ESC 2014: Pollapönk per l’Islanda

Pollapönk Si è tenuta stasera la finalissima della selezione nazionale islandese per l’ESC 2014, ‘Söngvakeppnin Sjónvarpsins  2014’.

Lo show che si è tenuto presso la Háskólabíói di Reykjavík ed è stato condotto da Ragnhildur Steinunn Jónsdóttir e Guðrún Dís Emilsdóttir.

Presentatrici

Sei brani/interpreti si sono sfidati nella finalissima di questa sera. Il primo turno di votazione è stato costituito dalla combinazione della giuria di esperti e il televoto del pubblico, che ha determinato le prime due canzoni che sono andate alla finalissima. Delle due canzione qualificate per il secondo turno di votazione il televoto del pubblico ha deciso il vincitore del concorso che si è aggiudicato un premio in denaro di 1.000.000 Corona islandese e il diritto di rappresentare l’Islanda a Copenaghen.

Pollapönk

Si tratta del gruppo indie pop Pollapönk con il brano “Enga fordóma” (No prejudices), un brano pop rock interpretato in maniera scanzonata e trascinante, qualcosa di decisamente diverso da quello che aveva proposto l’Islanda all’Eurovision in passato. I Pollapönk sono nati nel 2006 e hanno tre album all’attivo, il loro stile rivolto sopratutto ai giovani e meno giovani come dimostra la vittoria di stasera.

I quattro componenti del gruppo (Halli (Haraldur F. Gíslason), Heiðar (Heiðar Örn Kristjánsson), Guðni (Guðni Finnsson) ed Arnar (Arnar Þór Gíslason) con Óttarr Proppé y Snæbjörn Ragnarsson come coristi) vestono ognuno con un colore diverso: i fondatori sono Heiðar “il blu” e Halli “il rosso” a cui si sono aggiunti poco dopo Arnar “il rosa” e Guðni “il giallo”. 

Heiðar e Halli sono membri anche della band Botnleðja, ‘Hafnarfjarðarmafían’ (‘The Hafnarfjörður Mob’), un gruppo di supporto della squadra di calcio Fimleikafélag Hafnarfjarðar di Hafnarfjörður.

Ecco di seguito il risultato di stasera: 

Primo turno:

  1. F.U.N.K. – “Þangað til ég dey” (Until I die)
  2. Ásdís María Viðarsdótti – “Amor” (Love) 
  3. Sigríður Eyrún Friðriksdóttir – “Lífið kviknar á ný” (Life ignites again) Super-Finale
  4. Gissur Páll Gissurarson – “Von” (Hope)
  5. Greta Mjöll Samúelsdóttir – “Eftir eitt lag” (After one song)
  6. Pollapönk – “Enga fordóma” (No prejudices) Super-Finale

Secondo turno – Super-Finale: 

  1. Sigríður Eyrún Friðriksdóttir – “Lífið kviknar á ný” (Life ignites again) 
  2. Pollapönk – “Enga fordóma” (No prejudices) 

Lo Söngvakeppnin Sjónvarpsins 2014 è stato caratterizato da due Semi-finali che si sono svolte l’1 e l’8 Febbraio ed una finale che si è tenuta stasera, 15 Febbraio presso la Háskólabíói di Reykjavík. Cinque brani/interpreti si sono sfidati in ogni Semi-finale e i 2 migliori brani/interpreti di ognuna si sono qualificati direttamente in finale, decisi dal televoto del pubblico. Sei sono i brani/interpreti che si sono sfidati nella finale di stasera, 15 Febbraio: 2 dalla 1ª Semi-finale, 2 dalla 2ª Semi-finale e 2 scelta dai produttori dello show tra quelle che non si erano già qualificate tramite televoto. Nella finale, il primo turno di votazione è stato costituito dalla combinazione della giuria di esperti e il televoto del pubblico, che ha determinato le prime due canzoni che si sono sfidati in un secondo turno della gran finale. Delle due canzione qualificate per il secondo turno di votazione il televoto del pubblico ha deciso il vincitore del concorso che si è aggiudicato un premio in denaro di 1.000.000 Corona islandese e il diritto di rappresentare l’Islanda a Copenaghen.

Un totale di 297 canzoni sono state presentate quest’anno per partecipare alla selezione nazionale del paese all’ESC 2014, un 25% in più di quelle ricevute negli anni passati. Una giuria di esperti ha selezionato i 10 brani/interpreti che compongono la finale nazionale dello Söngvakeppnin Sjónvarpsins 2014.

L’Islanda è stato rappresentato nella scorsa edizione tenutasi a Malmö, da Eyþór Ingi Gunnlaugsson con il suo brano “Ég á líf” (I Have a Life), raggiungendo il 17° posto in finale.

L’Islanda ha debuttato all’Eurovision Song Contest 1986 con il brano “Gleðibankinn” (The Bank of Fun) di ICY. Come migliori risultati, ha ottenuto due secondi posti, uno all’Eurovision Song Contest 1999 con il brano “All Out of Luck” di Selma e l’altro all’Eurovision Song Contest 2009 con il brano “Is It True?” di Yohanna (Jóhanna Guðrún Jónsdóttir), a 10 anni di distanza l’uno dall’altro. È l’unico paese nordico a non avere ancora vinto neanche una volta.