ESC 2015: Slovacchia non ci sarà all’ESC 2015

RTVS

L’emittente pubblica slovacca, RTVS, ha annunciato che la Slovacchia non tornerà alla 60ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2015.

La Slovacchia ha partecipato all’Eurovision Song Contest sette volte (3 finali): nel 1996, 1998, 2009, 2010, 2011 e 2012, debuttando nel 1994 Tublanka con e il brano “Nekonečná pieseň”  (Neverending Song) 1994. 

Ci fu un tentativo di partecipazione nel 1993, ma la canzone scelta, “Amnestia na neveru” (Amnesty to infidelity) eseguita dai  Elán, non superò la selezione ‘Kvalifikacija za Millstreet’ (Qualification for Millstreet; Qualification pour Millstreet) di Lubiana (4° posto). A causa dei risultati deludenti nelle competizioni del 1994 (19° posto), 1996 (18° posto) e 1998 (21° posto) – canzoni scelte internamente -, la Slovacchia fu costretta per regolamento a saltare le edizioni del 1995, 1997 e 1999, rinunciando poi a partecipare all’edizione del 2000 ed a quelle successive per problemi economici. Nonostante tutto, Slovacchia non è mai riuscita ad accedere alla serata finale.

Nel 2008 la televisione slovacca annunciò l’intenzione di tornare all’evento, ma per mancanza di fondi (che pure in passato contrinse la tv di stato STV a rinunciare alla manifestazione) fece retromarcia. Nel 2009 ritornò a partecipare dopo un’assenza durata 11 anni, e si presentò anche nelle successive tre edizioni. Nelle prime due, il paese ha usato una lunga selezione nazionale dove furono scelti brani in lingua slovacca e si fermò alla semifinale: 18° nel 2009 con Kamil Mikulčík e Nela Pocisková e il suo brano “Leť tmou” (Fly through darkness) e 16° nel 2010 con la canzone “Horehronie” di Kristína. Per il 2011 dopo una serie di conferme e smentite, RTVS (nata dopo la fusione di STV e Slovenský Rozhlas) ha poi deciso di partecipare all’evento, e ha scelto internamente le TWiiNS con “I’m Still Alive”, prima canzone in inglese portata dal paese, che si è posizionata 13° in semifinale.

La selezione interna è stata usata anche nel 2012, per la scelta di Miro Šmajda (Max Jason Mai), ultima partecipazione fino adesso, quando Max Jason Mai non riuscì ad arrivare in finale con “Don’t Close Your Eyes”. Il paese si è poi di nuovo ritirato dall’evento.

Ad oggi, sono già 16  i Paesi che hanno confermato la loro presenza all’‎Eurovision Song Contest 2015, oltre al paese ospitante, l’Austria, la Finlandia, l’Irlanda, la Svezia, l’Armenia, la Svizzera, la Danimarca, l’Ungheria, il Regno Unito, l’Islanda, la Norvegia, i Paesi Bassi, la Germania, la Grecia, il Cipro e l’Estonia.

Inoltre hanno dimostrato interesse e voglia di partecipare alla prossima edizione senza nessuna conferma o smentita: la Spagna, l’Italia, la Lettonia, il San Marino, la Polonia e la Islandia.    

La Slovacchia si unisci all’Andorra e alla Repubblica Ceca che hanno invece annunciato che non parteciperanno a quest’edizione per motivi finanziari, mentre restiamo ancora in attesa di conoscere le decisioni che prenderanno la Bosnia ed Erzegovina, la Serbia, la Croazia, il Marocco, il Lussemburgo, la Bulgaria e la Turchia in merito alla loro partecipazione all’ESC il prossimo anno.

Nonostante l’EBU-UER abbia comunicato che, per la prima volta, nel regolamento dell’Eurovision Song Contest 2015, non ci saranno penali nel caso in cui un Paese decida di ritirarsi dopo essersi iscritto previamente al concorso. 

L’elenco ufficiale dei paesi partecipanti all’edizione 2015 dell’ESC verrà rilasciato dall’EBU-UER nel mese di Gennaio, mentre il termine per i paesi partecipanti per presentare la loro richiesta di partecipazione è fissato al 15 Settembre 2014.  

Il format non è ancora stato annunciato ufficialmente. Nel 2011 venne annunciata l’intenzione dell’EBU-UER di creare un archivio con tutte le edizioni dal 1956 ai nostri giorni, e che verrà aperto in occasione del 60° anniversario, il Diamond Jubilee (Giubileo di diamante), dell’Eurovision Song Contest, nel 2015.

L’ESC 2015 dovrebbe tenersi il 12, 14 e 16 Maggio (date ancora da confermare) in una delle seguenti città: Vienna, Innsbruck o Graz.