JESC 2014: L’Italia debutta nella manifestazione

safe_image (1)

L’Italia debutta nello Junior Eurovision Song Contest, la competizione canora di importanza internazionale per bambini e ragazzi dai 10 ai 15 anni di tutta Europa, organizzata ogni anno dall’EBU-UER a partire dal 2003, che si svolge in maniera analoga all’Eurovision Song Contest.

A rivelarlo è stato il sito ufficiale del concorso, junioreurovision.tv

Il debutto dell’Italia nella dodicesima edizione dello Junior ESC, segna così un passo avanti nel concorso, dato che sarà la prima volta dal 2007 che un Paese dei Big 5 dell’Eurovision Song Contest prenderà parte alla manifestazione.

The logo of RAI Gulp - Junior Eurovision's newest member

“É meraviglioso dare il benvenuto nella famiglia dello Junior Eurovision a RAI Gulp (il canale Rai dedicato ad un pubblico di bambini ed adolescenti)” – ha affermato Vadislav Yakovlev, Supervisore Esecutivo della manifestazione – “L’Italia e Malta hanno una speciale amicizia musicale, sia Gaia Gauchi (vincitrice dell’ultima edizione dello Junior ESC) che Federica Falzon (la prossima rappresentate maltese nella rassegna) hanno preso parte a ‘Ti lascio una canzone’, quindi è una conseguenza naturale che l’Italia scelga di debuttare allo Junior Eurovision che si terrà a Malta il prossimo Novembre”.

Al momento è ancora ignoto il nome del rappresentante italiano alla manifestazione.

L’edizione 2014 dello Junior ESC si terrà al Malta Shipbuilding de Marsa, in Malta, che ospiterà per la prima volta un evento legato all’Eurovisione. Lo slogan di quest’edizione sarà #Together.

La trasmissione in diretta sarà fornita da Rai Gulp (can. 42 Digitale Terrestre, 26 Tivusat e 806 Sky), il 15 Novembre da Malta. 

Con l’Italia, salgono a 10 i Paesi iscritti allo Junior ESC 2014: Armenia, Bielorussia, Cipro (che ritorna dopo il suo ritiro nel 2009), Georgia, Malta, Paesi Bassi, Russia, Svezia e Ucraina.

La competizione si svolge in maniera analoga all’Eurovision Song Contest, ma con alcune differenze: i cantanti in competizione, che provengono da ogni angolo d’Europa (ma l’Ovest è scarsamente rappresentato), sono bambini dai 10 a 15 anni; le canzoni devono durare al massimo 2′ e 45″, essere inedite ed interpretate in una delle lingue ufficiali del proprio paese; la nazione vincitrice non ha l’obbligo di ospitare l’edizione successiva. Inoltre, all’inizio come ogni anno ogni paese riceve automaticamente 12 punti.

Dei paesi che formano il gruppo delle Big 5 dell’ESC, la Germania non vi ha mai preso parte,mentre l’Italia debutta, come già accennato, proprio quest’anno.