ESC 2018 – Malta: Ecco i 16 artisti finalisti del MESC 2018

Malta.jpg

L’emittente pubblica maltese PBS/TVM ha rilasciato qualche minuto fa i nomi dei 16 artisti e le rispettive canzoni che hanno superato la seconda fase della selezione nazionale maltese ‘MESC – Malta Eurovision Song Contest 2018’, per la 63ª edizione dell’Eurovision Song Contest che si terrà per la prima volta in assoluto in Portogallo, presso la MEO Arena della città di Lisbona l’8, il 10 e il 12 maggio del prossimo anno, grazie alla vittoria di Salvador Sobral con “Amar pelos dois” (Loving for both of us).

Le 16 canzoni/interpreti che si contenderanno il biglietto a Lisbona nella finalissima della selezione nazionale ‘MESC 2018’ che si terrà nel mese di Febbraio 2018, sono state annunciate durante un incontro con i 30 cantanti che sono stati selezionati per proseguire nella seconda fase della selezione nazionale ‘MESC 2018’.

I brani finalisti sono stati scelti in tre giorni di audizioni e sono state eseguite dal vivo di fronte ad una giuria di sette giudici stranieri a porte chiuse. 

Per la seconda volta dal 2006, la selezione di Malta sarà costituito da un solo spettacolo. Come l’anno precedente, la finale nazionale di Malta per selezionare la canzone che rappresenterà Malta all’Eurovision Song Contest del prossimo anno che si terrà in Portogallo si terrà nel mese di febbraio del prossimo anno. Inoltre, ancora una volta il vincitore del MESC 2018 e rappresentante maltese a Lisbona 2018 sarà selezionato dal televoto del pubblico da casa al 100%.

Ecco di seguito l’elenco completo dei 16 brani/interpreti finalisti selezionati:

  1. AIDAN – “Dai Laga” (Aidan Cassar)
  2. Avenue Sky (Joseph RefaloKarl ScerriClive MuscatAndy MuscatKevin SciclunaAidan Cassar) – “We Can Run” (Jonas Gladnikoff, Matthew Ker, Glen Vella)
  3. Brooke Borg – “Heart Of Gold” (Christian Schneider, Aidan O’Connor, Sara Biglert, Brooke Borg)
  4. Christabelle Borg – “Taboo” (Thomas G:son, Christabelle Borg, Muxu)
  5. Danica Muscat – “One Step At A Time” (John Ballard, Ruth Mussie, Jerusalem Yemane, Irena Krstva, Kian Fakhary)
  6. Deborah C – “Turn It Up” (Christian Schneider, Aidan O’Connor, Sara Biglert)
  7. Eleanor Cassar – “Back To Life” (Jonas Gladnikoff, Michael James Down)
  8. Jasmine Abela, – “Supernovas” (Charlie Mason, Jonas Thander)
  9. Lawrence Gray – “Love Renegade” (Cyprian Cassar, Muxu)
  10. Matthew Anthony Caruana – “Call 2morrow” (Jonas Gladnikoff, Tom Wiklund, Peder Eriksson)
  11. Mikhail Attard & Cherylis Camilleri (Dwett) – “Breaking Point” (Elton Zarb, Muxu)
  12. Miriana Conte – “Rocket” (Cyprian Cassar, Muxu)
  13. Pe Tra – “Evolution” (Elton Zarb, Muxu)
  14. Rhiannon Micallef – “Beyond Blue Horizons” (Rhiannon Micallef, Cyprian Cassar)
  15. Richard Edwards & Joe Micallef – “Song For Dad” (Richard Micallef, Cyprian Cassar)
  16. Tiziana Calleja – “First Time” (Tina Stenberg)

Tra i finalisti troviamo a Richard Micallef, che il palco dell’Eurovision Song Contest l’ha già calcato nel 2014 come membro dei Firelight. Inoltre, hanno partecipato anche alla finale nazionale dello scorso anno Brooke Borg, Deborah C, Rhiannon Micallef, Miriana Conte, mentre quattro sono i debuttanti assoluti a livello di selezione nazionale: Aidan, gli Avenue Sky, Matthew Anthony Caruana e Dwett composto da Mikhail Attard e Cherylis Camilleri. Inoltre, Danica Muscat, già protagonista in Italia nel programma di Canale 5 “Io Canto” e Petra, che a 30 anni ha già una consolidata carriera alle spalle sia come solista che con il gruppo Rockestra.

Tra gli autori nomi già coinvolti a vario titolo nel mondo eurovisivo: Charlie Mason, paroliere di “Rise like a phoenix”, Elton Zarb-Matt Mercieca, già due volte vincitrice allo Junior Eurovision Song Contest; John Ballard, autore dei successi degli Ace of Base e due volte sul podio all’Eurovision Song Contest e Thomas G:Son, autore musicale conosciuto per aver scritto e/o prodotto 69 canzoni presenti alle finali dell’Eurovision Song Contestper diversi Paesi, soprattutto scandinavi e la Spagna. Di queste, 12 sono arrivate all’ESC (tre attraverso il Melodifestivalen) e una di queste, “Euphoria” di Loreen, ha vinto l’Eurovision Song Contest 2012.

Malta è stata rappresentata nella scorsa edizione tenutasi a Kyiv, da Claudia Faniello con  il suo brano “Breathlessly” (scelti tramite il Malta Eurovision Song Contest 2017, il programma di selezione maltese per l’Eurovision, ottenendo più televoti degli altri partecipanti: per la sua performance sono stati inviati 4.996 SMS e chiamate), scritto e composto da Philip Vella, Sean Vella e Gerard James Borg. Durante la seconda semifinale dell’Eurovision Song Contest, Claudia ha totalizzato 55 punti, posizionandosi al 16º posto su 18 paesi, per la qual cosa ha fallito la qualificazione alla finale.

Malta ha partecipato per la prima volta nel 1971 con “Marija l-Maltija” (Maria the Maltese Lass, Mary the Maltese Girl, The Maltese Maria) di Joe Grech. Negli anni settanta però partecipa solo altre due volte, nel1972 e nel 1975. A causa del numero chiuso di canzoni per edizione (22) a Malta è preclusa la partecipazione per tutti gli anni ottanta. Il suo ritorno sarà nel 1991 grazie alla rinuncia dei Paesi Bassi. Da allora ha partecipato a tutte le edizioni raccogliendo ottimi risultati (30 partecipazioni e 24 finali), per due volte è seconda (nel 2002 con “7th Wonder” di Ira Losco e nel 2005 con “Angel” di Chiara) e per due volte è terza (nel 1992 con “Little Child” di Mary Spiteri e nel 1998 con “The One That I Love” di Chiara), senza però mai riuscire a vincere. Le canzoni di Malta sono state tutte cantate in inglese tranne che per le prime due, che furono cantate in lingua maltese.