Sanremo 2013: Antonio Maggio vince Sanremo Giovani 2013

Antonio-Maggio-vince-Sanremo

Il Festival di Sanremo 2013 ha emesso i primi verdetti. A cominciare dal più importante, quello del vincitore della sezione giovani: a vincere è Antonio Maggio con “Mi servirebbe sapere”. Ma altri premi sono stati assegnati alle ‘nuove proposte’ del Festival nella quarta serata della kermesse. 

Antonio Maggio col 36% dei voti a trionfare tra i Giovani in gara al Festival di Sanremo 2013 con “Mi servirebbe sapere“. Grazie ad un brano-tormentone ed un volto che buca lo schermo, l’ex leader degli Aram Quartet torna alla ribalta televisiva (e stavolta, si spera, anche musicale), dopo la vittoria nel 2008 al primo X Factor targato RAI.

Sanremo-2013-Antonio-MaggioStavolta, dunque, ha fatto tutto da solo: “Ora te la canti e te la suoni insomma” gli scherza Luciana Littizzetto. Sono le 23.46 di venerdì e finalmente inizia la finale tra i giovani. La serata Sanremo Story cede presto la scena ai quattro finalisti, pronti a darsi battaglia per l’ultima volta sul palco del Teatro Ariston per conquistare i favori delpubblico a casa e della giuria di qualità, che si spartiscono alla pari il peso sul verdetto della gara.

In quattro per un sogno: si esibiscono, nell’ordine, Antonio Maggio con “Mi servirebbe sapere”, Ilaria Porceddu (finita seconda col 27%) con “In equilibrio”, i Blastema con “Dietro l’intima ragione” (quarti col 18%) e Renzo Rubino con “Il postino (amami uomo)” (terzo col 19%). 

il cileIl premio come miglior testo presentato sul palco dell’Ariston è andato a Il Cile, grazie al brano “Le parole non servono più“, che ha mancato l’appuntamento con la finale. 

renzoIl Premio della Critica Mia Martini, invece, se lo aggiudica Renzo Rubino che, in un’interpretazione a tratti quasi toccante della canzone Il postino (amami uomo) – nella quale racconta l’amore tra due uomini – ha conquistato fin da subito i consensi di critica e pubblico, portando a casa il meritato premio.

A mani vuote, invece, Ilaria Porceddu e i Blastema. E ora la “palla” passa ai quattordici campioni per la finalissima di domani sera.

Lascia ancora perplessi l’orario di proclamazione del vincitore della gara-Giovani. Il direttore di Rai 1 Giancarlo Leone, in conferenza stampa, aveva promesso e auspicato che tutto potesse concludersi intorno a 00.20. In realtà, Fazio comunica l’esito della finale quando mancano pochi minuti all’una di notte. Per questo, evidentemente, la rivoluzione deve attendere.