia anche che sarà uno dei presentatori della 67ª edizione dell’Eurovision Song Contest a Liverpool il prossimo anno insieme alla conduttrice televisiva ucraina Masha Efrosinina (Маша Єфросініна); la cantante e politica ucraina Zlata Ognevich (Злата Оґнєвіч), di origini italiane e serbe, ha partecipato alle selezioni nazionali ucraine per l’Eurovision Song Contest degli anni 2010 e 2011, senza riuscire a vincere. Nel 2013 si ripresenta alla selezione nazionale e vince ed è così che potuto rappresentare l’Ucraina all’Eurovision Song Contest 2013 a Malmö col brano “Gravity” dove si classificò terza nella serata finale. Inoltre nel è stata co-presentatrice dell’edizione 2023 dello Junior Eurovision Song Contest insieme a Timur Miroshnychenko (Тімур Мірошніченко); la cantante, compositrice e folklorista ucraina Kateryna Pavlenko (Катерина Павленко), è la cantante principale della band elettro-folk ucraina Go_A (Ґоу_Ей), che Avrebbero dovuto rappresentare l’Ucraina all’Eurovision Song Contest 2020 con il brano “Solovey” (Соловей, Nightingale), ma in seguito all’annullamento dell’evento a causa della pandemia di COVID-19, sono stati confermati come rappresentanti nazionali per l’edizione del 2021, dove hanno cantato “Shum” (Шум, Noise).

UA:PBC ha selezionato dapprima i 36 artisti con le canzoni migliori (2TONE, Angelina, DAYTON, DEMCHUK, Drevo, Elysees, FIINKA, Havkа, Jerry Heil, Iana Kovaleva, Kozak Siromaha, KRUTЬ, Lue Bason, Moisei, Olivan, OOHLA, OY Sound System, SASHA, Seréen, sexnesc, Shy, SKYLERR, SOWA, Tember Blanche, Tery, TVORCHI, Victoria Niro, Vynohradova, Zetetics, Лилу45 (Lilu45), Макс Пташник (Max Ptashnyk), Мія Рамарі (Miia Ramari), Роялькіт (Royalkit), Саша Фадєєва (Sasha Fadeeva), ТÓНКА, Циферблат (Tsyferblat))  tra le 384 proposte ricevute (100 in più rispetto all’edizione precedente), e con una seconda scrematura ha selezionato i 10 finalisti. La finale si svolgerà il 17 dicembre 2022 presso la stazione della metropolitana di Majdan Nezaležnosti di Kiev.

Ecco di seguito i 10 finalisti e le rispettive canzoni, che si contenderanno l’unico posto disponibile per rappresentare l’Ucraina a Liverpool (tutti i brani sono disponibili qui):

1. Moisei – «I’m Not Alone» (Я не один) (Moisei Bondarenko / Мойсей Бондаренко)

2. OY Sound System – «Ой, тужу» (Oy, tuzhu) (Taras Halanevych, Viktoriia Rodko / Тарас Галаневич, Вікторія Родко)

3. DEMCHUK – «Alive» (Живий) (Vasyl Demchuk, Evgeniy Bardachenko, Tomash Lukach, Nazar Tumanik / Василь Демчук, Євгеній Бардаченко, Томаш Лукач, Назар Туманик)

4. Jerry Heil (Дже́ррі Гейл) – «WHEN GOD SHUT THE DOOR» (Коли Бог закрив двері) (Yana Shemaieva, Dimik Wheelson, Ivan Klymenko, Oleksandr Pryshliak, Stas Chorniy / Яна Шемаєва, Дімік Вілсон, Іван Клименко, Олександр Пришляк, Стас Чорний)

5. FIINKA – «Довбуш» (Dovbush) (Iryna Vyhovanets / Ірина Вихованець)

6. KRUTЬ – «Колискова» (Kolyskova) (Maryna Krut, Gerda Sonyash / Марина Круть, Герда Соняш)

7. Tember Blanche (Білий Вересень) – «Я вдома» (Ia vdoma) (Oleksandra Hanapolska, Vladyslav Lahoda, Oleksandr Musevych / Олександра Ганапольська, Владислав Лагода, Олександр Мусевич)

8. Angelina (Ангеліна) – «Stronger» (Сильніша) (Anderz Wrethov, Angelina Terennikova / Андерз Вретов, Ангеліна Тереннікова)

9. 2TONE – «Квітка» (Kvitka) (Mykola Havrysh, Oleksandr Dubina, Ihor Ivanovich, Anton Yemelyanov, Ivan Isaev / Микола Гавриш, Олександр Дубина, Ігор Кандабаров, Антон Ємельянов, Іван Ісаєв) 

10. TVORCHI – «Heart of Steel» (Серце зі сталі) (Jimoh Augustus Kehinde, Andrii Hutsuliak / Джімо Аугустус Кехінде, Андрій Гуцуляк)

Il vincitore della Finale del Vidbir 2023 rappresenterà l’Ucraina all’Eurovision Song Contest 2023 nel Regno Unito. Il vincitore sarà scelto da una combinazione di votazione pubblica (50%) e una giuria di esperti, i cui membri sono stati scelti dal pubblico ucraino tramite televoto (50%).  

I tre membri della giuria sono stati scelti dal pubblico. I membri della giuria sono:

  • Taras Topolya / Тарас Тополя, leader della band rock Antytila / гурту “Антитіла”
  • Jamala / Джамала, vincitrice dell’Eurovision Song Contest 2016
  • Yulia Sanina / Юлія Саніна, cantante principale del gruppo THE HARDKISS

Per la prima volta, i membri della giuria sono stati selezionati tramite una votazione pubblica online fra nove candidati selezionati dall’emittente (Jamala (Джамала) – Vincitrice dell’Eurovision Song Contest 2016, Kateryna Pavlenko (Катерина Павленко) – Rappresentante dell’Ucraina all’Eurovision Song Contest 2020 e 2021 come parte dei Go_A, Kostyantyn Tomilchenko (Костянтин Томільченко) – Scenografo, Mykhailo Khoma (Михайло Хома)– Cantante dei  DZIDZIO (Дзі́дзьо), Taras Topolia (Тарас Тополя) – Cantante degli Antytila (Антитіла) e volontario delle Forze armate dell’Ucraina, Tina Karol – Rappresentante dell’Ucraina all’Eurovision Song Contest 2006, Valery Kharchyshyn (Валерій Харчишин) – Attore e produttore televisivo, cantante dei Druha Rika (Друга Рікa), Julia Sanina (Юлія Саніна) – Cantante degli The Hardkiss, Zlata Ognevich (Злата Огнєвіч) – Rappresentante dell’Ucraina all’Eurovision Song Contest 2013) attraverso l’applicazione Dija (Дія), dove sono stati registrati 505 536 voti. Ai tre giurati selezionati è stato successivamente chiesto di siglare un accordo con UA:PBC; in caso contrario, sarebbero stati sostituiti dai candidati con il maggior numero di voti tra quelli esclusi. Dei nove candidati, sono stati selezionati: Taras Topolia (88,023 voti), Jamala (79,399 voti) e Julia Sanina (79,346 voti).

Come intervallo durante il televoto pubblico, verrà trasmesso un film di un’ora intitolato “Kalush Orchestra, or How We Stopped Worrying and Won Eurovision During the War” (Kalush Orchestra, або Як ми перестали хвилюватися та виграли Євробачення під час війни) che documenta la vittoria del gruppo all’Eurovision Song Contest 2022.

 

L’appuntamento con la 67ª edizione dell’Eurovision Song Contest è per il 9, 11 e 13 maggio 2023 a Liverpool, nel Regno Unito, per conto dell’Ucraina, vincitrice dell’ultima edizione dell’ESC 2022, al pari dei Big 5, non prenderà parte alle Semifinali, ma andrà direttamente in Finale.

A seguito della vittoria ucraina all’Eurovision Song Contest 2022, l’EBU-UER ha invitato il paese, come da tradizione, ad ospitare l’evento l’anno seguente. Tuttavia, alla luce dell’invasione russa del territorio ucraino, la stessa EBU-UER, tramite un comunicato, ha annunciato che l’Ucraina non sarebbe stata in grado di tenere l’evento, facendone così la prima edizione dal 1980 a non essere ospitata dal paese vincitore. Successivamente è stato annunciato che il Regno Unito, secondo classificato nell’edizione 2022, avrebbe organizzato la manifestazione in collaborazione con l’emittente ucraina Suspilne Movlennja (Суспільне Повлення – NSTU/UA:PBC), confermando inoltre che l’Ucraina avrebbe avuto un posto automatico nella finale in qualità di vincitrice dell’edizione precedente.

L’Ucraina è stata rappresentata nella scorsa edizione tenutasi a Torino dal gruppo musicale ucraino KALUSH Orchestra con il brano “Stefania” (Стефанія), pubblicato il 7 febbraio 2022 su etichetta discografica Columbia Records ed Enko. I Kalush con l’inedito “Stefania” (Стефанія) hanno partecipato all’annuale selezione ucraina per l’Eurovision Song Contest. Il testo del brano, scritto interamente in lingua ucraina, è un’ode alle madri, dipinte come figure forti e amorevoli. Nella selezione ucraina, che si è svolta il successivo 12 febbraio 2022, i Kalush si sono piazzati secondi, conquistando il primo posto nel televoto e il terzo nel voto della giuria, dietro ad Alina Pash / Аліна Паш  con la sua “Shadows of Forgotten Ancestors” (Tini zabutykh predkiv, Tіні забутих предків), la quale, tuttavia, ha dovuto ritirare la sua candidatura come rappresentante eurovisiva quattro giorni dopo per via di una controversia. Il 22 febbraio è stata confermata la decisione dell’emittente responsabile per la partecipazione eurovisiva ucraina, UA:PBC, di selezionare i Kalush come rappresentanti nazionali a Torino. Nel maggio successivo, dopo essersi qualificata dalla Prima Semi-Finale dell’Eurovision Song Contest 2022, la Kalush Orchestra si è esibita nella Finale eurovisiva, risultando vincitrice con 631 punti totalizzati, di cui 439 dal televoto, ottenendo il record assoluto di voti dal pubblico nella storia della competizione. Si tratta della terza vittoria eurovisiva dell’Ucraina dopo le edizioni 2004 e 2016.

Il Paese ha debuttato all’Eurovision Song Contest nel 2003, partecipandovi senza interruzioni (17 partecipazioni, 17 finali) fino al 2015 per poi riprendere dall’anno successivo fino al 2019. Ha vinto la competizione in tre occasioni: nel 2004 con “Wild Dances” (Дикі Танці) di Ruslana (Руслана), nel 2016 con “1944” di Jamala / Джамалa e nel 2022 con “Stefania” (Стефанія) della Kalush Orchestra.

La nazione è l’unica, al di fuori delle Big 5, a non aver mai mancato la Finale. Si ritira solo per un anno, ossia l’edizione del 2015 (per problemi economici derivati dalle spese militari per il conflitto con la Russia, nella guerra dell’Ucraina orientale, ritornando all’edizione del 2016, vincendola grazie alla cantante Jamala / Джамала  con la canzone “1944”.

Nel 2019 a vincere la selezione nazionale è la cantante MARUV (Anna Korsun, Ганна Корсун) con il brano “Siren Song”, ma due giorni dopo l’artista è stata costretta a rinunciare a rappresentare il suo paese, per motivi contrattuali con l’emittente pubblica ucraina UA:PBC, sempre legati ai rapporti con la Russia e che he le aveva chiesto, vista la sua popolarità anche nell’ex stato sovietico, di annullare i concerti programmati in Russia e di autofinanziarsi totalmente tutto il periodo eurovisivo. Dopo che gli altri partecipanti della selezione nazionale Vidbir hanno rifiutato di partecipare per gli stessi motivi, l’emittente pubblica ucraina UA:PBC annuncia il ritiro dalla competizione.