ESC 2023 – Albania: Albina dhe Familja Kelmendi con “Duje” per l’Albania all’ESC 2023

Si è svolta stasera a Tirana presso il Palazzo dei Congressi (Pallati i Kongreseve), dopo tre Semifinali la Finale della 61esima edizione del Festivali i këngës në RTSH (Festivalit të 61-të Këngës në RTSH), la selezione nazionale dell’Albania per la 67ª edizione dell’Eurovision Song Contest che si svolgerà il 9, l’11 e il 13 maggio 2023 presso la Liverpool Arena di Liverpool, nel Regno Unito per conto dell’emittente pubblica vincitrice dell’edizione 2022 dell’Eurovision Song Contest svoltasi a Torino, l’ucraina UA:PBC, a causa della guerra in atto nel Paese che impossibilita a procedere con l’organizzazione.

A vincere la 61esima edizione è stata Elsa Lila con “Evita”, è una srtuggente ballata in albanese dedicata alla figlia. Al secondo posto si è classificato, Albina dhe Familja Kelmendi con “Duje” (Love it), mentre hanno chiuso terzo 2 Farm con “Atomike” (Atomic). Nonostante si sia classificata seconda al festival, il cui risultato è decretato da una giuria; il televoto, che da quest’anno ha deciso chi rappresenterà l’Albania all’Eurovision Song Contest, ha decretato che a rappresentare l’Albania all’Eurovision Song Contest 2023, è Albina & Familja Kelmendi (Albina dhe Familja Kelmendi: Bujar, Albana, Albin, Vesa, Sidorela) con la canzone intitolata “Duje” (Love it), scritta da Enis Mullaj ed Eriona Rushiti, non è ancora chiaro se la canzone subirà un rinnovamento in vista dell’ESC 2023 che potrebbe influenzarne la melodia e/o il testo, e nemmeno se sarà riproposto in inglese interamente o in parte.

Elsa Lila è nota al grande pubblico non solo in Albania, dove ha grande successo essendo anche un’habitué del Festivali i këngës në RTSH (che ha vinto per la terza volta), ma anche in Italia. Ricordiamo infatti le sue partecipazioni al Festival di Sanremo nel 2003 con “Valeria” e nel 2007 con “Il senso della vita” (che portano entrambe il marchio di fabbrica di Guido Morra e Maurizio Fabrizio). Poi ha iniziato una carriera parallela in Albania, anche conducendo proprio un’edizione del Festival dove ora ha trionfato come artista (in quella occasione, 2008 duettò con Enrico Ruggeri in “Fluturimi I fundit”, colonna sonora dell’omonimo film) e che aveva già vinto nel 1996, quando ancora l’Albania non era in gara all’Eurovision. Fra le altre cose anche un’esperienza come giudice a The Voice of Albania. Ora questo brano che la restituisce alla musica dopo una non chiara vicenda giudiziaria in Italia. In Italia ha pubblicato alcuni singoli e l’album “Elsa” del 2003. Curiosità: il maestro Enrico Melozzi dirige l’orchestra per Elsa Lila; Melozzi diresse i Måneskin a Sanremo 2021. Per Elsa è anche un importante riscatto dopo la vicenda giudiziaria che l’ha vista protagonista lo scorso anno, a seguito dell’arresto per spaccio e associazione a delinquere in seguito a un gravissimo errore giudiziario.

Per quanto riguarda Albina, che ha condiviso il palcoscenico con la sua famiglia (per un totale di 6 persone, numero massimo consentito dal regolamento dell’Eurovision Song Contest, sul palco) ed è la sedicesima volta e la quinta consecutiva in 18 (19 se consideriamo l’edizione 2020) partecipazioni che, a rappresentare il paese, è un’artista di sesso femminile.

Albina Kelmendi è una nota cantante kosovara. Proveniente da una famiglia di musicisti, ha ereditato da loro una grande voglia e passione per la musica e ha deciso di portarli sul palco per il suo brano. Indipendentemente da ciò, ha studiato clarinetto e pianoforte in una scuola di musica nella sua città natale di Pejë. Ha iniziato a esibirsi insieme alla sua famiglia nel complesso “Family Band”. È salita alla ribalta nel 2014, quando è stata finalista alla quarta edizione di  The Voice Of Albania 4. L’anno successivo ha preso parte alla dodicesima edizione del Top Fest 12, dove ha presentato l’inedito “Nuk ka ma mire”. Negli anni successivi ha pubblicato diversi singoli, mentre nel giugno 2022 la cantante ha pubblicato il suo album di debutto, ‘Nana loke’. 

Albina Kelmendi: 

Dopo Israele con Noa Kirel (נועה קירל), Cipro con Andrew Lambrou (Άντριου Λάμπρου), Paesi Bassi con Mia Nicolai & Dion Cooper, Slovenia con i Joker Out; l’Ucraina con TVORCHI e il brano «Heart of Steel» (Серце зі сталі) e l’Albania con Albina dhe Familja Kelmendi e il brano «Duje» (Love It) diventa il quinto Paese ad annunciare il proprio rappresentante per il concorso 2023. Inoltre, è la seconda canzone ufficiale che viene svelata nel novero di quelle che parteciperanno all’Eurovision Song Contest 2023, (qui il link con il calendario della stagione).

Uno dei momenti salienti della serata è stato il momento dell’assegnazione dei premi. Erma Mici è stata proclamata vincitrice del premio “Best Debut Artist” / “Artistja më e mirë debutuese“, il primo premio assegnato in questa serata conclusiva del Fest 61. Mici, che ha portato al Festival la canzone “Kozmosi i Dashurişie”, ha ricevuto i più alti elogi dalla giuria professionale e dalla giuria dei media, aggiudicandosi così il premio. Sul grande palco, il premio è stato consegnato alla cantante dal vicesindaco del Comune di Tirana, Anuela Ristani; Rovena Dilo, cantante che ha dato tanto alla musica albanese, è stata proclamata vincitrice del “Premio alla Carriera” / “Çmimin e Karrierës” al Fest 61. Un apprezzamento per la cantante che da più di 2 decenni porta hit dopo hit, regalando un pieno di emozioni con le canzoni che sono rimasti a lungo nella memoria pubblica. Il premio, valutato da una giuria professionale, è stato consegnato al cantante dal Maestro Zhani Ciko. Rovena Dilo gareggia al Festival con il brano “Motit”.

A scegliere la vincitrice tra i 21 finalisti giunti alla serata finale attraverso tre semifinali una giuria di 7 esperti composta dal produttore Genc Salihu, la cantante Alma Bektashi, il professore Zhani Ciko, la poetessa Rita Petro e il cantante Elton Deda.  Inoltre, accanto alla giuria professionale, in questa edizione ci sarà anche una giuria mediatica, novità data dal fatto che il Festivali i Këngës në RTSH ha sempre avuto un’ampia copertura mediatica, composta da Alida Cenaj, giornalista di carriera; Jerida Sakaj, giornalista di RTSH; Juela Myftari, giornalista di A2CNN e Xhani Shqerra, presentatore, avranno l’opportunità di valutare gli artisti esordienti e insieme alla giuria professionale assegneranno il Premio al miglior artista o gruppo emergente stasera e decideranno i 5 cantanti emergenti che andranno alla serata finale.

Il Festivali i këngës në RTSH si è articolato in quattro spettacoli: tre semifinali trasmesse dal vivo il 19, 20 e 21 dicembre 2022, e la finale del 22 dicembre 2022, presso il Palazzo dei Congressi (Pallati i Kongreseve) di Tirana.

Quest’anno, a differenza di altre volte, e per la prima volta dall’edizione 2016 si terrà un televoto, il cui vincitore sarà decretato il rappresentante eurovisivo dell’Albania a Liverpool; il vincitore principale del festival sarà invece determinato, come di consuetudine, dal solo voto della giuria di esperti. Questi cambiamenti derivano dalla conservazione dei valori del FiK, ma anche dall’adattamento ai requisiti specifici richiesti dall’Eurovision Song Contest.

I partecipanti, selezionati da una giuria di esperti del settore, sono stati annunciati insieme ai titoli dei relativi brani, ma le canzoni non verranno pubblicate fino a quando non si esibiranno sul palco con una mossa simile a quella del festival di Sanremo in Italia. 

Durante la prime due semifinali gli artisti, 13 per serata, hanno presenteranno una versione orchestrale del loro brano, mentre nella terza semifinale, dedicata alle cover, gli artisti affermati con un pezzo da loro scelto che fanno parte della storia del Festivali i Këngës, accompagnati da artisti e vincitori del Festival.

Durante le semifinali, si è svolta inoltre la gara della categoria Emergenti: nel corso della prime due semifinali sono stati eliminati cinque artisti.

I 20 brani partecipanti sono stati tutti eseguiti accompagnati dall’Orkestrën Simfonike të RTSH la prima serata (lunedì sera) in una versione studio e gli artisti presentaranno lo staging come se fosse per l’Eurovision Song Contest, mentre la seconda serata (ieri sera) sono stati presentati in una versione differente in duetto con artisti noti albanesi, verranno eseguite le versioni acustiche delle canzoni. La giuria è stata composta da professionisti della musica albanese, formattazione simile a quella della commissione selezionatrice delle 20 canzoni di quest’anno, che era composta da Ardit Gjebrea, Elton Deda, Marjan Deda, Klodian Qafoku, Zefina Hasani, Arta Marku dhe Redi Treni.

Dopo le prime due serate (1ª semifinale – 27 dicembre 2021 ‘Contestants night‘ e 2ª semifinale – 28 dicembre 2021 ‘Nostalgia night’) sono stati eliminati 3 dei 20 artisti inizialmente in gara, riducendo così il novero dei candidati per Torino a 17. 

Un totale di 21 artisti con altrettanti brani divisi in due categorie: BIG (composta da 16 cantanti noti: 2 Farm, Alban Kondi & Lore, Albina & Familja Kelmendi, Elsa Lila, Enxhi Nasufi, Evi Reçi, Fabian Basha, Fifi, Franc Koruni, Gjergj Kaçinari, LYNX, Manjola Nalbani, Petrit Çarkaxhiu, Rezearta Smaja, Rovena Dilo, Sergio Hajdini) e Nuovi artisti / Rinjve (composta da 5 giovani cantanti emergenti: Erna Mici, Gent Hoxha, Melodajn Mancaku, Xhuli Pjetraj, Urban Band, Vanesa Sono). I nuovi artisti si sono sfidati nella prima semifinale tra di loro e solo 3 si sono qualificati per partecipare alla finale nazionale.

Lo spettacolo è stato presentato da Arbana Osmani. Come ospite speciale ci sono stati Mirush Kabashi torna sul palco del Festival della Canzone dopo 25 anni, emoziona con la poesia “Ah moj demokraci” di Pano Taç; i ballerini Kledi Kadiu e Anbeta Toromani, noti al pubblico italiano per avere partecipato alla trasmissione Amici di Maria De Filippi. Inoltre si è esibita la vincitrice di The Voice Kids in Belgio, gala dragot con il brano “Contagious”, che partecipa anche all’Eurosong, la selezione nazionale del Belgio per Liverpool. gala ha costretto a suo padre, Robert Aliaj Dragot a unirse a lei sul escenario e cantare “two half of an apple”.

Il Festivali i Këngës è il principale evento canoro e musicale in Albania ed è uno dei festival canori di maggior tradizione nel paese adriatico che sta per vedere la sua 61esima edizione, sarà ancora una volta utilizzato per selezionare il propio brano/rappresentante all’ESC 2022.

Ecco di seguito la classifica della Finale della edizione 2023 del Festivali i 610-të i Këngës në RTVSH (in ordine di apparizione sul palco) (Risutato):

  1. 2 Farm – “Atomike” (Atomic) (Kelvis Bega, Renan Berati, Redvis Mazi), 3° posto
  2. Sergio Hajdini – “Vështirë” (Tough) (Serxhio Hajdini)
  3. Gjergj Kaçinari – “Dje” (Yesterday) (Gjerg Kaçinari)
  4. Alban Kondi & Lorè – “Melodi” (Melody) (Alban Kond)
  5. Vanesa Sono – “Aroma jonë” (Our fragrence) (Vanesa Sono)
  6. Elsa Lila – “Evita” (Elsa Lila), 1° posto 🏆
  7. Erma Mici – “Kozmosi i dashurisë” (The cosmos of love) (Erma Mici)
  8. Franc Koruni – “Në pritje” (Pending) (Franc Koruni)
  9. Gent Hoxha – “Ajër” (Air) (Jeris Kaso, Elio Shuli)
  10. Petrit Çarkaxhiu – “Emri yt mirësi” (Your name is good) (Petrit Çarkaxhiu)
  11. Melodajn Mancaku – “Gjysma e zemrës sime” (Alban Ramosaj, Marko Polo)
  12. Manjola Nallbani – “Duaj” (Love) (Kledi Bahiti, Manjola Nallbani)
  13. Urban Band – “Në çdo hap” (At every step) (Klodian Rexhepaj, Florian “Kelly” Carkanji)
  14. Enxhi Nasufi – “Burrë” (Man) (Andrei “Alandy” Vornicu)
  15. Rovena Dilo – “Motit” (Weather) (Aldo Shqalshi, Rovena Dilo)
  16. Fifi – “Stop” (Filoreta “Fifi” Raçi)
  17. Rezarta Smaja – “N’Eden” (In Eden) (Eriona Rushiti)
  18. Evi Reçi – “Ma kthe” (Give me back) (Ervin Gonxhi, Vojsava Alla)
  19. Fabian Basha – “Një gotë” (A glass) (Alban Kondi, Fabian Basha)
  20. Albina dhe Familja Kelmendi – “Duje” (Love it) (Enis Mullaj, Eriona Rushiti), 2° posto – ESC 2023
  21. LYNX – “Nëse ke besim” (If you have faith) (LYNX)

L’Albania è stata rappresentata nella scorsa edizione tenutasi a Turin dalla cantante albanese Ronela Hajati e il suo brano pop con influenze latine, orientali, rap e reggaeton, “Sekret”, scelti attraverso la selezione nazionale 60-të Festivali i Këngës në RTSH), pubblicato il 2 dicembre 2021 su etichetta discografica Onima. Il brano ha partecipato alla 60ª edizione del Festivali i Këngës, il principale festival musicale albanese che funge da selezione nazionale per l’Albania all’Eurovision Song Contest, che si è svolto alla fine del mese di dicembre. Nella serata finale “Sekret”, interpretato in una versione leggermente modificata contenente alcuni versi nel ritornello in lingua inglese, ha vinto il primo premio, garantendo a Ronela Hajati la possibilità di riproporlo sul palco dell’Eurovision Song Contest 2022 a Torino in rappresentanza del suo paese. La versione eurovisiva di “Sekret”, modificata per rientrare nel limite di tre minuti imposto dal regolamento della competizione e con un testo trilingue prevalentemente in lingua inglese con alcuni versi in spagnolo, è stata pubblicata il 4 marzo 2022. Nel maggio successivo Ronela Hajati si è esibita durante la prima semifinale della manifestazione europea, dove si è piazzata al 12º posto su 17 partecipanti con 58 punti totalizzati, non riuscendo a qualificarsi per la finale. È risultata la preferita sia dalla giuria, sia dal televoto in Grecia.

L’Albania ha partecipato all’Eurovision Song Contest 18 volte (10 Finali), debuttando nel 2004. Il suo piazzamento migliore risale al 2012, quando Rona Nishliu con il suo brano “Suus” (Personal, Personale, për veten) si classifica quinta con 146 punti.

Dopo una 7ª posizione nell’anno del suo debutto con Anjeza Shahini, l’Albania arriva sedicesima nel 2005 e non si qualifica alla finale nei due anni successivi. Nel 2008, 2009 e 2010 raggiunge sempre la finale, mancandola però nel 2011.

Nel 2012 Rona Nishliu, cantante kosovara, riporta il paese in Finale portando a casa il miglior piazzamento della nazione, un 5º posto. Nel 2013 e nel 2014 il paese non riesce a qualificarsi, ma nel 2015 Elhaida Dani, già vincitrice di The Voice of Italy, riporta l’Albania in finale finendo 17º con 34 punti. Tuttavia nel 2016 e nel 2017 il paese balcanico non accede alla finale per poi cambiare rotta nel 2018, tornando nuovamente in finale con Eugent Bushpepa. Il paese riesce a qualificarsi per la seconda volta di fila nel 2019 con Jonida Maliqi. Nel 2022 il paese non riesce a qualificarsi.

http://rtsh.al/ @festivali_kenges_rtsh