JESC 2016: Alexa Curtis per l’Australia

alexa_curtis_eurovision

L’emittente pubblica australiana SBS Australia in collaborazione con la casa di produzione Blink TV co hanno confermato questa mattina ora australiana attraverso il canale ufficiale di YouTube dell’EBU-UER il nome della cantante che rappresenterà per la seconda volta l’Australia alla quattordicesima edizione dello Junior Eurovision Song Contest 2016 che si terrà il prossimo 20 novembre 2016 per la seconda volta a Malta, presso il Mediterranean Conference Centre, sede che ospiterà anche l’Eurovision Young Dancers 2017, a La Valletta.

Sarà la dodicenne Alexa Curtis a rappresentare l’Australia al prossimo Junior Eurovision Song Contest, dopo l’ottimo debutto del paese con la prestazione stellare di Bella Paige a Sofia, in Bulgaria lo scorso anno.

La giovane artista, che è stata selezionata internamente è già una star in Australia ed è nota al pubblico australiano per la sua partecipazione alla prima edizione del Talent The Voice Kids Australia nel 2014, in cui si è classificata prima. Stranamente Bella Paige, prima partecipante australiana allo Junior Eurovision, si è classificata seconda sempre nella stessa edizione The Voice Kids in Australia.

Alexa vive a Brisbane con la sua famiglia, che si è trasferita in Australia da Auckland in Nuova Zelanda. La giovane cantante ha iniziato la formazione contemporanea e jazz, quando aveva solo 5 anni. Nel 2012 è apparsa in una produzione amatoriale di ‘Oliver!’ al fianco di suo fratello, Aidan, un altro cantante / attore in erba. Si è esibita nella Sydney Schools Spectacular e in altri eventi di supporto beneficenza per bambini. Alexa ama il Surf e nel corso degli ultimi 7 anni ha trovato il tempo di partecipare a diversi eventi con i giovani del Surf Life Savers, il club di surf locale sulla Gold Coast.

Dopo il talent, Alexa ha pubblicato il singolo Playground, che purtroppo non ha avuto riscontri nelle classifiche, oltre a partecipare a diversi eventi dal vivo. A marzo di quest’anno invece, la Curtis è stata scelta per cantare la sigla d’apertura del cartone The Powerpuff Girls (Le Superchicche).

A soli 10 anni, nel 2014, Alexa ha catturato l’attenzione dell’Australia, quando ha vinto The Voice Kids Australia, con Delta Goodrem come la sua vocal coach. Senza avere alcun addestramento vocale formale ha cantato dal vivo di fronte a milioni di telespettatori. Ora è rappresentata da Universal Music Australia.

“Ero così eccitata quando ho scoperto che sarei stata la rappresentante dell’Australia allo Junior Eurovision Song Contest di Malta. Penso di essere ancora un pò sotto shock per essere onesti. Vorrei ringraziare la SBS per questa unica opportunità a disposizione. So che sarà un’esperienza pazzesca, ma io proprio non vedo non vedo l’ora di essere lì e fare ciò che amo di più: cantare per le gente. Non vedo l’ora di svolgere la mia canzone. Mi piace molto e spero che all’Australia e il resto del mondo anche. ”, ha affermato la cantante.

Il Direttore di televisione e contenuti online della SBS, Marshall Heald ha affermato: “SBS è entusiasta di far parte dello Junior Eurovision Song Contest per il secondo anno consecutivo, dando l’Australia l’opportunità di rafforzare la nostra relazione di amore di lunga data con tutte l’eventi dell’Eurovision. Alexa è una giovane interprete di grande talento che incarna la creatività e la diversità della SBS, e non vediamo l’ora di vederla sul palco del Mediterranean Conference Centre di Malta, dove senza dubbio farà sentire orgogliosa l’Australia.”

Inoltre, il Direttore di Blink TV, Paul Clarke ha anche aggiunto: “Sono sicuro che Alexa sarà una formidabile ambasciatrice per l’Australia – ha una maturità vocale ben oltre i suoi anni, ma è anche una ragazza australiana classica! Non vediamo l’ora di vederla sul palco dello Junior Eurovision, e siamo felici di essere associati con l’Eurovision ancora una volta.”

Instagram #JESC Alexacurtismusic SBS Eurovision

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lo Junior Eurovision Song Contest 2016 sarà trasmesso in diretta televisiva Lunedì 21 novembre alle ore o2:00 am (AEST) su SBS, poi sarà trasmesso in differita Sabato 26 novembre alle ore 03.30 pm su SBS. Sebbene si tratti della seconda edizione dell’Australia in gara, il paese non è nuovo allo Junior Eurovision, dato che l’evento viene trasmesso in differita sui teleschermi australiani sin dal 2003. 

Nonostante la diretta dell’evento, il televoto del pubblico non sarà utilizzato e, almeno per quest’anno, il 100% del voto australiano sarà deciso di una giuria di esperti. 

Maggiori informazioni sulla canzone di Alexa e il voto della giuria in Australia saranno annunciati a breve. 

L’Australia ha debuttato allo Junior Eurovision Song Contest 2015, sulla scia della partecipazione straordinaria alla 60ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2015, che si è svolta a Vienna. Il Supervisore Esecutivo dell’evento, Vladislav Yakovlev, si è detto eccitato di accogliere l’Australia al Junior Eurovision, dopo il successo di Guy Sebastian all’Eurovision di Vienna.

SBS ha trasmesso l’evento in Australia sin dalla sua prima edizione, nel 2003. A causa del fuso orario, gli spettatori non hanno avuto la possibilità di televotare, ma i risultati australiani sono stati determinati unicamente dalla giuria nazionale. SBS ha comunque trasmesso l’evento in diretta.

Il paese ha partecipato per la prima volta all’Eurovision Song Contest nell’edizione del 2015 a Vienna, come finalista di diritto insieme alle BIG 5 e all’Austria che era il paese ospitante ed ammesso a votare in entrambe le Semi-finali. Inizialmente era una partecipazione straordinaria, dovuta al fatto che in tale paese il concorso, trasmesso fin dal 1983, è un evento che gode di un ottimo seguito, nonché per celebrare il 60º anniversario dell’evento. Nel caso avesse vinto, la manifestazione si sarebbe tenuto in una città europea scelta dalla SBS (membro associato dell’EBU-UER) e sarebbe stata invitata anche nell’edizione 2016. Nonostante per il momento non vi sia alcuna conferma ufficiale, Jon Ola Sand vorrebbe rendere permanente la partecipazione all’ESC del paese oceanico.

L’anno prima, l’EBU-UER e la DR hanno scelto di dedicare l’interval act della Seconda Semi-Finale dell’ESC 2015 proprio al paese oceanico, con un’esibizione di Jessica Mauboy con il brano “Sea of Flags”.

Per l’edizione 2015 del concorso, la SBS in collaborazione con la casa di produzione BlinkTV ha optato per una scelta interna e Guy Sebastian è stato scelto come rappresentante della nazione, con il brano “Tonight Again“, che nella Finale gli fece ottenere 196 punti posizionandolo così al 5° posto.

L’Australia ha debuttato allo Junior Eurovision Song Contest 2015, sulla scia della partecipazione straordinaria alla 60ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2015, che si è svolta a Vienna. Il Supervisore Esecutivo dell’evento, Vladislav Yakovlev, si è detto eccitato di accogliere l’Australia al Junior Eurovision, dopo il successo di Guy Sebastian all’Eurovision di Vienna.

Per l’edizione 2016 del’ESC, la SBS in collaborazione con la casa di produzione BlinkTV ha optato per una scelta interna e Dami Im è stata scelta come rappresentante della nazione, con il brano “Sound of Silence”, prima cantante di origini sudcoreane che ha calcato il palco dell’ESC, classificandosi al secondo posto, preceduta da Ucraina e precedendo la Russia, grande favorita fino alla finale. Si tratta del primo podio per il paese oceanico.

SBS ha trasmesso lo Junior Eurovision Song Contest in Australia sin dalla sua prima edizione, nel 2003. A causa del fuso orario, gli spettatori non hanno avuto la possibilità di televotare, ma i risultati australiani sono stati determinati unicamente dalla giuria nazionale. SBS ha comunque trasmesso l’evento in diretta. La nazione è stata invitata anche per l’edizione 2016.

Non è la prima volta invece che l’ESC apre le sue parte ad un Paese non europeo. La prima volta accadde con il Marocco, la cui rete pubblica era comunque associata all’EBU-UER, in gara nel lontano 1980. Inoltre se consideriamo il criterio geografico, dovremmo dire che anche Israele, Paese da tempo ammesso alla competizione, non è prettamente europeo.

L’Australia allo Junior Eurovision Song Contest:

  • 2015: Bella Paige – “My girls”, 8° – 64 punti

Lo scorso dicembre 2015 il supervisore esecutivo dell’EBU-UER per il Junior Eurovision Song Contest Vladislav Yakovlev viene rimosso dall’incarico dopo tre edizioni e viene rimpiazzato dal supervisore esecutivo per l’Eurovision Song Contest Jon Ola Sand.

Diciassette paesi parteciperanno in questa 14ª edizione dello Junior Eurovision Song Contest con il ritiro dalla competizione del Montenegro e della Slovenia dopo due gare, questa ultima per protesta contro i cambiamenti varati dal’EBU-UER alla manifestazione e dal San Marino dopo tre, mentre ritornano nella competizione Cipro dopo una pausa di un anno, l’Israele dopo una pausa di tre anni e la Polonia dopo 12 anni d’assenza.

Questa è la settima volta che 17 paesi si sfideranno in un evento dell’Eurovision, dopo Vienna nel 1967, Londra nel 1968, il Lussemburgo nel 1973, Brighton nel 1974, Rotterdam nel 2007 e  Sofia nel 2015. Nessun paese debutterà in questa edizione, la prima volta dal 2009.

Per la prima volta dopo l’inaugurazione del concorso avrà dei cambiamenti sostanziali: l’età dei bambini e ragazzi è stata abbassata alla fascia 9-14 anni; verrà trasmesso la domenica pomeriggio dalle ore 16:00 alle ore 18:00 e non di sabato sera, questo per rendere la rassegna ancora più vicina al suo pubblico di riferimento, ovvero i ragazzi e la procedura di voto non includerà un Televoto pubblico, considerato non adatto a questa tipologia di manifestazione; al suo posto i risultati complessivi verranno determinati dalla combinazione di una giuria di esperti (50%) e una Kid Jury, composta da bambini e giovani (50%), sino a quest’anno c’era un solo bambino in giuria, che si univa a quelli degli altri paesi e il loro voto contava come un paese unico.

Cambierà anche la presentazione dei voti. Sul modello di quanto avvenuto quest’anno all’Eurovision Song Contest 2016, ma invertendolo, prima appariranno sullo schermo i punti totali degli adulti poi dopo i bambini spokespeople di ogni nazione saliranno sul palco – direttamente a Malta – e daranno i punti della loro Kid Jury.

Sarà anche un festival itinerante nel senso che la sede dell’evento sarà il Mediterranean Conference Centre (ex ospedale ora divenuto centro congressi), ma altre parti dello show come ad esempio  i numeri dell’interval act si svolgeranno in differenti location sempre nella capitale maltese. 

Ecco di seguito i Paesi (e le rispettive emittenti pubbliche) che parteciperanno allo Junior Eurovision Song Contest 2016 di Malta:

  • Albania (RTVSH): Klesta Qehaja – “Besoj” (I believe)
  • Armenia (Public Television of Armenia): Anahit Adamyan e Mary Vardanyan (Մերի Վարդանյանն ու Անահիտ Ադամյանը)
  • Australia (SBS): Alexia Curtis
  • Bielorussia (BTRC): Alexander Minyonok (Александр Минёнок) – “Muzyka Moikh Pobed” (Музыка моих побед, Music of My Victories)
  • Bulgaria (BNT): Lidia Ganeva (Лідія Ганева) – “Magical Day” (Вълшебен ден, Valsheben Den)
  • Cipro (CYBC): Giorgos Michailidis (Γιώργος Μιχαηλίδης) – “Dance Floor”  (Πίστα χορού)
  • Georgia (GPB)
  • Irlanda (TG4)
  • Israele (IBA)
  • Italia (RAI)
  • Malta (PBS): Christina Magrin
  • ERI di Macedonia (MKRTV):  Martija Stanojković (Мартија Станојковиќ) – “Love will Lead the Way”
  • Paesi Bassi (AVROTROS): Kisses (Kymora, Stefania e Sterre) – “Kisses and Dancin’”
  • Polonia (TVP)
  • Russia (RTR): Sofia Fisenko (Софья Фисенко) – “Zhivaya Voda” (Живая вода, Living water)
  • Serbia (RTS)
  • Ucraina (NTU): Софія Роль (Sofiia Rol) – “Planet craves for love” (Планета жаждет любви)

Sono già noti 11 artisti in gara, dei quali 8 hanno già la canzone pronta.