SANREMO 2015: Giò Di Tonno in gara a Sanremo 2015?

Giò-Di-Tonno

In un’intervista al quotidiano Il Messaggero, Giò Di Tonno ha dichiarato che ci siano possibilità concrete di rivederlo sul palco del Festival.

Ci sarebbero, infatti, possibilità concrete di rivedere il cantante pescarese sul palco del Festival dove, in passato, si è già esibito per ben tre volte: nel 1994, nel 1995 e nel 2008. In quest’ultima occasione, in coppia con Lola Ponce, Di Tonno centrò addirittura la vittoria. 

“Il rapporto di stima che si è creato con Carlo Conti mi offre una speranza per il prossimo Festival di Sanremo che sarà condotto da lui. Terrei molto a partecipare da cantautore, cosa che non ho potuto fare nel 2008”, ha dichiarato l’artista a Il Messaggero.

Di Tonno dice bene, dal momento che sei anni fa conquistò il primo posto interpretando un brano, “Colpo di fulmine”, che era stato scritto da Gianna Nannini. Intanto, tra un concerto e l’altro, Giò prepara il ritorno in TV: parteciperà ad alcune puntate di ‘Tale e quale Show’ (dove trionfò nel 2012) imitando nuovi personaggi. In attesa della chiamata di Carlo Conti.

Giovanni “Giò” Di Tonno nasce a Pescara il 5 Agosto 1973, ma ha trascorso la sua infanzia nel quartiere di Santa Filomena, al confine tra Pescara e Montesilvano. Ha mosso i suoi primi passi nel mondo della musica all’età di 8 anni con lo studio del pianoforte. Dopo i primi anni di studio classico, ancora adolescente, nasce in lui la passione per la musica leggera, italiana e no. In particolare è attratto dalla figura del cantautore come poeta che racconta cantando. Grazie all’ascolto di autori come De André, Guccini e Fossati all’età di 15 anni inizia a scrivere canzoni e a cantarle con diversi gruppi dei quali man mano sarà il leader; proponendo le proprie canzoni in manifestazioni e concorsi.

La sua personalità musicale si formerà ben presto, tanto da permettergli di mettersi in luce a Sanremo Giovani (Sanremo Famosi) al quale partecipa nel 1993 con la canzone “La voce degli ubriachi” che gli consente l’accesso al Festival di Sanremo del 1994, nella sezione Nuove Proposte dove porta il brano “Senti uomo”, che entra in finale classificandosi decimo. Qui è notato da numerosi discografici ma nasce un ottimo feeling con Franco Bixio della Cinevox Record di Roma. Ha inizio così il suo viaggio nella musica che lo porterà a partecipare anche al Festival del 1995, nella sezione Nuove Proposte con “Padre e padrone”, che pur non raggiungendo la finale riscuote consensi di ascoltatori e critica.Tutte le rassegne erano “targate” Pippo Baudo. 

A ciò farà seguito il suo primo cd omonimo prodotto da Franco Bixio ed arrangiato da Vince Tempera che avrà un ottimo riscontro da parte della critica. Tra il 1995 ed il 1997 saranno numerose le apparizioni in programmi televisivi come Maurizio Costanzo Show, Domenica in, In famiglia, Tappeto volante, e altri.

Molte sono le tournée che lo hanno visto impegnato in Italia ed all’estero anche con grossi nomi della musica leggera. Oltre a ciò non va dimenticata la sua vita musicale parallela che lo vede ancora impegnato nella musica classica e soprattutto come direttore artistico del primo Laboratorio per cantautori, struttura unica in Italia nata per soddisfare chi si avvicina al mondo della musica leggera, coadiuvato da un corpo docente altamente qualificato; tra gli altri Franco Fasano, Max Gazzè, Franco Bixio e Matteo Di Franco.

Nel 2004 incide con Fabio Concato ed Eugenio Finardi il singolo “Les nuites d’Afrique” inserito all’interno dell’omonima compilation, finalizzata a scopi benefici. Nel 2005 interpreta due canzoni nel cd della versione italiana della colonna sonora del cartone Disney Chicken Little – Amici per le penne e nel 2006 – Il 25 Marzo – apre il concerto della regina del soul Dionne Warwick, all’Auditorium Maxlive di Vicenza.

A dicembre – realizza per l’A.I.L di Pescara Onlus. Il cd è composto da cover natalizie Buon Nat A.I.L. e in un mese vende più d 10.000 copie. Riceve il prestigioso Premio “Dante Alighieri”, per essersi distinto nel campo della musica.

Nel 2007 – Giugno – realizza l’inno Nazionale dell’Ail L’amore è un elefante scritto insieme ad Alessandro Di Zio scelto dallo stesso Prof. Mandelli, presidente e fondatore della Associazione, mentre nel mese di settembre – esce il singolo cantato con Lola Ponce Come stai?.

Nel 2008 – 2 marzo – vince la 58 edizione del Festival di Sanremo in coppia con Lola Ponce cantando la canzone scritta da Gianna Nannini dal titolo “Colpo di fulmine” e l’11 luglio – esce il suo CD Santafè, che contiene 12 brani, dedicato al suo quartiere natale. La produzione del cd è di Maurizio Raimo per la Raimoon Edizioni Musicali distribuito da Edel Italia. I brani “Colpo di fulmine” e “Come stai” sono cantati in coppia con Lola Ponce, mentre la canzone “Le cose che ho”, vanta la collaborazione di Giancarlo Giannini, che al termine del brano recita una poesia. Gira l’Italia con il Santafè Live Tour, alternandolo al Perdutamente noi Live Tour con Lola Ponce. Inoltre, esce il DVD della Walt Disney La Bella Addormentata nel Bosco in cui, insieme a Lola Ponce, presta la voce per il brano principale Io lo so.

Nel 2009 – scrive la sigla finale del programma tv della Gialappa’s Band Mai dire Grande Fratello Show, in onda su Italia 1, interpretata da Lola Ponce, dal titolo “Fuori di me”  e nel 2011 – maggio – presenta il brano “Com’è bello aspettare” cantata con Tatiana Valle, (brava artista brasiliana), che anticipa l’uscita del CD nella trasmissione presentata daLorella Cuccarini a Domenica In e da Quelli che il calcio con Simona Ventura.

Nel 2014 – Giugno – esce il suo nuovo album dal titolo “Giò” preceduto dal singolo “Tutta la vita”.

Nel periodo successivo alle sue partecipazioni sanremesi, allarga i suoi orizzonti professionali al fine di completarsi come artista e comincia a studiare recitazione; un percorso che lo avvicinerà al teatro-musicale, dove le due arti, canto e recitazione, si fondono alla perfezione. É attualmente intensa, l’attività didattica di Giò, proprio inerente il teatro-musicale.

Nel 2001 viene scelto da Riccardo Cocciante per interpretare Quasimodo, il gobbo campanaro innamorato della zingara Esmeralda, nell’Opera musicale “Notre Dame De Paris” prodotta da David Zard.

Dal suo debutto, nel Marzo 2002, Giò ha replicato lo spettacolo circa 550 volte, calcando i palcoscenici dei più importanti teatri italiani.

Da ricordare, su tutti, l’Arena di Verona, nella quale è stato registrato il fortunatissimo e vendutissimo DVD dello spettacolo, trasmesso a più riprese, sempre con notevole successo, anche dalla Rai.

Inoltre, stando alle ultime indiscrezioni sull’edizione 2015 del Festival di Sanremo, tra i nomi papabili, figurano anche la cantante Emma (Marrone). In passato la Marrone ha già preso parte alla kermesse musicale vincendo con il brano “Non è l’inferno” e classificandosi seconda con i Modà. Il nome della Marrone non è l’unico che circola in questi nomi: potrebbe calcare il palco dell’Ariston anche la sua collega Alessandra Amoroso, che da anni rincorre questo sogno, i Dear Jack, gruppo rivelazione dell’ultima edizione di Amici 13 e Moreno.

Nuove anticipazioni anche per quanto riguarda i nomi degli ospiti di Sanremo 2015. Nelle ultime ore si è ipotizzata la presenza sul palco dell’Ariston dei One Direction, la band che ha conquistato il cuore di milioni di teenagers in tutto il mondo. I One Direction sono stati già ospiti del Festival di Sanremo nel 2012, quando alla guida della kermesse vi era Gianni Morandi. Visto il grandissimo successo degli ultimi anni riscontrato anche in Italia, la band sarebbe pronta a ritornare a Sanremo. Per quanto riguarda i nomi degli artisti internazionali, si fa anche il nome di Lady Gaga.