Sanremo 2013: La terza serata minuto per minuto

logo sanremo 2013

Ecco un resoconto di come si è svolta la terza serata dell’edizione numero 63 del Festival di Sanremo.

Ore 20.39: Antonello Dose e Marco Presta introducono il pubblico nell’anteprima sulle immagini che mostrano i camerini e tutti i dietro le quinte del Festival di Sanremo.

ore 20.40: La serata festivaliera di San Valentino si apre con Fazio e Littizzetto che cantano “Vattene amore”di Amedeo Minghi e Mietta, mano nella mano. Dalla platea, qualcuno invita i due a baciarsi e Fabio obbedisce.

luciana-fabioore 20.50: Subito dopo il momento romantico Fazio spiega ancora il meccanismo di voto per la gara, e lancia gli highlights delle quattordici canzoni in gara, con i rispettivi codici di televoto. I più applauditi sono Mengoni, Elio e Le Storie tese, Max Gazzè, i Modà. Viene aperto il televoto. Per ‘par condicio’, spiega Fazio, l’ordine di apparizione dei cantanti di stasera verrà invertito nella finalissima di sabato.

simona-molinariore 20.57: Simona Molinari e Peter Cincotti cantano La Felicità. Swing elettronico per “La Felicità“. La bella Molinari non rinuncia al look eccentrico, inguainata in un vestito asimmetrico che lascia una coscia scoperta e l’altra accarezzata da morbide rouches. L’esibizione è impeccabile, con il contributo di Peter Cincotti a supporto di Simona.

marco_mengoniore 21.02: Marco Mengoni canta L’essenziale. La sua è forse delle canzoni più orecchiabili e radiofoniche di questa kermesse. Come nella prima serata di gara anche stasera Marco non cede alle sbavature della voce e, nonostante l’emozione, riesce in una performance senza pecche. Gli applausi del parterre dell’Ariston e qualche “bravo” incitano il cantante, che si inchina e esce di scena soddisfatto.

ore 21.06: Dopo le imitazioni di Piero Angela e Bruno Vespa scodellate nelle prime due serate, Fazio imita Mike Bongiorno.

elio-e-le-storie-teseore 21.09: Elio e Le Storie tese cantano La canzone mononota, il brano più simpatico ed ironico di questo Sanremo. Il cantante si presenta con una giacca imbottita con due braccia posticce; a metà esibizione mostra quelle vere. Lungo applauso per la formazione.

ore 21.15: Siparietto con il Maestro Beppe Vessicchio. I conduttori lo fanno accomodare su una sedia, poi Luciana estrae un paio di forbici e taglia un pezzo di barba al musicista.

malikaore 21.16: Malika Ayane canta E se poi. Atmosfere soft per il brano sofisticato e raffinato, anche nel testo (realizzato da Giuliano Sangiorgi), quello della cantante. Malika non tradisce la sua proverbiale eleganza in abito lungo nero, mentre canta con un rossetto acceso il suo brano. La sua voce scalda il pubblico, che almeno per ora sembra averla inserita tra i preferiti. Si va in pubblicità: subito dopo – annuncia Fazio – Luciana danzerà. 

ore 21.26: Rieccoci in diretta. Fazio e Littizzetto sono soli in scena, e la comica torinese la prende alla larga, poi inizia un monologo sull’amore un po’ nello stile dei suoi interventi a Che tempo che fa. 

luciana-flash-mob

ore 21.35: Luciana Littizzetto balla circondata da quattro stangone. Dietro di lei, uno stuolo di donne fanno lo stesso: ecco il flash mob di Sanremo contro la violenza sulle donn

marta-sui-tubiore 21.41: Dopo la pubblicità si torna alla gara, con i Marta sui tubi cantano Vorrei, una buona energia da parte della band rock.

chiaraore 21.45: La gara prosegue spedita… Chiara Galiazzo canta Il futuro che sarà, le sue atmosfere delicate e soft accarezzano il pubblico, che ascolta compiaciuto. Una casacca nera un po’ troppo casta non valorizza Chiara, non è il migliore dei suoi look, ma in compenso la voce riempe l’Ariston.

baggioore 21.51: È il momento del primo ospite della serata, il fuoriclasse Roberto Baggio. Lo introduce un filmato di repertorio, che ricorda i successi calcistici del campione italiano. Roberto entra all’Ariston visibilmente emozionato tra gli applausi, poi si accomoda a centro palco assieme a Fazio e inizia la chiacchierata. L’intervista prosegue, Baggio racconta su Rai1 le proprie fortune sportive, la vita privata, la forza di ripartire da zero dopo un incidente avuto in gioventù. I premi ed il pallone d’oro.

ore 22.02: Baggio legge una lettera a tutti i giovani, tutti quelli che si affacciano alla vita desiderosi di realizzare i propri sogni. La passione, la gioia, il sacrificio, tutti  quegli elementi irrinunciabili per riuscire nei propri intenti, per diventare quello che si sogna, magari un calciatore. Il campione termina il suo intervento visibilmente commosso con una standing ovation del pubblico, fiero di ascoltare uno degli uomini più stimati dello sport. 

max-gazzeore 22.09: Max Gazzè canta Sotto casa. Brano molto orecchiabile, con un ritmo coinvolgente. Subito dopo l’esibizione di Max i due conduttori ripetono le modalità di televoto e i codici associati ad ogni artista.

annalisaore 22.16: Annalisa Scarrone canta Scintille. Carina la ragazza, come il suo pezzo musicale…Una bella performance e una verve più accesa dell’artista, che ha scaricato un pò della tensione della prima serata. Il suo look dai colori cipria e bianco si addicono alla carnagione chiara e ai suoi capelli ramati. 

maria-nazionaleore 22.21: Entra in scena Maria Nazionale, che canta È Colpa Mia dalle atmosfere mediterranee e completamente in napoletano. La voce calda dell’artista scalda il pubblico, che ascolta affascinato le sue note. Più che dal brano (infarcito di napoletaneità), stasera si rimane incuriositi dal generoso decolleté sfoggiato dall’artista. Dopo il criticatissimo abito rosso fragola Maria Nazionale sceglie un look decisamente più sobrio per la terza serata. Con un corpetto bianco e nero che valorizza le sue curve e un pantalone a palazzo.

cristicchiore 22.21: Il decimo cantante in gara, come da scaletta, è Simone Cristicchi con La prima volta (che sono morto), la sua canzone a tratti funebre, a tratti ironica. Il pubblico risponde con calore davanti al brano del cantautore, che ha abbandonato le atmosfere scanzonate dei primi tempi per incontrare anche temi impegnati. Dopo la vittoria del 2007 Cristicchi fa il suo meglio per conquistare questo Sanremo. Si va in pubblicità, al rientro ascolteremo Antony and the Johnsons. 

anthony-and-the-johnsonsore 22.37: Fabio Fazio presenta Antony and the Johnsons, che esegue al piano You are my sister, la canzone che mette i brividi. L’Ariston ascolta rapito, in silenzio. Dopo l’esecuzione del brano l’artista spiega il significato della canzone, dedicata a sua sorella. Anthony fa sapere che in passato ha sfogato le sue frustrazioni sulla sorella, ma che con il tempo si è reso conto del suo errore riconoscendo la forza delle donne. Per lui questa scoperta è stata come una rivelazione, che gli ha fatto credere che le donne sono il vero motore del mondo, pronte a dover fare un passo in avanti e dare forza ai loro uomini, ai loro padri e ai loro fratelli. Una canzone di scuse e rammarico che senza dubbio commuove anche per il suo significato. Finito il monologo, il cantante esce di scena.

moda-kekko-silvestreore 22.47: Cambio d’abito per Luciana Littizzetto. Ora tocca ai Modà con Se si potesse non morire, la band che con le loro melodie dolci e la voce potente di Kekko Silvestre lascia il pubblico ammaliato. La performance è priva di sbavature, e nonostante la tensione i Modà si esibiscono senza problemi.

Terza serata del 63esimo Festival di Sanremoore 22.56 A seguire, giusto il tempo di cambiare gli strumenti sul palco, arriva Daniele Silvestri con A Bocca Chiusa. Sin’ora è risultato tra gli artisti più apprezzati del Festival, e ripropone la sua A bocca chiusa tanto apprezzata dal pubblico. Daniele Silvestri accompagnato dall’interprete Lis, la lingua dei segni per i non udenti, canta e interpreta la canzone più impegnata socialmente di questo Sanremo. Fazio ricorda il meccanismo di voto con la voce di Bruno Vespa. Pubblicità.

almamegrettaore 23.06: Riparte la diretta ed arrivano gli Almamegretta con la canzone Mamma non lo sa. Molto particolare il loro genere, certamente poco sanremese…La voce viscerale e profonda di Raiz scalda le atmosfere del Festival, lasciando il Teatro Ariston sospeso in un momento magico, rarefatto, quasi irreale. 

raphael-gualazziore 23.11: Al termine della serata, spiega il conduttore, verrà resa nota la prima classifica provvisoria dei cantanti in gara. Ultima esibizione dei Campioni in gara: Atmosfere soft, a tratti blues, per il brano di uno degli artisti italiani più apprezzati a livello internazionali, Raphael Gualazzi con Sai (ci basta un sogno). Ce la mette tutta, il ragazzo: bella esecuzione (con sonori applausi dal pubblico).

leonora-armelliniore 23.19: Ora tocca alla rassegna Giovani… Ma prima, spazio alla giovane e talentuosa pianista Leonora Armellini. La musicista esegue lo Studio Op.10 n.3 di Chopin. una performance senza tempo che viene premiata a dovere con degli splendidi fiori per la pianista. Applausi meritatissimi.

andrea-nardinocchiore 23.23: La Armellini presenta il primo giovane in gara. Dopo la vittoria dei Blastema e Renzo Rubino della prima serata, canteranno gli altri quattro artisti in gara. Il primo alle prese con il palco è Andrea Nardinocchi con Storia impossibile, il brano dalle atmosfere romantiche e ovattate, con la voce e l’accompagnamento della musica creata al computer, scorre fluido davanti al pubblico attento all’ascolto.

antonio-maggio

ore 23.33: Antonio Maggio, secondo giovane in gara, canta Mi servirebbe sapere, allegra e coinvolgente come il suo completo rosso fuoco. L’artista non smentisce il suo percorso, ed ancora una volta sorprende e rapisce con il suo brano ritmato.

paolo-simoniore 23.40: Fazio e Litti viaggiano spediti ed introducono direttamente il terzo concorrente tra i Giovani. Con un pianoforte rosso verniciato in tinta con i suoi occhiali, Paolo Simoni canta Le Parole, con il suo approccio intimo e delicato. Le parole Paolo se le porta anche scritte su pezzi di carte, che sparge sul palco e che attacca al microfono.

ilaria-porcedduore 23.46: L’ultima esibizione è quella di Ilaria Porceddu con In equilibrio. Splendida in un abito ampio con motivi geometrici, la Porceddu canta e incanta con la sua voce intensa ed acuta,  riuscendo a coinvolgere il pubblico che esplode in un poderoso applauso.Stop al televoto… Si va in pubblicità.

al-banoore 23.55: Poi arriva l’ospite Al Bano, il nuovo che avanza. Anzi, che torna (al Festival). Ad introdurlo è una splendida Laura Chiatti, che confida il suo desiderio di calcare il palco dell’Ariston. L’artista pugliese regala due dei suoi più grandi successi, “Nostalgia Canaglia” e “È la mia vita”. La verve che da sempre contraddistingue Al Bano invade l’Ariston, con il pubblico in piedi che non perde una nota delle due canzoni. Ecco i video delle sue 14 partecipazioni al Festival dal 1968 al 2011: 1968 «La siepe», 1971 «13, storia d’oggi», 1974 «In controluce», 1982 «Felicità» con Romina Power, 1984 «Ci sarà» con Romina Power, 1987 «Nostalgia canaglia» con Romina Power, 1989 «Cara terra mia» con Romina Power, 1991 «Oggi sposi» con Romina Power, 1996 «È la mia vita», 1997 «Verso il sole», 1999 «Ancora in volo», 2007 «Nel perdono», 2009 «L’amore è sempre amore», 2011 «Amanda è libera». 

felicitaore 00.04: Dopo una breve pausa Fazio fa sapere che tra le 17 canzoni che Al Bano ha presentato al Festival, la preferita del pubblico è Felicità. Come da copione scattano i duetti: Laura Chiatti si cimenta con Al Bano, e a metà canzone lascia spazio anche a Lucianina Littizzetto. Il momento diventa corale con Fazio che raggiunge il trio. Un momento di grande coinvolgimento popolare, e subito dopo Al Bano riceve dalle mani della Chiatti il premio Città di Sanremo.

ore 00.12: Ecco il verdetto dei quattro Giovani che si sono esibiti questa sera. Il televoto del pubblico ha decretato che Antonio Maggio ed Ilaria Porceddu sono i vincitori della prima scrematura, che si aggiungono a Renzo Rubino e ai Blastema, promossi dal televoto di ieri, per l’ultimo step della gara dei Giovani di venerdì sera.

La-classifica-provvisioria-al-Televoto-di-Sanremo-2013ore 00.20: Arriva la busta della classifica provvisoria dei Campioni, , frutto del televoto che vale per il 25% sul totale, dal 14esimo al primo posto: 14) Almamegretta – Mamma non lo sa, 13) Marta sui tubi – Vorrei, 12) Malika Ayane – E se poi, 11) Simone Cristicchi – La prima volta che sono morto, 10) Max Gazzè – Sotto casa, 9) Daniele Silvestri – A bocca chiusa, 8) Elio e le storie tese – La canzone mono-nota, 7) Maria Nazionale – È colpa mia, 6) Simona Molinari e Peter Cincotti – La felicità, 5) Raphael Gualazzi – Sai (Ci basta un sogno), 4) Chiara – Il futuro che sarà, 3) Annalisa – Scintille, 2) Modà – Se si potesse non morire, 1) Marco Mengoni – L’essenziale.

ore 00.26: La serata si conclude così come era iniziata, con Fabio Fazio e Luciana Littizzetto che intonano Vattene amore. Finisce la diretta della terza puntata del Festival di Sanremo 2013.